Vai al contenuto

Fara89

Scrittore
  • Numero contenuti

    13
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutrale

1 Seguace

Su Fara89

  • Rank
    Lettrice
  • Compleanno 09/06/1989

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Pellizzano
  • Interessi
    Lettura, scrittura, musica, disegno, videogiochi, film, serie tv, gatti...

Visite recenti

124 visite nel profilo
  1. Fara89

    Altromondo editore

    Buongiorno ragazzi, anche a me è arrivata una mail l'altro giorno con le solite frasi "manoscritto valutato positivamente" ecc... Un sacco di parole (se volete posso postarvi l'intera mail) in cui non si nomina nulla del "compenso che deve dare l'autore" e allegato il Contratto. Dunque, sul contratto ci sono molte clausole *Editato dallo Staff*, tra le quali ho trovato il fatidico "l'autore si impegna a contribuire alle spese di edizione, a parziale copertura dei costi di pubblicazione, per un importo pari a € 1620,00 (milleseicentoventi/00)". L'importo è da intendersi come somma a carico dell'autore e consentirà di garantire il programma editoriale e promozionale presentato. Ogni successiva ristampa sarà a carico dell'editore. Una volta venduta la tiratura di 600 copie dell'Opera, l'importo verrà totalmente ritornato all'autore, a titolo di compenso addizionale da sommarsi alle royalties maturate. Cioè mi pare di capire che se non vendo ste benedette 600 copie il mio intero stipendio (anzi, di più in realtà) sarebbe buttato via? Comunque sia mi rifiuto di firmare un contratto in cui, dopo tutto il lavoro che ho fatto per scrivere questo libro, devo anche spendere tutti questi soldi.
  2. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Ti ringrazio per il commento, molto gentile guarda in realtà la questione del tempo l'ho chiarita nel romanzo (in un altro punto) per questo qui sembra un po' fuori luogo... Per il resto tranqui, siamo tutti sulla stessa barca anche per me è la prima volta... Che dire, ci si prova!
  3. Fara89

    AbelBooks

    Anche a me ha contattato Abelbooks, giusto adesso... "Abbiamo letto il suo fantasy e ci è sinceramente piaciuto. Lo aveva inviato a Elison Publishing in lettura. Ci piacerebbe pubblicarlo con l'altro nostro marchio editoriale di libri elettronici: AbelBooks: www.abelbooks.net AbelBooks pubblica manuali, saggi di interesse comune, narrativa e poesia, utilizzando tutti i nuovi supporti per la vendita e la lettura. Dunque dagli .epub al .mobi (visibile con il nuovo tablet di Amazon) fino al .pdf. Il punto di forza della nuova etichetta editoriale è dato dalla crescente richiesta del libro elettronico che si sta aprendo al nuovo, grazie al diffondersi di supporti elettronici, velocità di collegamenti internet, reti wi-fi. Abel Books, che lavora con un protocollo preciso che verte su: una rete di distribuzione ben definita e accessibile; l'attribuzione del numero ISBN che certifica e protegge le opere letterarie; la predisposizione di un ufficio stampa personalizzato; la presenza di multicanali librari." ecc ecc ecc Ma stando a quello che ho letto qui sopra non conviene accettare... Per niente... Voi che dite? A me sembrano mail tutte uguali...
  4. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Intendevo ma* 😅
  5. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Ha ti hanno fatto ricominciare?
  6. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Argh ho già tagliato! Ahahaha pauuura poi chissà, magari qualcuno che ne sa saprebbe farmi tagliare ancora...😈
  7. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Eh... È un po' il mio problema attuale... 🤣 Rischio che resti tutto nel cassetto :p
  8. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Vi ringrazio per le risposte beh in effetti parliamo di uno stralcio di uno scritto di 1.600.000 caratteri 😅 quindi, in effetti, è difficile se non impossibile contestualizzarlo in così poco... Mi interessava sapere cosa pensavate della forma generale del testo, almeno in questo pezzettino :p
  9. Fara89

    Buongiorno a tutti!

    Grazie a tutti, gentilissimi mado questo sito ha talmente tanta roba da non sapere dove iniziare :p cercherò di essere attiva per quel che posso
  10. Fara89

    Ciao a tutti!

    Ciao, benvenuta! Sono molto recente anch'io (sia come scrittrice che come membro di questo gruppo). Quindi, che dire, in bocca al lupo!
  11. Fara89

    Verso sud -stralcio-

    Vi propongo uno stralcio di uno dei primi capitoli del libro che ho scritto chiedendovi in maniera critica cosa ne pensate distruggetemi!! Il titolo è solo quello del capitolo, non del libro. «Maledizione!» Adam imprecò ad alta voce, sedici anni a osservarla senza farsi notare, a ricalcare ogni suo passo come un’ombra, e ora l'aveva persa! Deluso di se stesso si passò una mano tra i corti capelli argentei in cerca di qualche indizio. Eppure era stato velocissimo quando l'aveva vista sparire attraverso il portale, l'aveva subito seguita, ma sapeva che sarebbe arrivato comunque troppo tardi. Da anni aveva intuito che pochi secondi terrestri su Soil potevano essere minuti come interi secoli, ma non aveva la più pallida idea di quanto tempo fosse trascorso dall’ultima volta che era stato lì. Non riusciva ancora a spiegarsi come diavolo avesse fatto Hila a trovare il passaggio e ad aprirlo di nuovo, eppure così era stato e adesso, nel bosco di Nehvir al calare del sole, lui era l’unica presenza percepibile. Sbuffò arrabbiato bofonchiando insulti e si chinò a osservare il terreno. Molte zolle di terra erano smosse, alcuni alberi avevano perso foglie fuori stagione, sfiorò un rametto spezzato e lo annusò. Alzando gli occhi notò che non era l’unico. Seguendo la pista arrivò al sentiero e dopo pochi metri riuscì ad avvertire un odore familiare. È passata da qui… si disse speranzoso. Ma non è stata sola a lungo, aggiunse, notando impronte di zoccoli. Esaminò l’orma osservandone profondità e dimensione. Centauro, maschio adulto, con corazza leggera oppure maschio di mezza età in assetto da guerra. Molto più probabilmente la prima ipotesi, nessun centauro sano di mente verrebbe fra questi grovigli in armatura pesante. Annusò di nuovo l'aria e continuò a perlustrare i dintorni in cerca di altre informazioni, fino ad arrivare a un albero la cui corteccia era visibilmente rovinata. «Dannazione, questo odore lo conosco!» Abbassando gli occhi ebbe la conferma dei suoi timori, appoggiò un ginocchio a terra e si rialzò stringendo in mano un’enorme piuma nera. «Un roak, non ci voleva.» Adam non perse altro tempo, non cercò ulteriori indizi: sapeva che chiunque fosse il proprietario della piuma se n’era andato volando e aveva portato la ragazza con sé. La razza dei roak era comune su Soil, o almeno lo era quando lui ancora vi abitava, ma non era mai stata una delle sue preferite, anzi, dubitava fosse la preferita di qualcuno. Oscuri nel modo di vestire e schivi per natura, vivevano separati dalle altre razze. Per via della loro capacità di passare inosservati, che bene si sposava con l’innata fedeltà alla parola data, spesso venivano assoldati come spie, motivo per cui erano spesso evitati. I gaart da sempre millantavano doti di eccelsi cacciatori e quindi odiavano i roak che, volando o sfruttando la leggerezza delle proprie ossa cave, non lasciavano tracce visibili su nessun tipo di terreno. «Dannati brontoloni volanti…» borbottò, agitando nervosamente la coda bianca. «Non sia mai che un gaart si lasci seminare da un ammasso di piume!» Si appoggiò al tronco di un albero, il bosco sembrava immutato da quando se n'era andato chissà quanto tempo prima. Non aveva alternative, innanzitutto doveva capire quant’era stato via e quali erano state le sorti della guerra. Di certo non poteva farsi un’idea del tempo passato restando fermo in un bosco, doveva trovare un centro abitato, e alla svelta, o di Hila si sarebbe persa ogni traccia.
  12. Fara89

    Burrasca

    Molto simpatico! Il finale poi è la ciliegina sulla torta! Mi piace come hai intavolato il discorso, le ripetizioni (come vedo ti hanno già fatto notare) sono probabilmente l'unica pecca che ci ho trovato. Secondo me alcune sono volute (come dici) e ci stanno, altre si possono evitare (anno, anno...). Ti faccio un esempio: "Era un caldo sabato di maggio, più precisamente il 27 Maggio." Potresti dire "Era un caldo sabato primaverile, precisamente il 27 maggio" o qualcosa del genere Nel finale manterrei lo stile che hai tenuto fino allora, cioè con frasi brevi e d'effetto. Tipo: Aprì la porta. Si trovò davanti una bambina. Lei lo salutò. “Ciao Papà.” Comunque molto bella l'idea, originale. Prosegui :p
  13. Fara89

    Buongiorno a tutti!

    Ciao a tutti, sono Sara, nuova nuova. Non sapevo esistesse un sito simile altrimenti credo che mi sarei iscritta prima perdonate la mia inadempienza. Che dire, mi sono improvvisata scrittrice fantasy (non essendo questo il mio primo lavoro e avendolo fatto solo per passione) e al momento sono in cerca di una casa editrice. Per il resto sono una discreta lettrice (soprattutto generi fantasy o horror). Per ora grazie per avermi accolta nel vostro mondo
×