Vai al contenuto

Vittoria Ribolova

Scrittore
  • Numero contenuti

    79
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

23 Piacevole

4 Seguaci

Su Vittoria Ribolova

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

621 visite nel profilo
  1. Vittoria Ribolova

    Altra dimensione

    @Mattia Alari di niente...
  2. Vittoria Ribolova

    Altra dimensione

    @Mattia Alari È tutt'altro, ma mi ha fatto ripensare a Amore Impossibile, per quanto dice in pochissime parole. E io non aggiungo altro, sento quel "grave" della perdita del vento. È sempre bello leggerti.
  3. Vittoria Ribolova

    [MI 116] Nero in casa

    Ciao, @simone volponi Sono contenta di aver scoperto questo racconto grazie ai commenti recenti, perché mi è piaciuto. E' surreale, perturbante, orrorifico. Ed è un giusto pugno nello stomaco su cosa possa significare, talvolta e in certi contesti, assistere e traghettare una persona malata verso la fine. Sarà che tocca una corda, non lo so, ma penso che mi resterà impresso per un bel po'. Complimenti.
  4. Vittoria Ribolova

    Amami poco ma continua

    @Poeta Zaza un testo amaro e dolce al tempo stesso, con una grazia particolare, quasi imbarazzata e dolente. Sta tutto nel "ma". Mi è piaciuto, semplicemente.
  5. Vittoria Ribolova

    Disincontro

    @Mario74, @Exairesi: grazie sinceramente a entrambi delle vostre osservazioni, di aver apprezzato e commentato. E tu, Exairesi, non hai certo da scusarti se in dei punti la tua percezione si discosta dalle mie intenzioni. Anzi... Succede.
  6. Vittoria Ribolova

    Disincontro

    @Elisa Audino ti ringrazio tanto per aver letto ed esserti soffermata. E di trovarla tra le migliori che hai letto, visto che a me, invece, non convince per niente ora che la rileggo a distanza di tempo. Forse è questo, sì. E' comunque cogliere qualcosa anche se non ci si accorge di farlo e non si intendeva farlo. Ma la cosa che continua ad affascinarmi della poesia è il suo carattere indomabile. Purtroppo - e per fortuna - lei è così.
  7. Vittoria Ribolova

    Disincontro

    https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/42577-apparizione-delle-otto-di-sera/?do=findComment&comment=752705 Lo avresti mai detto, che incontrarci sarebbe stato questo? Il mio scivolare verso di te, in un movimento senza fine; il tuo restare tra il dispiacere e lo stupore. Tu che mi vedi, io che vorrei sentirti; io che verrei da te subito, adesso, improvvisa, tu che non mi dirai mai vieni. E sono venuta, molte volte, a trovarti quando non c'eri. Ti manco lo stesso, solo che è più pulito, e al tuo ritorno non te ne accorgi: sono attenta e non lascio di me nemmeno l'odore, il calore. Rimane tutto sospeso in lontananza, e vicino abbastanza da essere, quasi.
  8. Vittoria Ribolova

    Apparizione delle otto di sera

    Ciao, @Exairesi. Parto dalla fine, che mi è molto piaciuta. I versi finali "nell'incontrarti/per caso, all'angolo [toglierei la seconda virgola]/della via" compongono un'immagine tanto vaga quanto incisiva (oltre a racchiudere l'avvenimento che ha permesso la poesia): così è l'indecifrabile caso che combina alcuni incontri e momenti che, magari, si rivelano svolte (come un angolo della strada). Inoltre, rispetto al resto del componimento sono di un tono leggermente meno "sostenuto", il che a me dà un senso di scioglimento per niente banale - quasi che tutta la tensione dolorosa espressa dalla poesia lì si posasse e trovasse il modo di continuare a esistere. Del resto, "sei stato e sei/strazio doloroso": l'apparizione sarà pure fugace ma la sua conseguenza rimane. Vedo più opposizioni e divisioni di senso, fisiche o meno, che tendono a riunirsi: dall'essere sia salvezza che dannazione (ed entrambi i poli in un unico Tu), alla caduta di una goccia dall'alto e sempre più giù, verso l'inferno, passando per quel sorriso irraggiungibile che allarga lo spazio indefinitamente e apre una ferita insanabile. Non sono interessata a risolvere in perfetta trasparenza il significato di alcuni passaggi più opachi, perché questa poesia ha una qualità non facile da trovare (e forse, in generale, data proprio da un certo grado di opacità non per forza intenzionale): si intuisce, si sente. C'è. E come tale, per il mio gusto è effettivamente una poesia. C'è passione (poco importa l'oggetto), sentimento. Trasmette lo strazio e crea porzioni di significato con immagini essenziali: lo sguardo, un sorriso, una goccia in caduta, l'angolo della via. Grazie, mi è piaciuta. E' una bella... cicatrice. In chiusura e per completare il mio commento, un paio di suggerimenti sulla divisione in versi e la punteggiatura. Era forma, la tua [forse un'altra virgola? Era forma, la tua,] che sguardo posava di cenere e vento. Sorriso irraggiungibile ci divideva, [qui vedo bene un punto o un punto e virgola - una sospensione più forte, visto che passi alla descrizione di altro] io goccia cadevo sulla terra [quel io goccia lo sentirei meglio un po' più isolato dal resto] e giù, ancora, all'inferno. Tu; salvezza e dannazione [dopo Tu la virgola e - ma non necessariamente - un a capo sono sufficienti: Tu, salvezza e dannazione, / sei stato...] sei stato e sei [...]
  9. Vittoria Ribolova

    Mi diletto col dialetto

    Orcèllo (o orcellìno): la prima fetta del pane (o l'ultima), quindi quella con la crosta. Se il pane non è duro, è il pezzo più ambito! Prendi il pane fresco, tagli un bel pezzo iniziale e te lo fai scrocchiare in mano. Ottimo per fare scarpetta. (buon appetito, vista l'ora...) Toscana! ABSDMQILOPZRTNCFGHUE
  10. Vittoria Ribolova

    Notturno

    @Exairesi di nuovo, ti trovo molto interessante. Questa poesia è musicale, si fa ascoltare. Belle le immagini. Mi piacerebbe leggerla con una divisione in versi un po' più attenta. Complimenti.
  11. Vittoria Ribolova

    Il cielo a croci

    In quei giorni e proprio quel giorno non ero molto presente, quindi avevo letto il tuo racconto senza commentarlo. Ricordo che mi aveva colpito. Sai che apprezzo la tua scrittura, il suo tono che talvolta vira verso il poetico anche quando non te lo aspetti e, soprattutto, ritengo che tu abbia una voce subito riconoscibile. Mi è rimasta immediatamente impressa in modo singolare. Quasi la sento parlare. Non che io sia una lettrice chissà quanto esperta, ma devo dire che mi annoio facilmente (e non significa che sia colpa di chi scrive - anzi, è proprio un mio bruttissimo difetto)... Ecco, con te non mi succede. E nemmeno mi dai puro intrattenimento fine a sé stesso, perché mi fai pensare e sentire. Sei spontaneo (e diamine! A maggior ragione, complimenti) e questo si avverte. La Falena degli spigoli, ad esempio, ha certamente bisogno di una rilettura per il suo bene, eppure a me è piaciuta. Mi sono ritrovata in imbarazzo vedendo quanto sia stata criticata (legittimo!) e fatta... a pezzettini. Passando a Il cielo a croci, in questo racconto viene fuori lo sguardo che hai sugli altri. Ed è preciso e sensibile (così pare, almeno, e ti assicuro che non sono il tipo che pretende di inquadrare un altro essere umano da questa distanza). Sensibile nel duplice senso di permeabile e in grado di precisione nel rilevare e rimuovere dal tessuto del reale la parte pertinente. Come uno strumento. E, inoltre, sensibile con una tua forma di... tenerezza nei confronti delle vicende umane, quella che a volte si esprime proprio con una capacità di osservazione e ritaglio chirurgica, più che con altro solo apparentemente più "dolce". Da uno sguardo molto lucido e aperto, poi, nasce il surreale. Beh, @Mattia Alari, scusami se sto divagando. Ma era tanto per motivare la mia evidente ammirazione.
  12. Vittoria Ribolova

    I racconti della Terza Luna - Quinto ciclo

    @Mattia Alari i miei complimenti. Bravo.
  13. Vittoria Ribolova

    Cimiteri

    Ciao, @ottantino, e benvenuto. E' un racconto molto interessante, è stato bello leggerlo. E mi ha fatto sorridere quell'accento toscano che in realtà si sente benissimo.
  14. Vittoria Ribolova

    Abisso di carne

    @Exairesi un commento breve, e mi scuso se al momento non posso di più, ma mi faceva comunque piacere dirti che la tua poesia mi è piaciuta. Per le immagini e ciò che vi ho letto. Ha un buon potenziale. Complimenti.
  15. Vittoria Ribolova

    Shirley Temple

    @Mattia Alari Accidenti, è davvero un orrore. Quindi... Complimenti. È più che ben riuscito.
×