Vai al contenuto

Elisa Audino

Scrittore
  • Numero contenuti

    737
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

232 Strepitoso

Su Elisa Audino

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 02/09/1977

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Monviso
  • Interessi
    Troppi

Visite recenti

5.193 visite nel profilo
  1. Elisa Audino

    Che novità

    Esatto, anche se qui mi riferivo anche all'inquinamento, che ha fatto da volano all'epidemia.
  2. Elisa Audino

    Che novità

    La chiatta nera fa pesci a morto: Aiutateli! Fa pinne di nylon trafigge testuggini divarica otri vesciche e bocche e ora che la febbre dilaga su metropoli umane ci scopriamo viventi?
  3. Elisa Audino

    Bianco Indelebile

    Sono ossessioni di cui non possiamo fare a meno. Ognuno di noi nella vita incontra qualcuno o qualcosa che non riesce a scrollarsi di dosso e, qualsiasi cosa faccia, qualsiasi persona frequenti, l'ossessione sta lì, nitida e ci devi tornare frequentemente. Tutto il resto allora ti scorre a fianco e lo sniffi con regolarità, ma non ti soddisfa quanto quel pensiero ossessivo, che accarezzi e cresci. Mi sono piaciuti gli accostamenti che hai fatto: l'amore ossessivo e la droga, il consumo immediato e la breve soddisfazione: e niente più basta (se non per poco). Una poesia che avrebbe potuto cadere nel lamento e nella margherita, invece no, ha una sua voce. Un tono confidenziale, come di presa di coscienza. Ecco, qui tenterei solo di sostituire quel blu lontano o di eliminare il blu, per non cadere nel luogo comune. Prova con un'altra immagine, in fondo ti sei strappata gli occhi e il blu è fin troppo buono per degli occhi cavati dalla faccia. Farei un tentativo anche per quegli uomini che amano poco: come sono gli uomini che amano poco? Sono uomini ciechi, magari, che vedono solo se stessi? O qualcosa di simile. Prova a vedere cosa ne esce fuori, credo ne acquisterebbe ancora di più. Questa seconda parte, invece, riprende il tono della prima, molto efficace e naturale, quasi una confessione. Mi piacerebbe capire come ti è venuta l'immagine del punto sulla carta, oltre all'atto di scrivere, credo sia azzeccata, in qualche modo il bianco della pagina evoca anche le droghe. Complimenti!
  4. Elisa Audino

    Lampi di Poesia 8 - Topic ufficiale

    Complimenti @Exairesi, mi spiace non aver avuto il tempo di commentare la tua Nostalgia, l'avevo tenuta tra le ultime proprio perché mi piaceva molto e non volevo cadere nell'ovvio, poi non sono più riuscita. Ne conservo anche altre tre almeno che voglio assolutamente rileggermi con calma.
  5. Elisa Audino

    [LP 8] Numeri

    In realtà, nella prima versione li avevo ripetuti, ma temevo l'effetto filastrocca. Ora che mi fai pensare, credo proverò a rivederla così. I passi sono una distanza, sono i 300 metri che mi separano da una casa di riposo che, come tutte le strutture, è chiusa ai visitatori e ai parenti da tre settimane circa, forse più. E che nella vita di tutti i giorni significa che l'ospite della struttura è solo e non sa, soprattutto se poco lucido, che sta succedendo e perché nessuno lo viene più a trovare. È una sorta di abbandono e mi sono chiesta dall'inizio che senso avesse prolungare una vita già labile e offuscata in condizioni simili. Per preservare la comunità, certo. Il fine giustifica i mezzi. Ma i mezzi sono difficili da accettare, soprattutto se ci si fa mente locale, se si pensa alle condizioni in cui si può trovare un vecchio con esaurita capacità motoria e scarsa lucidità. Morire da soli è peggio che morire.
  6. Elisa Audino

    Reset

    Ecco. In realtà è l'unica mia poesia che non ha un titolo e di solito per me il titolo è parte integrante. L'alternativa era [ ]. Grazie mille per i suggerimenti, provo a spostare il di e a vedere se mantiene l'effetto grafico di una palla.
  7. Elisa Audino

    [LP 8] Commiati mai detti

    @INTES MK-69 , tu non hai voglia di fare poesia e allora sei prosastico, ma così prosastico dall'averla fatta la poesia. Ti dirò che anch'io domenica non avevo nulla da scrivere, perché sì, ci sarebbe ma richiede tempo, va raffreddato prima di poter essere scritto, sono giorni bui questi che ti tolgono la parola, oltre al sonno e alla quiete. Ma rinunciando a qualsiasi barriera sei riuscito a scrivere qualcosa di estremamente fragile. Molti si affannano a esaltare l'isolamento e a denigrare chi lo patisce come un semplice egoista, ma spesso non pensano che l'isolamento vuol dire innanzitutto genitori anziani da soli (nella migliore delle ipotesi in coppia, nella peggiore soli in una struttura in cui nel frattempo non si può più entrare), personalità fragili che senza socialità rischiano di vedersi rimbalzare addosso e aumentare le proprie fissazioni e di cadere definitivamente (e infatti sono aumentati i Tso, c'era da aspettarselo), vuol dire morire da soli. I vivi parlano, mentre i morti e gli ultimi, i fragili sono nascosti e non li vedremo ancora per un po', ascoltarli è troppo duro. Troppo pesante.
  8. Elisa Audino

    Lampi di Poesia 8 - Off topic

    Sono appena a metà dei commenti e ho già ampiamente superato di tre la mia short list per la votazioni. Sarà durissima accidenti e alcune sono così belle che richiederebbero molto tempo e molta quiete per scrivere una mezza frase che abbia una parvenza di autonomia. Bravi bravi.
  9. Elisa Audino

    [LP 8] Mani

    Delicatissima, @Talia. Per un primo errore di visualizzazione l'ho letta fino a 'bisbiglio' e, sai che ti dico?, regge anche così. La lascia sospesa, come le mani che mettono lavanda nei sacchetti, e eviti di dover spiegare qualcosa che non ne aveva bisogno. Anche mia nonna faceva mille sacchetti di lavanda , mi ci hai fatto ripensare, ma soprattutto è una sequenza di immagini molto nitide, che non richiedono sforzo eccessivo e semplicemente mostrano qualcosa, piano, da vicino, come una lente di una cinepresa in un vecchio film.
  10. Elisa Audino

    [LP 8] Numeri

    Grazie @(Irene), @INTES MK-69 e @Poeta Zaza, in realtà credo di dover limare ancora qualcosa. A un vecchio deve perdere la preposizione e dimenticarsi deve diventare dimenticare, c'è ancora qualcosa che appesantisce.
  11. Elisa Audino

    [LP 8] Primavera?

    Gli elementi della natura tornano spessissimo nelle tue poesie, @Poeta Zaza. E sono un buon elemento ricorrente, soprattutto quando li usi per significare altro, come in questo caso, il profumo che si sente nell'aria, l'attesa che normalmente è ripagata e ci porta fuori, mentre questa volta è un attesa cupa di cui non conosciamo gli esiti.
  12. Elisa Audino

    [LP 8] Silenzio

    Semplice ma non semplicistica e tono confidenziale rivolto a qualcuno che probabilmente non è destinato ad ascoltare, ma solo a essere destinatario. Molto bella, mi sono chiesta se togliendo quel 'si dilata' potrebbe reggere per conto proprio. Credo di sì, prova a vedere se ti suona bene lo stesso.
  13. Elisa Audino

    [LP 8] Grasso ubriaco e stupido

    Ciao @Ton, forse è la prima volta che ti leggo: accidenti, ci vai giù secco. Un bel ritmo veloce e serrato che non ti lascia respirare mai, graficamente compatto con scarsissima punteggiatura e ha ragione @Vincenzo Iennaco, ricorda molto il rap. Che non disdegno nella maniera più assoluta, anzi. Hai mai ascoltato Rancore? Ecco, mi ricorda quel ritmo e l'ho letta velocissimamente come avrebbe potuto cantarla lui, con le parole tra i denti. Richiede tempo, come Rancore, perché la velocità e la compattezza ti fanno arrivare in fondo con il ricordo di alcuni contrasti tipo dentrovuoto e dei precisi suoni, ma con l'impressione di doverci tornare per riuscire a comprenderla.
  14. Elisa Audino

    [LP 8] Dal polso esile e bianco

    È così bella quest'immagine del cordolino a fondo manica, che ci ho visto addirittura una persona scendere, aggrappata a una corda e poi andarsene lieve. Ed era un palloncino, invece, come ne abbiamo lasciati andare tanti da piccoli, quando la vita era un tantino più semplice e si guardava ancora in alto. Non perché da adulti non lo si possa fare, ma non sono tempi facili questi e capita di guardarsi indietro a volte e pensare 'chiudo gli occhi e torno lì, non è successo niente, ricomincio'. Meravigliosa la chiusa, arriva in punta di chiudi, come sei solita fare, senza essere pretenziosa, leggera. Ora me la rileggerò ancora un po' di volte e vorrei metterla in sequenza con le altre tue poesie, sono pagine da sfogliare ormai.
  15. Elisa Audino

    Lampi di Poesia 8 - Off topic

    Scusate il ritardo nei commenti, nelle risposte...in tutto. Entro domani sera cercherò di provvedere. Sfortunatamente sto ancora lavorando, ma conto di smettere presto e di dedicare un po' di tempo a questo spazio di vita.
×