Vai al contenuto

[ea]

Scrittore
  • Numero contenuti

    800
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su [ea]

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

7.370 visite nel profilo
  1. [ea]

    Io qui ci vivo

    Titolo: Io qui ci vivo Autore: Elisa Audino Casa editrice: Gattomerlino superstripes Data di uscita: gennaio 2021 Prezzo: 10 eu Pag: 94 Isbn: 9788866831310 Genere: raccolta di poesie Estratto del libro: Io qui ci vivo Parlano di luoghi estinti da tempo con termini pascoliani. Ma tra il fanciullino e il deserto ci sono cinque giorni e vanno dal lunedì al venerdì. Link all'acquisto: https://www.gattomerlino.it/collane/quaderni-di-pagine-nuove/332-io-qui-ci-vivo-9788866831310
  2. [ea]

    Lista, Giuria stagionale e Annunci

    Che bella sorpresa, grazie @Sira! E grazie a @Adelaide J. Pellitteri, @Anglares, @Nerio per il lavoro e per la tenacia. Ci vediamo di là, in libertà costruttiva.
  3. [ea]

    Divergenze Edizioni

    Per completezza di informazioni e chiudendo il forum a breve, devo dare una fine alle premesse fatte a suo tempo. Ho interrotto la collaborazione per 'divergenze' d'opinione dopo circa due anni di lavoro, sull'ultima versione proposta dall'editore. Confermo che, salvo rare eccezioni, questa casa editrice ha un ottimo catalogo, un'ottima grafica e un bel sito, quel che manca è, io credo, la trasparenza, la serenità del confronto e la pacatezza dei toni, che hanno alternanze simili alle montagne russe. I tempi sono dilazionati, ma questo è relativo in editoria. La casa editrice è free, come già indicato, il contratto viene fatto firmare a revisione ultimata, la percentuale dell'autore che io sappia viene destinata in beneficenza. Non so a chi. Sconsigliata a chi non è più che stabile psicologicamente.
  4. [ea]

    Do la mia autorizzazione

    Ciao a tutti, potete tranquillamente migrare i miei commenti e i vari interventi negli argomenti a vario titolo, ma non le poesie che ho postato. Preferisco, per ragioni editoriali, lasciarle morire qui. Risusciteranno sulla carta.
  5. È un'ottima alternativa. E sarebbe fondamentale non perdere lo storico degli utenti, ma anche quello relativo agli editori. Un servizio fondamentale. Il migliore.
  6. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Per qualche strana ragione, ne abbiamo fatta, io e un'amica, una versione audio. La aggiungo qui, sperando di non infrangere nessuna regola.
  7.  

     

    1. Ippolita2018

      Ippolita2018

      Elisa, è bellissima. <3

    2. [ea]

      [ea]

      <3 Grazie @Ippolita2018, ci abbiamo provato. Bisogna pur reagire all'abbandono. 

  8. [ea]

    Solido liquido gassoso

    È molto bella la tua riflessione, grazie @Milarepa, hai centrato tra l'altro uno dei temi a cui sono più legata nella scrittura, sebbene in prosa: il mercato, la vendita dei corpi.
  9. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Sì ed è stato strano leggerti, mentre cercavo qualcosa da commentare. Una piacevole scoperta anche per me, grazie @Adelaide J. Pellitteri.
  10. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Ahah, @Roberto Ballardini, anche la mia risposta è minimal. Questo commento me lo conservo come trofeo .
  11. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Grazie @Johnny P, le quadre sono una cosa mia, che uso frequentemente, ma le frecce le ho molto amate di Fast, di J. Graham. Recentemente ho letto che per Caproni ogni poesia aveva una sorta di architettura tipografica. Credo sia qualcosa di simile anche per me, seppur sia qualcosa tra l'intuitivo e l'amore per una certa poesia americana e sebbene i miei risultati siano di gran lunga inferiori.
  12. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Grazie di cuore @Ippolita2018, in realtà sai che non rifletto mai molto su quello che scrivo e come al solito mi sono mossa più per assonanza di significato che per reale volontà di esprimere delle metafore. Ma hai ragione, quel fare esercizio (fisico) ha bisogno di una veste migliore. Ci devo pensare un po'. Sto tornando, finalmente, il WD è mancato anche a me (ma le tue poesie non ho potuto fare a meno di cercarle sempre tutte ).
  13. [ea]

    Solido liquido gassoso

    Sono una donna in evidente stato d'abbandono, la cura del corpo prevede attenzioni che non sempre desidero manifestare [vestire la forma→depilare il piacere→ tingere gli anni→fare esercizio→ stendersi sul banco del mercato]
  14. [ea]

    [LP10] Imperdonabile errore

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri, sai che ti dico? Hai ragione, al diavolo l'accettazione! Già il doversi prendere cura del corpo è segno degli anni. A venti potresti uscire esattamente come sei, a trenta inizi a darti una sistemata, di lì in poi lo scostamento tra il come ci vediamo, nel senso di riflesso di quel che abbiamo vissuto, e di come siamo è perenne. La vita dovrebbe aggiungere bellezza anziché toglierla, in corrispondenza con i dolori che si sono provati, che hanno una loro fragilità e quindi rendono più umani, nel senso positivo del termine. E invece questo maledetto tempo e questa maledetta aspettativa del 'doversi presentare come' ci obbliga a una seppur minima forma e a uno scostamento, anche, tra un desiderio che è più consapevole di quel che era a vent'anni e, insieme, meno presentabile. La natura del tempo, ma anche la natura della società, e anche il dover essere donna. Non arrivi a caso, perché la poesia che sto per postare attraversa questa stessa linea, sebbene con una linea diversa. Ma veniamo al tuo andare a capo, alla tua poesia. Non una sbavatura, non un'ovvietà nell'uso delle parole, semplice ma non banale (per farlo avresti potuto concludere con un lieto fine) è sempre un certo lirismo, un io che si alza e dice no, senza forzare. C'è un'unica inversione, anima mia, che io non avrei usato, ma che ha tutto sommato un senso e non stona. Amo gli attacchi frontali, il tuo 'imperdonabile errore' commesso dalla natura è una dichiarazione e attira subito l'attenzione. E poi passi a guardarti quasi allo specchio e a lamentarti della natura, sempre minuscola, con cui, lo ribadisci esattamente quando ci si aspetta una pacca sulla spalle, non sei affatto d'accordo. Perché bisognerebbe accettarlo? Mi viene in mente Woody Allen che della morte dice qualcosa di simile a 'non sono d'accordo'. Neppure io, sai? E questo è attaccamento alla vita.
  15. [ea]

    Lista, Giuria stagionale e Annunci

    Hai ragione, sono stata occupata dalla prosa. Ma la poesia sta tornando in questi giorni.
×