Vai al contenuto

Fedi

Scrittore
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutrale

Su Fedi

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Fedi

    Sillabe di Sale Editore

    Ho inviato proprio ieri il mio manoscritto a Sillabe di Sale. Come da loro indicato, ho utilizzato il format presente sul loro sito. Effettuato l'invio, sulla pagina è apparso messaggio automatico di conferma. Non ho ricevuto e-mail o notifiche di avvenuta ricezione. Confidando in un riscontro a breve da parte della CE, sarà mia cura aggiornarvi su modalità e eventuali condizioni contrattuali proposte! Sempre che il manoscritto susciti l'interesse che spero... ovviamente! Dolci sogni a tutti...
  2. Fedi

    I gufi non ridono mai

    Bello! Il mondo visto da prospettive diverse... gli occhi di un bimbo, la sensazioni di un animale, attimi di memoria che riaffiorano. Mi è piaciuto molto. Se posso permettermi, l'avrei terminato al punto de "i gufi non ridono mai". E' già intenso e chiaro. Il finale, a mio parere, riporta troppo alla realtà e trovo che non sia indispensabile. Comunque complimenti!
  3. Fedi

    Mi presento

    Grazie per il consiglio e per il tuo benvenuto. Appena avrò qualche minuto in più andrò sicuramente a "sbirciare" in officina! Adoro definirmi scrittrice perché, se di sogni si tratta, questa è certamente la descrizione più onirica di me stessa. Scherzi a parte... ho 50 anni, sono sposata e (un po' per necessità un po' per caso) lavoro in un ente pubblico. In realtà ho sempre avuto uno spirito poco incline alle "scartoffie" ma non sempre nella vita si riesce a scegliere. Negli anni, però, non ho mai perso di vista il mio lato romantico e sognatore cercando di dedicare quanto più tempo possibile alle mie passioni. Tra queste, certamente la lettura, la pittura e - solo più recentemente - la scrittura.
  4. Fedi

    Mi presento

    Buongiorno a tutti, mi chiamo Federica ed è la prima volta in assoluto che partecipo a un forum. E' da un po' che mi ritrovo a curiosare su Writer's dream e, visti gli spunti interessanti di discussione, i suggerimenti utili e i dibattiti interessanti, ho deciso di registrarmi e di entrare a far parte di questa comunità. Ebbene sì, sono una sognatrice anch'io e quindi felice essere approdata qui per condividere i miei sogni...
  5. Fedi

    Il bozzolo

    Il libro narra la storia di Giorgio, uomo cinico, ambizioso e professionalmente affermato che, grazie all'incontro casuale con Anna, giovane avvocato dall’animo ingenuo e romantico che gli apre il cuore, prende coscienza di quanto il compromesso abbia fagocitato la sua vita - sia professionale che sentimentale - e di come questo l’abbia gradualmente e quasi inconsapevolmente condotto ad uno stato di accettazione e apatica “sospensione” diventato ormai intollerabile. Le azioni criminali di una banda di rapinatori che organizza colpi eclatanti e agisce indisturbata nel Paese, si intrecciano con la vicenda personale del protagonista, impattando inevitabilmente su quelle degli altri personaggi. La relazione con Anna, accende in Giorgio la speranza di poter tornare ad essere l’uomo di un tempo, libero di scegliere e di amare. Presto però si renderà conto che la vita non fa sconti a nessuno e che le conseguenze dei propri errori si pagano sempre profumatamente. Dalla storia, emerge un’evoluzione significativa dei personaggi. Una trasformazione che discende dai sentimenti che questi provano oltre che dal contesto in cui sono calati. Il passare del tempo, una maggiore consapevolezza e la necessità di riprendere le redini della propria vita, che fugge, sono elementi fondamentali nella maturazione dei protagonisti che si ritroveranno, lungo il percorso che li porterà ad un’inesorabile metamorfosi, ad essere contemporaneamente e alternativamente vittime e carnefici di se stessi. Rinascere potrebbe essere la soluzione per tornare ad esistere ma la speranza è resa vana dalle conseguenze nefaste delle scelte fatte e, in eguale misura, di quelle non fatte. L’immobilismo e la rassegnazione sono i sentimenti che emergono prepotentemente dalla vicenda narrata. La speranza che qualcosa possa cambiare, l’inevitabile disillusione e il vuoto profondo che ne deriva, lascia spazio ad un generale senso di impotenza e sconforto.
×