Vai al contenuto

Nunzia Caricchio

Lettore
  • Numero contenuti

    100
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

Nunzia Caricchio ha vinto il 30 aprile

Nunzia Caricchio ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

34 Piacevole

3 Seguaci

Su Nunzia Caricchio

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 14/11/1991

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Napoli
  • Interessi
    Sono amante della lettura, ma ho un'ossessione vera e propria per la scrittura. La musica napoletana fa da colonna sonora alla mia vita, e più di ogni altra cosa, adoro occuparmi della mia famiglia.

Visite recenti

490 visite nel profilo
  1. Nunzia Caricchio

    L' ammazzafavole

    Lucilla, dodici anni e un'innocenza rubata troppo in fretta. Il coraggio di una giovane donna che trova la forza di opporsi ad anni di dolore e ipocrisia, portando con sé un unico desiderio: svegliarsi senza paura. Abusi, rabbia e indifferenza sono gli scenari quotidiani della vita di Lucilla Carminati, ragazzina timida e introversa, che vede la sua innocenza spezzarsi fin dall'età di dodici anni, vittima degli abusi di un cugino viziato e protetto dalla famiglia materna. Offuscata da una madre che preferisce tacere, anziché urlare, e ignorata da un padre assente e poco incisivo, Lucilla, in una afosa giornata di luglio, appena dopo il diploma, decide di fuggire dalla sua casa di Napoli per raggiungere l'amica Elena, studentessa a Ferrara. Nonostante i dolorosi ricordi e i feroci incubi che la attanagliano, Lucilla riesce a costruirsi la vita che ha sempre sognato, studiando architettura di giorno e lavorando come cameriera la sera. Ma quel passato, che le aveva divorato l'anima, un giorno busserà di nuovo alla sua porta, senza lasciarle più alcuna via di scampo. In un crescendo di emozioni, Lucilla troverà il coraggio di reagire e di iniziare un lungo e tortuoso percorso verso quell'identità di donna da sempre agognata. Forza, determinazione e solidarietà tutta al femminile, saranno i nuovi scenari della vita di Lucilla, una donna che subisce, piange, cade, ma che si rialzerà sempre; simbolo di donne che soffrono in silenzio, ma che cercano il loro riscatto, senza paura.
  2. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    È perfetto . Ti cedo la parola.
  3. Nunzia Caricchio

    Le scarpette rosse

    @Emy ciao, prima di scrivere ciò che stai leggendo, ho cancellato circa diecimila volte le mie impressioni. Non ho parole. A parte il ritmo un po' troppo veloce, non sono riuscita a trovate incongruenze o "errori", ammesso che ce ne siano, perché il senso del racconto mi ha lasciata di stucco. I miei complimenti, davvero. Tutto, parola per parola, immagine per immagine, mi ha colpita; mi sono venute le lacrime agli occhi. Quante di noi hanno pulito sul pulito? Tanto per citarti. Brava, brava, e ancora brava. Vorrei poterti dare giudizi tecnici, ma non ci riesco perché ho ancora in mente le scarpine rosse. Ottimo racconto. Ancora complimenti
  4. Nunzia Caricchio

    È solo un altro capriccio, tesoro.

    Mi sono commossa . Grazie di cuore. Sono consapevole degli errori e sto già rimediando; però il tuo commento mi ha fatta veramente venire le lacrime agli occhi, perché sono riuscita nel mio scopo. Cioè, il particolare della fede, credevo che non si capisse... e invece. Sto cercando lo spunto per un altro piccolo racconto, giusto per staccare, di tanto in tanto (), dal progetto a cui sto lavorando, e spero che non appena lo posterò mi commenterai ancora, anche se dovessi massacrami. Ne ho bisogno. Grazie ancora.
  5. Nunzia Caricchio

    Un momento di armonia

    @AlessandroperbelliniCiao, volevo provare a commentarti. Premetto che le mie sono solo opinioni da lettore e che non voglio sostituirmi a nessuno. Ho trovato la lettura molto rilassante. Sono riuscita a leggere senza inciampare, tranne in qualche passo dove ho notato che spieghi cose ovvie. Il ritmo è scorrevole, nonostante avrei cambiato la posizione di qualche virgola. Concordo col commento precedente sugli aggettivi possessivi. Per esempio, qui mi spieghi perché il protagonista fa il gesto con la mano per salutare. Però io so che è in biblioteca e da lettore, so che in biblioteca non si fa rumore e non si parla. Credo tu abbia la fissa di questa frase . Perché di tanto in tanto? O te lo chiede in quel momento e te ne vai, o niente. Almeno io così la vedo. Attento agli avverbi, se li eviti del tutto è meglio. Ho adorato come hai descritto il momento in cui si è perso nel libro. Sono riuscita a figurarmelo davanti agli occhi il protagonista. Bravo. L'ho trovato un buon racconto, anche se credo che tu spieghi troppo. Dovresti riuscire a far evocare di più le immagini come hai fatto nella scena del libro. E, in più, avrei caratterizzato meglio il protagonista. Cioè, avrei seminato molti più indizi su di lui. Quando hai scritto ho le palle piene oppure prendo penne ed evidenziatori e ficco tutto nello zaino, mi è sembrato davvero che uscisse la vera personalità del protagonista e mi è piaciuto molto. Secondo me, con un'attenta rilettura viene fuori un ottimo scritto. Bravo. Anche lo stile mi piace. Un'ultima cosa: tu dici scosto la manica e guardo il Casio al polso, be', io lettore so cosa è un Casio, e so che si porta al polso, soprattutto se mi dici che scosti la manica. Secondo me devi solo cercare di evitare di spiegare cose ovvie. Per il resto, ancora bravo.
  6. Nunzia Caricchio

    Molte persone spariscono e non se ne sa più niente

    Semplice e rilassante. Bravo! Anche io l'ho trovato divertente
  7. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    M l cs ffscnnt, mrvglis, ngmtc, _ ch qst fll _ mpmnt cndvs. N umn bbm bsgn d rccntr pr vvr, pr ptr spprtr l’sstnz. Sm ttt scrttr dl rmnz dll nstr vt, n c rvstm l rl d prtgnst. Dal discorso inaugurale di Rosa Montero, per il sedicesimo anniversario del Pisa Book Festival
  8. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    @Poeta Zaza Le braccia al collo Le braccia al collo che spontanee accolgo spesso mi riconciliano col mondo, come fossero i rami d'una pianta che offre le sue gemme rigogliose, un albero robusto, ben piantato, con radici che toccano le mie, che han trovato lo stesso nutrimento mentre le fronde giocano col vento.
  9. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    Le braccia al collo Le braccia al collo che ospitano accolgo spesso mi riconciliano col mondo, come fossero i rami d'una pianta che offre le sue gemme rigogliose, un albero robusto, ben piantato, con radici che toccano le mie, che han trovato lo stesso nutrimento mentre le fronde giocano col vento.
  10. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    @Poeta Zaza forse ci sono, ma non sono sicura di una parola. Le braccia al collo Le braccia al collo che spintano accolgo spesso mi riconciliano col mondo, come fossero i rami d'una pianta che offre le sue gemme rigogliose, un albero robusto, ben piantato, con radici che toccano le mie, che han trovato lo stesso nutrimento mentre le fronde giocano col vento.
  11. Nunzia Caricchio

    Cane randagio

    Ti ringrazio davvero tanto. Per me è molto importante. Mi impegnerò a fondo, dovessi anche sanguinare... non ha importanza. Non è un caso se Joel Dicker ha detto ciò che ha detto riguardo la scrittura e il senso della vita (la tua firma). Grazie ancora.
  12. Nunzia Caricchio

    Il gioco delle Consonanti

    @Poeta Zaza Sono giorni che ci provo! Se ho scritto tutto giusto, solo quella parola proprio non mi viene. Ps: noto che hai lasciato una vocale (acclg) Le braccia al collo Le braccia al collo che spuntano acclg spesso mi riconciliano col mondo, come fossero i rami d'una pianta che offre le sue gemme rigogliose, un albero robusto, ben piantato, con radici che toccano le mie, che hanno trovato lo stesso nutrimento mentre le fronde giocano col vento.
  13. Nunzia Caricchio

    Cane randagio

    @Marcello ciao, ti ringrazio davvero tanto di avermi commentata . Questo brano è stato una sorta di prova, diciamo così, di coraggio. Sapevo che molte cose non andavano, però ho voluto postarlo lo stesso per capire come posso migliorarmi. Difatti, i tuoi suggerimenti mi hanno chiarito molti punti. Quando l'ho scritto, sentivo che c'era qualcosa che non andava, ma proprio non riuscivo a capire cosa - elementi tecnici a parte - ma ora, pian piano, ho preso consapevolezza dei miei punti deboli, e dei miei punti di forza, anche se so che la scoperta, di certo, non terminerà qui, ma ci saranno altri modi per scoprire la mia scrittura e la sua qualità, ammesso che ne abbia. Ho segnato ai margini del testo - che ho stampato - i tuoi suggerimenti, e sicuramente ne terrò conto. Mi riprometto, anche, di approfondire la ricerca dei termini, nel senso che il significato della parola deve adattarsi al contesto, allo scopo, dello scritto. Devo crescere moltissimo professionalmente, per questo voglio essere massacrata a più non posso. . il cambio di verbo alla fine, è stata una svista madornale! Tiranna la Consecutio temporum... Ti ringrazio ancora. Spero mi leggerai di nuovo.
  14. Nunzia Caricchio

    È solo un altro capriccio, tesoro.

    @Floriana ciao, grazie di avermi letta. Grazie anche per tutti i suggerimenti, ne terrò conto. Ho raccolto tutti gli altri in un documento, e ora ci inserirò anche i tuoi. Non appena rimetterò mano al racconto prenderò in considerazione tutti i commenti. Già... mi sono ispirata proprio per questa sensazione di sentirsi poco stimata, diciamo così. Ma noi non ci arrenderemo mai, giusto? Grazie, spero mi leggerai ancora.
  15. Nunzia Caricchio

    Sta scrivendo

    @Lauram ciao! Lessi questo racconto un po' di giorni fa, ma non ebbi il tempo per commentarlo, poi me lo sono perso e non riuscivo più a trovarlo. Poi, stasera finalmente l'ho trovato! A parte i refusi che ti hanno già segnalato, volevo dirti che a me è piaciuto un casino! Lo stile non è per niente sciatto, anzi... semplice e traspirante. Mi è dispiaciuto un sacco per lei, sai? Ho pensato a Paolo, forse avrei dovuto rivolgere un pensiero anche al marito, poverino, ma io ho pensato a Paolo. Sai cosa si porterà dentro per tutta la vita? Brava, mi è piaciuto molto. Soprattutto l'incipit, che ho trovato diretto e con la dose giusta di curiosità. A rileggerti ancora
×