Vai al contenuto

Lizina

Scrittore
  • Numero contenuti

    115
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

97 Popolare

Su Lizina

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Non cambierei mai il senso e la storia della mia opera in cambio di una pubblicazione. Metterci mano per migliorarla è una cosa, cambiarla per andare incontro a un determinato pubblico o per aumentare le presunte vendite mai. Non sarebbe più mia. Mi è successo di ricevere una proposta di pubblicazione vincolata però a cambiamenti tali da rendere la mia storia diversa. Ho rifiutato.
  2. Lizina

    Factotum Agency

    No, non ho pagato nulla. Non avevo chiesto la scheda di valutazione ma solo una eventuale rappresentanza. Credo che allora fosse possibile, però non ricordo esattamente quali fossero le modalità di questa agenzia. Se avessero espresso il loro interesse per il mio testo avrei potuto dire loro a quali CE lo avevo già inviato e magari avremmo potuto ragionare su quale potesse essere la migliore strategia. Ad ogni modo, è andata così. Spero solo che mi dicano a quali casi editrici lo hanno mandato.
  3. Lizina

    Factotum Agency

    Io ho avuto un'esperienza strana con questa agenzia. Ho inviato il manoscritto alla metà di febbraio ma, non avendo ricevuto risposta nelle settimane seguenti, ho pensato che non fosse di loro interesse e non ci ho pensato più. L'altro giorno ricevo una loro email nella quale si scusavano per il ritardo della risposta e mi dicevano di aver contattato alcune CE che, pur dicendosi interessate, avevano il programma editoriale pieno fino al 2022 e quindi non se ne era fatto nulla. Quello che mi lascia perplessa è il loro modus operandi: pur ammettendo i disagi per il Covid, a mio parere avrebbero dovuto contattarmi dicendo di essere interessati e poi magari farmi sapere a quali CE avrebbero voluto inviare il manoscritto. Mi è sembrato strano che tutto avvenisse senza che io ne sapessi nulla. Se avessero concluso con una CE che io magari non gradivo? Comunque, ho risposto loro ringraziandoli ma esprimendo il mio stupore e chiedendo a quali CE avessero inviato il romanzo. Resto in attesa di una loro risposta.
  4. Sull'opera sempre e comunque perfettibile mi trovi d'accordo. Lo è anche quando va in stampa per quanto mi riguarda. Però, anche se viene richiesto l'invio solo della sinossi e/o di qualche capitolo, non è detto che poi l'opera completa venga richiesta dopo tre mesi. E' capitato che venisse richiesta dopo una settimana o quindici giorni, ed è improbabile che la si riesca a terminare in così poco tempo (e per terminare intendo non solo finirla ma anche farne almeno una revisione dopo che sia trascorso del tempo adeguato senza guardarla). A quel punto che si fa? L'editore o l'agente si sentirebbe preso in giro. Capisco la necessità/volontà di accorciare i tempi, ma quella da te suggerita potrebbe essere una strategia poco funzionale. Alla fine, se sei un esordiente, senza follower e senza nessun background alle spalle, parti comunque da una posizione di svantaggio. L'obiettivo è fare in modo che la tua opera piaccia e che tu piaccia come autore e come persona con cui instaurare un rapporto di lavoro.
  5. A me non è capitato, però credo che implicitamente si tenda a farlo. Se, oltre a scrivere, si è anche buoni/forti lettori (cosa non così scontata purtroppo), si conosce il panorama editoriale, almeno quello delle medie e grandi CE, e quindi si sa in quale CE quell'opera potrebbe trovare collocazione. Quando ho scritto il mio primo libro (un saggio), sapevo benissimo quale CE trattavano quell'argomento e mi sono rivolta a quelle. La stessa cosa con il mio primo romanzo: almeno a livello di grandi e medie CE, sapevo in quale catalogo sarebbe potuto entrare appunto perchè, essendo di un genere particolare e avendo letto tanto di quel genere, sapevo quali CE lo trattavano e quali no. Poi, chiaro. Il mondo editoriale è vasto e in continua evoluzione, quindi ogni giorno si scoprono o nascono realtà nuove. Molte agenzie editoriali (meno le CE), chiedono espressamente di non inviare opere incomplete. Ma anche qualcora ciò non fosse specificato, dal mio punto di vista non sarebbe una buona mossa: perchè l'agente/editore potrebbe chiedere immediatamente il romanzo intero e si creerebbe l'imbarazzo di dover comunicare che il testo in realtà non è ancora completo; perchè fino alla fine della scrittura (e altre oltre), non si sa mai cosa potrebbe succedere: magari dopo aver fatto la scaletta e aver abbozzato la trama, alla fine si potrebbe decidere che alcuni passaggi, anche importanti, devono essere cambiati o tagliati perchè non più funzionali.
  6. Lizina

    Presentazioni a pagamento

    Io l'ho visto fare a diverse librerie della mia città. Potevi accedere alla presentazione solo acquistando il volume in libreria (il giorno della presentazione o quelli precedenti, in tal caso bisognava presentare lo scontrino). L'ho notato soprattutto per i volumi noti o di autori noti. Per gli sconosciuti o quasi non saprei. Personalmente ho sempre evitato di prendervi parte perchè mi piace acquistare il libro dopo aver assistito alla presentazione, non prima. Immagino sia un modo per evitare che, a conti fatti, i costi superino gli incassi, ma si perde il senso stesso della presentazione, senza contare che chi va in libreria per una presentazione potrebbe cogliere l'occasione anche per acquistare altri volumi e per la libreria sarebbe un modo per far conoscere se stessa e le sue attività, fidelizzando il cliente.
  7. Lizina

    Pessime Idee Edizioni

    Da qualche giorno non riesco ad accedere al sito. E' un problema solo mio?
  8. Lizina

    Streetlib

    @dyskolos Grazie mille anche a te!
  9. Lizina

    Streetlib

    @BelRose Grazie mille per le risposte!
  10. Lizina

    Streetlib

    Salve a tutti, ho provato a cercare sulle faq della piattaforma ma non sono riuscita a trovare nulla a riguardo, quindi giro le domande qui. 1. Chi o come viene deciso il prezzo finale del volume in ebook? La piattaforma o l'autore? Nel primo caso l'autore può aumentarlo/diminuirlo a seconda delle proprie necessità? Suppongo che per il cartaceo la situazione sia diversa perchè lì ci sono i costi di stampa. Tuttavia, anche in questo caso, è possibile per l'autore fare dei ritocchi? 2. E' possibile, dopo aver pubblicato su ST, ritirare il libro sia in formato ebook che in formato cartaceo? Grazie mille a tutti coloro che mi risponderanno!
  11. Lizina

    Ceccacci literary agency

    Mi pare di essere già intervenuta in merito ma perchè in casi del genere nessuno invia una mail o telefona per chiedere spiegazioni? Se chiamate l'idraulico per una perdita, lui la ripara ma dopo qualche giorno la perdita si ripresenta, non lo telefonate per avere spiegazioni o per farvi rifare il lavoro gratuitamente? Dovrebbe essere la stessa cosa con le agenzie: si chiede un servizio e se questo è scadente bisogna chiedere spiegazioni. E' anche possibile che l'agenzia demandi questo lavoro a qualche collaboratore esterno e non sappia che la qualità delle valutazioni è scadente, quindi anche l'agenzia potrebbe trarre un vantaggio dal vostro feedback.
  12. Lizina

    Todaro Editore

    In che senso? Potrei capire se fosse una scelta legata al territorio e avessero deciso di pubblicare solo romanzi ambientati nella loro zona, ma non mi sembra che sia così.
  13. Io ho partecipato a un workshop di due giorni, a pagamento (100 euro), con un'autrice nota (già cinquina Strega), e a un minicorso di mezza giornata via web, durante il lockdown. In più ho fatto un editing, a pagamento, per due racconti. Non ho imparato a scrivere e neppure erano corsi che avevano la presunzione di insegnarlo. Neppure l'editing mi ha insegnato a scrivere. E io non ho certo frequentato quei corsi per imparare a scrivere e neppure ho lavorato con l'editor per questo. Per scrivere bene bisogna scrivere tanto e leggere ancora di più. Però, e questo è stato lo scopo, mi hanno fatto riflettere: sulla trama, l'intreccio, i personaggi, i dialoghi. I due corsi e l'editing mi hanno portato a pensare ad aspetti su cui mi non mi ero mai soffermata abbastanza o non mi ero soffermata affatto. La mia scrittura ne è uscita migliorata.
  14. Lizina

    Ceccacci literary agency

    Io manderei una mail per chiedere spiegazioni. Un editor potrebbe pure non essere d'accordo con la tematica di fondo del testo ma non dovrebbe importare. Dovrebbe evidenziare gli aspetti positivi e negativi (se ce ne sono), dare consigli su come migliorarlo, eventualmente spiegare se si tratta di un libro facilmente commerciabile o meno. I suoi gusti personali sul 'messaggio' che l'autore vuole trasmettere non fregano a nessuno.
  15. Lizina

    DRI EDITORE

    Ma questa CE è presente solo su Amazon quindi? Perchè ho provato a cercare i loro libri su altre piattaforme di e-commerce ma non ho trovato nulla.
×