Vai al contenuto

Poeta Zaza

Scrittore
  • Numero contenuti

    3.851
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    10

Tutti i contenuti di Poeta Zaza

  1. Poeta Zaza

    [N2019-1B] 23_12_2016

    Eccomi da te, @mercy , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Dunque, per il tuo thriller hai tratto ispirazione da un terribile fatto di cronaca nera. Hai tagliato la testa al toro eliminando tutta la punteggiatura: intelligente! Tra l'altro, questa scelta è aderente all'alterazione del terrorista che, come un automa telecomandato, si ripete le precauzioni da prendere e le azioni da intraprendere, come scrivi qui: lo sguardo è difficile da alterare. Anche questa forma visiva si innesta perfettamente con la scrittura compulsiva e senza pause. Che dirti se non Brava (punto interrogativo ) CddS Zaza
  2. Poeta Zaza

    [N2019-1B] La cubana

    Eccomi da te, @julia1983 , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Avevi cominciato molto bene, esibendo uno stile serrato per un thriller avvincente: qui non fai capire se conosce cosa contiene. forte il riferimento a Archie Goodwin di Nero Wolfe. qui sembra sapere il contenuto del pacco. Come fa a fidarsi di Archie, che per lei è un perfetto sconosciuto, e quindi non può sapere se è chi dice di essere? Sembra un'azione inutile e dannosa per la protagonista, in ogni caso. Perché la fa? Il lettore continuerà a farsi domande sino alla fine. Poco realistica la fuga indisturbata (le verrà data la caccia e sarà molto presumibilmente presa a breve termine). Secondo me, Julia, lasci troppe domande inevase. Perché il capo di Marlin doveva ricevere la testa, e da lei? Da chi è stato ucciso Marlin? E perché? Perché la sua donna ha smesso di amarlo? Hai iniziato bene, e la materia da thriller era di buona grana. Ma lasci il lettore a bocca asciutta se non dai moventi e se non spieghi circostanze e comportamenti, anche solo con dei flash-back, per esempio. Comunque sei stata incalzante, come ci vuole in un giallo, e il tuo stile mi piace. CddS Zaza
  3. Poeta Zaza

    Come uno straccio di nuvola

    Grazie a te per la bella interpretazione, @Alba360
  4. Poeta Zaza

    [N2019-1B] Suo marito Sergio

    Eccomi da te, @Kuno , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Ecco, Kuno. Da questo incipit, se il genere scelto fosse stato il fantasy, avrei pensato a lui che, da fantasma del Sergio che fu, segua con protezione e tenerezza la sua vedova. Poi, il genere scelto (il sentimentale) e l'evolversi del racconto mi avevano comunque convinta che fosse Sergio il defunto, e che raccontasse in prima persona quanto accade alla vedova, come artificio letterario per narrare l'amore, la tenerezza e il dialogo che c'erano nella coppia. Però il finale, e l'alterazione della traccia, mi hanno fatto cambiare idea. È Laura che è morta, e lui, molto malato, la sente ancora girare per la casa e parlargli e farsi amare nel solco della metonimia. Della serie: tutto può essere visto da prospettive diverse. CddS Zaza P.S.: Sei capace a caricare ii nostri libri sulle spalle di Babbo Natale?
  5. Poeta Zaza

    [N2019-1A] - Niente di speciale

    18377 Record! massimo numero di caratteri utilizzato dal Maestro dei Commentatori del WD, @AndC , in un controcommento! Onorata di avere contribuito al picco della tua personale esegesi . Mi sono rifatta al Contest di Natale, ques'anno definito degenere perché "sui generis", o di vari generi. Ruolo che mi sono autoinflitta in senso scherzoso (e che comunque è impegnativo). Cercherò di commentare più racconti possibili, con onestà, impegno e "zazaismo". Alla mia maniera, insomma. Della serie: logica paradossale Qui sotto, mi permetto una sintesi del tuo lavoro di auto-esegesi: Grazie a te, carissimo @AndC Mai risposta ai miei dubbi su di un testo mi fu data in maniera più esaustiva di questa tua!
  6. Poeta Zaza

    [N2019-1A] Orizzonte degli eventi

    Eccomi da te, @Nerio nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). e come lettura: hai ragione, si attaglia perfettamente al tuo brano: "Viviamo l'orizzonte degli eventi. Oltrepassarlo ci spaventa e ci esalta insieme. ... Bucare l'orizzonte degli eventi. Questo vogliamo tutti, quando facciamo sport per rimanere giovani, preghiamo la Madonna, o ci appoggiamo la canna di pistola alla tempia." Un concetto fisico e poetico insieme. Piaciuto! La premessa all'alterazione fisica da sperimentare nel tunnel quantico dove verrà inviato il protagonista. Jacob ha accettato di "bucare" l'orizzonte dello spazio conosciuto per ritrovare se stesso nella zona di spazio-tempo in cui tutto esiste e cessa di esistere. E dove la percezione assoluta lo fa cercare e trovare chi lo può, diversamente ma in perfetta corrispondenza, raggiungere. CddS Zaza
  7. Non chiederti mai il perché del livello del tuo cielo: è merito o colpa tua.

  8. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    Grazie, @Alberto Tosciri , sono parole molto importanti per me. Sì, sono pensieri "scanditi" dentro, e che scavando nelle mie sensazioni ed emozioni le sublimano, o le attenuano quando è il caso. Per me, la poesia è catarsi.
  9. Poeta Zaza

    [N2019-1A] - Niente di speciale

    Eccomi da te, @AndC , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Ovviamente, non ho una sola virgola da metterti o da spostarti. Ho però alcune domande e osservazioni da fare al tuo fantasy, anzi, fantastico, anzi, realismo onirico. C'è un giornalista ossessionato dalla ricerca dello scoop della sua vita: dimostrare l'illecita provenienza dell'enorme ricchezza di un magnate del petrolio, di compagnie telefoniche e del mercato immobiliare. Dopo decenni spesi invano a cercare di risolvere il mistero, ecco che il magnate lo convoca per svelargli l'arcano: una magica combinazione astrale fa piovere, ogni tot anni, grandine ed energia dalle nuvole che, a contatto con la pietra del fontanile del riccone, diventano diamanti di una bellezza senza pari nel mondo. Come può essere che la voce di questa inusitata e insolita ricchezza, trasformata inevitabilmente nel vile denaro per finanziare le sue impegnative imprese, non sia diventata di dominio pubblico? Non poteva restare nascosta a tutti, a mio avviso.Anche il fantastico dovrebbe avere una sua logica pertinente. Oppure no? Può esimersene? (Non sono pratica). Seconda domanda: perché il riccone si è deciso a rivelare la cosa al suo persecutore e, di più, a ricompensarlo della sua annosa, estenuante e inane ricerca? Niente gli doveva, sembra, e quindi quale motivo effettivo lo spinge a ricompensare il giornalista con la dimostrazione che la sua ricchezza gli è effettivamente piovuta dal cielo, non solo come modo di dire? Solo la sua vanità? E come si inserisce in questo contesto l'immane biblioteca ereditata dal magnate con l'obbligo di non leggerne un solo volume? Opere minori, sembrerebbe... Non so, rimango interdetta quando c'è un tassello del racconto di cui non riscontro la funzionalità alla narrazione.O che non venga spiegato, o lasciato all'intuizione del lettore. Nel finale, la storia si ripete con la rivelazione del neo-ricco a un'altra giornalista in caccia della verità sull'origine del suo immenso patrimonio.E ci sta. Anche se, penso per motivi di spazio, hai scelto di dedicargli poche righe. E la frase finale, detta da una donna che non si sente più la paladina della lotta alla sospetta illegittimità, di una caccia allo svelamento di una sottrazione al popolo, parla del disincanto e del sortilegio che lo splendore di un'offerta di enorme ricchezza esercita su tanti. Almeno su chi si fa comprare. Grazie per la lettura. CddS Zaza
  10. Poeta Zaza

    [N2019-1A] L'inganno di Alceo

    Eccomi da te, @Mister Frank , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). È stato impegnativo applicarmi a questo commento, e spero di non scrivere sciocchezze. Nel caso, dimmelo, per favore. Premetto che sono andata a ripassare l'Iliade e i suoi dintorni. Io sono una autodidatta in letteratura, mentre tu sei un classicista, un letterato rigoroso. Gli intrecci e gli sviluppi successivi alla conclusione della guerra tra Troiani e Achei, con questi ultimi vincitori, vengono da te rivisitati con una variazione di tenore sentimentale nell'ambito di un episodio tramandatoci dalla mitologia greca. Una rivisitazione del mito, con l'amore a motivare le scelte e le azioni, non la sete di conquista o la vendetta. Agamennone ha alla sua corte la favorita troiana Briseide, preda di guerra, già moglie di Minete, ucciso da Achille. In realtà, questi non è morto (l'intervento di Apollo ha alterato la vista degli astanti) e oggi arriva dal re greco sotto le mentite spoglie di nuovo alleato e un altro nome, Alceo. Lo muove, risolutissimo, il sentimento: la volontà di riprendersi la legittima moglie Briseide. Le "pulci" che muovo al tuo stile riguardano quasi esclusivamente la punteggiatura, di cui sono una fanatica.Scusami. virgola virgola virgola virgola Trovo ripetuto troppo spesso il nome di Briseide (ben sei volte in sedici righe di testo: meglio alternare il nome proprio con parole come sposa - moglie - amata e simili. virgola virgola Se ci si aspettava un sentimentale con baci, carezze e amplessi, non è questo il caso. Ma tu hai colto il lato sentimentale nella sua valenza maggiore: il rischio della propria vita per la salvezza dell'amata. L'amore vero che è accoglienza anche per il figlio che lei ha avuto da un altro, il re Agamennone. Perciò, prova superata, per me è ok @Mister Frank CddS Zaza
  11. Poeta Zaza

    I tempi belli

    Brava, @Mafra in questa chiara rievocazione di un tempo antico, più a misura d'uomo, anche se con poche comodità, tanti preconcetti, ma forse più valori di fondo e genuinità del vivere. Ti faccio i miei complimenti per la Luna che hai vinto con questo testo, meritatamente. Zaza
  12. Poeta Zaza

    [N2019-1B] Un inutile delitto perfetto

    Scusami se reintervengo, ma per precisarti che avevo capito benissimo l'inutilità per l'assassino del delitto, comunque coperto dalla lava, così come il colpevole. Ma mi ero spinta oltre, fino a considerare l'opportunità, per lo schiavo, di spacciarsi lui per Gaio. Mi cito: .
  13. Poeta Zaza

    [N2019-1B] Un inutile delitto perfetto

    Eccomi da te, @Macleo, nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). La tua maestria si è percepita nel celare il reale e celebre contesto dell'episodio, nel non circostanziarlo, facendo "vedere" solo l'epoca romana, usi e costumi, sin quasi all'epilogo, seminando intelligentemente il minimo di indicazioni. E poi nello stile, perfetto nella descrizione de'ambiente e dei pensieri dello schiavo, nei dialoghi e nel tratteggio dei personaggi e del movente dell'omicidio. Sul titolo, mi permetto di farti un appunto: inutile il delitto perfetto per l'assassino, certo, ma non per il complice schiavo affrancato, che, se di pelle chiara, si troverebbe addirittura a diventare di colpo anche ricco e potente. Hai il "passo" del giallista, che ancora non avevo seguito sin qui. Chapeau, Maestro! CddS Zaza
  14. Poeta Zaza

    Pensa laterale

    Grazie del messaggio! Ricevuto con piacere, @Elisa Audino !
  15. Poeta Zaza

    Adelaide J. Pellitteri festività 2019

    Come si fa a caricare i nostri libri sulle spalle di Babbo Natale? Auguri di Buon Natale al mondo e al modo del WD!
  16. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    Trovo questi due versi enigmatici. Difficili da interpretare. Rileggendola più volte, strappo qualche senso. L'ultimo verso mi ha colpito dopo la terza volta. E' come se l'uomo è soltanto una piccola sagoma in questo grande creato. Cara @Floriana grazie! Faccio questa similitudine fra la tempra di ognuno di noi e l'ombra: La natura umana, la tempra di ognuno, di fronte alle circostanze belle o brutte della vita, reagisce per come è maturata, per come si è formata, non può essere diversamente, è così da millenni. Non muta mai la coerenza della sua reazione con la sua natura. Così come l'ombra dell'uomo, che sotto i raggi del sole diretti o indiretti (luna) rimane sempre uguale, stagliandosi nel proprio spazio. In definitiva, solo chi ha una sua luce, una sua bellezza dentro, può riconoscere l'armonia e l'incanto della natura, e, in senso lato, ogni bellezza del mondo intorno a lui. Con sincerità, ricambio gli auguri di Buon Natale e di serenità alla bella persona che ho imparato a conoscere. A te, Floriana!
  17. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    Hai trovato parole bellissime per il concetto dei miei versi. Spero che tu riesca a trovarne anche il ritmo che ho cercato di dargli, magari in un posto tranquillo. Ciao e grazie, @Adelaide J. Pellitteri
  18. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    Sì, casuale. E poi Montale parla dell'ombra che si stampa su un muro, non che si staglia nello spazio. Grazie delle tue parole, @Mafra
  19. Poeta Zaza

    [N2019-1A] Mirror box

    Eccomi da te, @Rhomer , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli) Bell'aggiramento della boa: complimenti! forte questo gioco di parole sul doppio senso di "ippocampo"! Forse dovresti rendere più chiara quest'ultima frase, almeno i lettori "tardi" come me potrebbero capirne il concetto. Pregne di significato queste due righe di testo, e di macabra poesia. Complimenti! Spieghi bene l'effetto devastante, causato dalla droga, del perdere la memoria delle persone importanti della propria vita, che in definitiva equivale alla perdita della propria identità. Suggerirei di togliere il dubbio linguistico. Ad esempio, scrivi: Mi derealizzo. Immedesimazione del protagonista nel set del cult movie Donnie Darko, con il calarsi nella realtà specchiata della derealizzazione. La simbologia del coniglio, come aspetto magico, errore e paura. Hai saputo rendere con efficacia l'"'alterazione" richiesta dalla traccia. Fantastico, @Rhomer , e poetico. Ok! CddS Zaza
  20. Poeta Zaza

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Xpermercato: Ipermercato misterioso, incognito. KGUCJRO X EZPBDQALIHVTMWFNSY
  21. Poeta Zaza

    [N2019-1A] Una testa in più a tavola

    Eccomi da te, @RedInferno , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli) Hai scritto un thriller? Vediamo L'avverbio mi sembra esagerato. forse meglio: "impoverito dal lato affettivo" qui avevi l'occasione di dare un nome anche al tuo protagonista, secondo me. subito dopo meglio il punto e virgola Spezzerei questa frase in due, ad esempio così: Il giorno dopo guidai senza meta e raggiunsi una strana città. Gli isolati erano recintati, completamente immersi in grandi cave d’acqua da cui si levavano, alti contro il sole, edifici imponenti e asimmetrici. una virgola qui non guasterebbe, visto che la congiunzione successiva apre un altro scenario. aggiungerei questa ulteriore "e" metterei il punto qui. Oppure un punto e virgola - o due punti virgola ad essere allegro. due punti, decisamente (ma hai scritto un thriller o un horror? ). Ma sì, entrambi: l'assassino chi sarà? qui suggerirei i tre puntini di sospensione... Così, barcollante ecc. virgola perché di sotto. Antonio non era rimasto su mentre lui era sceso? un'alzata di testa reale, al posto del "capriccio" della vittima Un finale ineccepibile. Brava, Amelia. CddS Zaza
  22. Poeta Zaza

    Come uno straccio di nuvola

    Sì, una iniezione per endo-vena poetica!
  23. Poeta Zaza

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Cavernacoli:: dialetti della preistoria. KGU C JROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  24. Poeta Zaza

    Il segreto della vita

    Ti posso dire che non è così in tutte le mie poesie. In questa ho tentato, nel mio piccolo, di descrivere in tre azioni - se fatte bene - il segreto di una vita "buona" per ognuno di noi. Ma il bene e il male coabitano in noi, sempre. Sta a noi far prevalere l'uno o l'altro. Ti ricordi la leggenda indiana, che avevo postato negli Aforismi? (Mi si perdoni l'O.T.: è Natale ):
  25. Poeta Zaza

    Il segreto della vita

    cara @Adelaide J. Pellitteri , grazie!
×