Vai al contenuto

Poeta Zaza

Scrittore
  • Numero contenuti

    3.851
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    10

Tutti i contenuti di Poeta Zaza

  1. Poeta Zaza

    La danza del tempo

    @AzarRudif Scusa il ritardo, anche se qui si parla proprio del tempo e della sua danza costante, e quindi ogni momento è buono per la sua onda. E allora vado con la tua versione, mi piace anche così: È la danza del tempo quella d'onde che di slancio carezzano le coste, dando ritmi leggeri o tempestosi a questa terra, scandendoci la vita dall'eterno, sotto lo sguardo aperto d'un avvolgente cielo che complice respiro.
  2. Poeta Zaza

    Sorrisi nuovi

    commento ad altrui testo Sorrisi nuovi Sono nuovi i sorrisi dei bambini e non sono involontari, sono veri; accendono le luci dentro gli occhi, i loro e di chi guarda e ti sembra di scorgere l’eterno dell’amore.
  3. Poeta Zaza

    Sorrisi nuovi

    Scusami, ma perché tu associ la parola nuovo a qualcosa di vecchio? Io ho usato l'aggettivo "nuovo" nel senso di "appena comparso" "nuovo di zecca". Su quei visetti appaiono i primi sorrisi, sì, ma soprattutto "nuovi" rispetto ai nostri. E l'aggettivo "primi", pur equivalente, non si presta appieno, secondo me, al senso della prima strofa. hai ragione su quel "sono" ripetuto tre volte. Sì, meglio questa tua versione, grazie. Belle le tue parole, Emy. Grazie del tuo commento, @Emy
  4. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    commento d'altrui testo Ci sono angoli Ci sono angoli, al mondo, di bellezza tale che sembra ti rapisca il cuore e di pace un sollievo ti pervade contemplativo quando questo accade. Ma c’è una condizione, la seguente: che sia predisposta al bello e al bene la natura dell’uomo nell’ambiente; se no, l’inconsapevole o il malnato poca gioia ha dei fiori e del creato. Poiché la tempra, la natura umana, - alla luce calda o fredda dei casi della vita - non è giammai cambiata dai primordi, sempre reagisce per come è maturata ... ...così, dai raggi più cocenti proiettata o da quelli di luna, affievoliti, non muta l’ombra dell’uomo che si staglia nello spazio che il corpo suo ritaglia.
  5. Poeta Zaza

    Ci sono angoli

    Grazie, Azar! Se possiedi la bellezza le appartieni, ne fai parte come una pennellata a un quadro.
  6. Poeta Zaza

    Il segreto della vita

    commento d'altrui testo Il segreto della vita Comincia da una prova: Partorire: È nel dare la vita l’espressione la più alta e segreta d’emozione. Continua in tante prove: L’accudire: Il conforto, il servizio ai nostri cari anche senza un ritorno pari pari. A oltranza il risultato nel Seguire: È vedere se il seme ha germogliato e la pianta rispecchia il seminato.
  7. Poeta Zaza

    Il segreto della vita

    Sì, e avevi coniato per il mio stile il termine di zazaismo. Hai il mio grazie È un brano della vecchia scuola; adesso opto per la forma libera, quasi sempre. Sulla vita che ognuno di noi riceve, in toto, da chi ci ha messo a mondo, e ci forgia per affrontarlo a viverci, attrezzati dall'educazione, dall'esempio e dalla correzione.
  8. Poeta Zaza

    Il gioco del "se fosse"

    Bullo, molestatore e affini. Magari si potessero eliminare per semplice inutilizzo del termine! Se tu fossi con una bella compagnia, dove andreste a passeggiare in questo bel pomeriggio di sole?
  9. Poeta Zaza

    Ho chiesto al vento.

    so che hai scelto di non fare la facile ma controversa rima "vento" - "violento", ma perché violetto? Avrebbe diversi colori il vento? Mi piace questa immagine: vuoi che non entri la notte col suo buio nel tuo rifugio, specie se sei solo. Aneli alla concentrazione, al riuscire a meditare: nelle profondità del silenzio interiore si trova la voce dell'infinito, se riusciamo a superare la paura di udirla. Qui torni al vento, e non violetto, questa volta è proprio violento, è un tifone. Quando il poeta rende traducibile quello che prova, è catarsi, sì. Parli di una sensibilità delle sensazioni come di una vampa alla "pelle" dell'anima. Perché prendersela col gabbiano?Perché sa volare senza sforzo alcuno? Ogni esperienza si vive quando è il momento di sperimentarla. E ci si scopre attrezzati o meno anche per le tempeste. Queste le mie impressioni sul tuo testo, che mi ha fatto pensare. Sullo stile, nei tuoi versi trovo la cadenza che sempre cerco. La chiusa è buona, con il giusto effetto. A rileggerci, @Stefano Verrengia
  10. Poeta Zaza

    Come uno straccio di nuvola

    Puoi farmi cupa invece che radiosa, come uno straccio di nuvola strizzarmi, ma so disfarmi e riformarmi, alta; se oscuro il sole, figurarsi te...
  11. Poeta Zaza

    Come uno straccio di nuvola

    Grazie del passaggio, @Stefano Verrengia
  12. Poeta Zaza

    Hallo

    @Bilbo Baggins . Lo facciamo anche per poter dare individualmente questo messaggio:
  13. Poeta Zaza

    Pensa laterale

    Se il tuo cervello ha "pieghe" da decubito è perché indugi sempre in un contesto, lo stesso, di neuroni. Smetti subito, svaria nei pensieri e connessioni, lascia stare le stesse posizioni o avrai alterazioni alla meninge ...e il tempo stringe!
  14. Poeta Zaza

    Pensa laterale

    Benarrivato in Officina, @Raffaele Di Poma Ti ringrazio, sei gentile Diciamo che io alterno poesie in metrica classica a poesie in forma libera come questa, dove comunque, sempre, cerco il "ritmo, elemento essenziale, per me, nei versi.
  15. Poeta Zaza

    Mi presento

    al WD, @Raffaele Di Poma Leggi qui per orientarti:
  16. Poeta Zaza

    Aforismi

    Spesso nei rapporti tra noi e un’altra persona il giusto equilibrio dell’amicizia ritorna, se poniamo qualche granello di torto nel nostro piatto della bilancia. (Friedrich Nietzsche)
  17. Poeta Zaza

    Pensa laterale

    Confesso di avere guardato così tanto coi paraocchi che a volte mi sembra di averli ancora...
  18. Poeta Zaza

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Barcamenarsi: picchiarsi sulla stessa barca. KGUCJROXEZP B DQALIHVTMWFNSY
  19. Poeta Zaza

    Scrittopoli 2019 – Off topic

    Finisco adesso, alla sera del dì di festa natalizio, di commentare un racconto per ognuna delle dodici squadre impegnate nella Prima tappa di Scrittopoli. Quest'anno, il Contest di Natale è stato definito degenere, perché "sui generis", o di vari generi. E allora, io che non partecipo, mi sono autoinflitta - in senso scherzoso - il ruolo di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). D'altronde, ci sono i Giudici degeneri, e allora ho pensato di ritagliarmi questo ruolo. Siete veramente tutti formidabili! Complimenti. Ancora auguri di Buone Feste e di buona continuazione del Contest! Continuerò a leggervi con attenzione.
  20. Poeta Zaza

    [N2019-1B] ...poi perse il nome

    Eccomi da te, @Cerusico , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Mi spiace, ma so che non ti sarà di alcuna utilità pratica il mio commento, che è il seguente: tra tutti gli scrittori del WD che ho conosciuto nei Contest, tu sei quello la cui "penna", nel sentimentale, è sempre riuscita a farmi commuovere e appassionare. Del tuo presente racconto, mi colpisce la delicatezza e la poesia con cui delinei la perdita d'identità del protagonista. Chapeau. CddS Zaza
  21. Poeta Zaza

    [N2019-1B] Mentre il mio violino suona dolcemente

    Eccomi da te, @mina99 , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Struggente racconto sentimentale che prende le mosse da una app per ordinare le pizze. E dalla comune passione per la musica tra l'addetta a quelle consegne e lo studente che le riceve. Della serie: ci costruiamo la vita con delle logiche prospettive quotidiane, senza pensare che ogni volta stiamo mettendo su un castello di carte, e che il destino può, se è scritto, farlo crollare in un soffio. Per un caso. Dimostri qui di padroneggiare la tua prosa anche nel genere sentimentale, dove ho notato punte di poesia, come questa: Piaciuto. Anche se hai fermato la musica. CddS Zaza
  22. Poeta Zaza

    [N2019-1A] Il Simposio d'Inverno

    Eccomi da te, @Talia , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Un fantasy ben costruito, secondo me, senza sbavature e con una storia di matriarcato di buona fattura. Ok che bella trovata! Meglio precisare chi parla: sbotta Leika, saltando in piedi. "disperazione", e tanta, forse è eccessiva nel contesto. un'altra bella trovata: "personificare" la Meridiana. Due donne divise dall'amore di un uomo e il cui figlio e figlia, innamorati, vengono uccisi immolandosi per la vittoria della causa del loro popolo, si scoprono unite dal comune strazio. CddS Zaza
  23. Poeta Zaza

    [N2019 1-A] Maschere & poesie

    Eccomi da te, @Eudes , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Il titolo mi ha incuriosito: Maschere & poesie (com'è che sei l'unico che non lo mette anche nel corpo del testo?) A me sembra che tu abbia seguito tutte le tracce e tutte le boe! Wow! Quale categoria? Tra quella degli emarginati perché non visti ma attraversati con gli occhi come se fossero trasparenti? Perché avvilito se hai detto prima che avevi deciso di cambiare aria? Già eri visto in quella categoria in cui nessuno ti considerava. écru fettuccine bella battuta le sai fare, le battute ... un bel colpo di scena, non c'è che dire. sghignazzare Buono il dialogo costruito su domande senza punti interrogativi. Di nuovo non c'è bisogno di segni di interpunzione, vero. la destinataria del pacco. Inviato da chi? Ti sei studiato un bel finale, Eudes. L'impronta del thriller c'è. La maschera del diavolo è una bella trovata, e il tocco da maestro dei versi che spiegano l'epilogo del giallo pure. Ok. CddS Zaza
  24. Poeta Zaza

    [N2019-1A] C'è gente che festeggia

    Eccomi da te, @ITG , nel ruolo autoinflitto di CddS (Commentatrice degenere di Scrittopoli). Mi piace il tuo stile di scrittura che lascia cadere, tra le righe del racconto, perle di riflessioni o digressioni filosofiche che si adattano perfettamente al contesto, e danno luce ai personaggi e alla loro condizione, come queste che segnalo, e per le quali mi complimento con te. La prima: La seconda: La terza: La quarta: Si chiama disincanto e tu lo fai "vedere". Quante giovani vite annientate, mutilate, sprecate o "sporcate" dalla guerra. E quei colori perduti... Bravo, ITG! Delicata descrizione dell'attrazione amorosa provata e non compresa dal protagonista per questo giovane - perché ai suoi tempi c'era una innocenza generale sui sentimenti e sulla decifrazione esatta dei propri turbamenti. Significativo anche questo passaggio sotto: L'epilogo spiega tutto senza "pesantezza": Che struggente questo racconto, caro @ITG . Grazie della lettura e complimenti! CddS Zaza
  25. Il Bimbo arriva,
    con negli occhi la Luce,
    una notte di stelle e di luna,
    e porta
    la sua lieta Novella
    a chi accoglie e a chi ignora
    la Voce.

×