Vai al contenuto

Poeta Zaza

Scrittore
  • Numero contenuti

    0
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Poeta Zaza

  • Rank
    Voce libera del WD

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Liguria
  • Interessi
    poesie e racconti brevi, comicità, aforismi.

Visite recenti

24.723 visite nel profilo
  1. Poeta Zaza

    Controcorrente (una domanda per te)

    Ho bisogno di annodare la calma ai passi di ogni estate, mentre il mondo si mischia tra risate afose ho bisogno d’invernarmi. E tu? Risposta di Zaza Perché un calore fermo o mosso che non travolge: fascia? E invece i brividi di vita e di stagione non li hai a puntare le stelle a braccia nude.
  2. Poeta Zaza

    Noi

    Noi Abitiamo l'intercapedine buia tra domande e non risposte (c'è questo spazio scomodo quando hai fatto la domanda e ne attendi l'esito... ) il fiato breve che scivola tra un grido e il canto la linea fredda tra bianco e fango, quel tempo tra il bene e il male che si curva con i giorni. Analogo lo spazio, quella linea sottile che ci metti un fiato a superare, tra purezza e contaminazione, "quel tempo tra il bene e il male che si curva con i giorni". Questo pensiero che chiude la poesia è magistrale. Da linea retta (dritta, come a dire: di qui il bene, di là il male... ah le certezze della gioventù) a linea curva, nell'età matura, nella vecchiaia, dove capiamo che si può essere più elastici con i nostri errori e con quelli degli altri. Che bella, @irene m Sono ammirata da questa poesia.
  3. Poeta Zaza

    Voglio il temporale

    Metti questo testo anche in Poesia nell'Officina. E il libro ne "I nostri Libri", sempre in Officina, @irene m. Avranno entrambi maggiore visibilità
  4. Poeta Zaza

    Voglio il temporale

    Bentrovata Irene Immagini bellissime. Io ci vedo quando erompe l'io e il nostro vero essere si rivela in schegge di noi che colpiscono luminose il nero che ci circonda. La migliore espressione è comunque il finale: Poi ti rotola il suono dentro ai pensieri e senza pudore finalmente piangi insieme al cielo.
  5. Poeta Zaza

    Nessun male viene per nuocere.

    Bentrovato @lovigius, la tua è una straordinaria 'incursione in due mondi: quello dell'handicap fisico e quello del mondo degli adolescenti di oggi, spesso "scollati" in famiglia, a scuola e nel sociale. Complimenti: il testo possiede sfumature di dolore, di struggimento, ma anche ironiche e di speranza, come sono i diari di ogni vita. Soltanto il titolo mi aveva lasciato perplessa. Poi, mi sono ricordata la "formula" giusta del proverbio: Non tutto il male viene per nuocere.
×