Vai al contenuto

Rica

Lettore
  • Numero contenuti

    1.103
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    13

Rica ha vinto il 18 aprile

Rica ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

665 Magnifico

Su Rica

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

3.967 visite nel profilo
  1. Rica

    Sta scrivendo

    @Lauram non sono contraria alle anticipazioni, sai. Le uso spesso. Qui l'ho usata nell'incipit, più o meno come te. La differenza? Dire che il sangue sporcherà qualcosa non preannuncia una morte, preannuncia un evento doloroso, sicuramente, che nel testo che ti segnalo volevo si confondesse, nella tua testa di lettore, con un possibile incidente sulla neve. Per poi scoprire che neanche quello c'entra nulla. Queste le mie intenzioni, poi sul risultato non metto bocca... Ecco. Secondo me, puoi anticipare, ma con indizi, con qualcosa che penso, da lettore, mi porti da qualche altra parte, per scoprire che non avevo capito. Sempre un piacere. Sempre due fiori.
  2. Rica

    La pasta madre

    @Lauram non ti avevo taggata
  3. Rica

    La pasta madre

    Mi è piaciuto il tuo testo. La storia di Gemma, secca e incapace è tenera. I suoi pensieri all'inizio mostrano speranza, insieme alle parole calde di suo marito, ma la sua consapevolezza è più grande e forte dei sogni. Le urla, le grida e i sorrisi di quegli adolescenti, nella sua baita da cui toglierei "piccola" nel nome, saranno la sua compagnia, ma anche il ricordo perenne del suo insuccesso come madre, come donna che crea. Bello il confronto con il pane. Sai che sto scrivendo un racconto in cui la pasta pasta in casa, a un certo punto, la fa da padrona? Solo una cosa, a una rilettura attenzione alle virgole che anteponi ai verbi. Spesso il tuo soggetto è una sequenza di parole, e tu meti la virgola prima del verbo in alcuni casi, ma non si fa con il predicato. Non ho molto tempo ora, mi scuso. Non posso indicarti i passaggi. A disposizione se vorrai. Un saluto e due fiori
  4. Rica

    Verde, ti voglio, verde

    Ti segnalo questa come unica frase con un piccolissimo inciampo, ma proprio piccolo, nella lettura. Valuta tu se modificare. Nei dialoghi, se opti per il trattino, dovresti usare quello lungo – (Io ho un mac e lo digito con Alt + trattino, non so per Word) Sempre nei dialoghi, ti segnalo Mi è piaciuto questo brano, l'aver descritto solo la fuga e le conseguenze del ferimento credo sia stata una tua precisa scelta. Non mi sembra strana l'omissione del "perché", non racconti il fatto ma la sua evoluzione e il tragico epilogo, bene. Mi sarebbe sembrato, però, più normale, senza l'introduzione del personaggio Gloria. Voglio dire: se l'uomo ferito racconta la sua fuga e il suo agonizzare non ho bisogno di sapere perché, e il tuo focus è tutto su questa parte della narrazione perché è ciò che hai deciso di raccontarmi, ma quando introduci Gloria mi chiedo in che relazione siano le due morti. E non lo capisco. Per il resto, la scrittura è fluida e, leggendo, trovo sempre più consapevolezza nella tua penna. Complimenti. @Ivana Librici Due fiori
  5. Rica

    Compleanni nel WD

    @Mister Frank
  6. Rica

    Sta scrivendo

    Arrivo super tardi, ma volevo lasciarti una riflessione. Il testo, al netto di refusi e piccole sbavature che ti sono state segnalate, è interessante nella sua escalation. Da un punto di vista narrativo, credo che la tua anticipazione qui sia troppo esplicita. Forse un indizio, e non una dichiarazione così, potrebbe favorire il pathos nella trama. Invece, so che muore fin dalle prime righe; diverso se mi avessi dato un indizio che mi avrebbe portato a rimanere con un punto di domanda. E poi, non capisco questo: Questo non riesco a capirlo. Capisco il flash back, ma non il funerale... Io non ho letto i commenti precedenti, ma scorrendo mi sono fatta un'idea delle cose che ti sono state segnalate a livello di forma. Mi sono limitata alla trama perché, secondo me, avresti potuto giocare su una forbice: un desiderio che monta sempre di più e che, per come lo rendi, potrebbe scaturire davvero in un incontro e vaffauclo il presente, abbraccio il futuro. Quindi i lettore sono ì che mi aspetto di scoprire come va a finire. Ma tu mi hai tolto tutto. Egoista! Die fiori
  7. Rica

    Il giorno che hai offeso il Signore con me

    Eppure, rileggerlo mi fa dire: mamma mia come l'ho scritto! Mi succede spesso con cose vecchie che torno a esaminare. A me piace penare che ognuno possa avere le sue idee. Rispetto quelle degli altri, ma non mi convinco facilmente dei loro punti di vista se credo nelle mie. Ecco, io non condivido questo punto di partenza. Non credo assolutamente che l'orientamento sessuale nasca da modelli da imitare, credo sia una cosa intima, interiore, un orientamento che in un adolescente viene fuori con la scoperta, come dici tu, non con modelli da emulare che, se giusti (bisogna poi capire cosa si intende per giusti) formeranno un etero e se sbagliati (idem come sopra) formeranno un gay. Non o conosco, e ti ringrazio molto per avermelo suggerito. In questo caso, infatti, il ragazzo sta scoprendo qualcosa e la sta maturando. Ma vorrebbe un sostegno per capire se sta sbagliando. E forse questo gli viene dai modelli educativi che, a priori,lo mettono in una condizione di "errore". Cosa che per me è inaccettabile. In questa storia è il modello "giusto" che irrompe prepotentemente sugli equilibri del bambino, e lo fa punendolo dopo aver "abusato" in qualche modo di lui. In generale, a me sembra un argomento di difficile trattazione per chi porta avanti due diversi "sentire". Volevo elevare l'approccio sessuale e non trattarlo come tale. Inserirlo in un contesto affettivo e di maturazione (per quanto riguarda i ragazzi, che arrivano ad approcciarsi sessualmente dopo un percorso di conoscenza, di rispetto e di condivisione che porta al desiderio) era fondamentale per creare un contro altare "innocente" all'azione spregevole di una guida spirituale depravata. Capisco possa colpire, il tema. Ma non ho certo inventato nulla, né mi sono fatta portavoce di accuse non fondate. Questo mi sembra essere uno dei temi che più ha assillato il Vaticano negli ultimi anni. @Adelaide J. Pellitteri io ti ringrazio tanto per quest'occasione di confronto. Commentarsi così aiuta a crescere e a conoscersi. Grazie del tuo tempo. Due fiori
  8. Rica

    [MI 126] Diresti il sole

    Ciao, sono venuta a leggerti molto tardi e credo ti sia stato detto tutto. Di conseguenza, non avrò molto da dirti. Ma i commenti non li ho letti. Credo che questo tuo brano sia tra quelli che utilizzano meno frasi astruse e costruzioni di difficile interpretazione. Io che ricordo altri lavori, noto qui una scorrevolezza che, in altri casi, veniva coperta dalla forma. Questo per quanto riguarda questa la tua prova a confronto con altre tue prove. Per quanto riguarda me, invece, posso dire che è sempre un piacere leggere un italiano ben scritto, un uso corretto della punteggiatura, un racconto denso, corposo, che ha qualcosa da dire. Chiaro, io tanti passaggi li avrei resi diversamente secondo un mio gusto personale, avrei tolto molti verbi percettivi e qualche Laura, ma sarebbe diventato "il mio racconto", non il tuo. Grazie della lettura. Ti lascio quattro fiori, guarda un po'...
  9. Rica

    Il giorno che hai offeso il Signore con me

    @Lauram grazie del passaggio. Sì, lo proteggo questo ragazzetto. Ricordo la tua Melania, commentai il brano ed è vero che lì anche tu sei stata protettiva. Volevo creare due treatri, quello dell'innicenza e quello della depravazione che punisce l'innocenza. A separarli, la tenda viola del confessionale. Grazie del commento e del passaggio. Due fiori
  10. Rica

    [MI 126 - Fuori Concorso] Oshun

    Eh! @libero_s te l'avevo dettp che non capivo. Che mi perdevo! Ciao, alla prossima!
  11. Rica

    Il giorno che hai offeso il Signore con me

    Amo la tua sintesi. La amo al punto che la adotterò.
  12. Rica

    [MI 126 - Fuori Concorso] Oshun

    Tu scrivi, io commento. Ora. Quindi per me non semplice, giusto? Capisco solo questo, non capisco il resto poiché è ciò che ho specificato nel mio precedente commento: no scuole, no manuali, no XY. Non ti ho detto "si fa così perché lo dice XY". Non accetto che se dico una cosa mi si dica: non è una cosa che pensi tu. Mi perdo. Che io non ho usato? Giusto? L'unico messaggio che mi arriva. Ho fatto qualcosa di sconveniente? chiedo. Se leggo da autore, livello e normalizzo il brano. Se leggo da lettore dicendo di farlo, non mi si crede per qui dentro istintivamente bla bla bla. Occhei. Non capisco. Non mi sono confrontata su quanto ho sollevato. Approfitto per dare spiegazioni alla seconda ripetizione che ho segnalato. Mi aggiunge lirismo. Mi fa sentire la voce muta. A me. Quindi non vale nulla e non dovrebbe creare molti problemi. Io dico quello che penso, come fanno tutti, Uno prende quello che vuole. Non ti ho capito su tutto il resto. Mi scuso. ma non ci sono sedici per te PS: non credevo di aver fatto un commento tranciante. Anzi, mi sembra di non aver detto niente di negativo e ho elogiato un aspetto del quale ti ho ringraziato e ti ringrazio: riconsegnarmi gli occhi di quei bambini adulti.
  13. Rica

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Negli incastratitoli ho sempre messo i fuori concorso, ma il tuo ce l'avevo così in testa che mi sono scordata di te qui.
  14. Rica

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Bravo! Non me ne ero neanche accorta. Ho letto sempre male il titolo di Cerusico !
  15. Rica

    Mezzogiorno d’inchiostro n. 126. Off Topic

    Ciao Bef! Quanto tempo! In realtà mi dai l'occasione per ringraziare @libero_s I titoli mi avevano fatto pensare a un fiume, a una storia di partenze per sottolineare l'assenza e giocare anche con la traccia. Credo, però, che aver letto e commentato il lavoro di Libero, un racconto in tema, mi sia fatta suggestionare dal convoglio. Io l'avevo scritto con la suora protagonista, senza la coralità degli abitanti, solo con la suora. Mi sono accorta che ho modificato proprio dopo la lettura del fuori concorso... E tanto ce l'avevo in testa perché mi era piaciuto molto, che ho dimenticato di inserire il titolo nel brano! @libero_s mi perdoni? Bacetti, tanti.
×