Vai al contenuto

Disappear_Here

Scrittore
  • Numero contenuti

    34
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

57 Popolare

Su Disappear_Here

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Disappear_Here

    IBA - International Book Agency (Gruppo CSA)

    Torno in questa discussione solo per rispondere a te @ElleryQ che giustamente hai precisato alcune cose su cui sono d'accordo. Io non avrei nessun problema a contattare in privato @Staff-Agenzia-IBA parlando loro delle mie esperienze, ma a parte che non sono tenuto a farlo come sottolineai tu, perché dovrei espormi con persone che non conosco e che non dicono nulla di loro? Nel loro sito non c'è un nome né un cognome, non c'è traccia della agenzie internazionali con le quali hanno rapporti. Nulla. Questo diversamente da siti di altre agenzie, anche poco conosciute dove invece ci sono nomi ci sono, spesso ci sono anche le foto. E poi non mai visto nessun professionista qui su WD che reagisce a una critica chiedono in modo così diretto nome ed esperienze di chi partecipa alla discussione.
  2. Disappear_Here

    IBA - International Book Agency (Gruppo CSA)

    Sono un autore e sceneggiatore che cerca di imparare e affermarsi, e semplicemente leggo in italiano e in inglese e mi informo molto. Conosco le agenzie italiane e americane. Tutto qui. Basta visitare i siti, cercare, capire. Detto questo ho semplicemente espresso una mia opinione (e non ho danneggiato nessuno) che si basa su un dato di fatto noto a tutti: la rappresentanza non si paga. Non vedo perché – tra l'altro – e qui mi rivolgo ai moderatori di WD – dovrei fornirvi il mio nome e cognome e i altri miei dati sensibilI, questo è un sito che dà la possibilità di iscriversi tramite uno pseudonimo, non sono tenuto a farlo. Comprendo possiate chiederlo a chi ha avuto contatti con voi, ma non a chi esprime una opinione. In ogni caso non intendo aggiungere altri commenti a questa discussione.
  3. Disappear_Here

    IBA - International Book Agency (Gruppo CSA)

    Non è vero, ci sono editori che pubblicano anche esordienti e agenzie che ci riescono, certo gli spazi sono ridotti, ma pubblicare è sempre stato complicato. Ci sono grandi scrittori che hanno ricevuto decine di rifiuti prima del successo. Ovviamente gli youtuber e i personaggi noti (per fortuna di assassini-scrittori dai ce ne sono pochi converrai) fanno mercato ma hanno anche un pubblico selezionato (per gli youtuber il pubblico di adolescenti che li segue ad esempio, e non c'è nulla di male) e anche questo è parte delle regole del gioco. Per quanto riguarda le discussioni qui su WD, io credo che la maggior parte di noi sbagli nel contattare agenti improvvisate che spesso hanno contatti solo con piccoli editori o non ne hanno. Le agenzie più note e affidabili chiedono soldi per le letture, è un dato di fatto. Ci si illude che un agente con poca esperienza e che non chiede soldi possa fare la differenza ma non è così. Ma ora stiamo andando fuori tema.
  4. Disappear_Here

    IBA - International Book Agency (Gruppo CSA)

    Non me vogliate ma ci sono anche agenzie prestigiose che lavorano con autori esordienti (quindi non noti) senza far pagare loro "un contributo di rappresentanza" e li portano a pubblicare con grandi gruppi editoriali. Un agente lavora chiedendo una percentuale, che poi possa chiedere del denaro per una lettura e per un editing professionale (qui sta all'autore accettare o meno il parere o il supporto di un'agenzia per una una revisione) è ben altra cosa, ma un agente lavora sempre con una percentuale sulle royalties, sia che l'autore sia noto, non noto o esordiente. Questa distinzione non è accettabile.
  5. Disappear_Here

    IBA - International Book Agency (Gruppo CSA)

    Scusa non credo di aver capito. Oltre al preventivo per un editing (comprensibile a mio parere), c'era un costo per la rappresentanza? Da quando è diventata un'abitudine far pagare a rappresentanza?
  6. Disappear_Here

    Francesco Toniarini Dorazi

    Se succede ovviamente sì. Un agente chiede una percentuale sulle vendite. Se pubblichi con editori di quel calibro, indipendentemente da come andrà il libro, riceverai un anticipo sulle vendite quando firmi il contratto. Basterà togliere il 15% da quella cifra e paghi l'agente. Un piccolo editore non paga anticipo e certamente non ha la distribuzione per vendere un numero di copie consistenti del libro, ecco perché gli agenti che lavorano con i piccoli editori chiedono soldi per la rappresentanza.
  7. Disappear_Here

    Edillia

    Qui si parla di un editing a un prezzo di una lettura e di un costo (un costo?!) per essere rappresentati. E ancora una volta solo di editori minuscoli con distribuzione inesistente. Alcuni anche a pagamento. Per pubblicare con certi editori possiamo farcela da soli. Opinione mia: le agenzie più quotate hanno costi di lettura alti o sono irraggiungibili, quindi pur di non pagare una lettura, affidiamo le speranze ad agenti improvvisati che lavorano con la piccola editoria.
  8. Disappear_Here

    Francesco Toniarini Dorazi

    Non penso che @Stefano Coppi intendesse esprimere alcun giudizio @staipa, però è piuttosto Lapalissiano, l'agente in questione può essere bravo quanto vuoi ma le case editrici che si vedono nel sito sono davvero poco conosciute e decisamente piccole. Per il resto offre una valutazione gratuita ma anche tantissimi altri servizi a pagamento, come altri; per quanto riguarda la rappresentanza non è un servizio, nessuno dovrebbe farla pagare. A prescindere dai servizi che vengono offerti a monte, quando si arriva alla rappresentanza un agente guadagna in percentuale.
  9. Disappear_Here

    Saper Scrivere

    Non metto in dubbio la serietà del tuo amico autore, ma per ora sembrano sopratutto un'agenzia di servizi editoriali a 360°. Fanno anche corsi di scrittura. Vedo una nutrita lista di autori ma nessuna biografia e nessun libro in evidenza. O sbaglio Sai dirmi con quali editori lavorano? Il panorama delle agenzie letterarie sta crescendo ma molte sono all'inizio, e non hanno titoli pubblicati da grandi case editrici.
  10. Disappear_Here

    Pastrengo

    Basta scorrere la home page, c'è scritto bello in grande "autori rappresentati" con riquadro colorato, nome e cognome e relativa pagina.
  11. Disappear_Here

    Valentina Cucinella

    Tra le righe e nel bel mezzo di svariati articoli su esordienti, editoria indipendente e presentazioni varie, l'impressione è che tutti i suoi autori pubblichino con un unico editore, ovviamente indipendente (sconosciuto?)... e non è Mondadori. Serve un agente per pubblicare con un piccolo editore?
  12. Disappear_Here

    Trentin Agency

    Riporto la mia esperienza in corso. Ho chiamato ieri pomeriggio la Trentin Agency al numero indicato nel sito. Molto gentilmente mi è stato spiegato nel dettaglio in cosa consiste la loro scheda di lettura, costi, tempi e contenuti. Tutto in modo dettagliato. Cosa che –in tutta onestà– in questi mesi non era successa con nessun'altra agenzia. Sto preparando il materiale che invierò nell'arco di qualche giorno. Vi terrò aggiornati.
  13. Disappear_Here

    Beretta Mazzotta Agenzia Editoriale

    Quindi, per capire, non solo si paga per una scheda ma anche per un eventuale nuovo intervento? Questo senza la certezza di essere poi rappresentati da un agenzia, perché le agenzie di riferimento potrebbero anche non accettare.
  14. Disappear_Here

    The Italian Literary Agency

    In realtà la prassi di TILA non è affatto un'eccezione, quasi tutte le migliori agenzie italiane chiedono una tassa di lettura per la valutazione dei manoscritti. E parliamo di agenzie con autori italiani affermati e cataloghi di editori e agenti stranieri prestigiosi. Mi sono informato e ho letto molto sull'argomento, all'estero non è poi così diverso, semplicemente è molto più diffusa la figura dell'editor freelance al quale rivolgersi prima di proporre il manoscritto a un agente; editor che ovviamente deve essere pagato. Negli Stati Uniti è difficilissimo trovare un agente, l'invio del manoscritto non prevede tasse di lettura, è vero, ma raramente viene dato un riscontro che non sia un rifiuto standard, e spesso vengono chieste le credenziali di chi ha lavorato all'editing. In Italia la figura dell'editor freelance è pressoché inesistente. Ci sono correttori di bozze improvvisati che non hanno alcun contatto reale con editori importanti e agenti, e offrono prezzi bassissimi per lavori approssimativi o improponibili, per editing altrettanto mediocri. E ne ho cercati e ho chiesto preventivi, credimi. Per questo continuo a pensare che una valutazione a pagamento sia l'unica strada concreta per ottenere un riscontro e giocarsi una chance reale di essere rappresentati. Chiaro che è un investimento e altrettanto chiaro che la scelta dell'agenzia deve essere oculata.
  15. Disappear_Here

    Anna Spadolini Agency

    Per quanto mi è dato sapere la Spadolini rappresenta in Italia solo cataloghi di agenzie ed editori stranieri. Non rappresenta autori italiani.
×