Vai al contenuto

Disappear_Here

Scrittore
  • Numero contenuti

    25
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

44 Piacevole

Su Disappear_Here

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Disappear_Here

    Pastrengo

    Basta scorrere la home page, c'è scritto bello in grande "autori rappresentati" con riquadro colorato, nome e cognome e relativa pagina.
  2. Disappear_Here

    Valentina Cucinella

    Tra le righe e nel bel mezzo di svariati articoli su esordienti, editoria indipendente e presentazioni varie, l'impressione è che tutti i suoi autori pubblichino con un unico editore, ovviamente indipendente (sconosciuto?)... e non è Mondadori. Serve un agente per pubblicare con un piccolo editore?
  3. Disappear_Here

    Trentin Agency

    Riporto la mia esperienza in corso. Ho chiamato ieri pomeriggio la Trentin Agency al numero indicato nel sito. Molto gentilmente mi è stato spiegato nel dettaglio in cosa consiste la loro scheda di lettura, costi, tempi e contenuti. Tutto in modo dettagliato. Cosa che –in tutta onestà– in questi mesi non era successa con nessun'altra agenzia. Sto preparando il materiale che invierò nell'arco di qualche giorno. Vi terrò aggiornati.
  4. Disappear_Here

    Beretta Mazzotta Agenzia Editoriale

    Quindi, per capire, non solo si paga per una scheda ma anche per un eventuale nuovo intervento? Questo senza la certezza di essere poi rappresentati da un agenzia, perché le agenzie di riferimento potrebbero anche non accettare.
  5. Disappear_Here

    The Italian Literary Agency

    In realtà la prassi di TILA non è affatto un'eccezione, quasi tutte le migliori agenzie italiane chiedono una tassa di lettura per la valutazione dei manoscritti. E parliamo di agenzie con autori italiani affermati e cataloghi di editori e agenti stranieri prestigiosi. Mi sono informato e ho letto molto sull'argomento, all'estero non è poi così diverso, semplicemente è molto più diffusa la figura dell'editor freelance al quale rivolgersi prima di proporre il manoscritto a un agente; editor che ovviamente deve essere pagato. Negli Stati Uniti è difficilissimo trovare un agente, l'invio del manoscritto non prevede tasse di lettura, è vero, ma raramente viene dato un riscontro che non sia un rifiuto standard, e spesso vengono chieste le credenziali di chi ha lavorato all'editing. In Italia la figura dell'editor freelance è pressoché inesistente. Ci sono correttori di bozze improvvisati che non hanno alcun contatto reale con editori importanti e agenti, e offrono prezzi bassissimi per lavori approssimativi o improponibili, per editing altrettanto mediocri. E ne ho cercati e ho chiesto preventivi, credimi. Per questo continuo a pensare che una valutazione a pagamento sia l'unica strada concreta per ottenere un riscontro e giocarsi una chance reale di essere rappresentati. Chiaro che è un investimento e altrettanto chiaro che la scelta dell'agenzia deve essere oculata.
  6. Disappear_Here

    Anna Spadolini Agency

    Per quanto mi è dato sapere la Spadolini rappresenta in Italia solo cataloghi di agenzie ed editori stranieri. Non rappresenta autori italiani.
  7. Disappear_Here

    Biemme servizi letterari

    Mi sembra l'unica però; e ovviamente non tutti gli autori dell'agenzia possono pubblicare per La Corte, altrimenti qualcosa non tornerebbe. È comunque non fa parte di un grosso gruppo editoriale, se ne parla ma io personalmente non ho mai visto un loro libro in classifica o in libreria. Nel loro sito c'è una pagina per mandare i manoscritti, non credo sia poi così difficile inviare un romanzo in valutazione. Ma onde evitare di allontanarci dall'argomento della discussione, il punto è capire se ha senso affidare le nostre opere ad agenti che hanno contatti con piccoli editori.
  8. Disappear_Here

    Biemme servizi letterari

    Domanda, giusto per capire altri punti di vista: dando un'occhiata al loro sito si evince chiaramente che i loro autori sono pubblicati esclusivamente da piccole realtà editoriali. Medio piccole a metterci un poca di buona volontà. Sono tutti editori a cui si può aspirare anche senza un agente; hanno poca visibilità e certamente non possono garantire grosse tirature e vendite. Mi chiedo, ma forse sbaglio: perché affidarsi a un agente per pubblicare con un editore che non è in grado di promuovermi adeguatamente e farmi vendere? Ci si può riuscire anche da soli, giusto? Qualcuno mi illumina?
  9. Disappear_Here

    Lorem Ipsum

    Perdonami @JaV ma a proposito dell'ultimo punto del tuo ultimo intervento: così –meno di un mese fa– tu stesso hai presentato l'iniziativa SASSO/CARTA. "Nasce da una costola dell'agenzia" hai scritto, e immagino che da lì sia iniziato il malinteso e la confusione; anche perché di recente molte grandi agenzie offrono la possibilità di pubblicare in selfpub con il loro supporto. Se non ha nulla a che fare con Lorem Ipsum, con tutto il rispetto dal tuo primo post non sembrava affatto, doveva evidentemente essere postata al di fuori di questa discussione. Senza forse.
  10. Disappear_Here

    R. Vivian Literary Agency

    Immagino che i motivi siano quelli appena cita da @McInerney, che mi ha preceduto.
  11. Disappear_Here

    Meucci Agency

    Chiarisco, onde evitare altre reazioni negative al mio post di qualche giorno fa. Nessuno mette in dubbio la professionalità e la cortesia della Meucci –che senza ombra di dubbio è un agente affermato– la mia personalissima critica era rivolta esclusivamente al metodo di invio.
  12. Disappear_Here

    Lorem Ipsum

    @skullred assolutamente d'accordo con te. Tra l'altro, la cosa incomprensibile è che nel limbo dell'attesa ci stanno anche gli autori teoricamente già rappresentati dall'agenzia. Cito: Certo, nello specifico qui sopra si parla dell'iniziativa Sasso / Carta ma l'impressione è che non solo non siano in grado di gestire nuove letture, comprese quelle a pagamento, ma nemmeno i loro stessi autori.
  13. Disappear_Here

    R. Vivian Literary Agency

    La Gazzola ora è rappresentata da Alferj e Prestia.
  14. Disappear_Here

    Meucci Agency

    Considerando che leggere e valutare manoscritti inediti dovrebbe essere parte fondamentale del lavoro di un agente, tutta questa prassi macchinosa e – da quello che capisco – approssimativa ha tutto l'aspetta di una presa in giro. Forse per un po' noi autori dovremmo smettere di inviare i nostri libri a questa agenzia.
  15. Disappear_Here

    Edillia

    Mi sembra più che altro un'agenzia che offre dei semplici servizi editoriali, non un'agenzia letteraria.
×