Vai al contenuto

McInerney

Scrittore
  • Numero contenuti

    44
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

McInerney ha vinto il 5 ottobre 2018

McInerney ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

112 Popolare

1 Seguace

Su McInerney

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Interessi
    Leggere bei libri, scrivere romanzi che prima o poi vedranno la luce e bere buon vino... non necessariamente in quest'ordine!

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. McInerney

    Trentin Agency

    Capisco il tuo entusiasmo @Foolwriter nell’aver raggiunto un obiettivo, però dare dei frustrati agli altri membri della community non capisco a cosa possa giovare. Potresti essere una persona che condivide un'esperienza positiva che gli è successa e invece attacchi le altre persone neanche ti avessero detto qualcosa di male, mettendo così in cattiva luce te stesso e anche l’agenzia che ti ha dato fiducia. Almeno questa è la mia impressione. Per tornare in topic, aggiungo che dopo l’esperienza positiva che ho avuto qualche tempo fa, ho mandato un secondo libro in valutazione. Spero che lo considerino migliore del precedente perché è un romanzo in cui credo tanto... vi farò sapere appena mi risponderanno.
  2. McInerney

    Trentin Agency

    Tutti noi abbiamo contattato la Trentin Agency e nessuno qui sta dando del disonesto a Trentin, anzi, per ora le esperienze riportate mi sembrano pure positive. Noi cercavamo solo di capire cos'era successo a te @Foolwriter, perché per come avevi scritto in precedenza le cose sembrava fossero andate diversamente: ovvero che eri diventato un loro autore e poi che dovevi pagare un editing, invece ora capisco che la dinamica è differente. Non sei un autore da loro rappresentato, almeno non ancora, e non hai in realtà ancora discusso di nessun contratto. Quindi su 3 testi che hai mandato uno è stato giudicato positivamente e quindi pensi ci siano le basi per una rappresentanza. E su questo ti faccio un grande in bocca al lupo!
  3. McInerney

    Trentin Agency

    Ne approfitto per chiedere a @ElleryQ come fare per modificare il messaggio di apertura su questa agenzia. Ho visto adesso sul sito che i costi sono cambiati, in meglio per nostra fortuna. In più il link che avevo messo non funziona. Scusate, io e l'informatica non andiamo d'accordo
  4. McInerney

    Trentin Agency

    Sul sito a me pare tutto chiaro, l'unica cosa confusa, a mio avviso, è il racconto di @Foolwriter Perché la rappresentanza è una cosa, i servizi di editing un'altra. Se sei rappresentato ovviamente non paghi più nulla, proprio come dici tu @Matitina, ma l'editing è un servizio che talvolta precede la rappresentanza, lo pagano gli autori non ancora rappresentati, non quelli sotto contratto con loro. Io penso che @Foolwriter abbia saltato qualche passaggio nel raccontarci le dinamiche. Io inviai un manoscritto alla Trentin Agency in valutazione (lo stesso che mandai anche ad altre agenzie trovando gli stessi punti deboli) e la scheda era ben fatta. Mi avevano fatto notare, punto per punto, cosa non funzionasse nel mio romanzo, ma non mi hanno proposto alcun editing. Solo su mia richiesta, quando ho chiesto cosa potessi fare per migliorare il testo, mi hanno detto che sì, sarebbe servito un editing, ma non me lo avevano proprosto sia perché il mio manoscritto aveva grandi problemi e quindi il costo sarebbe stato oneroso sia perché non credevano che avrebbe potuto trovare una collocazione tra le grandi CE. Questo per me gli fa onore. Quindi se la scehda è positiva e il tuo libro li conquista ti propongono la rappresentanza, se pensano occorra prima lo step dell'editing (però solo su un libro in cui credono) propongono quello. Quindi @Foolwriter, facci capire, cos'è che ti hanno detto esattamente? Che ti rappresentano o che serve un editing?
  5. McInerney

    Dedalo - Servizi editoriali

    Anzi, mi correggo. Tu non sulla base del sito, ma sulla base di una conoscenza personale. E quelli in errore siamo noi. Okay. Prendo atto.
  6. McInerney

    Dedalo - Servizi editoriali

    Scusami @Fraudolente, non per essere ripetitiva, ma come ho detto poco sopra sia io che altri abbiamo espresso un'opinione così come facciamo sulle discussioni delle altre agenzie e delle altre case editrici. Se dobbiamo parlare solo dopo aver usufruito di un servizio allora dovreste cancellare buona parte degli interventi presenti sul forum. Forse non ho capito come funziona il forum allora. Sulla base di quanto leggo sul sito di un'agenzia non posso esprimere un mio parere? Bloody ha fatto questo. Io pure, e altri anche. Tu compreso.
  7. McInerney

    Dedalo - Servizi editoriali

    Del nulla e fuori argomento? Oddio, è perché mai? Io non ho esperienze dirette con tante agenzie, ma ho comunque commentato nelle discussioni relative, questo sulla base di quanto propongono nel loro sito. E lo fanno tutti continuamente. Personalmente ho fatto lo stesso anche in questo caso. Se, come ha detto @bloody, la somma da sborsare per un servizio da loro offerto sembra eccessiva, perché non possiamo dirlo? Solo perché non ho usufruito del servizio? Mica ho detto che lavorano male, o che lavorano bene; è questo che non posso sapere, perché come dici tu non ho esperienza diretta. Ma nessuno infatti ha detto questo. A me sembrano cari a fronte di ciò che offrono. Ed è la mia opinione. Tu @Fraudolente ne hai una diversa perché li conosci e li stimi. Sta bene. Io non li conosco e quindi mi posso basare solo su quello che leggo nel sito. Ognuno è libero di pensarla come crede e dire la propria. Come tu hai detto la tua noi abbiamo detto la nostra. Non c'era da parte mia intento di fare polemica, mi spiace se è sembrato così.
  8. McInerney

    Dedalo - Servizi editoriali

    Grazie Niko per la risposta. Ho letto attentamente, mi scuso se ti sei sentito offeso, ma non parlavo di te direttamente, ma di quanto ha scritto il Black che, se non ho capito male, lavora comunque insieme a te nella tua agenzia. Scrive: O scrive anche, quando Lapidus fa presente che anche le schede delle altre agenzie sono dettagliate: Tutto qui. A me, e ripeto ancora, mia personalissima opinione, era parso un dare contro ad altri per dire noi lavoriamo meglio. Se non era questo che intendeva, mi scuso, ma questo è ciò che ho percepito io. Poi, certo, hai ragione a dire che prima di dire la nostra dovremmo avere un'esperienza diretta, però è anche vero che tanti qui sul forum scrivono nelle discussioni di agenzie e case editrici senza averle mai provate, ma solo sulla base di quanto propongono nel loro sito. Del resto prima di provare si guarda ciò che viene offerto. Si commenta sulla base dei ciò che viene proposto. Io, come altri qui sopra, ho solo fatto questo. Nessun attacco, mi preme ribadire. Non ce l'ho con te né con le agenzie di servizi, ho solo espresso un parere personale. Poi ovvio, come dici tu, e come avevo detto anch'io, ognuno poi è libero di valutare e scegliere ciò che preferisce. Ci mancherebbe.
  9. McInerney

    Dedalo - Servizi editoriali

    Buongiorno a tutti, mi permetto di intervenire in questa discussione che finora ho osservato solo da lontano e in silenzio, come molte altre. I dubbi che hanno sollevato alcuni sono anche i miei. Vedo che oltre a Niko almeno altri due membri dello Staff fanno parte di questa agenzia di servizi, quindi sì, il concetto di "conflitto di interessi" a parer mio sussiste. Ma non perché non possiate avere una vostra agenzia, ma perché non sarete mai neutrali come moderatori in questa. Ci sono in questa discussione già quasi la metà degli interventi solo da parte dello Staff, o di in bocca al lupo o in difesa dell'agenzia stessa; per carità, lecito difendersi e spiegare le proprie ragioni e il proprio metodo di lavoro, però non mi pare interveniate così a spada tratta anche in difesa delle altre. In difesa poi senza nessun grande attacco, sono state solo espresse opinioni. Il dubbio di alcuni mi pare concreto, qui nessuno dello Staff (membro o meno dell'agenzia) oserà mai criticare questa agenzia o schierarsi dalla parte di chi espone delle perplessità, cosa che invece in altre discussione accade. Solitamente i moderatori intervengono per segnalare irregolarità o per smorzare i toni, qui non mi pare facciano questo. Per di più, poco sopra ne approfittate perfino per parlare velatamente male delle altre agenzie. Ho frainteso? Possibile, in tal caso mi scuso, però leggere che TILA e altre grandi agenzie non fanno schede valide come fate voi fa davvero sorridere. Dite poi che loro applicano tariffe fisse e voi no, ma abbiate pazienza, anche loro applicano la tariffa in base al numero di cartelle. D'accordo, loro hanno un range: da tot a tot si paga una cifra, poi una più alta e così via. Voi se scrivo 1800 battute mi fate pagare solo 2,50 euro. Va bene, prezzari diversi, ma considerando che un romanzo si aggira sempre intorno a un certo numero di caratteri, anch'io come @bloody vi trovo cari. Pagherei più voi che loro, e per quanto possiate essere bravi, perdonatemi ma non siete TILA, Grandi & Associati, Nicolazzini e tutto il cucuzzaro. Soprattutto perché se pago mi offrite la stessa identica cosa che offrono loro (ma senza la rappresentanza). Non vi sto attacando, sia chiaro, come non credo volesse farlo lui, sono solo punti di vista che in un forum penso sia giusto esprimere. Lo facciamo liberamente anche nelle altre discussioni sulle altre agenzie. E non è vero che per una sola cartella in eccesso applicano il costo successivo, e parlo per esperienza personale. Uno dei miei era un manoscritto che sforava di alcune cartelle la lunghezza prevista e mi hanno comunque fatto pagare il prezzo inferiore, lo stesso pagato per un manoscritto di meno di 200 cartelle. Poi sinceramente non ho proprio capito l'intervento di @Black che riporto qui sotto: Che cosa significa? Mi sfugge. Che TILA (e altri) non mi hanno redatto una scheda elaborata e dettagliata in cui mi veniva spiegato cosa funzionava e cosa no? Non è vero. Lo hanno fatto. E anche molto bene. Per di più lavorando con le grandi CE penso lo abbiano fatto anche con cognizione di causa, soprattutto nella parte della commerciabilità, e su come migliorarlo per renderlo vendibile. Concordo con @lapidus, la rappresentanza è un obiettivo di noi autori. Poi se l'agenzia non è solo di servizi ma anche di rappresentanza, beh, ben venga che dopo aver letto e valutato il mio lavoro (valutato come lo valutano tutti, chi bene e chi meno, agenzie solo di servizi o agenzie di rappresentanza) mi offrano anche la rappresentanza presso gli editori. In fondo puntiamo tutti alla pubblicazione, o no? Capisco il discorso di @Niko, in Inghilterra e Stati Uniti non funziona come in Italia. Lo so bene, io sono madrelingua e scrivo anche in inglese, mi è capitato di confrontarmi col mondo editoriale degli Stati Uniti: lì gli agenti letterari non ti considerano neppure se prima non hai fatto editare il testo da un editor professionista, qualificato, che gli agenti spesso e volentieri già conoscono e sanno come lavora (e i cui costi sono spesso da capogiro, e i tempi di attesa pure). E se ciò che intendevi è che ti piace di più il modello americano, ok, è un'opinione. Condivisibile o meno, ma più che lecita. Però noi siamo in Italia. Siamo autori italiani che scrivono in italiano e devono proporre le proprie opere in questo mercato, non in quello. Magari è vero ciò che dici, cioè che : ma rimane il fatto che mi redigano comunque una scheda di valutazione. Pago un servizio che viene comunque fatto. Buono, non buono? Al solito, dipende. Non sempre lo sono neanche le schede di chi fa solo servizi, come non sempre lo sono di chi fa anche rappresentanza. È sempre tutto molto soggettivo. Ovviamente chi riceve una valutazione positiva è sempre più portato a dire che la scheda è buona: siamo umani, ci piace chi ci fa i complimenti. Forse ora mi allargo, ma personalmente reputo che in Italia non abbia senso far valutare un manoscritto da un'agenzia di meri servizi. E spiego la mia opinione: il lavoro di editing o la stesura della scheda magari possono essere ottime, ma poi per arrivare a farmi rappresentare devo comunque passare per un'agenzia di diverso tipo, quindi interfacciarmi con persone diverse che magari non considereranno così perfetto il lavoro fatto. E mi riproporranno un editing o una scheda. Quindi dovrei sostenere una doppia spesa. A che pro? Tanto vale pagare direttamente l'agenzia che oltre al servizio poi potrà offrirmi anche la rappresentanza dato che dovrebbero ben sapere cosa cercano gli editor italiani, lavorando con loro quotidianamente. So che nel vostro sito siete stati trasparenti: dite che se l'autore cerca una rappresentanza non ha senso si rivolga a voi. Ecco, questa è la mia considerazione: non ha senso quasi mai. A meno che uno non voglia sapere com'è il suo libro, così, per mera curiosità. Io cerco persone che hanno i contatti con le case editrici, quelle di un certo calibro, alle piccole ci si arriva serenamente senza agenti e senza schede. Poi ognuno è libero di far valutare il proprio libro a chi vuole, ci mancherebbe. Solo, e qui concludo e mi scuso per la lunghezza dell'intervento, magari non screditate il lavoro altrui al fine di esaltare il vostro, perché purtroppo è questo che traspare da quanto avete scritto sopra.
  10. McInerney

    Alferj e Prestia

    Ciao @Bambola! Sì, la rappresentanza anche secondo me è davvero ardua, anche se sotto sotto ci si spera sempre. Per la scheda cercavo appunto qualche riscontro su quelle che fanno loro proprio perché non costa poco e sto valutando anche altre agenzie, meno care ma comunque affermate, insomma quelle in cui dai libri pubblicati risulta palese che abbiano i contatti con i grandi editori. Grazie per l'informazione su di loro, la terrò presente.
  11. McInerney

    Ceccacci literary agency

    Ragazzi, non so se ridere o piangere. Inviai un manoscritto alla Ceccacci qualche anno fa ancora con il vecchio metodo. Mi rispose con la classica mail standard di rifiuto in cui si diceva che il romanzo non era nelle sue corde. E fin qui nulla di strano, se non fosse che a distanza di tre anni ricevo una mail con riferimento allo stesso romanzo in cui si dicono interessati alla proposta e mi viene chiesto il manoscritto completo. Ora, era già completo quello inviato ell'epoca. Di cosa staranno mai parlando, mi sono chiesta. Rispondo (anche con una certa curiosità) spiegando la situazione e domandando chiarimenti. Cosa mi viene inviata come risposta? Proprio lei: la vecchia, cara, intramontabile mail standard di rifiuto! Al che rimango allibita e alzo le mani. Che gli devo dire? Che sono impazziti? Nutrivo già qualche dubbio sul loro metodo lavorativo da quando avevano cambiato modalità di invio, ma a tanto non pensavo arrivassero. Ci vedo poca attenzione in ciò che fanno, perché sembra quasi che ogni tanto da questa agenzia partano risposte random senza alcuna logica. Mi domando se leggano davvero quello che mandiamo o se finisca tutto in un grande calderone da cui ogni tanto pescano mail e manoscritti a caso, e altrettanto a caso rispondano. Non so davvero cosa dire, se non che mi resta una leggera amarezza addosso. La pensavo un'agenzia più seria.
  12. McInerney

    Alferj e Prestia

    Ciao a tutti! Qualcuno ha notizie recenti su questa agenzia? O qualche informazione su come siano le loro schede di lettura? Sarei interessata a farne una ma vorrei prima qualche opinione da chi ci è già passato.
  13. McInerney

    Piergiorgio Nicolazzini

    Io ho provato a ricontattarlo, ma nulla. Li vedo poco attivi anche sui social. Ho paura che non siano interessati a nuovi autori, men che meno a quelli esordienti. Peccato. Resto comunque in fiduciosa attesa di un aggiornamento del sito in questo senso.
  14. McInerney

    TZLA - Trentin e Zantedeschi

    Sì, io ho contattato la Trentin Agency per avere notizie e riconfermo anch’io: TZLA non è più attiva. Mi hanno detto che il sito è ancora attivo per il momento solo per indirizzare alle due nuove agenzie. @ElleryQ chiedo a te per capire come funziona adesso: questa discussione viene archiviata data l’inesistenza dell’agenzia?
  15. McInerney

    Trentin Agency

    Ho visto i libri pubblicati e con quali case editrici... non penso debba farsi strada nel mercato, penso che gli editor delle grandi CE lo conoscano già, a prescindere dal nome che abbia la nuova agenzia. Proprio considerato questo, io personalmente non ho trovato esagerati i costi, anzi, mi sembrano in linea con quelli di altre agenzie. Ho pagato molto di più a TILA, per esempio. Comunque sulle cifre sono opinioni.
×