Vai al contenuto

KiraYagami

Scrittore
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

Su KiraYagami

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Italia
  • Interessi
    La scrittura è ciò che mi tiene con i piedi per terra, occupa il mio tempo e mi rende felice.
    Scrivo da sempre e... Okay, per qualche anno mi sono fermata, ma non accadrà mai più: l'ho giurato a me stessa!
    Ho iniziato a leggere con i Topolino, mentre i miei primi veri libri sono stati Harry Potter e la pietra filosofale (eh, la generazione è quella) e Il Barone Rampante. Per fortuna c'era il mio fratellone a regalarmi libri e spiegarmi tutto ciò che non capivo.
    Oltre questi due pilastri della mia esistenza, c'è la musica. Banale? Potrei passare le giornate con le cuffie nelle orecchie. Spazio dalla musica classica al pop, ma nelle mie playlist ad avere la meglio sono sempre il rock e il metal.
    Come cornice troviamo la voglia di viaggiare, lo sport, la fotografia, maree di film di ogni genere e serie tv come se piovesse.

Visite recenti

155 visite nel profilo
  1. KiraYagami

    Scrivere di anni passati.

    Non ci avevo pensato, sai? E mi sembra un'idea ottima!! Grazie infinite, proverò a guardare qualcosa.
  2. KiraYagami

    Scrivere di anni passati.

    Ciao @libero_s. Per quanto riguarda il regolamento e simili ho letto tutto pochi minuti fa. Ti ringrazio infinitamente. Ovviamente quello della sciarpa è un esempio, il primo che mi è venuto in mente, perché mi sono resa conto che è abbastanza assurdo, ma sono state diverse le cose che ho cercato e che mi hanno fatto perdere tempo. Hai proprio centrato il punto. Mi sei stato molto d'aiuto e, in effetti, nessuno andrà a cercare se il meteo (o cose simili) è stato effettivamente come racconto in quel preciso mese, il quell'anno e in quel luogo. Mi sa che devo davvero lasciarmi un po' andare, almeno su questi dettagli. Per la sciarpa ho risolto perché hai usato la frase giusta; per quanto riguarda gli altri punti e il futuro mi ricorderò di usare maggior leggerezza e più inventiva.
  3. KiraYagami

    Vi presento Kira.

    Ciao. Grazie per il link. Ho letto tutto, regolamento compreso. Molto approfondita, infatti ho detto in chat che se è un problema posso eliminarla e fare un sunto! Buona giornata.
  4. KiraYagami

    Vi presento Kira.

    Ti ringrazio @Valentina Iusi. Nessuno mi porterà via la scrittura, mai più.
  5. KiraYagami

    Vi presento Kira.

    @Cerusico grazie mille! Certo, attendo per quanto riguarda il regolamento. Arriverà qualcosa di mio in Officina sicuramente, col tempo. Magari una storia più leggera di questa presentazione. Intanto leggo "metallaro" e "romanzi dell'orrore"... Mi sa che ho trovato qualcosa di fare in questo pomeriggio di pioggia.
  6. KiraYagami

    Scrivere di anni passati.

    Ciao! Ti ringrazio per la risposta veloce. Sì, non è esattamente ciò che cercavo, ma ti ringrazio per il suggerimento (come per aver speso del tempo a leggere delle mie manie di perfezionismo ) e lo terrò a mente.
  7. KiraYagami

    Vi presento Kira.

    Questa mattina cercavo su Google dei consigli riguardo un racconto che sto scrivendo e, per caso e per fortuna, mi sono imbattuta in questo sito grazie alla domanda di un'altra ragazza. In 22 anni di vita, è la prima volta che un racconto mi manda nel pallone, tanto da dover cercare consigli! Eppure "scrivo" da quando, di anni, ne avevo 9. Già, scrissi di una giornata al Luna Park con mia sorella, quando al Luna Park non ci ero mai stata, non trovandone nel mio paesino del sud Italia, e di sorelle non ne ho mai visto manco l'ombra. Da allora, ho sempre lavorato di fantasia, scrivere mi rilassava. A 13 anni ho aperto la mia prima pagina su Facebook: l'ho portata avanti per diversi anni e, anche se non ero mai convinta al 100% di quello che scrivevo, ho ottenuto molti riscontri positivi. A 17 anni scrivevo di continuo, pubblicavo storie brevi su Facebook e su EFP (ne avete mai sentito parlare?), avevo pronto un "romanzo" (tra milioni di virgolette), mancava solo la parte conclusiva, ma lì sono iniziati i problemi. Da un po' ho capito di essere più forte di loro e li chiamo per nome: depressione, attacchi di panico, stress, bullismo, ansia. E a loro volta: antidepressivi, mancanza di appetito, sangue, stanchezza. E non serve che vi dica di cosa ero stanca. Da quel momento ho smesso di scrivere. Racconti e storie interrotti, anche scrivere un semplice lettera mi riusciva difficile. Non sapevo cosa dire, non sapevo come formulare al meglio una frase o le parole più consone alla circostanza, non sapevo più emozionare, cosa che avevo sempre fatto. Dato che la vita con me non ha finito, mi ha mandato nuovi problemi da qualche mese a questa parte e c'è stata una seconda svolta. Adesso la scrittura è la cura. Adesso è la mia valvola di sfogo, il posto felice lontano da tutti, il nascondiglio perfetto in cui riesco a convertire la rabbia, l'ansia e la tristezza in emozioni positive. Una delle facce della medaglia, almeno. Adesso che ho ritrovato la scrittura, la voglia di scrivere e l'ispirazione, non voglio smettere. Adesso i miei incubi sono ancora presenti, reali e forti, ma i miei personaggi, le storie che ho da raccontare, le vite che riesco a vivere senza muovere un passo, mi danno la speranza in qualcosa di migliore. Mi fanno sentire che, sì, anch'io valgo qualcosa. Voglio confrontarmi con voi, dire la mia, avere scambi di idee e di consigli, crescere, migliorarmi nella mia passione. Mi sembra il posto giusto.
  8. KiraYagami

    Scrivere di anni passati.

    Buongiorno a tutti. Ho visto qualche discussione su questo sito, il bellissimo modo in cui tutti provano ad aiutare chiunque abbia una perplessità. Questo mi ha convinta ad iscrivermi. Proverò di sicuro a dare il mio contributo, quando potrò, ma in questo caso sono io ad aver bisogno di aiuto. Probabilmente vi sembrerà un'assurdità... Sto scrivendo un racconto e parlo di anni e posti che non ho vissuto. Eppure, ambientarla in quel determinato luogo e in quell'epoca, è la scelta migliore per il tono della storia e le vicende trattate. Il mio dubbi è: quanto devo andare a fondo nelle ricerche? Sono passata dal cercare informazioni generale sul luogo -ne sapevo già abbastanza, ma volevo essere certa- all'andare a ricercare il clima dell'Ottobre di quell'anno in quella nazione -dal momento che il mio protagonista HA DOVUTO mettere la sciarpa. Credo di star impazzendo dietro questo racconto Voglio essere precisa, ma mi rendo conto di star esagerando. Quali sono le cose su cui devo davvero informarmi? Quali sono le informazioni rilevanti, che possono giovare alla narrazione e non rallentare il tutto? Io non lo so più. Non vi tedio oltre. Buona giornata a tutti.
×