Vai al contenuto

Charmed

Scrittore
  • Numero contenuti

    14
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

3 Neutrale

Su Charmed

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 22/06/1982

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Taranto

Visite recenti

71 visite nel profilo
  1. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Visto il larghissimo anticipo col quale finii il primo giro di editing (all'incirca con le tue stesse tempistiche), ero convinto anch'io potessimo anticipare la data prevista dal piano editoriale. Invece... no, degli orologi svizzeri. 15 novembre si era detto e 15 novembre è stato. Oddio, c'è da dire che, nel mio caso, è dipeso anche da un lieve ritardo della tipografia. Ma questione comunque di pochissimi giorni.
  2. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Ah, allora tienici aggiornati! Io ho sempre sentito prima Francesca e poi lui, gli altri solo indirettamente. Tra l'altro, appena rotto le scatole a William via mail. Per cui, consolati, non sei il solo.
  3. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Riguardo il contratto, ha già detto tutto @Drago96. Arriva per e-mail nel giro di 4-5 giorni lavorativi. Quanto ad Amazon. Be', si, sulla promozione che vai a fare direttamente cambia poco. La differenza, naturalmente, sta nel pubblico potenziale e "sconosciuto" che puoi attirare. O, per dirla altrimenti, è più probabile che un navigatore occasionale becchi il tuo libro su Amazon piuttosto che sul sito dell'editore. Sono combattuto su questo argomento. Da un lato, come te, uso moltissimo Amazon in veste di acquirente. E, tra l'altro, utilizzo, da qualche anno e con soddisfazione, anche KDP per vendere edizioni digitali e cartacee di cose scritte in passato. Insomma, non posso che tesserne le lodi. Dall'altro lato, però, William mi ha esposto in modo estremamente chiaro e accurato quelli che sono i problemi riscontrati da Argento Vivo nei rapporti con Amazon. Per cui, nel caso specifico, non posso neppure dargli torto. Bel dilemma. Un po' come quando i genitori, insieme, chiedono al bimbo: vuoi più bene alla mamma o al papà?
  4. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Ehm... allora stai fresco. No, dai, non so se per ciascuno funzioni in modo diverso. O se, su espressa richiesta, possa esserci un contatto diretto. Ma, per quanto riguarda me, tutto si è svolto tramite William, non ho avuto contatti diretti con l'editor né suoi recapiti. E' anche vero che non ho avuto necessità di chiederli, per cui non so dirti se siano possibili o meno. Sul fatto che sia penalizzante non essere su Amazon, non so quanto lo sia in concreto. E' una vetrina importante ma affollata, con tutte le conseguenze del caso: se hai la fortuna di "metterti in mostra", allora esserci è certamente positivo per la diffusione dell'opera, altrimenti non cambia poi molto. A mio parere, bisogna scindere tra cartaceo e digitale: nel primo caso, essere o meno su Amazon trovo abbia un peso abbastanza modesto; a livello di ebook, invece, considerando la piattaforma Unlimited, le promozioni e tutto il resto, la rilevanza è certamente maggiore. Di certo, però, non puoi vendere direttamente tu il libro sugli store online. Quando firmi un contratto di edizione (con qualsiasi casa editrice) cedi i diritti di sfruttamento economico dell'opera. In sostanza, solo loro possono venderla, riconoscendoti le royalties previste. Al massimo, tu potresti acquistare delle copie da loro e rivenderle per conto tuo come privata (un po' come accade per gli oggetti usati su Subito, eBay, ecc.). Ma economicamente non avrebbe senso, spenderesti molto più di quanto potresti mai ricavare dalle vendite.
  5. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Terminato il secondo giro di editing e, nella serata di ieri, ho ricevuto il file della copertina. Ormai manca solo l'ok alla stampa. Oltre a tutto quanto concerne la promozione. Be', in effetti il fatto che, a quasi due anni dalla sua fondazione, la casa editrice contasse solo tre o quattro libri in catalogo stonava un po'. Ci sta che vogliano ampliarlo. Quanto al numero di risposte positive... ci ho pensato anch'io. Ma, a pensarci bene, non è che alla fine contino di pubblicare tutti coloro che ricevono una valutazione positiva. Avran messo in conto che qualcuno non accetti la loro proposta, che qualcun altro s'impegni con altre case editrici, e così via. Del tipo: su dieci contatti, magari solo due o tre arrivano effettivamente alla pubblicazione.
  6. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Aggiorno quanto detto poco tempo fa. La mia opera era andata in editing a metà settembre e mi è stata restituita la scorsa settimana. Temevo che la "mano" dell'editor si notasse di più, invece devo dire che ha fatto un lavoro discreto e certosino. Se non avessi riletto di recente il mio lavoro, le piccole modifiche/correzioni apportate non le avrei probabilmente neppure notate. Dal canto mio, ho riletto tutto, apportato qualche altra piccola modifica e re-inviato il testo alla casa editrice. Ora sono in attesa del secondo giro di editing, che dovrebbe comprendere anche l'impaginazione e la scelta della copertina, e di un colloquio telefonico per discutere della promozione. Al momento tutto bene, insomma. William e gli altri dello staff si dimostrano sempre disponibili e professionali, e il tutto si sta svolgendo con estrema linearità. Concordo con @Drago96 per il suo appunto circa la versione digitale del libro. Qualora la ritenessi una condizione essenziale, conviene essere chiara a riguardo sin dai primi contatti.
  7. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Parli con uno che, da almeno tre anni, legge solo in digitale. Che, su un centinaio di racconti scritti, ne ha pubblicati in cartaceo soltanto tre. Insomma, personalmente trovo che il digitale sia il presente e il futuro, mentre il libro cartaceo sia destinato a scomparire o diventare marginale. Come può essere oggi un cd musicale, ad esempio. Quindi, certo che è una questione importante quella dell'ebook. Non ho detto che non lo sia. Ma qui stiamo confrontando punti di vista ed esperienze. E la mia è, finora, nel complesso positiva. Nonostante queste innegabili criticità sul tema della distribuzione. Ritengo che l'editore debba aprirsi al digitale e ai canali di vendita indiretti, che sia un tema importante ed urgente da affrontare. Ma anche che il suo impegno nella scuola di scrittura, il fatto che prometta un editing approfondito, che punti alla crescita, alla formazione dell'autore sia un valore aggiunto non da poco. Per tutti questi motivi, e senza negare i "difetti" di Argento Vivo, la mia personale bilancia ha dato un peso maggiore ai pro, tutto qui. E' ovvio che, nel tuo caso, questo bilanciamento porti a un risultato diverso, ma non credo questo implichi essere disuniti, si tratta solo di percezioni diverse, com'è giusto che sia. E mi spiace il tuo tono risentito, dico davvero.
  8. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Credo che il punto sia proprio questo. Ad ogni modo, a mio parere il contratto è un buon contratto, in linea con le proposte delle altre case editrici. Poi, ci possono essere dei passaggi poco graditi. A me, ad esempio, non è piaciuta la parte sulla cessione dei diritti per quanto concerne gli adattamenti televisivi, cinematografici, ecc. In soldoni, queste trattative vengono curate dalla casa editrice e l'autore, qualora non sia d'accordo con le modifiche conseguenti, non può opporsi ad esse ma può solo chiedere che venga apposta la dicitura "liberamente ispirato a...". Questa è l'unica vera clausola che avrei modificato, sostituendola con un consenso da prestare volta per volta nel caso specifico. In questa discussione, però, si parla d'altro. Non è il contratto a non prevedere la commercializzazione di ebook o la vendita su determinate piattaforme. Anzi, su questi punti è talmente generico da permettere praticamente tutto. Questa è una questione concernente esclusivamente le politiche dell'editore. Dovessero cambiare quelle, il contratto andrebbe comunque bene così com'è.
  9. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    E' una cosa un po' antipatica, concordo. Immagino sia pressoché normale per un esordiente, comunque, con qualsiasi casa editrice. Mail alla mano, si. Devo dire che son sempre stati molto rapidi. L'unica attesa un po' più lunga (4-5 giorni lavorativi) c'è stata tra l'invio del modulo d'iscrizione all'associazione e la ricezione del contratto definitivo. Ma quello credo sia normale, considerando gli adempimenti burocratici. Per il resto, non è mai passato più di un giorno lavorativo fra una mail e l'altra.
  10. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Ho inviato il contratto firmato nella tarda serata di venerdì 7 settembre e il 12 mattina mi hanno comunicato il piano editoriale, che riporta il 15 novembre come data di pubblicazione.
  11. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Si, è una comunicazione contemporanea quella che viene fatta. A me ha scritto il direttore editoriale, circa una settimana dopo la firma del contratto, comunicandomi il piano editoriale e il fatto che l'editor fosse già al lavoro sull'opera. Tra l'altro, un piano anche più rapido di quanto stabilito da contratto, visto che la pubblicazione è prevista per metà novembre.
  12. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Non proprio, Aster. Gli ebook sono citati come discrezionalità. In sostanza, l'editore "a sua discrezione" sceglie se realizzare o meno la versione ebook del singolo libro. Io leggo questa clausola come un non saper ancora bene cosa fare da grandi. Per questo parlavo di peccati di gioventù e non di veri e propri difetti. Sul punto, sarei perfettamente d'accordo con la soluzione proposta da @Valentina Iusi, senonché, come dicevi tu, dubito si possa effettivamente negoziare.
  13. Charmed

    Argento Vivo Edizioni

    Da esterno, seguo questa discussione da un po'. Di cose da dire ne avrei diverse, ma proverò ad essere il più breve possibile. Circa un mese e mezzo fa, quando ho deciso di tirar fuori dal cassetto il mio romanzo e sottoporlo a qualche casa editrice, ho fatto una selezione fra le decine (o centinaia?) non-eap esistenti. E ristretto, in definitiva, a quattro di esse. Due, poi, scartate per altri motivi. Delle due rimaste nella mia lista, Argento Vivo è stata la più celere a rispondere, dopo circa un paio di settimane dall'invio dell'opera. Si son detti interessati e, nel giro di una decina di giorni feriali, siam passati dalle e-mail conoscitive all'invio del contratto definitivo. Poi, qualche altro giorno di attesa per l'assegnazione dell'editor, che da circa una settimana è al lavoro sul romanzo. Tutto molto rapido e lineare, insomma. Anche il contratto l'ho trovato abbastanza standard. Dai contatti via e-mail, prima con Francesca, già citata da @Gianandrea, e poi con il direttore editoriale William Silvestri, ho sempre riscontrato serietà e puntualità. Insomma, per ora l'impressione è buona, vedremo gli sviluppi di questa collaborazione. Per adesso ho riscontrato un grosso pregio, quello che mi ha spinto a firmare il contratto di edizione, e un difetto non da poco, che mi auguro sia solo un peccato di gioventù. Il pregio è che hanno una mentalità "da scuola" più che da "casa editrice". Del resto, non fanno mistero della loro vocazione all'academy. Perché è un pregio? Be', trovo che per un esordiente sia un bene puntare alla qualità del testo, a capire come migliorarsi, piuttosto che valutare solo i freddi numeri delle vendite e delle provvigioni. O almeno, per me e per chiunque scriva per passione, questa credo sia la priorità assoluta. Il difetto è il rovescio della medaglia di quanto appena detto. Un po' l'autodistribuirsi, un po' l'avversione al digitale, un po' il rifiuto dei grandi canali di distribuzione online, rischiano di limitare la diffusione delle opere in catalogo. E io, al di là di quanto possa guadagnare da ciò, amo essere letto, amo avere pareri da chi mi legge, amo il confronto anche critico. Per tutto questo, pensare che non venga prodotto un ebook o che il libro non venga messo in vendita su Amazon, be', un po' mi spiace. Tuttavia, è un editore che esiste da un anno e mezzo, chiaro non abbia meccanismi rodati a pieno. Che dire, facendo un bilancio dei pro e dei contro ho comunque deciso di dargli fiducia, nutrendo la speranza che, crescendo, mettano mano alla loro politica sul tema della distribuzione, l'unico vero aspetto controverso che ho riscontrato.
  14. Charmed

    Buongiorno...

    ...a tutti! Mi chiamo Graziano, ho 36 anni, sono di Taranto e, dopo anni di racconti brevi pubblicati online, ho deciso di riporre nell'armadio la maschera del mio pseudonimo per mettermi in gioco col mio nome reale. Con quest'idea è nato, poco più di un anno fa, il mio primo romanzo, ora in procinto di essere pubblicato. Nonché l'account su questo interessante forum, che mi ha aiutato a muovere i primi passi in un mondo affascinante quanto complesso e variegato. Fino ad ora da lettore esterno, da oggi col mio piccolo contributo attivo. E nulla, non mi dilungo oltre. Ci si vede "in giro"!
×