Vai al contenuto

edizioni fogliodivia

Editore
  • Numero contenuti

    4
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Neutrale

1 Seguace

Su edizioni fogliodivia

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Questa è la storia di un diciottenne abulico e taciturno, di un ragazzo che non avrebbe mai scambiato un serpente che mangia un elefante con un cappello. E’ la storia di un “Piccolo Principe” degli anni ’80 che deve fare i conti con le difficoltà di diventare adulti, con una vita grigia e monotona, fatta di pochi amici, un padre assente, una madre depressa e nessun progetto per il futuro. Finché non incontra lei, Riccioli Neri, che gli restituisce la gioia di vivere, la forza per superare ogni difficoltà e la passione per il libro Il Piccolo Principe, che lui rilegge di continuo e che si porta dietro ovunque vada. Ma come tutte le belle storie, ad un certo punto l’incantesimo si spezza. Piccolo Principe si ritrova di nuovo da solo, impaurito, privo di certezze. Torna alla sua vita silenziosa e triste. E questa volta è più fragile. Una fragilità che fa paura, che lo scaraventa in un mondo buio, spietato, violento. Piccolo Principe si illude di trovare nell’eroina tutte le carezze mai ricevute e le risposte che cercava per tenere distante il dolore. Quelle di Riccardo Lestini sono pagine crude, amare, potenti, che raccontano di quanto sia labile il confine tra la caduta e la resurrezione, e di quanto infinito coraggio ognuno di noi debba equipaggiarsi per non crollare, per trovare un proprio posto nel mondo, per non lasciarsi inghiottire nel vortice dell’illusione e del delirio promesso dal morso della droga.
  2. Martina non vede l’ora di arrivare a scuola. Quel giorno lei ed i suoi compagni di classe visiteranno la “Bottega del Mondo”. Quando entra nel negozio capisce subito di essere arrivata in un posto diverso dagli altri, quasi magico. Gli oggetti sugli scaffali le parlano di campesinos, artigiani, colori, sapori ed odori del Sud. A colpirla è soprattutto una bici piccola e verde realizzata con la latta. Martina inizia a perdersi tra pensieri e fantasie. In sella alla sua bici ed insieme al suo amico Farouk, un cantastorie che vive ad Antananarivo, gira per il Madagascar, l’Ecuador, la Bolivia, il Kenya, il Malawi. Un viaggio per il mondo, alla scoperta del commercio equo e solidale, dell’economia alternativa e possibile. Un racconto per accompagnare bambini e ragazzi a colazioni equo-solidali, avvicinandoli al consumo responsabile e consapevole e al rispetto dei diritti umani.
  3. edizioni fogliodivia

    Edizioni FogliodiVia

    Grazie per averci presentati ed introdotti. Ci piacerebbe essere più veloci nelle risposte, alcuni autori sono ancora in attesa, ma davvero leggiamo direttamente noi tutto quello che arriva. Abbiamo dei gusti personali, una linea editoriale che stiamo cercando di seguire, delle sensazioni, delle voci e degli stili che ci appassionano di più. Siamo vicini alle tematiche sociali, di frontiera, stropicciate e gli autori/traduttori che sono intervenuti sicuramente rientrano in questi filoni. Siamo una casa editrice nata dalla polvere, dalla strada, dal servizio di volontariato che da vent'anni svolgiamo nella stazione di Foggia per offrire assistenza ai senza fissa dimora, italiani e migranti. E forse per questo i temi che a noi più cari sono quelli descritti prima. Abbiamo ricevuto e riceviamo dei manoscritti che ci sorprendono, scritti anche molto bene, ma che per mille motivi magari non rientrano nelle nostre corde, nel percorso che vorremmo seguire. Lo ripetiamo: è una questione di gusti e scelte da seguire. Il 2019, infatti, traccerà bene questo percorso reso ancora più ambizioso dalla volontà di pubblicare due autori stranieri, che saranno tradotti. Siamo piccoli, molto indipendenti, con risorse ancora molto limitate, assolutamente free, con la difficoltà dettata dal meccanismo della distribuzione, ma cerchiamo di fare le cose per bene. E con i nostri tempi. Lo dobbiamo a noi stessi ed al marchio edizioni fogliodivia, che riprende il nome del giornale di strada che per oltre dieci anni è stato distribuito per le strade di Foggia dai senza fissa dimora, che in quel lavoro di diffusione trovavano una piccola occasione di reddito. Ecco, grazie ai libri, quelle storie e quelle voci in qualche modo continuano a camminare. Non siamo perfetti, lo sappiamo. Abbiate pazienza, in particolare gli autori che - anche se meritano per qualità di scrittura e capacità narrativa - non rientrano nel nostro percorso. A presto.
  4. edizioni fogliodivia

    Concerto per orchestra stonata

    Sognava di dirigere un’orchestra, di diventare un grande compositore di musica classica. Ma la sua vita ha preso un’altra direzione, non ha seguito le orme del maestro Umberto Giordano. Emanuele è diventato un’ombra, un senza fissa dimora, una persona che respira per abitudine, svuotata di sogni e speranza. Una notte, però, il compositore dell’Andrea Chénier gli appare in sogno e scrive sulla lavagna delle note musicali. Il professor Alessandro, ex-professore di musica diventato clochard, gli rivela che quella che gli ha donato Umberto Giordano è un’opera inedita. E’ l’opportunità che aspettavano per sfuggire dall’odore di piscio marcito, dai vagoni abbandonati, dalla povertà più estrema. Nasce così “L’orchestra delle Beffe” composta da ex-musicisti recuperati per strada: una prostituta, un rumeno ed un matto che sente le voci. A dirigerla è proprio Emanuele, che prova a riacciuffare il tempo ormai perduto. Per salvarsi hanno solo una possibilità: impugnare gli strumenti musicali ed affidarsi ai loro talenti. Quelli che sono ancora nascosti, che nessuno vede, che ciascuno di noi fatica a riconoscere. Acquistando questo libro contribuirai a sostenere le attività di accoglienza del dormitorio per senzafissadimora allestito nella parrocchia di Sant’Alfonso de’ Liguori di Foggia.
×