Vai al contenuto

Ace

Scrittore
  • Numero contenuti

    27
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

8 Neutrale

Su Ace

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

54 visite nel profilo
  1. Ace

    Plesio Editore

    Stessa cosa per me: hanno risposto dopo una settimana, chiedendo il romanzo.
  2. Ace

    L'editing è davvero utile?

    Discussione densa di commenti molto istruttivi. Sono al mio secondo romanzo e l’editing [del primo] mi ha insegnato moltissimo, da ogni punto di vista. L’editing ti forma, inizi a scrivere in maniera più attenta, più consapevole. È stata una palestra meravigliosa, mi ha dato tanto. Si scrive in solitaria e quando si lavora così a lungo per dare forma a un’opera, essere obiettivi e distaccati diventa difficile. Anche se passano mesi tra una stesura e l’altra. Un autore che cerca di migliorare, consapevole dei propri limiti, può guardare all’editing come a un percorso teso a rafforzare e ampliare gli strumenti di cui dispone. Mi ritengo fortunato; con l’editor c’è stato un buon feeling sin dall’inizio, abbiamo sempre comunicato moltissimo, ci siamo entrambi spesi nella ricerca dell’intesa e abbiamo sempre lavorato per la riuscita del miglior romanzo possibile. A mio modesto avviso, tutti hanno bisogno di essere editati. Da più parti ho letto di Eco che contava su sette editor. Ricordo di avere letto che anche King lavora con quattro editor diversi.
  3. Ace

    L'omissione calcolata

    @libero_s: grazie per i tuoi suggerimenti; è quel genere di equilibrio che mi sono posto come obiettivo.
  4. Ace

    L'omissione calcolata

    Chiedo scusa, non mi ero reso conto.
  5. Ace

    L'omissione calcolata

    Vero, è un gioco di equilibri anche per me e per il momento ci sono troppo dentro per capire sino in fondo cosa posso omettere e cosa no. Alla fine della revisione mi prenderò qualche settimana di tempo e ci tornerò sopra a mente fresca. Credo mi sarà tutto più chiaro.
  6. Ace

    L'omissione calcolata

    @Purrpendicular Grazie per il commento, condivido al 100% quanto hai scritto. È davvero un tema spinoso dove probabilmente la cosa migliore è introdurre le info necessarie cercando di diluirle con tecniche anti-spiegone per non assassinare il ritmo. La tentazione di non dare troppe info la covo da tempo e ne accarezzo i lati positivi, ma bisogna fare i conti anche con tutto il resto. Forse la cosa migliore è trovare una via di mezzo. È anche vero che accontentare tutti i lettori è davvero impossibile. Qualche giorno fa su una pagina Facebook c'era un tale che si lamentava di avere letto un romanzo dove il protagonista aveva le mani in tasca. "Poi si accese una sigaretta". Bene, il tale si lamentava che lo scrittore non avesse scritto che il protagonista si era tolto le mani di tasca, prima di accendere la sigaretta. A seguire, un altro commentava che si sarebbe sentito offeso nella sua intelligenza se lo scrittore avesse descritto il protagonista che prima di accendersi la sigaretta si toglie le mani di tasca. Accontentarli tutti...
  7. Ace

    L'omissione calcolata

    Sto revisionando un romanzo piuttosto complicato, dove alle necessità di un buon word-building vorrei cercare di applicare un uso dell’omissione consapevole. In altre parole; quanto è importante spiegare davvero tutto-tutto al lettore? Nel romanzo ci sono delle porte che conducono da una realtà all’altra grazie all'energia presente in un mondo parallelo. Di queste porte conosco le regole che ne determinano il funzionamento, ma al tempo stesso mi chiedo; è necessario dare tutte queste info al lettore? L'obbiettivo è quello di rendere dinamica la storia ed evitare spiegoni che ne spezzino il ritmo. Mi pare fosse Hemingway a sostenere che l’autore può omettere tutto ciò che conosce del suo romanzo, voi come la pensate?
  8. Ace

    NNEditore

    Ciao, Depenso. Innanzitutto, complimenti, davvero. A me come sei arrivato a loro interessa, ti andrebbe di raccontarcelo?
  9. Ace

    Insicurezze dopo riletture

    "girare l'interruttore Avere/Essere" Altro accorgimento al quale non avevo mai pensato. Di sicuro mi sarà capitato di rimodellare una frase passando da Avere a Essere, magari cercando ritmo e musicalità, ma non in maniera consapevole. Grazie ancora per le dritte, Renato.
  10. Ace

    Insicurezze dopo riletture

    @Renato Bruno Ho trovato illuminante questo tuo commento e volevo ringraziarti. Per quanto stia sempre molto attento all'economia e al taglio della frase, a quanto dici non avevo mai prestato attenzione, quindi grazie. Mi sono messo al lavoro sulla ristesura di un romanzo sul quale lavoro da tempo e ho iniziato a mettere in pratica i tuoi consigli. Quando possibile tagliare i vari è/era/sono/erano, si snellisce la frase e si va dritti al punto. Hai anche qualche suggerimento per eliminare gli "aveva" di troppo?
  11. Ace

    Arkadia Editore

    Nell'auspicio che possa essere di utilità ai tanti iscritti su Writer's Dream, volevo segnalare che ieri ho incontrato Patrizio Zurru di Arkadia alla Fiera del libro di Firenze. Mi ha detto che presto dovrebbero avviare una nuova collana di genere urban-fantasy e weird.
  12. Ace

    Newton Compton Editori

    @Mister Frank: come darti torto? Non si può, hai perfettamente ragione. Gli organizzatori hanno sottinteso che i 15€ serviranno a coprire "le spese vive". Ma è brutto, vero. Già hai delle spese per presenziare - e senza sapere se avrai l'opportunità di accedere allo speed-date. Uno le prova tutte, per trovare casa a quanto ha scritto.
  13. Ace

    Newton Compton Editori

    Ti capisco, @Tea. Personalmente, cerco di vedere quello che di buono uno speed-date può offrire; in pratica, un'opportunità per bypassare i tempi biblici che intercorrono tra l'invio e il responso. Ma soprattutto, la possibilità di di suscitare in un addetto ai lavori entusiasmo e interesse per quanto ho scritto. Per taggare l'utente al quale vuoi dare risposta non devi fare altro che digitare la chiocciola - @ - seguita dal nome che vedi comparire sul menu a tendina.
  14. Ace

    Newton Compton Editori

    Di niente, @Auryn, figurati. Anzi, mi dispiace di averlo saputo così in ritardo; l'avrei comunicato prima e magari altri del forum avrebbero potuto partecipare. Sulle modalità, concordo con te; la prendo come un'esperienza, spero di essere selezionato, ma se ciò non fosse me ne farò una ragione.
  15. Ace

    Newton Compton Editori

    @Tea Hai ragioni da vendere; ma è una cosa che puoi affrontare cercando di sintetizzare quanto hai scritto in una frase breve e di impatto. Poi buttare su carta i punti forti del tuo romanzo; la timidezza si può vincere. Penso anche che sia necessaria una certa misura per affrontare uno speed-date, facendolo senza uno spirito da piazzista. Conta solo il romanzo; la timidezza potrebbe anche giocare a tuo favore, nessuno ama le persone piene di sé. In ultima analisi, conta solo la tua capacità di comunicare perché una CE dovrebbe trovare interessante il tuo romanzo.
×