Vai al contenuto

samuele

Utente
  • Numero contenuti

    367
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

Tutti i contenuti di samuele

  1. samuele

    Siamo bravi e nessuno lo sa?

    effetivamente hai ragione alla fine è un hobby, e male non può fare
  2. samuele

    Siamo bravi e nessuno lo sa?

    per quanto riguarda la questione "moda"? non pensate che ultimamente siano in molti a scrivere? troppi forse...
  3. samuele

    Siamo bravi e nessuno lo sa?

    intanto grazie per le risposte, gli argomenti che apro sono per lo più "senza risposta" penso, curiosità personali! penso si potrebbe parlare per anni di certe cose
  4. samuele

    Scrivere una storia vera

    te lo dico per esperienza, nel mio primo romanzo racconto una mia esperienza. Il libro è interessante perché è una storia vera, quindi se verrà pubblicato sarà a mio nome. Parlando con un manager (senza dubbio importante) mi ha detto questo: puoi sicuramente cambiare luoghi e personaggi però devi pubblicarlo a tuo nome, perché il pubblico vuole un riscontro e devi vedere tu quanto sei disposto ad esporti e vedere i pro e i contro. Quindi vedi tu fino dove vuoi arrivare, dove la tua amica vuole arrivare, ma solitamente se presenti un libro come testimonianza piuttosto che esperienza personale devi purtroppo o per fortuna esporti. Spero di non essere andato OT Comunque teoricamente cambiando nomi e luoghi sei apposto, se ci sono questioni giudiziarie forse è meglio siano finite. Ciao!
  5. samuele

    Un nick un perché

    samuele...samuele perché...è il mio vero nome
  6. samuele

    A chi rivolgersi per far tradurre il proprio libro

    se vuoi contattami, sono traduttore (inglese e spagnolo), a essere sinceri mi manca un esame, ma insomma ci sono quasi
  7. samuele

    Dove scrivete?

    a me apre la discussione giusta invece, bè lo stesso e grazie per le risposte! personalmente quando scrivo non devo avere interferenze esterne, altrimenti impazzisco; anche se a volte sento l'esigenza di prendere un po' di aria, per ispirazione o frustrazione devo ancora capirlo!
  8. samuele

    Dove scrivete?

    l'avevo messo pur io il link! vabbè se volete insultarmi
  9. samuele

    Dove scrivete?

    la grammatica è importante, mein fuhrer
  10. samuele

    Dove scrivete?

    ma come disapprovi??? perdonami, licenza poetica..momento, l'ho recuperato, si effettivamente rende male il senso, ma chiedo venia sono un aspirante non un genio affermato, altrimenti avrei detto qualcosa tipo "licenza poetica", ah l'ho detto
  11. samuele

    Una vergogna annunciata

    Come ho già detto in un altro post (chiaramente non approvando la situazione) purtroppo c'è da distinguere chi scrive e cerca di far apprezzare i propri romanzi (cultura secondo me) e chi una testimonianza (famosa, più o meno inventata), che è la maggior parte delle volte un prodotto commerciale (vedi Amanda Knox, calciatori e veline varie in primis..).
  12. samuele

    Subite anche voi il fascino del male?

    Adoro i cattivi. Il mio personaggio preferito è Ermanno Claypool Non voglio dire una cosa banale-scontata, ma purtroppo i modelli negativi (prendendo come termine di "cattivo" quello generale, qualcuno che reca un danno ad un altro) spesso influenza chi legge: immagino qui ci sia un pubblico adulto che prende i personaggi come riferimenti letterari, piacevoli da leggere e guardare, ma secondo me sottovalutato è il fenomeno dell'emulazione. Ovvero dei regazzini che vedono Arancia Meccanica e vanno a menare le mani, piuttosto che guardano Romanzo Criminale (molti di quelli che leggono forse non sanno che è anche e prima un romanzo): pensate che esageri io o che sia veramente una cosa sottovalutata? Sperando di non andare OT
  13. samuele

    Ma il vostro fine ultimo è fare una montagna di soldi scrivendo?

    secondo me c'è poco da dire, se il tuo lavoro vale prima o poi ti viene riconosciuto. E' inutile prendersi in giro, non è un accento sbagliato una frase sbagliata che non ti fanno pubblicare. E' come se tu pagassi per giocare in una squadra di calcio o per essere assunto. Scrivere è un lavoro, e quando si lavora si viene pagati, non si paga.
  14. samuele

    Ma il vostro fine ultimo è fare una montagna di soldi scrivendo?

    Buonasera, Samuele, sono nuovo, mi presento di nuovo per correttezza Io non voglio spammare ma sul mio blog ci sono ben due articoli riguardanti la scrittura (Don't try e perché scrivo). Ma passiamo al topic: per me scrivere in primis è comunicare, per questo tengo un blog. Mi piace leggere le statistiche, vedere che molte persone leggono quello che scrivo, fare sapere quello che penso. Che poi piaccia o non piaccia è un altro discorso. Sono convinto che chi scrive lo faccia in primo luogo per comunicare, che tutti vogliano fare passare dei messaggi coi loro romanzi, poesie, stralci. Scrivere per vivere e vivere per scrivere sono due questioni completamente diverse: probabilmente ora come ora gli autori scrivono per vivere, c'è sicuramente una questione commerciale; la testimonianza dell'ex criminale, poliziotto, la struggente storia di come uno ha cambiato paese-vita, l'amore giovanile del primo sfigato che passa sono argomenti che a livello commerciale tirano molto. L'ultimo libro che ho letto parla di uno scrittore omosessuale in crisi dopo la morte del suo compagno. A livello commerciale non avrà molto appeal, ma penso sia uno dei libri migliori (a livello di prosa) che abbia mai letto. Ho scritto un libro, ora lo presenterò a varie case editrici e concorsi. Si spero di farci una valanga di soldi e di poterne scrivere molti altri, ma spero ancor prima che trasmetta delle emozioni a chi lo legge e leggerà (edito o inedito). Fondamentalmente anche queste righe non mi faranno guadagnare un euro, ma spero di avervi detto qualcosa Chiudo con un dato (che penso avrete già sentito) “In Italia una persona su tre ha scritto un romanzo e uno su due ha suonato in una band musicale. Al tempo stesso solo un italiano su dieci legge più di cinque libri all’anno, uno su cinquanta ne legge più di venti e uno su centocinquanta ne legge più cinquanta. Solo un italiano su cento acquista più di cinque cd all’anno”
  15. samuele

    Il libro che avreste voluto scrivere?

    Senza dubbio Bastogne, di Enrico Brizzi
  16. samuele

    Cosa state leggendo?

    Senza Veli, Palahniuk
  17. samuele

    L'ultimo libro che avete acquistato

    Camere Separate di Tondelli; mai letto un suo libro prima e nonostante la storia mi abbia preso solo in parte è scritto molto bene, anzi egregiamente. Definirei la sua una scrittura "matura". Lo consiglio!
  18. samuele

    In quanto tempo leggete un libro...

    io cerco di darmi un certo ritmo. Avendo la fortuna di essere uno studente cerco di leggere 20 pagine prima di mezzogiorno, 20 prima delle 18 e 20 prima di dormire. Mi adatto, leggo in autobus, mentre si cuoce la pasta o cose simili, ma cerco di tenere questo livello. Mi rendo conto che per scrivere bisogna prima leggere e capire quello che si legge, qual'è lo stile che più è vicino al proprio, quindi penso che fare una cosa come quella che provo a mettere in pratica io non sia ne troppo impegnativa ne malvagia!
×