Vai al contenuto

Edu

Sostenitore
  • Numero contenuti

    3.764
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Edu

  • Rank
    Scrittore maledetto

Visite recenti

4.553 visite nel profilo
  1. Edu

    Do la mia autorizzazione

    Nel pieno possesso delle mie facoltà di pupazzo jedi autorizzo tutti all'utilizzo dei miei contenuti
  2. Edu

    Good Evening Everyone

    Ciao @Lukas74, zozzone, che prima di presentarti vai subito a chiederti cosa ci sia nella sezione VM18 Beh, scherzi a parte capiti qui a ridosso dell'apocalisse, come puoi leggere dall'advertsing: tutto ciò è destinato a svanire, come lacrime nella pioggia ecc.. ecc... Lo so che già @mercy ti ha avvisato di leggere il regolamento, intercettandoti nella sezione dei sozzoni, di cui lei è appassionata e ove lei è solita fare i suoi adescamenti, quindi non te lo ripeto. Solo che qui ci potrai stare solo fino a fine mese, dopodiché, beh, magari dai uno suardo in giro, magari anche a ciò che io, Mercy e tanti altri abbiamo scritto in firma (non ti preoccupare, sono moralmente molto più integro di lei, ti puoi fidare).
  3. Edu

    [N20-2] ə

    Beh, vi mettete sempre in gioco, non c'è che dire. E la fantasia non vi manca. Bravi @ITG e @Lo scrittore incolore (mi sembra di capire che la poesia è di quest'ultimo).
  4. Edu

    [N20-2] Cenere

    Ciao @Silverwillow e @caipiroska, non so se la cosa è voluta: i primi cinque versi sono tutti di nove sillabe e suggeriscono un andamento quasi marziale. La seconda quartina, invece, è libera dalla metrica (ma, a differenza della prima parte, è n rima). Era un'effetto voluto, una sorta di rottura dello schema? Il senso è cristallino; un po' di scollamento tra le due parti, però, l'ho avvertito, devo confessare, proprio per come sono confezionate. Anche quel verso in qui nella prima parte, ritmicamente, mi è suonato un po' strano. sarei tentato di ...zac! A rileggerci, comunque vada. Anzi, ovunque vada
  5. Edu

    [N20-2] Nella pace degli dei

    Ciao, @Alba360. La poesia ha un suo perché, non mi è dispiaciuta. Non amo i testi molto enfatici e teatrali, ma questo è un mio gusto personale e non un difetto intrinseco della tua poesia, che per scelta hai deciso di impostare in maniera teatrale. L'idea di ricorrere al mito per interpretare la traccia sulla vendetta è originale (per paradosso, dal momento che reinterpreti una storia non originale).
  6. Edu

    [N20-2] Fatti di niente

    Eccola là, la cosiddetta fortuna del principiante. @paolasenzalai sarà questo che ti ha fatto scrivere una cosa priva di sovrastrutture, e il risultato è... che è bella. Ce l'hai, l'attitudine per la poesia, ce l'hai... anche se non vuoi, ce l'hai, non ci puoi fare niente. Alcune immagini sono molto belle, tipo questa Insomma, questa è poesia! Ora basta, non facciamoci i complimenti mai più, che risultiamo stucchevoli. Addio
  7. @PaolaScrittrice18, Cioè, volevo dire @paolasenzalai (chi cavolo ho taggato che non mi fa staggare?! Vabbè, è andata così maledetta piattaforma a immagine e somiglianza della kastaff!) ma allora tu vuoi litigare ?! Fortunatamente abbiamo a che fare con gente troppo rinc@Kunonita per cogliere al volo certi assist Sarà alle prese con cifre più importanti, cose da kastaff, tipo calcolare la statistica dei nati nello stesso giorno di @AdStr che non vinceranno questo contest (ovviamente @AdStr compreso). La cosa lo impegna e mette in difficoltà le sue capacità matematiche. Lascialo stare, le lucine stanno bene dove stanno (scusa @AdStr se ti ho coinvolto, ma dopo il comico, infierire per le tracce di cacca - in tutti i sensi - mi sembrava un obbligo morale )
  8. Edu

    new enrty

    Ciao, @Indyano . Magari sì, magari lo sarà, te lo auguro. Comunque è un'occasione per confrontarsi. Passa di qui, mi raccomando, che trovi il regolamento Ma mi raccomando ancora di più: divertiti e facci divertire
  9. Edu

    Un abbraccio circolare...

    Ciao @Zio Brunello , e benvenuto in questo stupendo forum A quanto pare leggi e scrivi. Benissimo, è tutto ciò che serve per giocare insieme a noi! Fatti un giro in officina, partecipa ai contest, vedrai, c'è da divertirsi e da crescere. Sono una piccola raccomandazione, fatti un gio anche qui trovi il regolamento, giusto qualche norma di buon senso per un piacevole convivenza. A leggerti presto, dunque
  10. Edu

    [N20-2] Perduta Patria

    Allora, ragazzi... Mannaggia a me, già lo so che la mia fama di rompiconiglioni del wd, in questa tappa, lieviterà all'inverosimile, e non mi fa piacere, credetemi, in genere evito di commentare la poesia perché divento particolarmente nazzista (sì, con due z), mannaggia a me Però mi sento pure peggio a pensare le cose e non dirle, e credo che le stroncature siano più utili delle lusinghe... e allora lo dico: per me non ci siamo, e siamo lontani dall'esserci. E il motivo è quello più frequente, quello che mi porta ad essere spesso nazista nel commentare le poesie: avete usato un linguaggio non vostro, e siamo ripiombati nel Risorgimento. Questo accade spesso, e il motivo, credo, è che la poesia contemporanea non si legge, si rimane ancorati all'idea che per scrivere in versi bisogna scimmiottare il passato. Voglio prendere un passaggio a esempio emblematico per spiegare ciò che non mi convince della prova bene. per espressa previsione di traccia dovevate parlare del 2020. Ora: i moschetti sono ancora in dotazione dell'esercito nel 2020? Può darsi di sì, non lo so, fortunatamente non me ne intendo affatto, ma non credo. Pure se fosse, tuttavia, perché dovrebbero sparare, i moschetti italiani, nel 2020? Nel 2019 hanno sparato? Magari sì, in qualche altra parte del globo... ma pur ammettendo che di moschetti si trattasse, è questo il motivo della nostra esperienza di sofferenza di quest'anno? No, non direi proprio (anzi, meno sparano meglio è) non è questo che sentiamo, non sono queste le angosce di quest'anno. Né tantomeno le gioie, visto che di gioie dovevate parlare. Per quanto possano sembrare argomenti meno poetici, col 2020 c'entrano più i computer, lo smartworking, i dpcm, l'app immuny o IO, inosomma cose collocate nel presente... o magari la solitudine, la paura, il lutto, cose collocate in ogni tempo. Rincorrere un linguaggio che è estraneo può portare a disinnescare la comunicazione, a creare un involucro che ripropone stilemi ma non emozioni sincere. Ecco, il tono risorgimentale mi lascia estraneo e freddo, sorry. Perdonatemi, sono un notorio rompiscatole, provate di prendere il buono del commento, se di buono ce ne è: l'esortazione a parlare con le vostre parole, le vostre forme, senza prenderle in prestito da epoche in cui non viviamo più.
  11. Edu

    [N20-2] Haiku

    E non ti senti in colpa a far perdere qualcun altro?
  12. Edu

    [N20-2] Haiku

    No, qualcuno, non ricordo chi, aveva scommesso che almeno una poesia sarebbe stata un haiku
  13. Edu

    [N20-2] Haiku

    @Almissima! MI hai fatti perdere un'altra scommessa! Maledetta!!!
  14. Edu

    [N20-2] Attesa

    Madonnasanta, ragazze, che trischtezza infinita @@Monica, @Kiarka, tutto bene? Serve aiuto? Monica, vuoi un altra chiocciola così ci impiego tre tentativi a taggarti invece che due? @Kiarka la vuoi un'altra K? Su, su, animo, che qui la situazione già è quella che è! Vebbé, detto ciò, accantonato il fatto che ci vorranno mesi per riprendermi dalla vostra poesia (maledette!), la poesia in sé non è affatto male. Il linguaggio è franco e non artefatto, e punta sulle immagini (desolanti). Trovo che sia riuscita nelle parti in cui non cade nel già sentito, e meno riuscita in parti in cui ha appunto questo difettuccio. Dunque, meno riuscite le immagini come la vertigine come vuoto che attrae, l'orlo del tempo, i sogni gravidi di promesse, il cuore di marmo: sono cose un po' abusate. Belle invece le altre, dove emerge l'invenzione personale: il velo di talco che riveste la pelle di pietra, i sassi di illusioni e immagini simili. Insomma, prendete il mio commento come un'esortazione a provare e a osare.
×