Vai al contenuto

Antipodes Casa Editrice

Editore
  • Numero contenuti

    32
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Neutrale

1 Seguace

Su Antipodes Casa Editrice

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

269 visite nel profilo
  1. Antipodes Casa Editrice

    K-12. La memoria del mondo

    2111. Una nuova età dell'oro per il nostro pianeta che ha sconfitto guerre fame e povertà . Ma una nuova minaccia rende tutto effimero e l'unica arma da brandire contro l'estinzione sarà l'intelligenza.
  2. Un manuale che racconta la fotografia subacquea, buono sia per gli utilizzatori di scatolette varie che per i fanatici della custodia pesantissima, sia per i principianti che per i fotoamatori avanzati che desiderino migliorarsi. Un utile vademecum da portare con sé e consultare prima di una sessione fotografica.L’autore si rivolge al fotografo e gli presenta 12 argomenti (ecco perché agenda) saltando da uno all’altro con anarchia creativa. Per ogni argomento si prendono in esame le migliori attrezzature disponibili, le tecniche da usare, esercizi suggeriti e si conclude con un paragrafo sugli aspetti Zen della fotografia subacquea, su quella miscela tra atteggiamento da tenere, distacco, capacità di rilassarsi, creatività e rispetto della natura che compongono l’alchimia della fotosub. Che non è solo tecnica, come molti ci fanno credere. Non è solo padroneggiando la tecnica che faremo delle belle foto, la riuscita di una foto dipende sì dall’uso della tecnica ma anche da altri fattori, dalla pazienza, dalla prontezza, dalla capacità di cogliere l’attimo fuggente e di vedere attraverso l’immagine, dalla conoscenza dei fenomeni naturali e della composizione al desiderio anarchico di creare qualcosa di nuovo.
  3. Antipodes Casa Editrice

    Il chirurgo che amava le orecchiette

    Angelo aveva poco più di vent’anni quando la Signora Nera l’aveva falciato con un’auto di grossa cilindrata, disarcionandolo dalla sua moto. Nel suo portafogli fu trovata una tessera che lo qualificava come donatore consapevole e dei suoi organi beneficiarono altri due giovani, Marco e Alice. Quest’ultima diventa protagonista di un trapianto pieno di incognite, mai tentato in precedenza. Un trapianto acclamato dalla comunità scientifica ma condannato dalla Santa Sede che lo bolla come un “tentativo dell’uomo d’imitare Dio”. L’intervento è effettuato da un chirurgo dall’aria dimessa, sguardo profondo e mani da virtuoso del violino, ritenuto un po’ strambo per il suo scarso interesse verso le alleanze e le relazioni utili alla carriera. Un uomo di scienza e non di potere. Attraverso un profondo lavoro psicologico su ciascuno dei personaggi, l’autore riesce a coinvolgere il lettore trasportandolo nella trama, nella crescita del sapere scientifico e nel fascino del trapianto consistente nella sua capacità di far nascere una seconda volta una persona la cui vita è stata compromessa dalla perdita di funzionalità di organi vitali. Ma, soprattutto, facendogli vivere prospettiva di una chirurgia in grado di aiutare l’organismo ad auto-ripararsi. Una storia di alta qualità, fluida e commovente, ricca di colpi di scena, che cattura l’attenzione dalla prima pagina all’ultima parola.
  4. Una vacanza in una splendida isola si trasforma in una vera e propria caccia all'assassino. Che segreti nascondono l'antica dimora e gli isolani? Toccherà a Checco e alla bella Caterina scoprirlo.
  5. Antipodes Casa Editrice

    Fotografie scomposte

    "Fotografie scomposte" regala al lettore emozioni quotidiane, istantanee di vite che con semplicità descrivono universi personali e psicologie. Attimi, catturati in percorsi esperienziali importanti o di poco conto che porteranno i protagonisti a riflessioni profonde e lasceranno a chi legge la sensazione di essere stato testimone di qualcosa d’importante, di un cambiamento o semplicemente una presa di coscienza, confidente di un personaggio che in poche righe è diventato protagonista assoluto ed è tornato nella penna dell’autrice.
  6. Antipodes Casa Editrice

    Un pinguino in ascensore

    Cosa ci fa un pinguino nell’ascensore di un lussuoso grattacielo, nel bel mezzo di un’affollata metropoli? Semplice! Svolge il suo lavoro con serietà ed efficienza! E se cercasse anche degli amici? Allora, potrebbe scoprire che a volte le affinità si nascondono dove sembra impossibile… Da un piano all’altro del grattacielo, lasciatevi trasportare dalla simpatia e dalla dolcezza di Smoky… Non sarete soli, un gruppo di pazzi animali dalle stravaganti abitudini vi terrà compagnia! Una storia ironica e divertente, sui valori dell’amicizia e della lealtà, di quelle che fanno venir voglia di dirsi “ti voglio bene” e abbracciarsi di più. Coraggio, entrate pure, nell’ascensore c’è posto per tutti!
  7. Antipodes Casa Editrice

    Insomnia di esse

    Divertente, non convenzionale a tratti esilarante. Poche precise pennellate catturano momenti di quotidianità ed innescano profonde riflessioni serie e semiserie... con un pizzico di sicilianità. Dal 2013 all’Anno Zero Scrivo di notte, perché la notte mi ha sempre dato tutto quello che chiedevo e volevo sentire. Perché la mia storia è un po’ come la tua. Anche tu avrai un’amica che è nata gialla! o quell'amico che conosci da quando le tartarughe ninja videochiamavano. Con lui hai smezzato non sai quante sigarette. Ma adesso hai smesso. Io ho smesso di botto, una mattina di Maggio, senza un motivo assolutamente apparente. Non fumo più, ma il mio amico c’è sempre e batte la sigaretta per scrollare la cenere, in quel modo che mai sono riuscita ad imparare. La mia storia è uguale alla tua, per certi versi identica. Forse.
  8. Antipodes Casa Editrice

    Un puro nulla

    Potrebbe sembrare una storia frutto della fantasia... ma è tutto vero. Mi chiamo Sante Borgia. Mi sono sempre chiamato così. Eppure ho avuto mille identità, ho vissuto mille vite. In dieci anni di giri grautiti sulla giostra del precariato salariale sono stato il venditore truffaldino di opuscoli contraffatti sulla normativa delle Entrate,e poi operatore di un call center che spacciava boccioni di vini sfusi a cirrotici terminali; ho lavorato in una fabbrica anacronistica con tre centri di produzione sempre inceppati; ho consegnato missive pubblicitarie senza mittente né destinatario, su e giù per le strade della mia città fabbrica smemorata; sono stato archivista in una scuola paritetica di alieni, una volta, e last but not least arruolato per formulare visual boards, cucinarespaghetti charts, preparare A3 reports e protocolli lean manufacturing, tutti i tools che trasformeranno lo shopfloor produttivo del mondo in un paradiso ritrovato in cui tutti noi lavoreremo di più, ma in compenso guadagneremo di meno. Si potrebbe pensare che io stia inventando di sana pianta tutta questa storia allucinante. Alla meglio, che stia tingendo la realtà con i colori della mia fantasia perversa. Invece no. Non è così. Non invento niente. È tutto vero.
  9. Antipodes Casa Editrice

    Quando la vita ti sorprende

    "Quando la vita ti sorprende" narra dell’incapacità umana di poter essere interamente padroni della propria esistenza. Lorenza Negri intreccia le vicende dei suoi personaggi con alcuni grandi eventi storici del Novecento, come l’esilio degli italiani d’Istria e la drammatica ultima guerra europea, quella in Ex-Jugoslavia. Certe esistenze rimangono a malapena sfiorate dalla Storia, altre ne vengono travolte, come sospinte da un enorme onda verso destini imprevisti. Le due protagoniste Sosha e Aida nascondono delle storie personali drammatiche: per entrambe l’incontro con la Storia, per quanto avvenuto in epoche diverse, ha spezzato il loro percorso individuale. Esse sono accomunate dalla scelta di non voler più affrontare i marosi dell’esistenza, rimanendo nascoste in una nuova vita calma e solitaria. Ma appunto non si può impedire alla vita di sorprenderci e proprio l’incontro fra l’anziana Aida e la giovane e misteriosa Sosha fa sì che la loro vita prenda un nuovo percorso. Un amore puro, come quello che intercorre fra una nonna e una nipote, impone alle due protagoniste di partire per un viaggio nella bellissima terra di Croazia, di affrontare ognuna i propri fantasmi - sapendo che possono comunque contare l’una sull’altra - di lasciarsi alle spalle la paura di vivere e di aprirsi a nuovi incontri. Per suggellare questo patto di coraggio, Sosha e Aida decidono di cambiare i loro nomi: Susak e Ida sono le nuove identità delle protagoniste perché, se anche non è possibile cambiare il corso della Storia, si può almeno tentare di prendere in mano la propria esistenza. Lorenza Negri ci regala pagine avvincenti di storie drammaticamente plausibili, che si intrecciano con momenti di comicità, con riflessioni filosofiche, religiose, morali, in cui l’autrice non nasconde le sue personali lotte civili portate avanti con passione, senza scendere a compromessi e lasciando aperti mille spunti di riflessione. Proprio come Aida / Ida insegna a Sosha / Susak ad uscire dal proprio guscio, così Lorenza Negri crea un dialogo con le nuove generazioni, spronandole alla consapevolezza e all’orgoglio delle proprie scelte. Serena Botti
  10. Antipodes Casa Editrice

    Nessuno è innocente

    L’apparente tranquillità di Hellenbourg, cittadina al confine col Messico, viene sconvolta da strane sparizioni e atroci delitti. Jack Sloane, ex poliziotto tormentato dalla recente perdita dell’adorata moglie, viene coinvolto suo malgrado nelle indagini. Figure inquietanti vagano per il paese, come la signora Bell e il suo socio Zeb, venditori di libri, o come Bubba Hogan, becchino con abitudini particolari. In un crescendo di tensione, tra attriti mai sopiti e situazioni oniriche, si arriverà al resoconto finale, in cui si scoprirà la sconvolgente verità: nessuno è innocente!
  11. Antipodes Casa Editrice

    La bambina volante

    "Ho capito che le storie sono come le persone: alcune si perdono come foglie che cadono in autunno mentre altre ti arrivano diritte al cuore e non le puoi più lasciar andare. Esistono storie narrate, altre vissute, altre semplicemente lette; ma sento che questa è rimasta lì, imprigionata nel mio cuore per sempre.” Tante storie che si intrecciano tra loro e un lieto fine che supera il tempo e lo spazio.
  12. Antipodes Casa Editrice

    Le cinque dita

    Emozioni e desiderio intrisi in componimenti poetici ora melodiosi ora aspri come appunto sanno essere i sentimenti e le passioni: è questa la silloge di Francesca Priori. Un’opera in versi che a tratti è una vera e propria narrazione breve. Non c’è una trama, ogni poesia è una storia a sé eppure c’è un filo conduttore che le lega tutte. Nel viaggio della lettura si incontrano la dolcezza dei sentimenti più puri, la sollecitazione di riflessioni profonde, l’essenza della bellezza spirituale, l’intrigante sensualità dell’amore, il turbamento della passione carnale. C’è generosità e fiducia nei versi di Francesca Priori, vere connessioni di pensiero e sentimento, inni d’amore di grande musicalità interna. Alcune liriche, affascinanti e delicate, sono scritte con un linguaggio ricco di parole più dolci di un bacio. Altri versi, sofferti e tristi, che toccano il cuore, trasmettono il dolore dell’esistenza, ma allo stesso tempo gridano il bisogno e la speranza di un mondo migliore.
  13. Antipodes Casa Editrice

    Le Fate di AcquaBosco. I segreti di AcquaBosco

    Nel cuore di un’antica foresta di querce, castagni e betulle si cela il mistero di AcquaBosco... AcquaBosco è acqua e bosco, fantasia e realtà, protezione e rifugio sicuro, accesso ad un regno di fantasia in terra che i più chiamano il Regno delle fate...
  14. Antipodes Casa Editrice

    Fare, dire, costruire. Rime per restare piccoli

    FARE, DIRE, COSTRUIRE è una raccolta di poesie e filastrocche per bambini e per tutti quelli che si occupano di loro e della loro educazione, ma anche per tutti i grandi che hanno ancora vivo nel cuore quel fanciullino capace di far amare ed apprezzare le piccole e semplici cose della vita. FARE, DIRE, COSTRUIRE sono le tre indispensabili azioni che aiutano a crescere e per questo, in ogni composizione, vengono messi in risalto tanti di quei valori e principi che devono guidare ed indirizzare ogni scelta, ogni momento della nostra vita. “FARE” con la consapevolezza di ciò che si fa, che sia sempre qualcosa di buono e sempre nel rispetto degli altri, saper “DIRE” a sé e agli altri per capire e far capire il senso di ciò che si fa perché ogni azione abbia valore e non sia inutile o addirittura dannosa e, infine, “COSTRUIRE” da sé, con gli altri, per sé e per gli altri, qualcosa di saldo, duraturo e utilizzabile per il bene comune. Poesie e filastrocche di Germana Bruno Disegni di Alessia De Falco - Portale Bambini
  15. Antipodes Casa Editrice

    Antipodes

    Ci contatti pure per qualsiasi informazione in merito. Buona serata
×