Vai al contenuto

Maria Santiago

Scrittore
  • Numero contenuti

    133
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutrale

1 Seguace

Su Maria Santiago

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

383 visite nel profilo
  1. Maria Santiago

    Richieste cancellazioni Racconti, Poesie o Storie

    Buonasera, vorrei chiedervi gentilmente di cancellare questo racconto. Grazie! https://www.writersdream.org/forum/forums/topic/45272-la-sedia/?tab=comments#comment-801165
  2. Maria Santiago

    Scrittopoli 2019 – Mercato giocatori

    @Ippolita2018 Grazie per la nomina Però sono costretta a declinare, sarò spesso in viaggio di lavoro ( ma non solo per fortuna :P) tutto dicembre. In bocca al lupo!
  3. Maria Santiago

    La sedia

    Ciao @Ippolita2018, sai, chi è del sud (ma non solo) come me conosce benissimo la sensazione che si prova a coabitare con "leggi non scritte", spesso criminali e opposte alla legge stessa. Quando ci convivi quasi ti ci abitui. La vita all'estero mi ha poi permesso di capirlo meglio e cambiare mentalità. Per me adesso molte leggi non scritte sono sbagliate, e trovare una sedia come segnaposto è impensabile, ma quando ero ragazzina per me era la normalità. Quante cose ritenevo normali e poi ho scoperto che non lo erano! A presto Ps. Non conoscevo questa tragedia di Sofocle, la leggerò
  4. Maria Santiago

    La sedia

    @AndC Ok, i trattini non sono una cattiva idea anche, grazie per aver cercato di venirne a capo A presto! Chiara
  5. Maria Santiago

    La sedia

    Quasi dimenticavo, @AndC la fossa delle Marianne l'ho messa perché volevo creare una separazione tra testo e finale, e non sapevo come renderla Se hai suggerimenti dimmeli per favore!!! A presto
  6. Maria Santiago

    La sedia

    Ciao @La Anders @AndC e @Ippolita2018 Grazie per le vostre correzioni, avete evidenziato errori che non ero riuscita (o non volevo) vedere. Ritoccherò i punti deboli Dopo mesi di inattività sembro aver avuto una ricaduta, e abbondo con ripetizioni e troppe virgole, nonché un linguaggio a volte impreciso. Devo leggere di più, forse, e scrivere almeno un paragrafetto al giorno. Grazie anche per le vostre belle parole! Ottovolante è nato quasi per caso, ma mi piacerebbe renderlo protagonista di altri racconti perché con la sua ironia e disillusione mi aiuta a rendere temi complessi con parole semplici, anche se mi hanno fatto notare che è raro che una cocorita sappia parlare così fluentemente @Ippolita2018 Il tuo commento "l'ho letto ad alta voce a tavola ai familiari" mi ha fatto emozionare! Grazie! A rileggerci tutti
  7. Maria Santiago

    La sedia

    *Racconto cancellato su richiesta dell'utente*
  8. Maria Santiago

    L'altro

    Ciao @cynthia collu Allora, racconto molto intenso, grammaticalmente ben scritto, e circa a metà lettura avevo capito che si trattasse di un feto dentro l'utero materno, quindi questo passaggio l'hai reso bene. Tuttavia mi sento di dirti che non ho capito immediatamente chi sia questo "altro", né che il bambino sia nato morto. E ti confesso di non averlo capito tutt'ora. Spiegami: -Si tratta di un medico? -Un genitore che desidera ucciderlo ancor prima di nascere? -Il suo feto gemello ( a volte portare una gravidanza gemellare porta alla morte di uno dei nascituri)? Avevo pensato si trattasse di un gemello, anche da questa frase "Poi si era accorto che lo spazio si era ristretto, e il tempo aveva acquistato un prima e un dopo." Bella, fa capire che il bimbo sta nascendo, ma questa frase mi ha confusa "Poi si era accorto che lo spazio si era ristretto, e il tempo aveva acquistato un prima e un dopo. Nel dopo, l’altro era diventato ingombrante. Ora ne sentiva l’odore vicino – un odore di cadavere triste - che lo rendeva smanioso". In che senso il cadavere triste? Quale messaggio vuole veicolare la tua storia? La lotta tra il bene e il male, il soccombere? Inoltre, leggo che a metà racconto cambi punto di vista, rendendo il binomio assassino/vittima. Mi dispiace dirti che tutto questo non è reso molto bene, perché a fine racconto non ho ancora capito chi fosse questo altro. Forse lo si può capire meglio leggendo i tuoi commenti, ma io mi voglio affidare solo al racconto, solo così posso essere imparziale :) A livello grammaticale: ci sono alcune ripetizioni. Guarda qui, ad esempio (ho scelto un pezzo che mi è piaciuto molto): Gli sembrava di essere in mezzo all’oceano, sulla schiena di una balena immensa. La balena dava un colpo di coda e s’immergeva negli abissi, portandolo con sé. Gli occhi dell’altro lo seguivano anche lì, scintillavano nel buio totale, come il dorso della balena. In quei momenti sentiva dentro di sé un’energia pura, che voleva uscire, che lo rendeva forte, come la prima alba del mondo, la stessa energia intatta. L’altro invece si assottigliava, smagriva in una forma pallida, i grandi occhi pallidi smarriti nei suoi. Lui sentì la corda tagliargli la pelle delicata, sentì il cuore rimbombargli nelle arterie, e poi scivolargli via, il suo cuore scivoloso nella corda. E poi come avrai forse notato ci sono molte virgole. Io amo lo stile quasi telegrafico, mi piace e credo dia spessore al racconto. Però credo che a volte ci siano troppe virgole Prova a contarle, so (potrei sbagliarmi) che non ne vanno più di quattro per frase. Vedi qui "Un tramestio come di passi in fuga, lo sciabordio di onde, poi scosse violente, le pareti tremarono, lo spazio si capovolse, l’energia, dentro, urlò più forte, lo spingeva verso gli abissi, non poteva più trattenerla, doveva sbrigarsi." Comunque grazie per il tuo racconto, a presto! :)
  9. Maria Santiago

    Direttiva europea sul copyright

    Se ho sbagliato sezione, avvisatemi Ciao a tutti, oggi è entrata in vigore la Direttiva Europea sul copyright. La nuova legge imporrà pesanti restrizioni sulla pubblicazione e circolazione online di materiale protetto da copyright. Il più contestato è l'articolo 13, il quale suppone la "responsabilità" del proprietario di un sito se uno dei suoi utenti viola il copyright. Cosa significa? Significa che anche le piattaforme, i forum, e i giornali online saranno responsabili se uno dei loro utenti pubblica materiale protetto dal diritto d'autore. La mia domanda è: cosa succederà a questo forum, dopo l'entrata in vigore della direttiva? Spesso qui vedo pubblicare interi racconti ( editi e di autori famosi) nelle discussioni degli utenti, o altre azioni che virtualmente potrebbero violare un diritto d'autore (tipo la pubblicazione di estratti, citazioni, etc) Per maggiori info, potete andare qui. Grazie mille a chi mi risponderà
  10. Maria Santiago

    Il miglior scrittore degli ultimi 5 anni?

    Grazie, darò un'occhiata
  11. Maria Santiago

    Il miglior scrittore degli ultimi 5 anni?

    Ciao a tutti! Mi sono resa conto di non avere esperienza con gli scrittori italiani recentissimi, ovvero pubblicati negli ultimi 5 anni. Chi sa consigliarmene qualcuno? Specificazione: deve essere un emergente (quindi no Erri de Luca, Baricco, Saviano e simili). Grazie
  12. Maria Santiago

    Convertire un non-lettore

    Non riusciamo a convertirli spesso per nostra superficialità. Per esperienza personale: -consigliare i grandi classici non serve a niente. Raccomandare libri che ci sono piaciuti, invece, serve ancora meno. Spesso ciò che ci piace non piace ai nostri amici o fidanzati. Un po' come i profumi. -Nel mio caso ha funzionato molto ispirarmi al carattere e al modo di parlare della persona. Il mio ragazzo è ad esempio molto schivo e di poche parole (ingegnere), e preferisce i contenuti ai vari fronzoli letterari. Gli ho consigliato "Il Vangelo Secondo Gesù Cristo" perchè pieno di dialoghi indiretti e intriso di riflessioni. Gli è piaciuto. La mia migliore amica è una ragazza con un animo molto bambinesco nonostante appaia pragmatica e con i piedi per terra, così le ho raccomandato "Il piccolo principe" (ci tengo a precisare che lei non legge quasi per niente). Un'altra mia carissima amica, invece, è molto religiosa. Per questo le ho consigliato Il Signore degli Anelli. Per chi non lo sapesse, Tolkien era molto credente ed la sua fede è percepibile nelle sue opere. I libri che ci piacciono riflettono la nostra personalità, più che i nostri gusti. Io ho studiato alla facoltà di Storia e Dottrine Politiche e mi piace viaggiare, così i miei amici mi hanno regalato "Storia di una ladra di libri" (perchè ambientato durante l'Olocausto), e "La ragazza di Shangai" ( perchè parlava della Cina). Eppure non mi sono piaciuti, secondo me perchè chi me li ha regalati si è basato su una valutazione superficiale della mia persona. Mi perdo spesso in riflessioni, per questo mi piacciono libri i protagonisti mettono in dubbio loro stessi e la società: La coscienza di Zeno, Anna Karenina, ma anche Io Robot di Asimov. Mio padre (che ritengo mi conosca bene) quando ero bambina mi consigliò un libro che "secondo lui mi poteva piacere", dove si parlava del dilemma di una ragazza innamorata di un ragazzo comunista, poi finito in carcere. Il libro era "La ragazza di Bube".
  13. Maria Santiago

    Il dubbio di essere "Uno dei tanti"

    Ciao, ti racconto la mia storia: ero giovane e lavoravo per un giornale locale e il mio superiore aveva fondato da poco una casa editrice. Quando ricevetti una proposta editoriale da un suo concorrente, lui me ne offrì una migliore. Immagina, trovarsi con due proposte nell'arco di sei mesi. Comunque, ho rinunciato ad entrambe. La prima non mi convinceva ( il signor editore mi chiese anche se fossi capace di tradurlo in inglese in modo da allargare il pubblico). La seconda la rifiutai per motivi di coscienza, gli stessi che hai tu. Il mio capo me lo aveva proposto per "soffiarmi" a un altro editore, ma ammetteva anche lui che avessi tanta strada ancora da fare prima di essere capace di scrivere un libro. Inoltre, ebbi il sospetto che lo facesse perché voleva in qualche modo ingraziarsi le mie attenzioni. Potevo sfruttarlo e pubblicare, come avevano fatto tanti altri prima di me, ma non l'ho fatto. Esiste qualcosa più importante dei sogni, ed è la nostra coscienza personale. Ora, se ritieni che il tuo libro valga veramente e il contratto è onesto e regolare, puoi firmare. Ma se non ti convince l'onestà, la regolarità, o qualsiasi voglia cosa, fai bene a lasciar perdere. A presto.
  14. Maria Santiago

    Le frasi fatte

    "Mettere i bastoni fra le ruote" "L'eccezione che conferma la regola" "Oggi come oggi" Eccetera, eccetera. Cosa ne pensate delle frasi fatte in un testo narrativo? Personalmente le detesto, preferisco uno scrittore con più fantasia che non si avvalga di espressioni già sentite e utilizzate nella vita di tutti i giorni. Posso accettarle nei dialoghi, o in accezione comica. Cosa ne pensate?
  15. Maria Santiago

    Troppo gerundio fa male alla lettura?

    Carissimo @camparino, va molto bene. Però questa non è una frase da saggio breve
×