Vai al contenuto

mercy

Sostenitore
  • Numero contenuti

    964
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

mercy ha vinto il 16 giugno

mercy ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

705 Magnifico

Su mercy

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

4.241 visite nel profilo
  1. mercy

    [FdI 2019-1] Amore e Psiche

    Ma questo è pronome relativo! quel "che" lì che (= il quale) ho usato... Intendi il che "congiunzione subordinante". Vo a vederlo, ovviamente con il supporto della Treccani che non sbaglia mai. fonte 1 e fonte 2 "Che" è pronome ma, cosa che ci interessa qui, è congiunzione subordinante (in dichiarative, causali, consecutive, finali e temporali; può avere valore esclusivo, comparativo o accettuativo...). Insomma "che" è come il jolly. Quindi Bw, escludo che nella frase di @Ton fosse pronome relativo, ma. Secondo me, però, nel caso della frase in questione introduce proprio una causale, come in questo esempio, quindi direi "ché". Poi magari passa qualcuno di bravo e mi fa nera, eh? Fiori per voi.
  2. mercy

    I racconti della Sesta Luna - Quinto ciclo

    @Talia, @Lauram e @Adelaide J. Pellitteri grazie mille. Mi godo un po' gloria adesso perché, cioè, sono rimasta in gara con un racconto straordinario... @Tonnino, se fossi brava a copiare copierei da quelli bravi... non credi?
  3. mercy

    La ghiacciaia

    Io amo il caldo, @swetty, ma mi dispiace che in tanti lo patiate. Così, solo perché oggi mi sento polemica. Da un vecchio articolo qui https://www.repubblica.it/ambiente/2018/05/03/news/artico_la_sfida_dell_ong_trump_scolpito_nel_ghiacciaio_per_dimostrare_che_il_riscaldamento_globale_esiste-195397100/
  4. mercy

    [FdI 2019-1] Amore e Psiche

    Eccerto! Quando le mie note ti vanno bene, taci; quando qualcuno le contesta, è colpa mia. Comunque secondo me è "non aveva fatto in tempo a rimettere i piedi a terra perché un altro tornato..." Se fosse pronome relativo a cosa si riferirebbe?
  5. mercy

    buongiorno!

    Scusami. Stavo ovviamente facendo dell'ironia perché ho studiato filosofia anch'io all'università. Credevo che le successive domande riguardo i tuoi interessi chiarissero le intenzioni della mia battuta, ma non sono stata abbastanza esplicita. Personalmente non credo ci siano ambiti di ricerca prettamente inutili, solo ambiti che interessano di più o di meno, e mai mi permetterei di giudicare inutile la ricerca di un altro essere umano, purché sia fatta con buona fede e onestà intellettuale. Non so molto di Edith Stein se non che era assistente di Husserl. Ma non sono esperta di fenomenologia in generale. Se avrò tempo per occuparmene, ti chiederò di consigliarmi qualche saggio - magari anche un saggio tuo. Benvenuto di nuovo, e scusami ancora.
  6. mercy

    Dediche agli utenti.

    Io non amo le feste comandate: per anni ho cercato di evitare di festeggiare il mio compleanno, con il risultato che gli amici mi organizzavano qualche festa a sorpresa (la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni) e mi toccava pure ringraziare e sorridere ché altrimenti passavo per quella-che-se-la-tira. Adesso, vecchia e un po' più saggia, invito tutti a cena spontaneamente qualche giorno prima - a patto che gli ospiti non cantino canzoncine, non portino regali, non mi chiedano di commentare il tempo che passa and all that shit. Lo stesso dicasi per il WD. Colgo l'occasione per ringraziare un po' di voi, perché ho imparato più nei mesi che sono stata qui che in anni di letture e scritture praticamente solitarie. Mi sono iscritta perché altrimenti il forum non mi avrebbe fatto visualizzare altre discussioni. Mi sono presentata quasi un mese dopo perché mi sembrava educato farlo, ma tanto svogliatamente che solo il buon @bwv582 è passato per lasciarmi il link al regolamento. Ma io che sono un po' paranoica lo avevo già imparato a memoria. Grazie Bw Ho ricominciato a lurkare. Poi, senza troppa convinzione, ho fatto qualche domanda qui e là. Le risposte sono arrivate esaurienti e cortesi, con tocchi di paterna ironia sia da @Marcello e che dal giovane @Kuno(che era appena stato promosso staffer). @Adelaide J. Pellitteri è stata gentilissima e incoraggiante - la sua cortesia è dappertutto qui nel forum - e @Mister Frank mi ha fatto ridere di cuore. Mi sono sentita così ben accetta che ho postato, sempre senza convinzione, una poesia vecchia di quindici anni. Meraviglia! @Ippolita2018 mi ha commentata, un commento preciso, gentile e intelligente. Questo posto è meraviglioso, ho pensato. Ma ho ricominciato a lurkare. Infine ho postato un raccontino, vecchio di almeno dieci anni. E sono arrivati @AndC (il commentatore che tutti vorremmo) ed @Edu (che all'epoca era un novellino, ma molto più spigliato della sottoscritta). Pure ci ho messo almeno altri tre mesi a diventare un po' attiva qui, ché la timidezza è una brutta bestia. Sbagliavo ad essere timida. Mi stavo perdendo: - Ottime occasioni di confronto sia pubbliche che private - Ottimi consigli su letture e scritture - Risate gratuite a tutte le ore - Qualche pacca sulla spalla in un paio di momenti di sconforto. Quello che si prende e si dà tra amici, insomma. E se "amicizia" è forse una parola grossa per descrivere un rapporto virtuale, quello che ho trovato qui ci si avvicina molto. Potrei taggare un'altra quindicina di persone almeno. Non vi taggo, ché magari questo post vi sembra patetico. Ma sapete che sto parlando con voi. Grazie ragazzi, rimanete come siete.
  7. mercy

    buongiorno!

    Ciao @greenintro, benvenuto! Brutta gente quella che studia filosofia. Sono capaci di parlare per ore di roba inutile, convinti dell'importanza di quello che dicono. Questo forum, in effetti, si occupa particolarmente di narrativa. Ma ci sono numerosi utenti che scrivono saggistica e, tra le case editrici recensite, alcune la pubblicano. Non ci sono spazi dedicati esclusivamente alla saggistica, quindi, ma credo che chiunque ami leggere e scrivere sia il benvenuto e che potrai trovare informazioni e spazio per il confronto nella tua ricerca editoriale. Ti lascio i link alla pagina di benvenuto e al regolamento del forum, che sono molto utili per orientarsi facilmente. In bocca al lupo! p.s.: qui non si può citare le proprie pubblicazioni, ma posso chiederti qual è l'ambito della tua tesi di dottorato? E magari anche dove hai fatto ricerca?
  8. mercy

    I racconti della Sesta Luna - Quinto ciclo

    Grazie @wyjkz31, soprattutto perché i racconti concorrenti erano dei bei racconti. Dopodomani faccio un anno di WD e devo ammettere che, per piccola che sia la vittoria, quando mi sono iscritta non avrei potuto vincere qualcosa nemmeno per sbaglio. Grazie @Poeta Zaza, @Rica, @libero_s (io sono una persona educata ), @AndC, @Cerusico e @luca c. un fiore ciascuno.
  9. mercy

    Mi presento

    Questo è da escludersi, mi dispiace. Qui siamo fieri della nostra dipendenza e ci passiamo anche un sacco di roba buona. Sulle brave persone, poi... Ovviamente scherzo, @andyrays, ben-rivelato! Ti lascio d'ufficio i link alla pagina di benvenuto e al regolamento: anche se li hai già letti, tornano sempre utili. Se vorrai farci leggere qualcosa di tuo e avere qualche riscontro, c'è l'officina. In ogni caso, buona permanenza e in bocca al lupo per i tuoi progetti di scrittura.
  10. E allora @massimopud, siamo d'accordo: non è il genere a fare la differenza... ma come lo si usa. I generi spesso sono solo un'etichetta di comodo, anche per fini commerciali. In libreria Orwell sta nello scaffale della fantascienza, per dire. E Simenon sta tra i gialli. Allo stesso modo potrei citare decine di romanzi mainstream (non di genere) che non sono altro che farneticazioni autocompiaciute degli autori, e stanno negli scaffali mescolati con la "letteratura".
  11. Dissento. Relegare la narrativa di genere all'intrattenimento e dire che mainstream = letterario mi sembra un'operazione semplicistica. Cioè, esistono romanzi "di genere" che sono anche letterari, almeno secondo me. Le Cosmicomiche (Calvino) mi sembra letterario e di genere. Più o meno tutta la produzione di Bulgakov è letteraria e pure di genere. E, benché io non sia una gran lettrice di noir e gialli, credo che almeno Simenon abbia scritto romanzi che sono anche letterari. E Orwell, Saramago, Buzzati... i primi nomi che mi vengono in mente. Mi fermo qui, ma ho in testa un lunghissimo elenco di libri che mi sembrano sia letterari che di genere. Le banalità le scrive chiunque. Dei grandi temi riescono a scrivere solo quelli bravi, di qualsiasi genere scrivano.
  12. mercy

    Jukebox

    The Joker_Steve Miller Band (1973)
  13. mercy

    Jukebox

    E io sono demente tutto l'anno. Questa roba è nel lettore mp3 della macchina...
  14. mercy

    Jukebox

    Harry Belafonte_ Oh freedom P.s.: @SeeEmilyPlay anch'io.
  15. mercy

    Unpopular opinion

    Le pesche noci sono roba per gente che non capisce nulla. La migliore pesca noce non ha il profumo, né il succo, né il sapore di una comune pesca a buccia vellutata - per non dire delle pesche bianche. Quelli che Eh, ma mi dà fastidio la buccia sono gli stessi che non mangiano l'anguria perché gli dà noia togliere i semi. L'estate è una reminiscenza dell'Eden, perfino nell'umida e triste Pianura Padana: ci sono le ciliegie (che hanno lo stesso prezzo al chilo dell'oro 18 carati ma, se si è fortunati, si può direttamente coglierle dagli alberi e macchiarsi le dita e sputare i noccioli sul prato), le albicocche, il melone, le pesche, l'anguria, i lamponi, le prugne. Persino i pomodori profumano di sole, in questa stagione. Ci sono i piselli freschi e dolci, le melanzane, le fave... Tra poco arrivano anche i fichi. Le persone a cui non piacciono i fichi sono strane. Le persone che al supermercato comprano l'anguria in vaschetta già tagliata a cubetti sono ancora più strane. Le persone che aspettano l'inverno, quello che ci condanna a mele-pere-arance e cavolo per quattro mesi, dovrebbero interrogarsi sul loro masochismo. Ma io non giudico, eh?. Magari riuscirò un giorno a trasferirmi in uno di quei paesi in cui la frutta è buona e varia tutto l'anno. Magari un paese dove cresce il mango - che ha più o meno il sapore che le pesche hanno in paradiso.
×