Vai al contenuto

Ernest

Scrittore
  • Numero contenuti

    250
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Ernest

  1. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Ciao @simone volponi racconto piaciuto anche se lo splatter non mi fa impazzire, però la scafataggine del padre e alcune descrizioni come: Tornò a fogliare il giornale, oppure, I fari dell’Alfa leccarono i muri più bui, mi hanno fatto gustare il racconto.
  2. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Ciao @Kenzo Kabuto e @Silverwillow io ho anche seguito il corso con Santoni e anche lì dice che importante inviare alle riviste. Comunque non è il solo. Da un po' invio anche io con pubblicazioni e rifiuti: i gusti diversi e la qualità delle cose prodotte influiscono. Vorrei sapere se poi questi racconti pubblicati vengano letti veramente e non solo dalle case editrici che fanno scouting così, a detta del Santoni. Sicuramente è un modo per fare esperienza.
  3. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    C'è una nuova rivista https://www.instagram.com/cedromag/
  4. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Oggi un mio racconto è stato pubblicato su Spazinclusi http://www.spazinclusi.org/racconti/contemporaneo/passato-non-e-luogo-ospitale/
  5. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Ciao @kjkj ho letto anche il tuo racconto, la scrittura rende bene il personaggio e la narrazione regge. Leggendolo mi sono ricordato del libro autobiografico della Bellocchio e il film Via da Las Vegas. Brava.
  6. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    @Davide 1976 ho letto il tuo racconto su Crack mi è piaciuto molto, molto intenso, pur nella sua brevità.
  7. Ernest

    Riviste che pubblicano inediti di esordienti

    Ciao @cris82 ho letto i racconti, quello su Risme mi è piaciuto di più, solo perché le storie di formazione mi piacciono meno. Complimenti.
  8. Ernest

    [Fdl 2019-2] Perta Ines

    Ciao @Emy grazie del passaggio e del commento. A rileggerci 😀
  9. Ernest

    [Fdl 2019-2] Perta Ines

    Integrazione al commento. È arrivata a centotre: tre anni in più di quell’antipatica della sorella, che era stata sempre considerata la migliore, la più brava, la più bella, ma lei, la più vecchia, aveva vinto. La sorella Gertrude aveva seppellito tre mariti, mentre lei solo uno. Oggi è il suo centotreesimo compleanno i figli hanno ordinato un millefoglie con fragole e panna e nel centro avevano fatto scrivere Auguri Angela. - Se continua così, la mammina ci sotterra tutti. - Zitta Anna, ci vede poco, ma ci sente benissimo. Angela è cosciente di essere vecchia, ma le rotelle, quasi sempre, ancora girano bene, specialmente se non ci sono sbalzi di temperatura o lunghe ed estenuanti discussioni che le causano tellurici picchi pressori. Vista la giornata speciale, stamattina ha chiesto a Lina di metterle, con tutti i crismi, il pannolone che raccoglierà la sua modesta incontinenza urinaria e fecale. Per evitare di sentire quei puzzi fastidiosi e imbarazzanti si è fatta aspergere in maniera profusa delle fresche note di Acqua di Colonia 4711. Sorride e pensa che tutto quel profumo la farà sembrare una cocotte attempata. Nella sua vita pubblica si era sempre mostrata sempre poco incline alle civetterie, voleva dare l’impressione di essere più integerrima della sorella che si vantava di essere stata diversi anni in monastero e che aveva accettato con dignità il marito scelto dai genitori. La unirono in matrimonio con Giulio, che oltre ad avere un nome da Papa, ricopriva importanti incarichi in Vaticano: si sentiva già candidata, alla sua morte, ad essere beatificata. Angela ricorda ancora con un certo gusto come davanti alle amiche li prendesse in giro: Giulio e Gertrude oggi sposi, il Papa e la monaca di Monza. Non l’hanno mai beatificata. Ma ha avuto il suo momento di gloria quando il marito l’ha trovata a sollazzarsi con due guardie svizzere. Fu uno scandalo terribile. Giulio rimase paralizzato da un ictus devastante. Angela pensa che in fondo le manca. Sono state sempre competitive, ma erano sorelle. L’ultima sfida consisteva nel riuscire a vivere il più a lungo possibile: 98, 99, 100. Gertrude lascia, Angela vince e va oltre. Ora è stanca di restare in questo mondo in cui non può vedere i colori delle piante, delle cose, dei giorni; non può leggere, non può muoversi liberamente. Per lei è sempre buio. Sente solo i colori delle voci. Ma sono sempre i soliti colori: delle tante persone che conosceva non è rimasto quasi più nessuno. Oggi sente che ha bisogno di liberarsi di un peso, è da tanto che lo vuole fare. Satolli, dopo manicaretti, vino, dolci e caffè, il figlio chiede: - Mamma avevi detto che oggi ci avresti detto una cosa importante, di cosa si tratta? - Lina, per piacere, dai a Guglielmo quel libro che ti avevo chiesto di portare? - Eccolo! – Risponde prontamente la badante, mentre porge il volume al figlio. - Perta Ines? Mai sentita. Chi è una tua amica? – chiede curioso Guglielmo. Angela ride e poi dice – Molto più che un’amica. Sono io stessa. È uno pseudonimo che dice come mi sono sempre sentita nei riguardi della vita. È il primo di una serie di libri un po’ piccanti, come si diceva un tempo, che hanno avuto un grosso seguito. Con i diritti sono riuscita a comprarci la casa al mare. Ci trovate, anche se un po’ romanzata la storia tra me e vostro padre che non è proprio come la conoscete. - La mamma scrittrice? Questa sì che è una rivelazione sconvolgente! – Dice la figlia Anna. - Guglielmo o Anna potreste leggere la poesia che c’è nella prima pagina? Certo. Inizio io e poi continua Anna – dice Guglielmo: Sola nella stanza, la Piaf mi uccide, gorgheggiaHymne à l'amou: il suo amore è morto. Tu mi hai ucciso. Hai deciso: spenti i riflettori andiamo soli. La coppia è per la gente. Guglielmo passa il libro alla sorella che prosegue: Sola, soffocavo tra i rimpianti. Adesso voglio risollevarmi. Mi perdo nel buio della voluttà. Mi perdo tra corpi che desidero e mi bramano. Mi perdo per diventare più forte. - Non mi sembra di ritrovarci te e papà, eravate sempre inseparabili. – dice Anna. - Solo davanti i riflettori: voi eravate come tanti altri eravate, appunto, delle luci. - Non capisco. – dice Guglielmo. - Se avrete l’interesse a leggerli, dopo probabilmente avrete un sacco di curiosità su questa famiglia un po’ falsa e bigotta, ma io non ci sarò a rispondervi. Adesso che mi sono tolta questo peso mi sento pronta per andare. Ho vinto su vostro padre, su mia sorella e non voglio sopravvivere a voi. - Ma cosa vai dicendo. – dicono i figli. - Forza! Un ultimo brindisi ai colori della vita! – Angela solleva il calice sorridente. È soddisfatta di come si stanno comportando i suoi sfinteri.
  10. Ernest

    [FdI 2019-2] L'im-materiale prezioso

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri Concordo anche io con i giudizi positivi: bel racconto che riesce a scuoterti. Complimenti
  11. Ernest

    [FdI 2019 - 2] L'epigono

    Ciao @ivalibri sono andato a vedere: dalla raccolta Vite istantanee il racconto Il discepolo. Ciao
  12. Ernest

    [FdI 2019-2] Dolce soffice

    360º soni troppi: la torta si brucia! Meglio 180º per 20 minuti, forno statico😂, oppure vista la stagione un dolce senza cottura
  13. Ernest

    [FdI 2019-2] Dolce soffice

    Ciao @Lauram anche a me il racconto è piaciuto molto ben dosato tra tristezza e cambiamento, hai pesato bene gli ingredienti e hai sfornato una bella storia!👍
  14. Ernest

    [Fdl 2019-2] Perta Ines

    Ciao @Lauram @Adelaide J. Pellitteri @Joyopi @Mariner P @Marf @M.T. @Talia Grazie per aver letto ed espresso un commento di qualunque tipo. Il racconto soffre di una revisione più approfondita, ma mi è mancato il tempo. Tra rinunciare e partecipare ho preferito apportare il mio contributo, non tanto per la qualità, ma per essere parte attiva. 🤗
  15. Ernest

    [FdI 2019-2] Per questo e solo per questo

    Ciao @andrea werner mondazzi Il racconto mi è piaciuto. Il ritmo ossessivo e sincopato rende bene l’idea della ripetitività caratteristica della malattia. A rileggerti.
  16. Ernest

    [FdI 2019-2] La rivolta del semolino

    Ciao @Vincenzo Iennaco ho trovato il racconto ben fatto, divertente e un po’ surreale.
  17. Ernest

    [FdI 2019-2] La sindrome di 'sta stronza

    Ciao @Andrea28 racconto divertente su temi già sentiti che rende il risultato più difficile da ottenere.
  18. Ernest

    [FdI 2019-2] È un mistero ciascuno: non conosci nessuno

    Ciao @Poeta Zaza il racconto scorre bene, mi è piaciuto. Si può affermare che in questa tappa ci sono dei temi ricorrenti: gli incidenti stradali, le donazioni di organi, poi ci sono i rapporti tra fratelli. A rileggerti!
  19. Ernest

    [FdI 2019-2] Cuore assassino

    Ciao @INTES MK-69 il racconto mi è piaciuto molto. Sono d'accordo su alcune piccole pecche che ti sono state evidenziate, ma nel complesso è un bel racconto che si ricorda. Complimenti!
  20. Ernest

    [FdI 2019 - 2] L'epigono

    Ciao @ivalibri la storia mi ha ricordato un racconto mi pare di Andres Neumann, ma il tuo finale mi è piaciuto di più. Anche io ho preferito il racconto precedente, qui come ti hanno già scritto, andava ampliato qualcosa. Comunque nel complesso piacevole.
  21. Ernest

    [FdI2019-2] Negativo dell'amor proprio

    refuso: colonna sonora, mi pare non lo avevano ancora rilevato. Ciao @Emy il racconto mi è piaciuto, scorre bene.
  22. Ernest

    [FdI 2019-2] L'isola

    @camparino direi brani come Aguaplano oppure La ricostruzione del mocambo
  23. Ernest

    [FdI 2019-2] L'isola

    Ciao @camparino i tuoi racconti sono sempre belli e pieni di esotismo latineggiante, mi ricordano alcune canzoni di Paolo Conte. 😉
  24. Ernest

    [FdI 2019-2] Sally

    Ciao @appassionato il racconto mi è piaciuto, però dovresti cambiare il nome della protagonista: leggendolo mi sembrava di ritrovarci il testo di Vasco Rossi. Anzi ti dirò di più, nell’orecchio destro sentivo Vasco Rossi e in quello sinistro Fiorella Mannoia😳
  25. Ernest

    [FdI 2019-2] La rondine

    Ciao @Joyopi il racconto è molto toccante, nonostante le incongruenze che sono già state evidenziate, si legge in maniera vorace.
×