Vai al contenuto

Lizz

Sostenitore
  • Numero contenuti

    2.303
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    3

Lizz ha vinto il 14 gennaio 2017

Lizz ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

1.114 Più unico che raro

Su Lizz

  • Rank
    Ufolle psicotropa
  • Compleanno 21/09/1994

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Veneto
  • Interessi
    Troppi e troppo volubili per essere fissati su pixel!

Visite recenti

11.255 visite nel profilo
  1. Lizz

    A.A.A. Cercansi larpers

    Ciao ragazzi! Qualcuno di voi ha mai preso parte a giochi di ruolo live/larp o ha esperienza nell'organizzarli? Cosa ne pensate? Il mese scorso ho partecipato al mio primo larp e, da scrittrice, l'ho trovato incredibilmente soddisfacente. Mi ha regalato quell'emozione che (credo) sognano tutti gli scrittori: venire assorbiti dalla storia che stanno immaginando e perdercisi completamente. Non è che per caso "rischio" di incontrare anche qualcuno di voi a questi eventi? Vi lascio anche una foto, invitandovi a fare altrettanto se ne avete di live passati * w *
  2. Lizz

    L'umano dietro la luce

    Fermi tutti! Com'è che SORRIDETE? Dov'è il cinismo? Dov'è la depressione? Cosa sono tutti quei denti?!
  3. Lizz

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Non conosci @Joyopi
  4. Lizz

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Non vedo l'ora!
  5. Lizz

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    Ghghgh peggio per te che devi leggerteli tutti e tre per valutare se sono appropriati
  6. Lizz

    Lampi di Poesia 1 - Off Topic

    @Nerio pura poesia in prosa Dai, che bella sorpresa! Non vedo l'ora Presumo che sia sempre obbligatorio commentare un'altra poesia prima di postare, giusto...?
  7. Lizz

    Mezzogiorno d'inchiostro 122 - Topic ufficiale

    @Rica Sei un pozzo senza fondo!
  8. Lizz

    Mezzogiorno d’inchiostro 122 - Off Topic

    Durante le Olimpiadi Letterarie trovi anche contest "Per Genere" Forse qui sul WD non si fanno perché se ne trovano già su altre piattaforme?
  9. Lizz

    Mezzogiorno d’inchiostro 122 - Off Topic

    @Poeta Zaza Ciao! Provo a risponderti in modo un po' diverso: il Fantasy è una metafora, una maschera che ti permette di parlare della realtà facendola apparire distante (un po' come si fa a volte in poesia), addirittura "di un altro mondo" , e per questo più facilmente giudicabile. Ad esempio: io scrittrice voglio parlare del razzismo in Italia. Se per farlo scrivessi un racconto "mainstream" (normale, realistico), chi lo legge si potrebbe sentire preso in causa e mettersi immediatamente sulla difensiva; mettendosi sulla difensiva, non riuscirebbe più a valutare l'argomento in modo imparziale. Allora cosa faccio? Sposto tutta la storia su Marte, dove i Marziani non vogliono accogliere i Terrestri in fuga da un mondo marcescente, perché temono di non avere abbastanza risorse per tutti. Magari "costringo" il lettore a immedesimarsi nei Terrestri, a pensare "poveracci, tutta la fatica che fanno per spostarsi dalla Terra a Marte, e poi qui li vogliono rimandare indietro?"; se sono una brava scrittrice, alla fine della storia sarò riuscita a bypassare la parzialità del lettore e ad aprire un po' la sua mentalità in merito all'argomento del razzismo. Questo per dire che il fantasy, la fantascienza, tutti i generi di fantasia, parlano assolutamente della realtà; a volte anche di una realtà più cruda e importante di quella che non si affronta nei racconti tipicamente mainstream. Per farti due esempi relativi a questo MI, trovo che il racconto di @Kuno spiegasse brillantemente la voglia di una persona comune di diventare importante, di costringere gli altri a vederlo e a reagire in conseguenza. Invece che spiegare questa necessità del personaggio con un polpettone noioso, Kuno ci ha regalato un tizio a cui la testa si ingrossa tanto da bloccare il traffico, comunicandoci lo stesso messaggio, ma in modo più godibile. Allo stesso modo, @AdStr ha scritto un """"""fantasy"""""" (una distopia, dai, ampliamo il range delle etichette per i racconti, per favore ) in cui pare che la vicenda si riduca a due guidatori che devono portare merce illegale oltre confine, ma che potrebbe benissimo essere interpretato come la storia di una persona qualunque che vorrebbe uscire dalla massa, dalla corrente che ci trascina tutti, ma che alla fin fine ci riesce. Forse questo genere di racconti viene più apprezzato nel forum perché percepito come più complesso, come una piccola perla che regala non uno, ma due, tre possibili livelli di lettura. Ad ogni modo, molti dei racconti finiti nelle prime posizioni in questo MI sono Mainstream puro, il che indica che, se il racconto merita, il suo merito viene riconosciuto sia che si parli di racconto fantastico, sia che si abbia un racconto realistico. Scusate il polpettone: avrei dovuto scriverci un fantasy per renderlo più appetibile
  10. Lizz

    [MI 122] L'ultima volta

    @Poeta Zaza @M.T. @Kuno @Ernest grazie mille, sono contenta che abbiate apprezzato il racconto :):) (scusate non riesco a togliere il tag di troppo a Ernest qui alla fine :aka:) @Ernest Nessuna coppia lesbica, solo un mio tentativo finito male Sono partita con l'idea di usare un "voi" che includesse tutte le donne, pensando specificatamente a "lui" come cancro al seno: per questo il plurale è al femminile. Poi mi sono incartata con la storia della figlia, però allo stesso tempo mi spiaceva rinunciare al voi... e niente, pastrocchio! Nella versione corretta passo sicuramente tutto al "tu" per evitare interpretazioni a tema gay, che in questo frangente non erano intenzionali Anche se non mi dispiacerebbe creare una versione parallela con un "tu" maschile in cui il cattivo è il cancro ai testicoli, giusto per le pari opportunità Di caratteri me ne avanzavano un bel po', purtroppo mi sono un po' ammosciata nel finale pigro. Con il rifacimento cercherò di rendergli giustizia Grazie! Per fortuna: avevo puntato un sacco sullo sviare, sono felice che sia riuscito E accidenti alle ripetizioni!! Grazie per avermele segnalate Ciao And! Grazie del passaggio *w* Non è che per caso ti ricordi i punti in cui il racconto diventa troppo indefinito? Riguardo al femminile plurale, ti rimando alla risposta a inizio post e mi cospargo il capo di cenere (o come si dice) Grazie per il consiglio sul verbo! E hai assolutamente ragione per quanto riguarda i tempi verbali. Io poi li riduco per pigrizia a "tempi da narrazione al presente" e "tempi da narrazione al passato" Chiedo anche a te di risolvere il mistero della seconda persona plurale leggendo a inizio post E sono contenta che per questa volta tu sia riuscita a non spoilerarti il finale! Ormai noi due ci sgamiamo a vicenda, non c'è più gusto Quello del cinema può essere ViralExperience? Wah mi lusinghi! Anche quello aveva un finale del picchio però Da lettrice, rispondo che capisco e ti do ragione; da scrittrice, ti dico che a volte ho voglia di esprimere la mia anche su argomenti consumati, puramente per la necessità di esorcizzare certi pensieri Grazie Inc Sono stata felicissima di rivederti in azione, ormai mancavi davvero tanto e i MI senza i tuoi racconti non sono lo stesso! Per saperlo, lo sa di certo; c'è solo il timore che chiedendo aiuto a lei che ci è passata, la si costringa a rivivere tutti quei brutti ricordi Grazie mille per le note sui vari punti da sistemare, le condivido tutte! E riguardo alla confusione su maschile/famminile, rimando anche te alla spiegazione a inizio post, in cui faccio le mie pubbliche scuse per il pasticcio creato
  11. Lizz

    Mezzogiorno d’inchiostro 122 - Off Topic

    @Rica Meraviglioso! Ti è venuto d'impeto, o sei stata una giornata a cercare il modo di incastrare tutti i titoli?
  12. Lizz

    L'umano dietro la luce

    @Nerio avevi perso una scommessa o animavi un compleanno?
  13. Lizz

    Egli o lui

    In italiano corrente, potresti usare anche solo "quello". Detestava quando quello la ignorava così, subdolo, ironico, e soltanto per rimarcare la distanza incolmabile tra un dotto uomo di Chiesa e la moglie ignorante di un signorotto di campagna. Anche se "quandoquello" suona malissimo Ogni volta che quello la ignorava così...
  14. Lizz

    Egli o lui

    desueti, od antichi
  15. Lizz

    Egli o lui

    Tutto calcolato, eh! Ritenniti fortunato che già non ti ebbi fatto espellere dallo stivale come uno sassolino insidiosissimo! Andrò a ricontrollare, magari "egli" in realtà lo scrivono solo i friulani Se vuoi ti presto la ristampa: cambia il nome ma non ti allarmare che è lo stesso libro!
×