Vai al contenuto

Steno

Utente
  • Numero contenuti

    21
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Steno

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 25/01/1996

Contatti & Social

  • Skype
    randall_flagg_ita

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio
  • Provenienza
    Lamezia Terme
  • Interessi
    Prova a indovinare...

Visite recenti

1.819 visite nel profilo
  1. Steno

    Martin G. R. R. - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (serie)

    No! Quel librone è il male incarnato! La condensazione di tutti gli stupri editoriali perpetrati da Mondadori contro questa splendida saga, con l'aggiunta di altri refusi e soprattutto dell'appendice che potrebbe essere usata come definizione di "spoiler" su un enciclopedia. Se proprio si vuole risparmiare, allora c'è da armarsi di vocabolario e comprare i libri in inglese (Come farò io a breve, mi sono rotto delle "altierate") e con appena venti euro ti compri i primi quattro. Se invece si vuole l'italiano a tutti i costi, 8,40 euro a libro in edizione economica e amen. Sono la soluzione meno dolorosa per i non anglofoni.
  2. Steno

    Martin G. R. R. - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (serie)

    Finito "La Regina dei Draghi" ho il fortissimo presentimento che passerai per direttissima a "Tempesta di Spade" e da li non riuscirai più a fermarti. Parlo per esperienza personale. P.S. Lem, grazie per il gagliardetto. * lo prende da Lem e lo sventola con tutta la forza che ha.
  3. Steno

    Il libro che avreste voluto scrivere?

    Pochissimi libri mi hanno fatto dire "Cacchio, quanto vorrei averlo scritto io". Tra questi, quelli che mi hanno fatto montare la scimmia in maniera terribile sono stati quelli della saga de "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco" di Martin, i romanzi di Ellroy appartenenti alla quadrilogia di Los Angeles (Eccetto White Jazz) e tutta l'opera del maestro H.P. Lovecraft.
  4. Steno

    Martin G. R. R. - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (serie)

    Finito ora "A storm of Swords". A parte l' "OMMIODDIOCHEFIGATA!" di rito, un paio di considerazioni veloci sulla situazione attuale (Iper spoiler, se lo aprite prima di aver finito di leggere il libro possano gli Estranei portarvi alla dannazione): Basta! Questo libro entra a pieno diritto tra i migliori che abbia mai letto ed è senza dubbio il migliore della saga. Di "A Feast For Crows" ho letto che è una mezza delusione, ma non stento a crederci. Picchi di eccellenza così possono essere raggiunti una-due volte al massimo in una saga di queste proporzioni. E ora voglio solo sapere come andrà avanti.
  5. Steno

    L'ultimo film che avete visto

    Il film è un ottimo prodotto ed è forte di una grandissima atmosfera e di ottimi interpreti. Il mio disappunto nasce nel momento in cui si va a vedere la trama del film che è quasi totalmente slegata dal libro. Comunque si, il libro è abbastanza pesante, soprattutto se non si è abituati ai grandi schemi che propone Ellroy ma ti consiglio caldamente di concedergli una seconda occasione. Temo di stare andando off, quindi la chiudo qui.
  6. Steno

    L'ultimo film che avete visto

    Visto ieri sera L.A. Confidential. Bel film ma con il libro da cui è tratto non c'entra niente (Povero Ellroy), sembra una storia a se con gli stessi personaggi e qualche situazione ripresa qua e la. Magistrale l'interpretazione di Kevin Spacey (Oserei dire, come al solito) e ottima quella di Russell Crowe (E' inutile, Crowe è fatto per le parti da picchiatore ). Insomma, consigliato a tutti gli amanti del noir e del buon cinema, anche se prima sarebbe meglio leggere il libro e non viceversa dato che comunque gli spoiler pesanti ci sono e in un giallo la cosa non è mai positiva.
  7. Steno

    Martin G. R. R. - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco (serie)

    Però c'è da dire che i sopracitati "toni coloriti" non sono mai fuori luogo o inseriti giusto per fare scalpore, ma sono sempre ben amalgamati nel contesto e contribuiscono sia ad un maggiore realismo delle ambientazioni (Dopotutto sono esseri umani, non delle Barbie), sia a impreziosire la caratterizzazione dei personaggi, spogliandoli di ogni etichetta e maschera e lasciando al lettore la possibilità di vedere realmente come sono. La serie tv, invece, da proprio la sensazione che le numerose scene di sesso siano inserite per fare audience (Hanno persino aggiunto un personaggio apposito, una prostituta che per il 90% del telefilm è nuda e intenta a farsi qualsiasi cosa respiri) e non riesce comunque a trasmettere lo stesso pathos dei libri. Le scimmie da bar sono tutt'altro argomento e si rischierebbe di andare terribilmente off-topic. Si potrebbe aprire una discussione a parte sulla svalutazione del fantasy perpetrata dal lettore medio e dall'uomo della strada (Anche se non sono propriamente sicuro che potrebbe mantenere toni tranquilli ). Le Cronache sono state avvicinate, ovviamente, ad un mercato più ampio dalla serie TV (Un po' come LOTR dai film, anche se poi è andato in una direzione totalmente diversa) ed è ovvio che ci siano i geniacci che parlano come uno spot televisivo facendo gli espertoni ma non deve essere motivo di preoccupazione. Comunque sono quasi alla fine di "A Storm of Swords" e posso dire solo una cosa: OMMIODDIO! Spieghiamo meglio (Iper spoiler, se lo apri i tuoi libri di ASoIF si auto-distruggeranno in diciotto secondi):
  8. Steno

    Cosa state leggendo?

    Vai tranquillo che è davvero il migliore della saga, ti divertirai un sacco Finito sia "Tempesta di Spade" che "I fiumi della Guerra" (Letti tutti d'un fiato, allucinante). Ora ho iniziato "Il Portale delle Tenebre". Avevi davvero ragione Salazer. "A Storm of Swords" è davvero il migliore della saga.
  9. Leggendo altri suoi post nella sezione ho avuto modo di notare come io non sia stato l'unico bersaglio della sua brutale franchezza. Comunque il mio non era assolutamente un post votato a far partire un flame del tipo "Ah, non ti è piaciuto il mio testo e sei un ignorante brutto e cattivo oltre che pignolo", tutt'altro. Anzi, nel post precedente l'ho ringraziato per avermi fatto queste segnalazioni che mi hanno fatto notare gli "orrori" del mio taglia e cuci. Il mio disappunto nasceva dal tono del commento, decisamente mortificante (E anche per la definizione di "fan fiction" che mi ha decisamente fatto salire la scimmia, lo ammetto ). Ma come hai giustamente fatto notare siamo qui per ricevere critiche e suggerimenti, per imparare e non per farci carezze e dirci quanto siamo bravi. Farò tesoro dei consigli di entrambi e vedrò di sistemare tutti i dettagli che non quadrano della seconda parte. Scusatemi per l'off-topic fuori luogo e arrivederci per il secondo giro di bastonate.
  10. Uao. Per uno agli inizi è davvero mortificante vedere il proprio testo sezionato in maniera così brutale. Immagino che la cosa faccia parte della gavetta. Tutti gli errori da te elencati sono frutto di omissioni più o meno gravi (E quello delle "luci di emergenza", anche dall'immagine della cripta che si era proiettata nella mia testa, non esattamente buia ma in forte penombra, in cui una torcia per vedere magari dove stai andando è fortemente consigliata) da parte mia. Anche se la cosa può sembrare in qualche modo paraculistica vorrei provare a spiegare il perché di determinate cose. Cominciamo: 1) Spada e cintura: Uncino (Così come Lorch) non è un soldato o un cavaliere e la spada è stata rubata da un armeria (La cosa verrà successivamente descritta) e nella fuga dubito che abbia trovato il tempo di trovare una cintura a parte per la sua arma. L'omissione è stata automatica. E lasciatelo dire, la tua puntigliosità mi sconvolge non poco. O sono davvero principiante io nel perdermi questi dettagli fondamentali o mi devo togliere il cappello d'innanzi a cotanta conoscenza nel trasporto delle armi in epoca medievale. 2) Calzature: No, i suoi stivali sono fasciati in modo da attutire quasi completamente il rumore dei passi, come è uso della Gilda dei Ladri di Roccia degli Oceani (Dettaglio fondamentale omesso, errore mio). 3) Illuminazione: Come ho già detto precedentemente, l'errore nasce principalmente nell'immagine che mi ero fatto della scena, con una cripta debolmente illuminata quel tanto che basta a non dare una craniata ai muri e nel non averlo specificato. Errore mio... di nuovo. 4) Il pezzo di lana: Leggere il punto precedente. Durante il lavoro di taglio per rientrare nei caratteri (Anche se erano molti meno di 8500 continuava a darmi lo stesso errore O_O) devo aver eliminato il pezzo in cui strappa un pezzo della sua mantella. Beh, altro errore mio. 5) La ferita: Leggere il punto precedente. Nel lavoro di taglia e cuci, per rendere la descrizione un po' meno lunga (Purtroppo con scarsi successi) ho castrato la descrizione dei lastroni di pietra, che non sono lisci, ma di pietra grezza e che presenta anche zone acuminate. Nel tagliare questa parte ho purtroppo dimenticato di come Uncino si ferisse. Ennesimo errore mio, che sorpresa. 6) La torcia: Questo suppongo sia un errore che per uno alle prime armi è naturale come il respiro. Ho supposto che essendo caduto a terra, avesse posato la torcia accanto a se in modo da cercare nella bisaccia la pietra focaia. Evidentemente non era così ovvio come pensavo, ci starò più attento. Infine vorrei spendere qualche parola sul tuo durissimo commento finale. Che possa non esserti piaciuto o essere strapieno di quelle inesattezze che comunque agli inizi sono inevitabili è un conto, ma addirittura paragonarlo ad una fan fiction è decisamente mortificante e mi chiedo sinceramente il perché di voler rigirare il coltello nella piaga bella larga che hai aperto con la bella pila di errori che mi hai fatto (giustamente) notare e di cui comunque ti ringrazio dato che a suo modo ogni bastonata è una lezione. Comunque è vero, prima di tentare la strada dello scrittore ero un master di D&D (L'ho anche scritto in un post precedente) ed è stato questo (Ma non solo questo) a farmi tentare la difficile strada del fantasy. Dunque? Devo prenderlo come una qualche specie di insulto velato? E poi, scusami, perché dovrei subire un richiamo se l'opera è originale e non contiene riferimenti agli universi che ruotano attorno a D&D (Il fatto che entrambi rientrano nella categoria Fantasy non è un riferimento) o a qualsiasi altro gioco\videogioco\libro? Forse sono lento di comprendonio e non ci arrivo io, non so.
  11. Steno

    Grisham, John

    Di Grisham ho letto solo "Il Rapporto Pelican". Una lettura gradevole (Anche se non sono un patito del genere), ottima per passare il tempo (Non me ne voglia Rudolph ) ma penso nulla di più. Poi non avendo letto gli altri romanzi non mi esprimo su di essi, ma l'impressione che mi ha dato il sopracitato romanzo è stata questa.
  12. Pensavo peggio, francamente. Vedrò di revisionare più accuratamente la seconda parte del testo ed eliminare le ripetizioni e gli avverbi di troppo. Riguardo alle descrizioni sono sempre molto combattuto tra il descrivere troppo o troppo poco. Durante le partite a D&D (Ebbene si, il tuo allarme nerd non si sbagliava. ) tendevo a farcirne le situazioni che narravo in modo da rendere più vivi e dettagliati gli ambienti in cui i PG si muovevano, quindi devo ancora imparare a dosarle nella maniera corretta nei miei racconti dato che ci sono situazioni in cui magari è necessario descrivere l'essenziale ma mi dilungo troppo (come in questo caso) o viceversa. Comunque, felice che ti sia piaciuto.
  13. Steno

    L'ultimo libro che avete acquistato

    Per questo Natale il signor IBS mi ha regalato oltre ad un volume mancante delle "Cronache del Ghiaccio e del fuoco", anche la tetralogia di Los Angeles di James Ellroy (L.A. Confidential, Dalia Nera, White Jazz, Il Grande Nulla) più Clandestino e American Tabloid.
  14. Steno

    In quanto tempo leggete un libro...

    Io sono un lettore scostante e passo dal non toccare il libro per mesi al terminarlo in una giornata se ci prendo gusto. In media, se il libro è interessante ma non mi prende più di tanto ci impiego una-due settimane (Dipende da quanto non mi prende) per circa 400 pagine.
  15. Steno

    qual è il personaggio letterario che avresti voluto...?

    - In un momento difficile della tua vita, per consolarti: Monsignor Myriel de "I Miserabili". Uno dei pochi uomini di chiesa degni della mia stima, saprebbe guardare a fondo nel mio animo e portarci un po' di luce. - In una partita di Poker: Tyrion Lannister delle "Cronache del Ghiaccio e del Fuoco". Riesce a capire le intenzioni e gli stati d'animo della gente al solo sguardo. E' arguto, furbo e disonesto al punto giusto. Il giocatore di poker perfetto. - Come compagno di banco a scuola: ​ Eddie Dean de "La Torre Nera". Avete presente il compagno di banco dalla battuta sempre pronta che vi fa ridere quando rispondete dal posto? Ecco, lui. - Come Professore: Gandalf. C'è anche bisogno che spieghi il perché? - Durante una rissa: Gimli. Il perché? Picchia come un fabbro. - Nelle giornate d'Estate: Arya e Bran Stark da "Le Cronache del ghiaccio e del Fuoco". A rincorrersi lungo tutta Grande Inverno con Arya e a scalarne le alte mura con Bran. - Contro un tuo acerrimo nemici: Un segugio di Tindalos direttamente dai miti di Cthulhu. Non solo lo perseguiterà fino alla morte, ma anche in tutte le sue reincarnazioni successive. E' fantastico!
×