Vai al contenuto

Folletto

Scrittore
  • Numero contenuti

    65
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

83 Popolare

Su Folletto

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

82 visite nel profilo
  1. Folletto

    La bolla dell'aspirante scrittore e i suoi risvolti.

    Su questo mi trovi d'accordo, sul resto un po' meno. Ricordo le affermazioni di Umberto Eco sul libro cartaceo. Penso che l'editoria continuerà a pubblicare cartaceo, invece la qualità e la scarsità di rispetto degli alberi sacrificati per love story tra vampirelli et similia ho paura proseguirà più forte di prima.
  2. Folletto

    La bolla dell'aspirante scrittore e i suoi risvolti.

    @Marcello Grazie per la precisazione, è importante capire come funzionava qualche anno indietro. Perdonatemi per il messaggio doppio ma l'ho letto dopo avere inviato il post.
  3. Folletto

    La bolla dell'aspirante scrittore e i suoi risvolti.

    @Renato Bruno Sempre colto, incisivo e piacevole da leggere! Purtroppo è vero. Demografia alle stelle e lavoro sotto le stalle. Io non so fino a che punto si possa spingere in questo modo. Io sono un orgoglioso imbrattacarte, proprio così, un imbrattacarte. Mi ha sempre rincuorato l'andare in libreria, sfogliare un libro di un professionista e comprendere il perchè non ho grandi possibilità di essere pubblicato. Vedere pennellate in carattere Garamond per me impossibili mi ha sempre rimesso al mio posto con le orecchie basse. Poi arrivano i bestseller usciti da Wattpad, corri sul sito e leggi l'originale dal vago sapore di acne giovanile e il mondo ti crolla letteralmente addosso. Credo che tutto ciò sconforti molti aspiranti scrittori, se non tutti, almeno chi nella scrittura e nella lettura ci ha sempre visto qualcosa di sublime. Continuo a credere che prima o poi gli aspiranti diminuiranno, forse perchè demoralizzati o forse perchè stufi di pigiare il tasto invio. L'unica cosa che spero non succeda è il crollo ulteriore dei lettori che vedendo pubblicata e pubblicizzata tanta immondizia, alla fine torneranno all'originale televisivo. Folletto
  4. Folletto

    La bolla dell'aspirante scrittore e i suoi risvolti.

    Ovviamente il mio "truffaldini" è rivolto proprio a loro. Quello che evidenzi credo sia la manna di molte pseudo ce. Non ti preoccupare, l' importante è discutere civilmente e senza offendersi vicendevolmente, il colorito poco importa. A parer tuo, era migliore o più qualitativo in termini lavorativi il vecchio mondo editoriale "analogico" o il variegato sistema odierno? Ovviamente auspico una risposta cinica e schietta . Folletto
  5. Folletto

    La bolla dell'aspirante scrittore e i suoi risvolti.

    Non ho detto questo. Ho detto che spesso si rimane semplicemente delusi e in alcuni casi ci si può anche ritrovare di fronte ad un "sistema" truffaldino. Non ho dato dei truffatori ad editor e agenti. Lungi da me accusare un'intera categoria di persone oneste, ci mancherebbe!
  6. Avvio questa discussione sperando nell'intervento di molti addetti ai lavori. È sotto gli occhi di tutti il livello del mercato editoriale odierno: pochi lettori, troppi romanzi, troppe ce, troppi aspiranti scrittori. Eppure tutti noi sappiamo che sull'ultimo punto dell'elenco qui sopra si è formata una vera e propria industria dai colori variopinti. Ce a pagamento, editor improvvisati, agenzie letterarie che chiedono soldi per la sola lettura del testo e via discorrendo. I motivi sono ovvi, ne abbiamo parlato fino a spellarci i pollici sulle tastiere e non voglio ripetermi. Ma la domanda che pongo è la seguente: secondo voi, tutto questo boom di aspiranti scrittori avrà una fine? Se si, che risvolti avrà per tutto quel sottobosco editoriale che si è creato attorno a questa chimera del diventar scrittore? Io penso che prima o poi il gran numero andrà sgonfiandosi, trovo impensabile il credere che si possa continuare ad andare avanti con questo sistema che nel migliore dei casi si rivela deludente, nel peggiore addirittura truffaldino. Aggiungo una domanda per i più incanutiti: è sempre stato cosi? Ovvero, ci son sempre state così tante persone a proporre i propri testi o è un fenomeno più recente? Miraccomando, scrivete numerosi! Folletto.
  7. Folletto

    PrimaRiga - Servizi Editoriali

    La valutazione degli inediti è gratuita o viene richiesto un compenso?
  8. Folletto

    Show don't tell & Co

    Non lo metto in dubbio e ti ringrazio per la precisazione. Io mi riferivo all'idea primordiale del maestro. So che Umberto Eco voleva fare uscire il suo capolavoro in numero assai ridotto e per pochi appassionati. Detto questo, torno a ribadire che non esiste un metodo valido di narrazione.. ne esistono tanti. Io uso lo show don't tell, l 'ho sempre fatto e mi sento a mio agio. Altri usano il "Tell"? Ben venga. Altri usano l'astrofisica? Ancora meglio! L'importante è scrivere una bella storia, che emozioni, che faccia venir voglia di rileggerla altre volte, che ti spinga a sognare sfogliandone le pagine. Folletto
  9. Folletto

    Show don't tell & Co

    Umberto Eco scrisse il romanzo meno commerciale che all'epoca si potesse ideare: lento, pieno zeppo di descrizioni noiosissime, dialoghi così lunghi e altisonanti da sembrare usciti dall'antico testamento. Vogliamo parlare della trama? Un monastero pieno di benedettini che discutono su temi teologici con una terminologia e dei riferimenti che comprenderebbero solo filosofi e storici medievali. Insomma, c'erano tutti i presupposti per far si che negli esuberanti anni '80 quel libro fallisse vendendo 1000 copie a qualche professorone attempato. Beh, oltre ad essere uno dei miei libri preferiti e che ho letto tutto d'un fiato, ha venduto la bellezza di 50 milioni di copie in tutto il mondo continuando ancora oggi a fare scuola. Contenuti fruibili, parche descrizioni, show don't tell, temi semplici.. Possibile che le grandi scuole di marketing e scrittura all'americana abbiano fallito in quel frangente? Si. La scrittura è la cosa più libera che abbiamo, l'unico spazio in cui volare e divertirci per davvero. Non riduciamola ad un cumulo di regole e parametri infallibili, la storia ci insegna l'esatto opposto. Ps: scrivevo sceneggiature, i miei romanzi sono tutti scritti seguendo la regola dello "Show don'tell". Folletto
  10. Folletto

    Vicki Satlow Literary Agency

    Hai in buona parte ragione. E anche vero però, che se come tempi di lettura ci vogliono dieci mesi e più, fai in tempo a diventare vecchio. Significa che se prima aspetti le risposte delle agenzie, poi degli editori grandi, i medi ed infine i piccoli, forse dopo 3-4 anni scopri se il tuo manoscritto era pubblicabile oppure no. Non per fare il sovversivo, ma come dall'altro lato si riservano il diritto di farti attendere mesi e mesi e non darti alcuna risposta in caso negativo, noi possiamo anche permetterci di inviare sia alle Ce che alle agenzie e valutare le proposte in arrivo senza sembrare degli irrispettosi spammatori seriali. Folletto.
  11. Folletto

    Mondadori

    Ciao Mat, ho fatto proprio così. Proprio perchè ho pensato che un lettore esterno non sia per forza ascoltato dalla Ce. Anche loro, immagino, abbiano difficoltà a proporre i manoscritti letti e piaciuti alla redazione. Magari mi sbaglio. *Editato dallo Staff*
  12. Folletto

    Ma le agenzie sono davvero utili?

    Leggere il tuo post è un po come guardarmi allo specchio. Ho sempre detto esattamente ciò che tu dici e sono contento che in tanti la pensiamo così. Aggiungo: e se la smettessimo di regalare soldi a persone che lucrano sui nostri sogni facendo leva sulla nostra estrema ambizione di vedere il manoscritto pubblicato a tutti i costi? La regola base del mercato è che ad una domanda corrisponde un'offerta. Se nessuno gli regala i talleri loro la smettono di fare business e cominciano a fare gli agenti sul serio. Quindi, la colpa è tutta loro o anche nostra che foraggiamo questo mercato?
  13. Folletto

    Mondadori

    Ho inviato anche ad altre ce da cui ho ricevuto parche risposte. Non ho mai pensato di potere pubblicare con Mondadori (e le mie attese sono state confermate ) ma speravo di ottenere un parere sincero e così è stato. Purtroppo non si tratta di una mia amica, quindi la carta me la sono già giocata. Non penso di poterla tediare ulteriormente con altri testi. Per quanto riguarda le altre Ce attendo proposte, chissà se mai arriveranno... dubito. Che io sappia accetta il romanzo in digitale con sinossi allegata. Informati bene sul loro sito o qui sul forum. Folletto.
  14. Folletto

    Mondadori

    Grazie per il complimento ma non ne sono così meritevole. Io ho ottenuto una risposta perchè conoscevo la lettrice in questione, non per un invio alla arcifamosa mail della Mondadori. Non sono così sicuro di aver scritto un qualcosa che possa accostarsi ai gusti della Mondadori (Non so quanto tiri il noioso tema dell'inquisizione basso medievale.. scherzo!). Grazie lo stesso del complimento, io non mi arrendo e continuo a scrivere ugualmente, anche a costo di fargli leggere i manoscritti al mio gatto. Folletto.
  15. Folletto

    Mondadori

    Figurati, nessun coltello. Assolutamente si. Io ovviamente ho sintetizzato notevolmente la mail che ho ricevuto, ma il succo rimane quello. Io penso che l'abbia considerato valido come libro ma non per Mondadori. Insomma, bel romanzetto ma non all'altezza dei loro standard. Pazienza. È il miglior risultato che ho ottenuto e me lo tengo stretto, non sono per nulla scoraggiato, solo un pochino deluso per non essere riuscito a conquistarla fino in fondo. Folletto
×