Vai al contenuto

Aster

Scrittore
  • Numero contenuti

    177
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

104 Popolare

Su Aster

  • Rank
    Scribacchina

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna

Visite recenti

530 visite nel profilo
  1. Aster

    WriteUp Site

    @DanZacNon posso che confermare. Tienici informati su come procede il tuo lavoro, per favore. Io sono in fase di correzione bozze, vi terrò aggiornati.
  2. Aster

    Monetti Editore

    Personalmente, trovo sospetta tanta rapidità. Controllate bene il contratto, specie quel che dicono su tiratura e promozione, e magari cercate di capire se hanno davvero letto il vostro libro. Nel dubbio, usate la sezione dei contratti editoriali, controllate il fac simile che vi è postato e confrontatelo con quello che avete in mano, e non firmate mai se non siete sicuri d'aver capito ogni punto.
  3. Aster

    Cultura nel 1700

    @arbok di nulla! Se t'interessa il personaggio di una vedova, puoi dare un'occhiata alla commedia La vedova scaltra di Goldoni. Dello stesso autore, nei Rusteghi trovi un'idea della condizione femminile. Nella Trilogia della Villeggiatura hai uno spaccato della borghesia medio-alta della Livorno del 1700.
  4. Aster

    Cultura nel 1700

    Un malato mentale era considerato una vergogna e chiuso in casa. I casi limite finivano in istituti lager. Puoi farti un'idea guardando Amadeus o Marianna Ucria. Circa le ragazze: libertà non ne avevano molta, e la situazione dipendeva anche dalla famiglia stessa, più o meno retriva. Città o campagna facevano anche la differenza. Le eroine della Austen, ma siamo ormai verso il 1800, si concedono lunghe passeggiate in campagna. Leggendo Goldoni si capisce che le ragazze non potevano uscire da sole, e comunque uscivano poco. Per le commissioni si affidavano a una cameriera. Anche le sposate erano soggette al controllo di mariti e, in casi limite, figli maschi adulti. Secondo i Rusteghi la donna sta in casa, punto. Ma sono considerati retrivi, vecchio stampo. La donna che godeva di maggior libertà era la giovane vedova che avesse però il carattere di mandar al diavolo padri, fratelli e zii che osassero imporle ubbidienza. Tieni però presente che una vedova doveva stare per anni nel lutto più stretto, e quindi solo dopo parecchio tempo la dipartira del coniuge poteva godere un po' di meritata libertà. Ripeto, c'erano usi e restrizioni diversi a seconda dei luoghi. Età per sposarsi? 15/18, quelle che si sposavano oltre i 20 erano vecchie.
  5. Aster

    WriteUp Site

    @Kikki, mi spiace davvero che tu abboa avuto questa esperienza. So che Francesca è stata molto occupata, e mi ha detto che durante le ferie si è portata via del lavoro da fare. Probabilmente ha avuto troppe cose per la testa. Adesso credo sia tornata a casa, nei prossimi giorni prova a farti viva con lei. In bocca al lupo, facci sapere come va.😘
  6. Aster

    WriteUp Site

    Firmato il contratto (chiarissimo), ho appena inviato le bozze che ho corretto. Ho anche avuto la possibilità di disegnare la copertina e dare le indicazioni per i colori. Mi è stata ri-inviata colorata dal loro grafico. Il risultato finale mi piace davvero molto. Confermo il fatto che sia una CE free. Fanno editing. L'impaginazione e il formato del libro mi piacciono, e apprezzo il fatto che usino un carattere lineare che può essere letto facilmente anche dai dislessici. Sono madre di dislessico, la faccenda mi sta davvero a cuore. Ho trovato @Francesca Maria Pagano molto gentile e disponibile: abbiamo fatto una lunga chiacchierata al telefono, siamo rimaste in contatto via mail e whatsapp. Sono davvero entusiasta della collaborazione, e a giudicare da quel che riferisce @Espera non credo proprio che andrò incontro a brutte sorprese. Vi terrò senz'altro aggiornati.
  7. Aster

    Letture: umorismo dell'assurdo

    Un paio di autori non recentissimi ma che a me hanno insegnato molto: Wodehouse e Amurri.
  8. Aster

    Dubbi sui Contratti editoriali

    @Xal se non ho capito male, il punto 1 riguarda il numero minimo di copie che per conttatto l'editore deve stampare. Se sul contratto è scritto ad esempio 300 copie, e l'editore ne stampa solo 200, è inadempiente e l'autore può considerare nullo il contratto. Il punto 2 non mi è mai capitato su un contratto, ma direi significhi che le modifiche apportate in fase di editing appartengano all'editore. Se l'autore propone il libro ad altra CE non può sfruttare l'editing già fatto, per cui occorrerà rifarlo. Idem per la traduzione. In ogni caso, aspettiamo pareri più autorevoli del mio.
  9. Aster

    Elzebet bathory

    Posso consigliarti un vecchio libro: Alla ricerca di Dracula di Radu Florescu, edizioni Sugar. Parla dei vampiri in generale e c'è un capitolo sulla Bathory. Anche se vecchio è ben documentato, magari lo trovi su ebay.
  10. Aster

    Dubbi sui Contratti editoriali

    @JumpedCatè una clausola che io mi ritrovo in un paio di contratti: impegna appunto a non pubblicare con altri romanzi e/o racconti dello stesso genere o addirittura con gli stessi personaggi. In ogni caso, prima di proporre ad altre CE i miei lavori (di genere diverso) io mi faccio rilasciare due righe di liberatoria. Non si sa mai.
  11. Aster

    La Ruota Edizioni

    @Snufkin: il mio è una parodia horror, non facile da piazzare perchè appunto umoristica. Ho avuto apprezzamenti da varie CE, con aggiunta di "purtroppo", e via con i motivi per cui non lo volevano pubblicare. Genere insolito, insomma. Mi spiace davvero aver detto di no a questa CE, che stimo molto, ma avevo già firmato con altri; chissà che in futuro non ci sia una collaborazione proficua. Mai dire mai.
  12. Aster

    La Ruota Edizioni

    Mi hanno mandato una gentilissima proposta di pubblicazione, ma purtroppo sono già in trattativa con altra CE. Rifiutare mi è davvero dispiaciuto. A ottobre penso manderò loro un altro lavoro.
  13. Aster

    Adiaphora Edizioni

    A me hanno risposto negativamente in poco più di due mesi! Il lavoro doveva fargli proprio schifo.
  14. Aster

    Plesio Editore

    Inviata la sinossi a fine febbraio, avuta mail di conferma di avvenuta ricezione e stop. A quanto pare ci mettono parecchio a rispondere anche per una sinossi, per cui rimaniamo in attesa.
  15. Aster

    Biplane Edizioni

    A me hanno risposto negativamente in poco più di una settimana, altre risposte negative in tre... @Charles1 mettiamola così: aspettare può essere di buon auspicio.
×