Vai al contenuto

Lucio Siciliano

Scrittore
  • Numero contenuti

    105
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

34 Piacevole

Su Lucio Siciliano

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

288 visite nel profilo
  1. Lucio Siciliano

    Edizioni e/o

    Anch'io ho fatto in tempo a inviare la mia proposta editoriale a questa CE. Ho ricevuto una mail automatica di conferma. Chissà se mi risponderanno... Almeno, noto con piacere che si sono aperti alla narrativa italiana. Fino a qualche tempo fa pubblicavano soltanto narrativa straniera, e non mi stavano simpatici, ovviamente🤣.
  2. Lucio Siciliano

    Narrativa straniera e narrativa italiana.

    Secondo me sono proprio questi i problemi su cui focalizzare l'attenzione. Esiste un sistema dei media che decide cosa deve passare e cosa no, che cosa "va di tendenza", se mi passate l'espressione, e cosa deve essere soffocato. La stessa libertà di scelta tra una merce è un'altra rischia di essere una mera parvenza, se già a monte vengono operate delle scelte. In tal modo, i gusti dei consumatori vengono orientati subdolamente in una direzione piuttosto che in un'altra. Tutta la letteratura straniera di consumo, e anche la musica è i films, sono dei palliativi, prodotti pieni di messaggi subliminali che conservano il sistema economico in cui viviamo uguale a se stesso. La gente viene consolata dai films e letteratura di massa dai suoi fallimenti esistenziali. Le produzioni americane, in questo, la fanno da padrona. Ci sono films e libri la cui trama pare fatta apposta per veicolare messaggi subliminali. Non succede questo, se si sceglie un autore italiano, perlomeno autori che vogliono essere indipendenti, sottrarsi alle logiche di mercato. Non tutti scrivono mettendoci dentro le "americanate", e magari è ancora possibile che certi libri facciano riflettere la gente è la facciano muovere... Per come la vedo io, sarei favorevole a provvedimenti restrittivi delle pubblicazioni straniere. A una CE che pubblica prevalentemente libri di autori stranieri direi:"d'accordo, puoi farlo, ma la metà dei libri che pubblichi deve essere di autori italiani." Imporre delle quote non è una brutta cosa, perché qui si tratta di tutelare non solo il nostro mercato, ma la sanità mentale dei lettori e degli spettatori. Volete dirmi che a nessuno di voi è mai capitato di storcere il naso dinanzi a certe produzioni americane? O di dire, di fronte a un libro:"bella schifezza,piena di effetti speciali e cliché abusati, confezionata solo per far soldi"... Il fatto che poi certi autori italiani si appiattiscono su cliché stranieri mi dà il voltastomaco. Proliferano come funghi cloni di Ruiz Zafon, di autori di fantasy e di altre porcherie del genere. Un po' come certi gruppi musicali italiani, che cercano di clonare gli stranieri. Spero di non essere andato off topic, ma il problema posto in questa discussione ne richiama trasversalmente altri, per forza di cosa. Le preferenze dei consumatori sono, purtroppo, orientate dall'alto, e che la gente prenda consapevolezza di ciò e si opponga, sarebbe importante. Sarebbe anche un passo, oserei direi, verso un Paese più democratico, con un popolo più forte e meno succube del sistema dei media, di scelte prese da altri più in alto di noi.
  3. Lucio Siciliano

    Valentina Cucinella

    Spero non ti abbia chiesto un occhio della testa, per l'editing. In quanto alla rappresentanza, hai detto che è gratuita, ma Valentina ti ha specificato presso quali CE intende rappresentarti?
  4. Lucio Siciliano

    Valentina Cucinella

    In effetti, se si guarda bene il suo sito internet, pare che la Cucinella abbia organizzato le presentazioni dei libri, più che essere l'agente di taluni autori. In questo, non ci sarebbe contraddizione col fatto che dica di non volersi gloriare degli autori che rappresenta. Però la cosa è un po' ingannevole. È come se avesse messo su un po' di foto con personaggi cui può essere a vario titolo legata... E uno che le guarda ne ricava l'impressione che rappresenti parecchi autori. Di certo, pare che abbia rappresentato due autrici presso Ianieri e uno presso la Watson. Di più, difficile dire. Sarà anche che è un'agenzia giovane. Assumo che la signora Cucinella abbia cominciato con le presentazioni dei libri, o con attività connesse, e abbia poi deciso di aprire un'agenzia. Io son sempre curioso di sapere cosa mi risponderà... Cosa ci stava, nel lettore CD? Ah, già, il disco di Masini... Spero di non doverglielo dedicare...🤣
  5. Lucio Siciliano

    Hoepli

    Ma infatti il mio testo era già formato... Però mi hanno risposto così, e nemmeno io ho capito bene😐.
  6. Lucio Siciliano

    Hoepli

    Tempo addietro li contattai, inviando loro quanto indicato sulla pagina dei manoscritti. Qualche giorno dopo mi risposero con mail, dicendomi che non potevano "seguirmi durante la redazione del testo", e che perciò declinavano la mia proposta. A parte il fatto che almeno ottenni una risposta, credo che Hoepli sia uno di quegli editori che difficilmente pubblicano esordienti😞.
  7. Lucio Siciliano

    Sellerio

    Nemmeno io ho ricevuto conferma del mio invio☹️. E ho inviato un estratto proprio nei primi di agosto.
  8. Lucio Siciliano

    Argento Vivo Edizioni

    Mi hanno risposto che la mia opera non rientra nelle loro linee editoriali. Dovendo fare delle scelte, mi dicono di no. Almeno mi hanno risposto, seppur dopo parecchio tempo, però, visto che il mio era un saggio, forse potrebbero specificare meglio, sul loro sito, che tipo di proposte cercano. Ci sta scritto che accettano anche "saggistica", ma poi, a guardar bene il loro catalogo, primeggiano altri generi. L'indicazione è un po' generica...
  9. Lucio Siciliano

    Valentina Cucinella

    Ciao, ma poi hai più saputo altro? Come evolve la cosa?
  10. Lucio Siciliano

    Valentina Cucinella

    Pubblicità a me non ne compare. A parte l'apostrofo, però, io ti inviterei a leggere gli articoli e le interviste che ha rilasciato. Direi che sono tutte piuttosto "dirette", anche se con qualche parolaccia... Non se se lo fa apposta! Magari fa parte del personaggio! Io, dal canto mio, sono più allusivo. Prometteva di darmi un riscontro entro il mese passato, e mi è parsa sincera. Però, ahimè, non ho ancora ricevuto risposta😥... Spero che non decida di "eclissarsi" un'altra volta. Nel dubbio, dentro al lettore di CD tengo ancora il disco di Masini... Quello del 93, per intenderci... Se mi manda una scheda di lettura, come promesso sul suo sito, lo sostituisco volentieri con altro😃; altrimenti, mi sa che premo il ditino sulla prima traccia e gliela dedico col cuore...🤣
  11. Lucio Siciliano

    Valentina Cucinella

    Dopo un lungo silenzio radio, sono stato ricontattato a settembre. La signora Cucinella si è scusata per l'attesa, assumendo di essere stata molto impegnata. Mi ha promesso risposta nell'arco di un mese. Sono curioso di sapere, a questo punto, che ne pensa del mio testo. Le avevo già dedicato un paio di brani di Marco Masini, come si può arguire dai miei post più sopra... ma a quanto pare avevo parlato troppo presto. Vediamo se è possibile rimediare con un adagio, o con un lento con brio, più vicini, di certo, ai miei gusti musicali.😃
  12. Lucio Siciliano

    Narrativa straniera e narrativa italiana.

    Non credo che la maggioranza dei lettori legga più autori stranieri di quelli italiani. Per quanto mi riguarda, se l'autore straniero scrive letteratura di consumo, io non lo leggerò mai. Posso leggere Musil o Joyce, letteratura di qualità insomma, ma ho in odio tutte quelle CE che pubblicano prevalentemente o soltanto autori stranieri. Sarebbe meglio che chiudessero proprio bottega, perché invadono il mercato del libro con merci di bassa lena, e soffocano per giunta gli esordienti italiani. Perciò, in linea di massima, tra un autore italiano e uno straniero, io preferisco quello italiano. Faccio così con tutte le merci, perfino con il latte al supermercato: se non c'è la bandiera italiana stampata sopra, non lo compro. Alla faccia del mercato comune e dell'UE, che ci fa importare merci straniere di bassa qualità danneggiando i nostri produttori. Se ci pensate bene, è così anche per i libri... Inutile dire che mi sento assai poco "europeo"...
  13. Lucio Siciliano

    IoScrittore

    Credo di avercelo anch'io. Tuttavia, non credo che gli darò un voto alto.
  14. Lucio Siciliano

    IoScrittore

    Ecco la perla del giorno: NG, indizi: vecchio all'ospedale, schedina vincente, parenti serpenti. Dico io, come si può scrivere 119 volte "ca**o" in poco più di duecento cartelle? Per non parlare del resto... Una fucina di parolacce e contorsioni mentali senza fine... Un altro bel "romanzo" degno di essere fra i trecento...
  15. Lucio Siciliano

    Divergenze Edizioni

    Auguri Elisa, sono contento per te😃! Ma è stata così dura la fase di revisione? A me, finora, han chiesto soltanto una correzione di bozze, non pesante, direi. Sarà che ogni testo, naturalmente, necessita di interventi diversi. Posso chiederti quali altri passaggi hai dovuto affrontare?
×