Vai al contenuto

simluc

Utente
  • Numero contenuti

    24
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

7 Neutrale

Su simluc

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Maschio

Visite recenti

2.437 visite nel profilo
  1. simluc

    II edizione premio nazionale di letteratura Neri Pozza

    Ma se provassi a porre la domanda lì su Facebook? Secondo voi mi cancellano dal premio, da tutti i social network e verrò anche denunciato alla Procura?
  2. simluc

    II edizione premio nazionale di letteratura Neri Pozza

    Io ho messo che parteciperò, ma non sono un finalista. Almeno che io sappia.
  3. simluc

    II edizione premio nazionale di letteratura Neri Pozza

    Sinceramente non mi pare uno scandalo se una casa editrice sceglie di pubblicare solo un certo tipo di generi e di escluderne altri. E' la linea editoriale, e quella di Neri Pozza è di pubblicare molto raramente romanzi di 'genere' (che, tra l'altro, io scrivo). Il che non significa considerare spazzatura tutto il resto, ma fare delle scelte, come è normale che sia per qualunque industria culturale.
  4. simluc

    Robin

    Non è ancora passato il periodo per la prima rendicontazione. So solo che alcune copie da Feltrinelli e da Arion sono state vendute. Le stesse Feltrinelli e Arion in cui, quando i parenti andavano a chiedere il mio primo libro, si sentivano rispondere che la casa editrice non esiste. E vi assicuro che ha un decente distributore e una storia più che decennale.
  5. simluc

    Robin

    Posso riportare la mia esperienza diretta (già so che non verrà apprezzata, ma tant'è). Dopo aver pubblicato il mio primo romanzo con un piccolo editore free, al quale sarò per sempre riconoscente per la preparazione, per la sua storia personale e professionale (straordinaria, ve lo assicuro) e per avermi fatto accedere a questo mondo, anche la MIA esperienza di vita è cambiata. Ho infatti aperto una piccola libreria, e lì ho capito TUTTO di distribuzione, promozione, vendita e ho deciso che, se non avessi voluto per sempre vendere i miei libri agli amici con l'aggiunta di qualche copia che per una certa dose di fortuna qualcuno comprava, l'unica strada era quella di pubblicare con una casa editrice distribuita da uno dei tre colossi (Mondadori, RCS e Messaggerie) o da PDE, "semicolosso". Fatti i consueti tentativi di invio alle case editrici free da loro distribuite (che so essere più un 'proforma' che altro), ci ho provato con la Robin. Ben sapendo cosa sarebbe successo. Ed è successo. L'editore ha letto personalmente il manoscritto e mi ha risposto, dicendomi che il mio romanzo avrebbe potuto accedere alla loro collana più nota e prestigiosa (in cui sono pubblicati degli autentici maestri del noir e del giallo italiano, sebbene mai abbastanza riconosciuti in giro), ma che avrei dovuto apportare delle modifiche importanti. L'ho fatto. L'editore ha apprezzato (c'è voluto tempo), e mi ha proposto la pubblicazione con acquisto di copie. Su questo, ciascuno ha le proprie opinioni, e non voglio aprire dibattiti. Posso soltanto dire che il mio romanzo non solo è stato promosso e distribuito, ma che era presente in diverse Feltrinelli e Arion, in tante librerie indipendenti, che è stato segnalato sulla cronaca cittadina di Repubblica (abito in una città molto grande... la più grande), che è stato iscritto a premi letterari con invio di copie da parte dell'editore. Dimenticavo: l'editing è stato effettuato, sia pur leggero (ma ricordo che mi era stato chiesto di cambiare il romanzo in una certa direzione già prima). Personalmente non sono pentito, e sono anzi contento della scelta fatta. E, se l'editore vorrà, pubblicherò il seguito ancora con loro. Aggiungo mie considerazioni personali, da autore e da libraio: 1. Forse passerò per pessimista, ma vi assicuro una cosa: ho scritto un giallo di accettabile valore. Come ce ne sono tanti, pubblicati da tante case editrici (anche le più grandi). Ebbene: se non hai fortuna (molta), se non sei bravo ad intessere relazioni (e a me non piace, non mi interessa e non voglio farlo: ho rapporti diretti con case editrici di prestigio assoluto, ma non ho alcuna intenzione di sfruttarli per proporre i miei romanzi), allora togliti dalla testa di pubblicare con una casa editrice grande o media. I soldi sono pochi, troppo pochi, perché abbiano spazio romanzi di medio valore se non sono spinti da fattori che con la letteratura non c'entrano nulla. 2. Non prendetevela con l'editore se il vostro libro non va a scaffale: non si vendono. Non si vendono e basta. Da libraio provo a consigliare, quando mi viene richiesto, un libro che esca dalla cerchia dei soliti noti. Non si vendono. Il mercato è occupato da pochi grandi gruppi, e per gli altri ci sono le briciole, e con quelle devono provare a campare. Quasi mai riuscendoci. E ve lo dice uno che ha riempito gli scaffali di medio-piccoli, e che però campa con i grandi e con la scolastica. Detto ciò, mi taccio, nella speranza di esservi stato utile. (purché non mi diate dello sprovveduto per aver pubblicato con la Robin... 'fesso' lo accetto, 'sprovveduto' no... perché coi libri ci campo e un pochino so come funziona... :-D )
  6. simluc

    Nerinchiostro

    I vincitori verranno avvertiti prima? (chiamasi strategia di avvicinamento... :-D )
  7. simluc

    Arduino Sacco

    Non ho esperienze dirette, ma proprio oggi sono stato alla loro libreria a Roma (che poi è la Rinascita di via Savoia, che se non ho capito male hanno preso in cogestione), e posso solo testimoniare che lì ci sono i loro libri, e che la persona con cui ho parlato mi ha detto che a Roma hanno una sorta di 'corner' in alcune librerie. Poi non so...
  8. simluc

    Instar libri

    Anche se dicono che al momento non li accettano, posso testimoniare che li leggono e rispondono nel giro di un paio di mesi. Negativamente, nel mio caso. :-D
  9. simluc

    Fanucci Editore

    A livello di pubblicazioni siamo, a mio avviso, ai massimi livelli, soprattutto per quanto riguarda fantascienza e noir. Rispetto al discorso di riuscire a pubblicare con loro, invece, non saprei, anche se francamente se mi capitasse l'occasione sarebbe un sogno.
  10. simluc

    Nerinchiostro

    Ci sono novità?
  11. simluc

    0111 Edizioni

    Dopo una settimana di lunghe riflessioni, ho deciso di rifiutare l'offerta della Zerounoundici e di accettare quella di un'altra casa editrice, un pochino meglio distribuita, che qui è classificata fra quelle 'a doppio binario', ma non mi risulta più avere il binario a pagamento, e in ogni caso il mio romanzo è nel binario giusto.
  12. simluc

    Adelphi

    Io l'ho inviato in cartaceo, e mi hanno risposto dall'indirizzo 'redazione'. Non so...
  13. simluc

    Adelphi

    Confermo che rispondono. Il mio romanzo, inviato in cartaceo, lo hanno bocciato dopo circa tre mesi. La mail è in ccn, quindi fanno l'elenco di tutti coloro che hanno mandato un manoscritto non accettato e inviano un messaggio unico. :-)
  14. simluc

    0111 Edizioni

    Mi hanno proposto la pubblicazione. Il contratto è "normale", sorprese non ce ne sono. Ora penserò se accettare o meno. :-)
  15. Io ho ricevuto la loro scheda una mesata fa: l'esito è stato negativo, ma devo dire che la scheda è estremamente accurata, sia nel sottolineare gli aspetti positivi che nel mettere in luce quelli negativi. Insomma, credo che se si vuole un giudizio sul proprio lavoro si tratta di un canale molto valido.
×