Vai al contenuto

Kikki

Moderatore
  • Numero contenuti

    3.639
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Kikki

  1. Kikki

    Falena, la balena

    @Unius mi piacerebbe davvero che qualcuno lo illustrasse, per il momento non ho cercato né domandato niente a nessuno anche perché non conosco poi tanti illustratori. Immagino che sul forum ci sia la discussione adatta all'argomento. Cercherò! Grazie mille per il tuo commento.
  2. Kikki

    Ciao a tutti

    @perseveranza e @Lemmy Caution grazie del benvenuto e degli auguri! Che sia un nuovo anno di soddisfazioni scrittevoli per tutti noi!
  3. Kikki

    Anchor

    In bocca al lupo!@GiuliaShumaniTutanka
  4. Kikki

    Anchor

    Ciao @GiuliaShumaniTutanka vedi che alla fine sei una vecchio stile?! Come nell'altro racconto di Brunilde anche qui sei piena di formule antiche, come la maniera che hai di mettere sempre gli aggettivi prima del sostantivo. Bello e strappalacrime il racconto, o la lettera, molto intimista. Alcuni commenti, tutto personale quindi da prendere con le pinze: che mi porta oppure per stare sul poetico antico che mi conduce chi sono. Chi eravamo. di dolore toglierei lui o il cappotto diventa molto protagonista, ma forse è voluto metterei un punto e virgola dopo il fantasma per dare più enfasi toglierei io toglierei io e tu lo so che lo sai mi sembra pericoloso, e se provassi con so che ne sei consapevole Louis, torna indietro. Torna da me.? Il mio tentativo: Avevamo delle tende che chiudevamo per estraniarci. Per amarci lontano dal mondo. Che domanda semplice e umana! mi sembra che qualcosa non vada. Mi sembra fuori contesto la frase che dice che la vita ci ha spezzato, o io non la capisco, non capisco a cosa si riferisce mi piace molto questa immagine ma farei finire la frase a ricordi Lascia sfiniti questo testo, è così sincero e disinibito. A rileggerti!
  5. Ciao @Renato Bruno io personalmente da un corso voglio che mi costringa a scrivere. Cerco l'ultimatum e la scadenza, tutte cose che non riesco a darmi da sola, cerco qualcuno che restringa le mie possibilità e metta un po' d'ordine in tutti i miei pensieri. Sentirmi dare delle linee guida mi aiuta a razionalizzare i progetti di scrittura che ho in testa e per cui non riesco mai a trovare il tempo. In più mi dà struttura, proprio nel testo e nella costruzione di una storia. Mi sento molto dispersiva e disorganizzata sia nelle idee che nella pratica e dover seguire alcune regole mi aiuta. Ahahaha, forse dovrei andare da uno psicologo!
  6. @sefora ho chiesto a Langue & Parole e sembra che da gennaio ci siano novità nella sezione bambini. Guardando in giro però non ho trovato niente di specifico e né on line né presenziale. Se a L&P ripropongono il corso mi sa che lo frequenterò di nuovo perché mi era piaciuto molto.
  7. Kikki

    Quel diavolo di mia moglie Brunilde

    Ciao @GiuliaShumaniTutanka ho letto il tuo racconto e anche i commenti e sono rimasta molto sorpresa perché a me è piaciuto. Chiaramente ha una chiave classica che non potrebbe funzionare in un testo più lungo, ma io trovo invece che dia ironia a un racconto breve come questo. Mi ha dato l'idea del Decamerone, con quei racconti pieni di morale e di personaggi sfigati che non potevano proprio opporsi alla propria natura e ai propri mali. Trovo azzeccato tutto, sia stile che lessico che struttura proprio perché sento che è voluto e credo che funzioni. Ho comunque da fare qualche osservazione, come sempre, del tutto personale: Metterei Svelto! e solamente una volta, mi sembra più in tema con l'ambientazione sostituirei urlare con qualcosa di più fantasioso come tipo abbaiare e userei il presente. Faccio un tentativo: "abbaia Brunilde con le guance rosse di rabbia" sostituirei eran con stavan o anche stavano "È mai possibile che debba sempre dirti tutto?" "Oh! Quell'odioso donnone!" Io le farei dare del voi, in fondo una volta così si faceva e sottolineerebbe ancora di più il tono Troverei un'alternativa per ritirare i viveri che mi fa pensare all'esercito o a una spedizione nel deserto Questa frase avrebbe potuto essere più incisiva, in fondo è qui che prende la decisione di "cambiare vita" Lascerei una riga di spazio tra queste due frasi per creare anche uno stacco visivo. Non mi convince neanche "Era passata una settimana da quando..." ma in questo momento non ho un'alternativa da proporti La fine mi ha fatto sorridere. In generale il tuo racconto mi ha fatto sorridere. In generale credo sia un buon esercizio provare a scrivere in stili diversi, secondo me avresti dovuto esagerare ancora di più sullo stile. Però a me è piaciuto. A rileggerti, buone feste
  8. Scusa @sefora forse mi sono espressa male ma cerco un corso che non sia rivolto ai bambini ma agli adulti che vogliono scrivere per loro. Continuo a cercare, grazie per il link!
  9. Ciao a tutti, qualcuno conosce un corso on line di scrittura per l'infanzia? Ne ho fatto uno anni fa con Langue & Parole ma non lo fanno più e non trovo niente di specifico per bambini.
  10. Kikki

    Falena, la balena

    Buongiorno @Floriana , grazie per le tue parole! Falena non da del lei, in teoria è Assam che si chiede quelle cose. MI sa che è meglio metterlo in altro modo se non si capisce scusa sono andata a rileggere, a me sembra ancora che si capisca perché prima parla Assam che racconta a Falena cos'è successo e poi in teoria le domande le pensa. Grazie @Eilidh per il tuo commento, anche io amo molto le fiabe e le favole ma mi sembrano tutte banali e tutte scritte da adulti per bambini, nel senso da adulti che vogliono insegnare qualcosa ai bambini. Questa non è tutta farina del mio sacco, l'ho inventata insieme a una mia amica che ha appena compiuto i 5 anni.
  11. Kikki

    La scelta

    Grazie @Roberto Ballardini dei tuoi commenti anche se non li condivido tutti. Sono d'accordo sulla sovrabbondanza dei che ma trovo che altre tue correzioni tolgano l'intimo che io sento in queste scene. Però è ovvio che io lo sento perché l'ho scritto io, sarebbe bello se lo sentisse anche chi legge. Lo stacco di Caterina voleva solo essere un segno del passare del tempo ma forse non funziona perché prima lo uso per cambiare personaggio. Il racconto comunque è autentico, è successo davvero. Grazie mille ancora, molto utile vedere la tue versione delle mie frasi, me le fa guardare in tutt'altro modo.
  12. Kikki

    La scelta

    *Racconto cancellato su richiesta dell'utente*
  13. Kikki

    Cosa state scrivendo?

    Io sto scrivendo la seconda e la terza storia di una collana di libri per ragazzi sul bilinguismo. In realtà il bilinguismo è una scusa e protagoniste sono vecchie storie e leggende di un'isola greca. Ho scritto un racconto lungo o un romanzo corto, non so, che in teoria è il secondo della fila. Ora non riesco a decidermi se continuare con il 2 o con il 3 e se far diventare uno di questi il numero 1. Insomma, un gran pasticcio che mi fa finire a scrivere tutt'altro.
  14. Kikki

    Falena, la balena

    Ciao @Adelaide J. Pellitteri grazie per il tuo commento! I numeri sono le pagine, mi piacerebbe che ogni didascalia stesse in una facciata, o in due in base alla lunghezza, con un disegno. Per ora di illustrazioni non ce ne sono e io è meglio che non ci provi neanche se no diventa horror. Comunque io non sono molto convinta della fine, la trovo affrettata anche se non mi viene altro da aggiungere che non sia una farcitura superflua.
  15. Kikki

    Falena, la balena

    Grazie mille @camparino
  16. Kikki

    La piazzetta

    Ciao @Elisah15 La prima volta che ho attraversato la piazzetta è stato cinque anni fa. Mi sembra più scorrevole. È va accentato non apostrofato. Mi piace molto l'incetta di marmi e tramonti Dopo tanti anni almeno fino a quando durerà la siccità La mia proposta: Dopo tanti anni, oggi sono tornato nella piazzetta. Tra i ciottoli la luce del giorno illumina cicche di sigarette ed escrementi di colombi. Il tritone ha smesso di sputare acqua; almeno fino a quando durerà la siccità. Da questo punto in poi userei il presente. In fondo poche righe più sopra dici: Dopo tutti questi anni, oggi sono tornato... Mi piace aprendo un sorriso, è inusuale Il tuo testo è molto evocativo e intimo. Vedo le luci ma avrei aggiunto odori e calore, proprio del sole intendo. In generale credo che avresti un risultato migliore con delle frasi più corte e semplici, però il tuo piccolo racconto si concretizza in immagini. Ho trovato delle espressioni strane, o che a me suonano inusuali, tipo e quella che ho riportato più sopra: Ha mosso la testa aprendo un sorriso. Suonano come se venissero da un'altra lingua. Le trovo molto belle e originali Scusa la curiosità, ma di che città si tratta?
  17. Kikki

    Dove si sta in due si sta anche in tre.

    Ciao @Nanni , intendevo: metterei due punti o punto e virgola. Scusa, non avevo capito che lo intendevi come incipit di un racconto più lungo. Probabilmente l'ultima frase sarebbe divertente davvero se ci fosse un continuo. Alla prossima
  18. Kikki

    Dove si sta in due si sta anche in tre.

    Questa frase di apertura non mi continua a far tornare a rileggere ma non capisco se non mi funziona l'ordine delle caratteristiche fisiche o la punteggiatura. Faccio una prova, anzi due:Mara era magra, aveva i seni piccoli, era bionda e molto chiara di carnagione; non era per niente vistosa. Mara non era per niente vistosa: era magra coi seni piccoli, era bionda e molto chiara di carnagione. Metterei : o ; al posto della tua virgola. Le manca la sua amica del cuore... Sostituirei svagata con distratta o sfuggente o sulle spine Toglierei la virgola tra fare e adesso Quello che sta in fondo alla tua via? sbarrò Quando avevano smesso di guardarsi? potresti aggiungere una frase per far abbassare gli occhi a una delle due. Scoppiarono a ridere insieme ed esclamarono: Ciao @Nanni è il primo testo tuo che leggo quindi non so fare paragoni. Mi dà l'impressione che tu avessi un'idea e che poi te la sia scordata. Tipo che hai scritto solo il ricordo a grandi linee della tua storia. Secondo me va sviluppato e potrebbe essere uno spin off di un racconto erotico, omosessuale o meno, o anche di tutt'altro. L'ultima frase secondo me va eliminata oppure devi continuare a scrivere. In questo caso però c'è poco spazio per così tanta gente e credo che avrebbe più impatto farlo finire a Dividiamocelo!
  19. Kikki

    La scelta

    Grazie @Ella F. ho seguito alcune delle tue osservazioni e ho modificato il testo.
  20. Kikki

    The revenge

    semplificherei con non solo come, ma anche dove ho l'impressione che ci siano un po' tanti avverbi Il testo in sé mi dà l'impressione di essere stato estratto da una storia più lunga, come se ci fossero sia un prima che un dopo e che tu abbia deciso di far vedere uno spaccato. Trovo molta affinità con le descrizioni che fai, tanto che non ho letto il testo ma l'ho visto. Scusa ho visto ora il commento sugli avverbi.
  21. Kikki

    Rosa Hernandez e lo spazio tempo

    Bellissimo, mi è piaciuto molto, mi ha fatto sorridere e anche ridere piano piano. Evviva le nonne!
  22. Kikki

    Ciao a tutti

    Grazie a tutti del benvenuto @Luna @AryaSophia @SoulMeetsBody @Skorpiòs @gecosulmuro
  23. Kikki

    La scelta

    Grazie per il commento @camparino
  24. Kikki

    Non respira più

    Ciao @Ella F.sei il mio primo commento, quindi porta pazienza. Mi è piaciuto il tuo racconto, mi ha sorpresa, mi ha fatto prima rilassare ed elettrizzare per la libertà improvvisa dal lavoro e poi mi ha gelata dentro con In generale non sono d'accordo sul tempo verbale che mi crea troppa distanza, avrei usato il presente, faccio una prova: Apro gli occhi e, ancora prima di alzarmi dal letto, decido di andarmene al parco a leggere. È primavera inoltrata e il sole fuori dalla finestra sembra suggerire, ammiccando, che la giornata si prospetta troppo bella per passarla al lavoro. Secondo me la parte sul call center è troppo lunga e non funzionale alla narrazione, insisterei di più sull'atmosfera di pace e tranquillità che fa da contrappeso al macabro del finale. Il finale è troppo corto, anche se non saprei suggerirti come allungarlo ma io lo avverto troncato, come se avessi corso fino lì per poi trovarmi di fronte un muro. Non so se si può fare ma io metterei i pensieri in corsivo. La mamma psicopatica mi piace molto, me l'hai fatta vedere, non so perché l'ho immaginata vestita come le donne in un quadro della de Lempicka con una carrozzina stile inglese piena di pizzi.
×