Vai al contenuto

Adelaide J. Pellitteri

Scrittore
  • Numero contenuti

    2.136
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Adelaide J. Pellitteri

  1. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] MEMEnto mori

    metterei le virgole al nome di Giacomo Racconto davvero fantasioso, surreale, ironico, tragico. Ma sai che sei bravo?
  2. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] La baia

    Frasi come questa, secondo me, vanno riviste, snellite e riproposte senza ripetizioni. A prescindere, in generale è sempre meglio evitare troppi "forse" (il lettore ama le certezze, non i dubbi). Anche Kikki ti ha suggerito alcune semplificazione che sicuramente giovano alla prosa. A parte questo, il racconto è molto bello una storia con tre personaggi, tutti principali. L'anziano con i ricordi da mantenere vivi, il ragazzo che deve riprendersi la vita e il bambino che va incontro alla vita. Ricordi per il primo, impegno per combattere le avversità il secondo, sogni per il terzo.
  3. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Novembre 2003

    @Brutus neanche a me importa della lunghezza di un racconto, il tuo trasmette certamente le sensazioni di doloroso smarrimento per la situazione vissuta, eppure sento che qualcosa da migliorare ci sarebbe. Ti suggerisco che a guardare il testo si nota subito l'effetto "muro", non c'è un solo a capo. Le descrizioni sono molto chiare, forse anche troppo, infatti mi è mancato il picco di fantasia letteraria, la forza di una frase inusuale, non so se riesco a spiegarmi. Mi è piaciuta invece la storia che alla fine verte sul dispiacere per l'amore lontano, molto in linea con l'età della ragazza. Alla fine è anche naturale che a lei premano più i suoi sentimenti che non i problemi degli altri.
  4. Adelaide J. Pellitteri

    Il segreto della vita

    @Poeta Zaza ho letto con attenzione e trovo la tua poesia semplice quanto efficace. Pregna di valori: sentimento, capacità di donarsi senza per questo essere certi di un ritorno, aspettative. I tuoi versi portanno con sè una nota nostalgica (forse perché il senso di maternità sta cambiando?), e mi è piaciuta molto.
  5. Adelaide J. Pellitteri

    Maschere e pistole

    @Plata un racconto che prende, trascina. Molto bello La voglia di farla finita, il suicidio interrotto dal suono del campanello gli lascia la voglia di uccidere, uccidere, uccidere. Ed ecco che la rapina diventa il suo sfogo di rabbia, l'opera la finirà dopo, il colpo per sé riuscirà a darlo. Il flashbeach sulla ragazza mi piace anche se non ho capito bene. Il ragazzo cui si riferisce è il tuo personaggio principale? Questo spiegherebbe anche perché lui voglia suicidarsi. Sarà stato piacevole anche per lui ma ha capito che per lui non c'è futuro, lui e un mostro strafatto e basta. Ma quel buco in testa, che richiama il suicidio di prima, mi confonde. Interessante lettura
  6. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Straordinaria amministrazione

    @Edu scrittura accattivante, da: una parola tira l'altra. La storia? Nell'insensatezza ci anneghiamo, che poi sia diventata acqua (per affogarci dentro tutti) è solo potere della narrativa. Mi sa che il tuo personaggio non si è ancora svegliato dal sonno, ha solo cambiato sogno, infatti la tipa in sella alla bici ritorna risalendo il canalone. Sei stato formidabile nei dialoghi, ho sentito la voce del Superiore, visto l'imbarazzo dell'anziano, la corte d'assise condominiale...
  7. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Il Paccochilofano

    @Ghigo Bravo, racconto scritto davvero bene, piaciuto tantissimo. Bello quando si legge e se pure qualche domanda resta in sospeso, al lettore non frega assolutamente nulla. Significa che il racconto è riuscito a sorprenderci senza farci storcere il naso.
  8. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Nuovo arrivo allo zoo

    @camparino racconto nelle tue corde. Gradevole, ironico e finale a sorpresa.
  9. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] È morto lo zoo, viva lo zoo!

    Bravo @Macleo, pezzo molto simpatico e ben riuscito.
  10. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Il Pappagallo Toledo

    @Macleo eccomi qua, grazie per esserti fermato a commentare. Chiariamo subito: si tratta di un testo surreale per il semplice fatto che è il pappagallo a condurre il racconto con il suo pensiero e le sue aspettative. L'unico nome vero è quello dello zoo (per quanto il testo pretenda di essere surreale, un minimo di realtà attendibile rientrava nelle mie intenzioni). Rispondendo a Kikki ho spiegato che un paio di frasi avrebbero salvato il tutto (non ho avuto il tempo di inserirle in modo attendibile e mi sono inguaiata), ma ormai è fatta, questo è e questo ci dobbiamo fare bastare.
  11. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Homo sapiens

    Refuso : tiro Il paragrafo nell'incipit non mi sembra molto spontaneo. La parte migliore del testo comincia da Da qui tutto procede con maggiore scorrevolezza. Il tuo racconto è basato su una narrazione più tragica, rispetto a quello di @camparino, e forse alleggerito un po' potrebbe renderli più incisivo. Qui ad esempio, non che non vada bene, ma snellire così: ma ormai sono sveglio e c'è poco da fare. A questo proposito mi torna in mente proprio la newsletter di @Ambra_Rondinelli di ieri, che ricordava: perché preferisci i nomi ai verbi? Cioè, perché allungare una frase quando basta un verbo? Detto questo, il racconto rimane un ottimo testo. Angosciante quanto basta.
  12. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    Grazie infinite, il problema è che peggioro di volta in volta
  13. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Il Pappagallo Toledo

    @Kikki grazie per essere passata per prima. Certo un'aggiustatina potrei ancora darla. Ma in due ore non ho potuto fare di meglio (letta la traccia alle 12,30, ho avuto subito il titolo in testa, ma le mani al racconto le ho messe alle 21,00). Hai visto il gran casino che ho combinato per postare? Da sbellicarsi dalle risate, quindi chiedo venia. In riferimento alle tue giuste osservazioni ti dico che mi era balenata l'idea di scrivere che dopo la cattura il Brikman avesse spifferato al telefono la destinazione dell'esemplare, ma non ho saputo gestire le frasi ed ho preferito tagliare. Poi. Quando Toledo si rende conto che in giro c'era il Brikman avevo pensato di scrivere "era tornato" in modo da suggerire il fatto che già lo conoscesse. Ma anche qui, fretta e paura di sbagliare. Sappiamo bene che aggiungere una sola parola implica ulteriori spiegazioni, eppure mi sarebbe bastato davvero poco per migliorare il testo; le idee c'erano tutte.
  14. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Il nuovo esemplare

    @Bango Skank un racconto raccapricciante. Passato e futuro si intrecciano, la storia si ripete. Il pericolo dell'odio fomentato da chi dirige, che fermenta nel petto di chi ha sempre bisogno di accusare gli altri. Narrazione cruda ed essenziale, ottimo stile, macabro e lucido, scorrevole. Ho notato che il discorso diretto del gerarca non lo hai messo tra le virgolette (basse se volevi farcelo ascoltare in diretta, slte se volevi lasciarle come parte della narrazione fatta Marco), è di sicuro una scelta, ma non so se è del tutto corretta. Qualcuno che ne sa di più ci illuminerà. Qui hai fatto bene ad usare "imparo" al posto di "insegno" mostri il suo errore di base. Un tipo violento e ignorante, incapace di discernere umanità da mentalità. Bellissima la scelta della poesia. Bravo
  15. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Adelaide J. Pellitteri mito assoluto! Stavolta ho riso davvero... Non credevo di potere arrivare a tanto, ebbene sì, ho scoperto un mio nuovo talento. Ora non vorrei peccare di presunzione, ma credo davvero che: come me nessuno.
  16. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Emy avanzerò la proposta. In compenso rido da mezz'ora. Ok, adesso vado a nanna.
  17. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Befana Profana grazie il tuo sostegno è vitale.
  18. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    Secondo me, invece, mi devo mettere in testa di non partecipare affatto, sono una neglia, diciamolo. Ti ringrazio, a mente serena analizzerò il tuo suggerimento e se riuscirò a capirlo, prometto, lo applicherò.
  19. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 132] Il Pappagallo Toledo

    Bene, ho sbagliato anche il tempo verbale dell'ultima frase: Prova ( e non provava)
  20. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Kuno grazie infinite, mi sa che per il prossimo MI mi dovrò avvalere di una badante. Il WD ne fornisce?
  21. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Befana Profana chiederò la classifica dei penalizzati, sarò in testa
  22. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    Nooo, questo è davvero troppo
  23. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    @Marcello, non ho speranze
  24. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    Niente da fare, ho sbagliato anche questa volta. Ho dimenticato la dicitura MI 132, @swetty ti prego puoi provvedere? La fretta mi frega sempre.
  25. Adelaide J. Pellitteri

    Mezzogiorno d’inchiostro 132 - Off Topic

    Ok, ci sono anch'io e se ho postato tutto correttamente, sarebbe la prima volta! Quindi mi aspetto due punti premio (dopo tutte le penalità che mi sono beccata sarebbe il minimo).
×