Vai al contenuto

Adelaide J. Pellitteri

Scrittore
  • Numero contenuti

    983
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

170 Strepitoso

Su Adelaide J. Pellitteri

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

856 visite nel profilo
  1. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 122] Importante è chi blocca il traffico

    @Kuno che bel racconto. Davvero geniale! Un uomo vive il suo momento di gloria, non importa se è diventato un fenomeno da baraccone, avere gli occhi di tutti puntati addosso riesce a farlo a farlo sentire importante (e felice) come mai gli era accaduto nella sua vita di "uomo normale e banale" quale era. Ti faccio tutti i complimenti del caso. Una fantastica metafora.
  2. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 122] Via libera

    bellissima chiusura. Ho apprezzato molto l'uso della seconda persona, dà un senso di straniamento, simile al distacco dell'anima dal corpo. Tu (personaggio) che ti osservi riprendendo la scena in una visione extracorporea (appunto), durante il dialogo segui il filo dei ricordi. Poi c'è la storia, il carico misterioso da portare a destinazione per il bene futuro di tutti, la ricompensa promessa. Segue la percezione che il mare possa offrire la libertà, ma ci sono sogni che durano solo un attimo, il tempo giusto di concepirli senza, per questo, realizzarli. Bravo.
  3. Adelaide J. Pellitteri

    Presentazione del libro Donne fino a epoca contraria

    Fino a
    Presentazione presso l'Auditorium RAI Sicilia - Palermo A conversare con me ci saranno Clotilde Alizzi e Alessio Castiglione, lettore Gualtiero Sanfilippo. Dalla quarta di copertina: Mi fu difficile, ma alla fine compresi: la straniera ero io.
  4. Adelaide J. Pellitteri

    Cuore di drago

    perfetto devi usarlo nella forma di aggettivo, capisco che narcisista è proprio brutto, la frase perde la musicalità, devi trovare un'alternativa. Vanesio, potrebbe andare. Racconto bello e triste, l'esercito avrà vita facile a strappare il cuore al drago, in lui è già morto con la sua bella. Ciao e alla prossima.
  5. Adelaide J. Pellitteri

    Ciao a tutti

    @San benvenuta, ogni nuovo iscritto è vita per il forum
  6. Adelaide J. Pellitteri

    Mi presento

    @Valerio Boffardi sei nel posto giusto, confronto e crescita vanno di pari passo.
  7. Adelaide J. Pellitteri

    Mi presento

    @Samantha11 benvenuta
  8. Adelaide J. Pellitteri

    Novità 2019 al Writer's Dream

    Ok, grazie @ElleryQ
  9. Adelaide J. Pellitteri

    Novità 2019 al Writer's Dream

    E nemmeno io. La mia impostazione notifiche prevedeva già che ricevessi le mail e invece...(forse non avevo salvato la richiesta). Vabbè, come faccio a ripescare la mail e a partecipare al sondaggio? Santo @Nikoaiutami tu.
  10. Adelaide J. Pellitteri

    Novità 2019 al Writer's Dream

    E nemmeno io. Vado a cliccare sul messaggio di @Niko e mi metto al corrente.
  11. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 122] Un Natale da morire

    @paolati pezzo che coinvolge per la sua tragica realtà, si percepiscono i sentimenti, la paura, la rabbia, la solitudine, la compassione. il fatto che lei abbia già affrontato situazioni analoghe lo rende ancora più realistico. Adoro la "vita vera" che emerge da un testo, mi incolla allo scritto. Leggerti è sempre una soddisfazione .
  12. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 122- fuori concorso] Potrebbe succedere anche a te

    @_Mari_che bel racconto! Emozioni condivisibili, perché la vita è sempre lì a farti scoprire cose di te che non conoscevi, come la voglia di essere felice che esplode alla prima occasione. Brava.
  13. Adelaide J. Pellitteri

    [MI 122] Il tinku: la forza e la danza.

    beh, per i cristiani è morto uno solo, di boliviani e muore uno all'anno. Capisco che alludevi al patto ma... @Rica pezzo scritto benissimo che ci mette davanti all'impossibilità di accettare un'altra cultura. Possiamo giudicare, atterrire, ma non comprendere. Brava come sempre.
  14. Adelaide J. Pellitteri

    Chi resta [revisionato]

    Mi piace. Il tema libertà senza radici mi sta molto a cuore perché è una realtà che abbiamo sotto gli occhi e la tua metafora, con questo racconto, che potrebbe rientare nel genere fantascienza, mi pare azzeccatissimo. Ho trovato molto bella la frase in cui mostri Julien che si attarda a lisciare gli incavi smussati (quando asciuga le tazze). La libertà di rimanere (che adesso ci viene negata se non impedita) è la Vittoria di Jlien sulla "libertà" di propaganda. Mi piace anche l'età che hai scelto per la tua protagonista, ho potuto confrontarla con gli adolescenti di oggi: diventano presto adulti senza essere mai cresciuti. Le ali di suo fratello rappresentano un altro tassello importante, non sono le sue! La scia del vento da seguire è la moda, la corrente che piuttosto che seguire li (ci) attrae e trascina a piacimento. L'unica certezza è quella di Non sapere dove li porterà. L'illusione di una meta li sosterrà nel loro eterno peregrinare. Senza poter più mettere le radici (e l'argomento è così ampio e planetario che ne potremmo parlare ad oltranza) leggendo ho immaginato, infine, un cielo pieno di anime vaganti con gli occhi puntati nel Vuoto a rincorrere il nulla. Che dirti? Mi è piaciuto tantissimo.
  15. Adelaide J. Pellitteri

    L'arte del Marioni

    @Rominaqu ciao ti rispondo qui visto che mi hai commentata sotto un altro racconto (non ti preoccupare, capita quando si muovono i primi passi nel forum). Sono contenta che ti sia piaciuto. Catturare un lettore è come fare goal in una partita importante.
×