Vai al contenuto

caipiroska

Scrittore
  • Numero contenuti

    671
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di caipiroska

  1. caipiroska

    [N20-2] Fatti di niente

    Ciao @paolasenzalai , quanta delicatezza in questa poesia! Hai fatto un buon lavora: si percepisce davvero la penombra in quello che hai scritto, quel posto scomodo dove non si riesce a definire bene la realtà. Brava!
  2. Un romanzo che ha un buon sapore, che rimane impresso per la leggerezza della scrittura, per la profondità di ciò che dice e per la magia nascosta tra le righe, la magia buona, quella delle favole e che si nasconde dietro gli occhi di chi è capace ancora di riconoscerla. Come un grande classico questo libro ha la capacità di far entrare dentro la storia il lettore, ed è stato bello lasciarsi scuotere come una canna al vento, dal vento delle emozioni che soffia tra le pagine. Complimenti @Tiferet , hai tutta la mia stima!
  3. caipiroska

    [N20-2] Haiku

    Ciao @Almissima , da quello che so (poco) gli haiku hanno regole abbastanza rigide sia come metrica che come messaggio. Su questi aspetti sorvolo, perchè non ci ho mai capito granché, quindi non credo di esserti utile con il mio commento. Leggendo le tue parole ho percepito però un filo di tristezza che la carpa, con il suo guizzo, non riesce a stemperare, e malinconia nel sottolineare che il ruscello è "mio", come a voler dichiarare l'importanza di una vita intera che non riesce a fluire come vorrebbe, ma comunque fiera di "essere" ruscello.
  4. caipiroska

    [N20-2] L'albero del male

    Ciao @Lizz & @Pulsar , Mi piace molto questa poesia, intensa e feroce nella confessione di questo terribile augurio. In una manciata di righe avete descritto con efficacia gli orribili recinti che vengono costruiti intorno alle persone dal rapporto malsano con coloro che, invece dovrebbero amare. Complimenti!
  5. caipiroska

    [N20-2] Cenere

    Ciao @Gianfranco P , chi commenta il primo giorno dell'anno è esonerato da qualsiasi errore! (Sei mattiniero, io mi sono alzata poco fa e sono al primo caffè...). Grazie a tutti per il passaggio!!!
  6. caipiroska

    La salvatrice di libri orfani - Laura Baldo

    Invece l'ho letto davanti al camino! E niente @Silverwillow , quando una ha il crimine dentro c'è poco da fare: questo libro è un colpo di scena dietro l'altro fino al finale, dove regali a tutti un pò d'umanità! Una pecca: è troppo corto! Mi sarebbe piaciuto davvero leggere di più! Un libro curato, corretto e scorrevole, una storia ben attorcigliata scritta da un'autrice che non annoia mai!
  7. caipiroska

    Trecentoquarantadue

    Quante emozioni in questo libro!!! Una lettura calda, avvolgente, mai banale, come la ricerca del "profumo dell'oro". Un viaggio lungo un libro, tra situazioni insolite, incomprensioni e traguardi da raggiungere e superare. Un libro che rimane impresso, dentro. Complimenti @Daniele R. !!!
  8. caipiroska

    Damnation - Notte eterna

    Non ho dubbi @simone volponi !!!
  9. caipiroska

    Damnation - Notte eterna

    E il 2020 non poteva finire altrimenti: è arrivato il mio Damnation! E vai !
  10. caipiroska

    [N20-2] Non amo il giorno che invecchia nei solchi

    Brava @Poeta Zaza ! Ma con la tua fantasia poetica non avevo alcun dubbio: avresti scritto qualcosa di calzante e accurato. Nella tua poesia ti sei divertita a mescolare con estrema sensibilità tutti gli elementi della foto, in un gioco di rimandi che collega con eleganza le varie componenti dell'immagine. Ho trovato la prima strofa davvero ben fatta e intensa: iniziare la poesia con la rude affermazione Non amo ha acceso subito il mio interesse, che hai saputo tenere ben sveglio per tutto il componimento. L'atmosfera è rarefatta, il tempo pare sospeso: passato e futuro si mescolano in un presente sterile, fermo nell'attesa. I sentieri che portano lontano non vengono seguiti, le nuvole che dovrebbero esistere in quel momento si sfilacciano, mentre solo la luna, con la sua instabilità, porta chiarezza. Una poesia che incornicia alla perfezione il momento di confusione storica e morale che stiamo vivendo.
  11. caipiroska

    [N 20-1] E invece qualcuno si fermò...

    Caipiroska e Silverwillow Traccia di pan di zenzero Il vostro racconto deve avere a che fare con il natale e/o essere ambientato nel periodo natalizio. Potete scegliere il genere e la storia da raccontare. Non è quindi necessario che il Natale sia il tema del racconto. Boa: il racconto deve contenere la parola “barba” o “barbe”. E invece qualcuno si fermò… Le strade di Londra a quell’ora della sera erano un via vai frenetico e allegro: le carrozze passavano veloci lasciando solchi sul manto nevoso, mentre sui marciapiedi una folla colorata si affrettava per gli ultimi acquisti. Agli angoli delle strade piccoli gruppi di persone smorzavano l’aria frizzante dell’inverno intonando allegre canzoni natalizie, e sulla neve brillavano i riflessi delle vetrine appannate. Con il primo arriva la stufa di rame e il caldo tepore che promette… Il cocchiere tirò con cautela le redini al cavallo e accostò in uno spazio libero a lato della strada. Lo sportello si aprì e Sir Arthur scese facendo attenzione a non scivolare. «Allora, Thomas, cosa ne pensi della mia nuova Brougham?» chiese l’anziano rivolto al cocchiere, dando una pacca alla fiancata della carrozza. «Molto maneggevole, Sir. Ideale per la guida in città.» Sir Arthur ridacchiò e si fregò le mani. «Sì, infatti. Credo di aver fatto un affare. Quella vecchia volpe di Harrington questa volta mi ha consigliato bene.» Thomas lo guardò dall’alto della sua postazione e annuì. Sir Arthur si strinse nel cappotto lasciando che la folta barba brizzolata si adagiasse sul bavero come un’esotica sciarpetta. Appoggiò il bastone a terra e inspirò l’aria pungente della sera. «Bene, Thomas, vado a sbrigare le ultime cose. Aspettami pure al pub e prendi da bere. È l’ultimo giorno dell’anno, offro io!» e fece un sorriso al ragazzo. «Grazie, Sir Amberscombe!» «A proposito…» e si avvicinò al ragazzo che nel mentre era sceso «Sai mica se la signora Parker ha preparato la crostata ai mirtilli per stasera?» «Non lo so, Sir.» «Speriamo di sì!» e si battè una mano sulla pancia. Il ragazzo sorrise e rimase a osservare l’anziano sparire tra la folla. Con il secondo appare un albero di Natale con le sue luci brillanti e la promessa di una casa, di una famiglia… Sir Arthur uscì dal negozio e tirò fuori l’orologio dal taschino: le 18. Posizionò meglio il pacco che teneva sottobraccio e sotto la barba sorrise immaginando la faccia che la sua Annabel avrebbe fatto quando l’avrebbe scartato come regalo di compleanno. Ah, Annabel! Una vita insieme e ancora non era sazio di lei. Alzò gli occhi al cielo e il suo sguardo s’incastrò nella croce che svettava sulla cupola della chiesa. “Signore, ti ringrazio per avere lei al mio fianco: due vecchi che ancora si vogliono bene” pensò, ed era talmente assorto nella sua silenziosa preghiera che non si accorse della zingara ferma lì accanto. La donna lo guardò intensamente, gli prese la mano e strinse forte. D’istinto l’uomo fece un passo indietro e il pacco che aveva con sé cadde a terra: la statuina di cristallo al suo interno andò in mille pezzi. «Mi lasci!» urlò l’uomo un po' spaventato. «Miseria!» bisbigliò la donna «Vende l’unica cosa di cui ha bisogno per un misero penny! E nessuno la vuole!» Sir Arthur si dimenò per liberarsi dalla presa della donna, ma lei lo tenne ben saldo avvicinandolo a sè. L’uomo ne percepì lo sgradevole odore e vide gli occhi azzurri della donna spalancarsi e farsi minacciosi. «Ascoltami, uomo» e da quella bocca di denti malfermi un alito caldo colpì l’uomo in faccia «Chiede solo un po' d’amore e tu ne hai tanto ancora da dare, perché sei buono. Affrettati, uomo cieco!» e lasciò la presa. Sir Arthur barcollò e urtò un passante. «Ha bisogno d’aiuto, sir?» chiese lo sconosciuto. «No, io… lei…» ma la donna si tirò lo scialle sulle spalle, attraversò la strada e sparì. Sir Arthur la cercò con lo sguardo, ma non la trovò. Ancora un po' sconvolto si guardò intorno e poi si avviò verso la sua carrozza: si sentiva a disagio, confuso. Nemmeno si accorse di calpestare il pacco che aveva appena comprato, un oggetto molto prezioso che serviva solo a colmare un buco sulla mensola in soggiorno. E nel cuore di sua moglie. Turbato, continuò a camminare tra la gente finché non vide la Brougham brillare dei riverberi delle luci poco più avanti. Thomas era già seduto a cassetta. Cercò di calmarsi e rallentò il passo. Fu allora che con la coda dell’occhio vide una fiammella brillare nel buio di un vicolo. Il terzo sa d’amore, e le sembra che qualcuno stia arrivando a braccia tese verso di lei. Vede il sorriso su un bel viso luminoso: è la nonna che la chiama per andare in paradiso “Eccomi nonnina…” Sir Arthur vide il barlume e si avvicinò. Nel buio della stradina non arrivava niente della frenesia della strada, solo l’eco di canti e risate. La fiammella si spense e un mucchio di stracci cadde a terra; da un lembo stracciato spuntò un piedino, bianco come la neve che lo circondava. «Miseriaccia!» disse l’uomo e si affrettò nel vicolo, chinandosi sul mucchio di stracci e toccando qualcosa che sembrava un corpo, il misero corpo di una bambina. «Ehi, piccolina! Fatti forza!» e la prese in braccio stringendola a sé. La piccola socchiuse gli occhi e alzò la mano tremante fino a toccare la folta barba. «Sembra una nuvola…» bisbigliò la bambina e tra la febbre che la divorava riuscì a fare un timido sorriso. L’uomo spalancò gli occhi e si alzò tenendo l’esile corpo tra le braccia: quella riga triste che le graffiava il viso era lo stesso sorriso che ricordava sul volto di sua figlia Claire prima che chiudesse gli occhi per sempre. Sir Arthur uscì dal vicolo e urlò a Thomas di preparare la carrozza e di precipitarsi dal medico. Nel vicolo rimasero solo alcune scatole di fiammiferi usati.
  12. caipiroska

    [N 20-1] E invece qualcuno si fermò...

    Ciao @Alba360 , grazie per l'attenta lettura e i preziosi consigli! Ah, ah, è vero, ma lo sai che non ci avevo fatto caso?
  13. caipiroska

    [N20-1] Quel che resta di un'estate

    @Pulsar &@Lizz , mi è piaciuto proprio questo giro temporale che avete scelto di descrivere: gli amori fanno dei giri immensi e poi ritornano... cantava qualcuno qualche anno fa. Il vostro fa addirittura un viaggio interstellare e torna dopo una ventina d'anni con il carico di dolce malinconia che porta con sè.
  14. caipiroska

    [N20-1] Gelino Ganega e la sete nel mondo

    Gran bel racconto @Freedom Writer !!! Credo che la definizione "un uomo di sette anni" si addica benissimo al bambino. Complimenti per come scrivi, per l'originalità e per la scelta dei nomi!
  15. caipiroska

    [N20 - 1] Eppur si muove

    Ragazze siete state davvero in gamba! Una traccia complessa, con molti limiti e davvero cattivella. Un volantino lasciato su un tavolo ha il potere di avvicinare due mondi opposti: molto romantico
  16. caipiroska

    [N20-1] La pietra di Papanice

    Ciao @@Monica &@Kiarka , siete un vulcano di creatività! Cacca di renna (di Babbo Natale, mica una renna qualsiasi!) ritrovate in Calabria... Geniale! Bravissime, imprevedibili e spiazzanti!
  17. caipiroska

    [N20-1] La cena

    Gran bel racconto, complimenti! Ammetto di essere rimasta piacevolmente spiazzata dal finale e infatti sono qui che me li immagino ancora avvinghiati a mordersi il collo reciprocamente. La parte centrale è un filino abbondante: senz'altro serve a preparare il terreno per la rivelazione finale, ma credo comunque che, un pò sfoltita, avrebbe un effetto migliore (a mio parere, certo!) Brava @Almissima !
  18. caipiroska

    [N20 - 1] Una ribellione piccola piccola

    Un racconto intenso, sospeso. Non c'è rabbia, non ci sono azioni: Simona se ne sta seduta sopraffatta dal gesto che ha compiuto. Forse ha dovuto trovare dentro di sè una forza impensabile per fare quello che ha fatto e rimane lì, svuotata e quasi incredula. Ho trovato molto interessante come riesci a far trasparire il suo smarrimento senza nemmeno accennarlo, la sua confusione nascosta dietro pensieri razionali. L'uomo sulla Harley è solo un simbolo di libertà: figurati se dopo la sua esperienza ha voglia di un altro uomo accanto! Bel testo @ivalibri !
  19. caipiroska

    [N-20-1] Preliminari

    Quando si dice di prendere alla lettera qualcosa... Vi hanno chiesto di descrivere il primo bacio e voi avete proposto il primissimo. Non ci avrei mai pensato! Complimenti@Bestseller2020 & @ViCo per questo racconto originale e divertente!
  20. caipiroska

    [N20-1] Occhi su Giada

    Traccia o non traccia, boa o non boa, io ho letto un gran bel racconto. Non ci si sbellica dalle risate, è vero, la polvere e quella mano sul pacco sono disturbanti, i personaggi sono alienati, ma tutto di sicuro rientra nel grottesco. Complimenti ragazzi!
  21. caipiroska

    [N 20-1] E invece qualcuno si fermò...

    @mercy ,@Macleo ,@julia1983 @aladicorvo ,@Komorebi ,@Lizz , grazie a tutti del passaggio e delle belle parole! @Ghigo Ci siamo trattenute tantissimo! Grazie per aver apprezzato!
  22. caipiroska

    [N20-1] La stirpe degli uomini dei

    Ciao @Mafra , sei riuscita a far brillare una traccia molto tecnica: hai giocato con la follia, con l'ossessione e ne sei uscita con questa grande prova. In alcune parti forse sei un po' troppo abbondante e la lettura si appesantisce, ma la curiosità di scoprire dove vuoi arrivare tiene alta la curiosità. Complimenti!
  23. caipiroska

    [N20-1] Presto scoppierà un temporale

    Ciao @Komorebi , magnifica la sensazione di elettricità nell'aria che ho percepito durante la lettura: il nervosismo dei tre è palpabile, quasi concreto. Spieghi, in modo semplice e convincente, le dinamiche di un rapporto a tre arenato da anni di prevedibilità, descritto senza filtri dai pensieri stessi dei protagonisti: lei che usa il bagno solo la domenica (poveretta!) e che è pure stitica di sentimenti è spettacolare! Complimenti!
  24. caipiroska

    [N 20-1] E invece qualcuno si fermò...

    Ciao @Gianfranco P prima di scrivere il brano sulla fiammiferaia, ho letto un po' qua e là qualcosa sul tema. Ti riporto questo frammento, che dovrebbe essere una specie di riassunto della morale. Quale messaggio vuol trasmetterci la favola della piccola fiammiferaia? Qual è la morale? La protagonista di questa storia vive tra persone che non si curano di lei, che non mostrano alcuna attenzione alle sue necessità, né alle sue potenzialità (rappresentate dai fiammiferi). Il calore dovrebbe essere l’obiettivo principale della piccola fiammiferaia, lei invece cerca di vendere i fiammiferi, la sua fonte di calore, e con il passare del tempo si congela... In effetti tutto questo non traspare dal testo, altrimenti sarebbe diventato un'altra cosa, ma ti ringrazio per la lettura accurata e per aver sottolineato la parte forse più importante del comportamento della bambina: il testo che ho letto è più lungo e articolato e spiega (in maniera un po' fumosa in realtà...) cosa vuol trasmettere il testo. Quindi: lei vende per un penny (ma nessuno la considera) ciò che in realtà può salvarla (il calore) perchè vive in una realtà dove le hanno detto che quello è l'unico comportamento da adottare e non vede altra soluzione per la sua situazione. Quando decide di ribellarsi a questo accende i fiammiferi e rimane fatalmente ammirata dall'illusione che creano. O qualcosa di simile... Grazie per il passaggio!
  25. caipiroska

    [N20-1] A letto con Babbo Natale

    @Ghigo ,@Mocher siete stati davvero in gamba. Originale e molto divertente!
×