Vai al contenuto

retoric@

Lettore
  • Numero contenuti

    162
  • Iscritto

  • Ultima visita

4 Seguaci

Su retoric@

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 06/07/1987

Informazioni Profilo

  • Genere
    Non lo dice

Visite recenti

858 visite nel profilo
  1. retoric@

    I misteri di Silent Peak – Capitolo 1

    Ciao @MeStesso70, ho l'impressione che tu abbia sbagliato sezione, il tuo testo non mi sembra un racconto autoconclusivo ma un incipit che quindi andrebbe inserito in Racconti a capitoli. In attesa del parere di uno staffer lascio un commento-non commento, l'ambiguità mi salverà da eventuali infrazioni al regolamento (oh ma perché ho così paura di infrangere il regolamento? ) La premessa è interessante, complimenti, mi hai lasciata in bilico e coinvolta nella storia anche se tutto è appena accennato. Occhio alle virgole, in diversi punti ne ho sentito la mancanza. Sono molto curiosa di leggere le descrizioni della foresta, e di ciò che di oscuro e inquietante vi accadrà...
  2. retoric@

    Richieste cambio Nome Utente o Cancellazione Account

    Grazie dell'accoglienza ragazzi 😊🤗 @bwv582 sono lusingata 😁
  3. retoric@

    Richieste cambio Nome Utente o Cancellazione Account

    Buonasera staff, ho visto ora questa discussione e temo di aver commesso un qualche tipo di infrazione modificando il mio nome utente senza prima farne richiesta. Quindi rimedio segnalando che @retoric@ corrisponde al profilo il cui precedente nome utente era Ella F. e torno a nascondermi nel mio angolino...
  4. retoric@

    Il conte Armando della Mezzaluna

    Ciao Kasimiro. Il tuo racconto mi ha incuriosito, l'ho trovato affascinante nonostante (o forse proprio per questo!) mi abbia lasciato un po' di incertezza e qualche dubbio non risolto. L'incipit incentrato sul bruco mi è piaciuto, è stato quello a catturare il mio interesse, e ho molto apprezzato il cambio di prospettiva: ho visualizzato l'ampliamento della scena come in un'inquadratura cinematografica. L'hai scritto in modo efficace. Una cosa che invece mi ha fatto storcere il naso sono le due rime, volontà/potrà e bruco/buco. Personalmente non amo le rime da filastrocca, ma capisco che si intonano con il contesto della "favola". Tuttavia ne fai un uso talmente sporadico da apparire casuale. Secondo me o le metti in tutto il testo, dandogli quindi una cifra stilistica ben precisa, o non hanno alcun senso. Passando alle note più prettamente sintattiche e grammaticali: Usi i due punti due volte nella stessa frase. Non è un errore in termini assoluti, ma a mio parere meglio evitarli poiché danno l'idea di un eccesso di spiegazioni. Altrui significa "appartenente ad altri". Relativamente al punto a fine frase: di solito (ma credo dipenda dalle norme redazionali) se c'è un segno di interpunzione all’interno della caporale di chiusura, non è necessario il punto fermo all’esterno. In generale toglierei tutti i punti in coda alle singole battute all'interno del dialogo, ma questa è un'opinione non supportata da alcuna certezza teorica. Anzi, se qualcuno conosce regole più precise in merito, mi farebbe piacere sentirle. Dopo i puntini di sospensione ci va lo spazio. Ti è sfuggita una maiuscola. Più in generale ho notato alcune incongruenze che forse potresti risolvere aggiungendo alcuni chiarimenti in merito. Ad esempio: il conte racconta di essersi svegliato bruco e aver trovato un bigliettino con un incantesimo, ma nel libro invece si legge di un intervento divino che lo trasforma in crisalide, ma sempre in forma umana! Qual è la versione corretta? Sono due cose accadute in sequenza? Se non dai una spiegazione più completa si perde la logica degli avvenimenti. Un altro dettaglio che perplime è il passaggio del conte da cattivo a buono, non inteso come arco di trasformazione del personaggio, ma in quanto alla valutazione che ne dà il narratore: inizialmente lo descrivi come malvagio e senza scrupoli, tanto che il popolo sente il bisogno di salvare la sua anima, ma poi fai intuire che il suo dispotismo era l'unico modo per far funzionare le cose, la sua cattiveria necessaria affinché tutti vivessero in armonia. Potrebbe essere utile allora mettere in luce che si tratta di una percezione degli altri personaggi. E poi non ho colto appieno il significato del finale, ma, come ho detto all'inizio, questo fa parte della bellezza del tuo racconto. Alla prossima!
  5. retoric@

    Rossella

    @AdStr perdona l'immane ritardo, ormai è chiaro che anche la mia presenza qui sul forum ricorda parecchio un moto ondoso Grazie, grazie di cuore per il tuo apprezzamento. Sono veramente felice che il racconto ti sia piaciuto. Ho ponderato a lungo ogni parola, ogni immagine, e l'ho fatto avendo bene in mente le tue osservazioni riguardo all'utilizzo di cliché. Spero di essermi avvicinata a quello stile di scrittura più maturo a cui aspiro e che i tuoi (i vostri) commenti mi aiutano a elaborare passo per passo. Gli aggettivi invece mi fregano sempre... non che non mi accorga di usarne troppi, il problema è che mi piacciono troppo! E alla fine, pur di non toglierne nessuno, preferisco sempre correre il rischio di appesantire la lettura. Prima o poi imparerò a dosarli meglio @LuckyLuccs ti ringrazio per il bellissimo commento! Sapere di essere riuscita a emozionare con le mie parole è il traguardo più grande. Alla prossima
  6. retoric@

    Vampiria

    Mi sa che sono arrivata talmente in ritardo da non trovarti neppure più iscritto/a al forum, ma se mai dovessi passare ancora da queste parti... Innanzitutto ti ringrazio per aver letto il mio racconto, sono lusingata che ti sia piaciuta e che tu ci abbia rivisto dentro un po' del Dracula di Stoker. Come avrai intuito è stata proprio quella la mia maggior finte di ispirazione ed essere riuscita a ricrearne, in parte, le atmosfere è per me un grande successo. Per quanto riguarda l'epoca storica, ci hai visto giusto. Anche se sarebbe interessante collocare una storia del genere al giorno d'oggi! Grazie ancora per il tuo commento. :)
  7. retoric@

    Guanto di Sfida

    Grazie mille Niko
  8. retoric@

    Guanto di Sfida

    Buongiorno a tutti! Purtroppo non riuscirò a trovare il tempo per duellare degnamente, perciò chiedo allo staff di essere spostata in fondo alla lista già da ora in modo da evitare perdite di tempo. Spero non sia un problema
  9. retoric@

    Rossella

    @Luigi Amendola ti ringrazio per i complimenti, sono lieta che il racconto ti sia piaciuto. La tua analisi è assolutamente azzeccata @GiacomoRic hai fatto delle osservazioni molto utili. L'eccesso di aggettivi è un aspetto che spesso mi sfugge di mano ma che, pur essendone consapevole, ho difficoltà a smussare. In questo testo in particolare ho voluto correre il rischio e usare uno stile un po' barocco, come hai detto, in quelle parti dal contenuto più astratto collegate all'introspezione della protagonista. Immagino però che questo abbia reso la lettura abbastanza pesante; ci lavorerò! @cld grazie a te per le belle parole! Puoi permettertelo eccome, siamo qui apposta! In effetti non ci avevo pensato, ma alcuni dei termini che hai elencato (croissant no dai, ci sta! ) risultano fuori contesto. Ottimo spunto di riflessione. Ancora grazie a tutti per essere passati a leggere, i feedback sul WD sono sempre preziosi!
  10. Organizzato da: Luserta Editore Sito internet: https://lusertaeditore.wixsite.com/home Scadenza: 30 Giugno 2018 Quota: la partecipazione è gratuita Premi: pubblicazione Indirizzo spedizione degli elaborati: lusertaeditore@gmail.com Sezione A) Fiori di China Raccolta poetica (si potranno inviare fino a 5 poesie) N.B. questo è quanto riportato sulla pagina Facebook, tuttavia nel bando viene detto che il limite per le poesie è di 3 Sezione B) Pagine in Cerca d'Autore Miscellanea di racconti (si potrà inviare un'opera) Sezione C) Selezione Opere Inedite Invio di saggi, sillogi e romanzi Le opere dovranno pervenire entro le 23.59 del 30/06/2018. Le opere migliori saranno pubblicate: poesie e racconti in antologie e le opere complete come tali, con regolare contratto di edizione. Gli autori selezionati saranno avvisati per autorizzare la pubblicazione sul volume della sezione competente. BANDO Luserta indice il concorso nazionale letterario per poesie e racconti “Fiori di China e Pagine in cerca d’autore”. La partecipazione è gratuita, è prevista la pubblicazione delle opere selezionate. Il concorso è aperto alle poesie ed ai racconti scritti in lingua italiana. COME PARTECIPARE Inviare le vostre opere a lusertaeditore@gmail.com comprese di Nome, Cognome, Indirizzo e recapito telefonico. REGOLAMENTO Art. 1: La partecipazione è gratuita. Art. 2: Le opere dovranno essere inedite, è possibile partecipare alla selezione con un massimo di 3 poesie per “Fiori di China” ed un racconto per “Pagine in cerca d’autore”. Art. 3: Le opere dovranno essere inviate a lusertaeditore@gmail.com e, l’oggetto della mail deve riferirsi alla sezione alla quale s’intende partecipare. “Il sottoscritto [nome e cognome] dichiara d’essere l’autore delle opere presentate e di aver preso visione del bando del concorso indetto da Luserta e ne accetta le condizioni. Il/la sottoscritto/a fornisce il consenso al trattamento dei dati personali. Art. 4: La partecipazione implica l’accettazione del bando. Art. 5: Tutela dei dati personali: Ai sensi della legge 31.12.96, n. 675 “Tutela delle persone rispetto al trattamento dei dati personali” la segreteria organizzativa dichiara che il trattamento dei dati dei partecipanti al concorso è finalizzato unicamente alla gestione del concorso e all’invio agli interessati dei bandi delle edizioni successive; dichiara che con l’invio dei materiali letterari partecipanti al concorso l’interessato acconsente al trattamento dei dati personali; dichiara inoltre che l’autore può richiedere la cancellazione, la rettifica o l’aggiornamento dei propri dati.
  11. retoric@

    La cura

    Ciao @Rica Complimenti, hai scritto un racconto bellissimo. È complesso, eppure ogni dettaglio ha un significato ben preciso e acquista un senso ancor più profondo nella circolarità del brano. Scrivi molto molto bene, ora dal cellulare non riesco a citare i pezzi che mi interessano ma alcune frasi sono davvero speciali, musicali, altamente evocative. Nelle tue descrizioni asciutte ed essenziali ho visto tutto: la grande casa, lo sguardo duro della nonna, quello perso della mamma mentre dondola. All'inizio mi disturbava il linguaggio, troppo forbito per una bambina. Ma quando ho capito è diventato perfetto ai miei occhi, e ho letto il resto in totale ammirazione. Hai talento, questo testo è splendido!
  12. retoric@

    Il treno dei personaggi perduti - ultimi dettagli e prenotazioni

    Invito chi risponderà (o ha già risposto) al sondaggio scegliendo una fermata fantastica a scrivere un post qui sotto per specificare dove intende collocare la fermata. Allo stesso modo, coloro che desiderano un itinerario alternativo si facciano avanti con una proposta! Il treno non va da nessuna parte finché non siamo tutti d'accordo
  13. retoric@

    [Scrittura collettiva] Il treno dei personaggi perduti

    Anche questa è un'opzione da non sottovalutare, darebbe molta libertà di movimento
  14. retoric@

    Rossella

    Ciao @camparino, ti ringrazio Avevo considerato un titolo attinente al viaggio, ma poi ho scelto di usare il nome della protagonista per rimarcare la dimensione introspettiva della narrazione. Se è pur vero che si tratta della storia di un viaggio, questo è solo un frammento della vicenda di Rossella, c'è un "di più" sottinteso, appena accennato, che nelle mie intenzioni voleva raccontare (facendola immaginare al lettore) un'intera vita. Certo, anche in questo caso "il viaggio" rimarrebbe comunque appropriato ed evocativo, cosa da non sottovalutare
  15. retoric@

    Rossella

    @AndC il tuo commento mi lascia senza parole. Sono felice che il racconto ti sia piaciuto e, al di là dell'assenza di osservazioni tecniche (cosa che già da sola smuove la mia vanità di scrittrice - e persona, in primis - estremamente perfezionista), sapere che le mie parole ti hanno emozionwto e stimolato riflessioni è per me il più grande successo. Grazie di cuore! Alla prossima.
×