Vai al contenuto

Luciano91

Scrittore
  • Numero contenuti

    26
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

12 Piacevole

Su Luciano91

  • Rank
    Sognatore
  1. Elliot Edizioni

    @Isocardia Ricordi il genere letterario del suo romanzo? Solo per farmi un'idea Grazie
  2. Baldini & Castoldi Editore

    @JaV Scusa il disturbo, la casa editrice prende in considerazione inediti horror? Grazie
  3. il Quadrotto

    Consiglio a tutti di rivolgersi a loro, oggi ho ricevuto un'ottima scheda di lettura. Il romanzo è stato letto accuratamente, in ogni sua parte. Le loro osservazioni sui punti deboli sono utilissime. Soddisfatto al 100 %
  4. Corbaccio Editore

    Nel medioevo, sin dal IX secolo, si soleva organizzare importanti feste d'armi suddivise in varie specialità: giostra, tiro con l'arco, spada ecc... Improponibile l'ipotesi di duelli misti: arcieri contro spadaccini, uomini a piedi nella giostra. Con questo messaggio non intendo schernire il torneo Lo Scrittore ma ritengo fuori luogo questa zuffa tra diversi generi letterari: il mio thriller/horror non può "gareggiare" con un fantasy od un romantico, non avrebbe senso (opinione personale, magari c'è chi la pensa diversamente). Reputo quindi discutibile la scelta di Corbaccio ed altre case editrici del gruppo, ma pazienza, hanno deciso così.
  5. Marsilio

    @Rototom Non metto in dubbio la sua professionalità, ma ho letto in varie discussioni che non è riuscito a far pubblicare nessun esordiente con Marsilio. Tornando IT, ho deciso di inviare direttamente a loro, augurandomi che prendano in considerazione le sinossi. Spero che qualcuno sia stato ricontattato altrimenti la vedo dura. Scrivere un buon romanzo è difficile ma comporre un'ottima sinossi non lo è affatto, impossibile pensare che nessuno di noi sia riuscito ad incuriosirli...
  6. Marsilio

    L' e-mail standard la riceviamo tutti, fino a qui tutto chiaro. Vorrei chiedere a coloro che hanno inviato la sinossi se sono stati ricontattati. Ho letto che alcuni ricevettero risposta dopo pochi giorni, la CE li informò di non essere interessati al genere (cosa molto positiva a mio avviso, almeno l'autore non aspetta invano). Chi invece ha proposto generi in linea con il programma editoriale li ha più sentiti? Grazie.
  7. Cosa rende un libro un buon libro?

    Lo stile va selezionato in base all'argomento trattato e ai lettori a cui ci si rivolge. Se tratto, ad esempio, le correzioni ottiche attuate da Ictino sul Partenone sarò molto tecnico (perché mi rivolgo solo a studiosi di architettura e archeologia). Se invece scrivo della guerra tra Atene e Sparta su un manuale scolastico, la mia principale preoccupazione non sarà dimostrare le mie competenze, ma farmi capire. Se l'alunno dovrà leggermi con il vocabolario in mano o studiare 100 pagine solo per capire chi ha iniziato la guerra, avrò sbagliato qualcosa. Credo che per i romanzi il discorso non sia molto differente. Se l'esordiente (come ho già detto) ricerca uno stile troppo alto rischia di non essere preso sul serio, a meno che non voglia rivolgersi ad una cerchia ristrettissima (ma dubito possa permetterselo alla prima pubblicazione). L' autore di successo deve garantire una forma più che valida, ma se ha un pubblico di giovanissimi non serve strafare.
  8. Cosa rende un libro un buon libro?

    @Fraudolente Si, mi riferivo agli esordienti. Per quanto riguarda gli autori affermati è normale (e giusto) che le aspettative siano maggiori.
  9. Cosa rende un libro un buon libro?

    Ma non sempre è vero, chiedo venia.
  10. Cosa rende un libro un buon libro?

    Buonasera a tutti. Mi permetto di intervenire con una piccola riflessione. Cosa rende un libro, un buon libro, nel 2018? Io sono un grande estimatore dei classici latini, ma parliamoci chiaro, nessuno mi leggerebbe se scrivessi come Cicerone. Credo che oggi sia importante scrivere in modo comprensibile e scorrevole (soprattutto per gli esordienti come me) e attenersi al mercato editoriale moderno. Ho notato che cinema e romanzi procedono nella stessa direzione, spettatori e lettori cercano qualcosa di avvincente, che faccia sognare. La morale è d'obbligo ma non deve appesantire. Qualcuno potrebbe dire che la qualità è calata ma non sempre e vero, i gusti cambiano. Io adoro l'arte neoclassica, ma oggi l'arte moderna è una realtà, chi sono io per dire che non vale? Un esordiente deve deliziare con semplicità ed originalità (tutto in modo sintetico, vietato annoiare). Se riuscirà ad appassionare i lettori avrà scritto un buon libro, sarà criticato a causa dello stile poco aulico da qualche intellettuale o pseudo tale ma pazienza... Io la penso così e tendo ad evitare paragoni col passato.
  11. Feltrinelli Editore

    Mi hanno scritto sia su Facebook che tramite e-mail. Risposta preconfezionata con indirizzo e-mail proposte@feltrinelli.it, senza prendersi la briga di rispondere ad altre domande da me avanzate. Non che mi aspettassi di più sia chiaro, era solo curiosità. Non credo siano interessati, forse hanno l'indirizzo solo per evitare polemiche. @Marco Scaldini grazie dell'informazione, ho deciso di non tentare l'invio (con l'1% di probabilità mi sarei buttato ma qui non credo sia il caso ). Ovviamente se dovesse venir fuori una testimonianza diretta (positiva) sarei ben lieto di ascoltarla.
  12. Feltrinelli Editore

    A quanto pare nessuno è mai stato ricontattato. Credo che l'invio sia inutile se dall'altra parte manca l'interesse. Dunque cercherò di contattare Feltrinelli (oggi per e-mail) martedì per telefono. Mi piacerebbe avere la certezza riguardo la loro propensione a leggere esordienti. Non ho ancora inviato il mio manoscritto a nessuna casa, l'ho appena terminato. Ci ho lavorato due anni con passione ed impegno, come tutti voi suppongo. Non pretendo nulla, ma gradirei essere letto (almeno sfogliato). Spero di ottenere una risposta soddisfacente. Buon capodanno a tutti
  13. Mondadori

    Grazie @Arkady cercherò di fornire tutte le informazioni necessarie. Una grande casa editrice come questa ha poco tempo da dedicare agli esordienti. Bisogna giocarsi bene le proprie carte
  14. Mondadori

    Buonasera a tutti , vorrei un'informazione: Ho scritto un romanzo e vorrei inviarlo a Mondadori. Il testo prevede un sequel, dunque è provvisto di un finale parziale. Per questa ragione può essere considerato opera incompleta e scartato a priori? Spero di non dover inviare anche l'altro, mi ci vorrà molto per completarlo. Mi piacerebbe che l'editore legga e giudichi solo il primo testo, che non è incompleto intendiamoci, presenta una storia a sé. Il finale si apre ad un'altra storia, nella quale un solo personaggio del primo capitolo è coinvolto. Di solito chi scrive più romanzi correlati tra loro li invia in blocco? come bisogna fare? io ho intenzione di specificare questa situazione nella e-mail ma ho paura di essere scartato perché incompleto, dunque indegno di essere letto. Grazie a chi risponderà, i vostri consigli sono sempre molto graditi
  15. Un caloroso buongiorno, alla ricerca di buoni consigli

    Grazie a @Sarinsaretta e @ElleryQ Sto dando un'occhiata a diverse discussioni interessanti. Buona serata
×