Vai al contenuto

Fiona

Lettore
  • Numero contenuti

    23
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Fiona

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

510 visite nel profilo
  1. Fiona

    SuperQuak

    Gli horror mi piacciono tantissimo, gli splatter non mi sanno di nulla! Pet Sematary è uno dei miei libri preferiti e c'è anche un gatto zombie.
  2. Fiona

    SuperQuak

    Buonasera @Macleo, non so se quanto hai scritto può essere definito racconto e possa puntare a vincere qualche concorso, però essendo amante degli animali ti ho letto volentieri e mi sono fatta due risate. Adoro i bradipi, hanno un musino troppo tenero, ma soprattutto mantengono il loro ritmo e se ne stanno tranquilli nel loro alberello, non come noi umani sempre di fretta e spesso diretti verso mete poco sensate. Ma un racconto sui gatti non lo scrive nessuno in questo WE? Saluti e spero a rileggerti con un'altra puntata di Super Quak, possibilmente meno osè in quanto i micetti si riproducono anche troppo!
  3. Fiona

    Latte

    Ciao @Letiziadilorenzo, ho letto volentieri il racconto incuriosita dal titolo e dal sogno premonitore. Per quanto riguarda lo stile, il testo è pieno di ripetizioni e parolacce che avrei evitato, ma forse sono state inserite volontariamente per renderlo ansiogeno e pulp. Provo lo stesso a fare qualche revisione sul testo: avrei scritto: Sono io, più magra e un pò più vecchia. Ho gli occhi piccoli e sembro venir fuori da una grossa fatica. Indosso il Parka. Ho paura di fare questi sogni quando riguardano me! avrei scritto: Da questo piccolo fagotto color verde militare, sbuca il suo visetto rotondo ... Ma chi è il padre? il mio fidanzato attuale? lui lo sa? avrei scritto: Vedo me stessa digitare il numero del mio fidanzato attuale. Ah ma allora è lui il padre! Ok, quindi non ci lasciamo a breve. Il contenuto è forte e macabro, un pò breve per essere un racconto ma abbastanza da rimanere impresso. Mi sembra quasi un monologo scritto per essere recitato in teatro. Il personaggio ha le caratteristiche per inserito in un romanzo noir fra i sospettati di un crimine. Nel complesso lo giudico un testo particolare. Saluti e a rileggersi!
  4. Fiona

    Bastoncini cotonati futuribili

    Ciao @Roberto Stradiotti come gli altri ti faccio i complimenti per l’originalità del racconto e l’ironia nella descrizione del prodotto. Per quanto riguarda lo stile di scrittura non ho niente da aggiungere, tuttavia il mio è un giudizio da lettore, faccio caso solo al modo con cui lo scrittore mi parla ed il tuo lo trovo adatto alla trama divertente e sarcastica. Il finale mi piace ma aggiungerei qualche notizia in più sul medico che parla e sull'aiutante Laratta che viene citato ben quattro volte. Infine sostituirei i bastoncini per le orecchie, che mi fanno un po’ senso, con un Microrobot da ingoiare, mantenendo i benefici sulla capacità di guarigione/controllo del corpo. Di seguito un link al prodotto di cui sto parlando: http://dnest-inventors.eu/news/index.php/2016/09/06/futuro-medicina-microrobot-ingoiare/?lang=it Lo ritengo un ottimo racconto. Saluti e a rileggerci!
  5. Fiona

    Nuova presentazione

    Grazie per i complimenti, Fiona è il nome preferito! Obi Wan ci sarà solo saltuariamente
  6. Fiona

    La tredicesima fatica di Ercole: la bestia multiforme

    Sorry! Mi pareva troppo bello per essere vero che ci ero riuscita al primo tentativo. Prossimamente ci riproverò ...
  7. Fiona

    Auguri Skorpiòs

    Tanti Auguri gattolosi anche da parte mia!
  8. Fiona

    Nuova presentazione

    Il Mongattino è stupendo! Salutissimi e a rigattarci!
  9. Fiona

    Nuova presentazione

    Buongiorno a tutti, @wyjkz31hai fatto bene a dirmelo, adesso che so che è possibile utilizzerò anche Obi Wan di Star Wars. Saluti anche a @Skorpiòs : se il WD metterà in palio un mongolino d'oro per la più impedita lo vincerò io, comunque se è a forma di gatto lo accetto volentieri! Saluti a tutti e a rileggerci!
  10. Fiona

    La tredicesima fatica di Ercole: la bestia multiforme

    Ciao @Ret, ti ringrazio per i suggerimenti che sono utilissimi a rendere migliore il racconto e per il solo fatto di averlo commentato, in quanto mi hai dato la prova di essere riuscita ad inserirlo correttamente. Hai perfettamente ragione: non è sintetico volutamente, è poco curato perchè scritto da un ragazzo di 12 anni che ha poca voglia di fare i compiti. Saluti e alla prossima lettura!
  11. premessa: l'obiettivo di oggi è riuscire a caricare nel modo corretto questo racconto epico per ragazzi. Quando il leone di Nemea venne ucciso da Ercole, una bestia ancora più forte e più violenta prese posto nella grotta. Aveva appena portato a termine la sua dodicesima fatica quando ricevette una lettera da Ermes sulla quale era scritto: “Ercole, abbiamo ancora bisogno della tua forza. Questo messaggio te lo manda la ragazzina che ti curò quando sconfiggesti il grande leone nemeo. Poco tempo dopo che l’invulnerabile belva morì, al suo posto arrivò, nella grotta, una bestia spaventosa: con il corpo di tigre, la testa da pantera e al posto della coda un serpente boa che inghiotte le vittime. Ha sei gambe, due zampe di tigre per graffiare, due artigli d’aquila per afferrare e due forti cosce di cavallo per erigersi da terra e mostrare la sua massima potenza. E come se non bastasse ha quattro ali: due forti di aquila per alzarsi in volo e due enormi di pipistrello per nascondersi nel buio. La gente del villaggio vive nel terrore di essere divorata da questo orribile mostro. Ti prego di aiutarci!”. Ercole era sorpreso e anche spaventato di sapere che al mondo esistesse una bestia tanto forte e crudele, ma senza indugiare prese la sua clava e gli strumenti divini e si recò al villaggio. Stavolta erano l’onore e l’amore per il prossimo che lo spinsero ad agire, oltre alla voglia di esercitare di nuovo la sua forza bruta di cui era finalmente diventato padrone. Appena arrivato entrò nella grotta dove lo attendeva una lotta che durò cinque giorni e cinque notti: un giorno ed una notte per studiare i punti deboli del mostro, un giorno ed una notta per realizzare un piano d’attacco, un giorno ed una notte per simulare l’aggressione al mostro e testare gli strumenti, un giorno ed una notte per prepararsi mentalmente all’azione, ed infine un giorno ed una notte per ucciderlo. Stavolta non bastava la clava che ben conosceva e che si era costruito con le sue mani. La prova richiedeva l’utilizzo di tutti gli strumenti forniti dagli dei: la veste di Minerva per nascondersi nel buio della grotta, l’arco di luce di Apollo per vedere il mostro nell’oscurità, la corazza di Vulcano per proteggersi dai graffi, i cavalli di Nettuno per distrarre la bestia durante la lotta ed infine la spada in guaina d’argento di Mercurio per tagliare la testa di pantera. Al villaggio erano tutti preoccupati per la sua vita, ma lui tornò vittorioso, anche se ferito profondamente su tutto il corpo. Gli abitanti adesso non lo temevano più e si fidavano di lui, quindi lo curarono lavandolo e offrendogli cibo e bevande ed organizzarono una grande festa in suo onore. E fu così che, ormai padrone degli strumenti divini ricevuti, ancora una volta Ercole riuscì ad essere d’aiuto.
  12. Fiona

    La disperanza

    Ciao @wivern, la tua poesia mi è piaciuta perchè mi ha ricordato quante volte, soprattutto in passato, mi sono svegliata con "Disperanza". Credo sia una caratteristica di chi si sente ancora giovane svegliarsi un giorno euforico ed un altro con il morale a terra. Complimenti e a rileggerti!
  13. Fiona

    Il vento d'inverno

    Buongiorno @Claudia87, trovo questa poesia stupenda. Non so commentarla, ma quando la leggo mi sembra di volare nel vento come Jack Frost nel cartone animato "Le 5 leggende". Complimenti e a rileggerti! P.S.: anche questa l'ho scritta nell'agenda degli impegni quotidiani.
  14. Fiona

    Poesia

    Buongiorno @Claudia87, premetto che di poesia proprio non me ne intendo, però quando leggo dei componimenti brevi che mi piacciono li copio nell'agenda degli impegni quotidiani per colorarmi la giornata. Ho scritto le tue rime con il pennarello azzurro e le ho intitolate “Buongiorno”. Quindi ti faccio i miei complimenti e ti auguro Buona giornata!
  15. Fiona

    Foglie di tè e fondi di caffè

    Ciao @GiD , pur avendolo visto e apprezzato non ho indovinato il film, ma il testo mi ispira a darti qualche suggerimento. Il primo è quello di spostarlo nella sezione dei racconti a capitoli in quanto come racconto non è completo e come premessa, frammento o incipit è troppo lungo. Lo trovo invece buono come parte di un primo capitolo, anche se in tal caso consiglio di utilizzare il passato remoto. La “guerra” a colpi di thè (tè è ancora più corretto, ma preferisco thè) e caffè è interessante. Se le negozianti sono anche streghe lo è ancora di più. Quindi la trama mi piace. Lo stile ricco di particolari si adatta bene al tipo di storia ed i personaggi destano curiosità. Occorre tuttavia che siano descritti con maggiori dettagli nei capitoli successivi. Termino consigliandoti di puntare direttamente al romanzo (senza copiare troppo ''Chocolat'' di Joanne Harris) per soddisfare la tua voglia matta di scrivere qualcosa del genere. Quando hai voglia aggiungi dei pezzi e se a forza di scrivere raggiungi un buon numero di pagine provi a collegarle fra loro e a pensare ad un finale originale e coerente con il resto della storia. Utilizzando sempre il passato remoto ti sarà facile, dopo la stesura della prima bozza, tagliare e incollare i pezzi come riterrai più opportuno, oppure allungarli o sintetizzarli. Se lo stile che hai cercato di imitare non è il tuo è anche meglio, così non rischi di riscrivere un romanzo già edito. Da lettrice preferisco un buon testo originale ad un’ottima copia di una storia già letta. Saluti e al prossimo racconto!
×