Vai al contenuto

Miss Ribston

Scrittore
  • Numero contenuti

    278
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

122 Popolare

2 Seguaci

Su Miss Ribston

  • Rank
    Istigatore di storie che dormono

Contatti & Social

  • Sito personale
    www.eachmagazine.com

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Dipende
  • Interessi
    Scrittura | Lettura | Correzione bozze | Editing | Design tipografico | Arti marziali | Pasta al pomodoro | Narrativa fantastica | Giallistica | Thriller | Noir

Visite recenti

685 visite nel profilo
  1. Cosa state leggendo?

    Il Paesaggio Cosmico di Leonard Susskind, trattato di fisica quantistica e cosmologia scritto come un romanzo. Bellissimo. Consigliato anche agli appassionati di fantascienza, vista la particolarità degli argomenti
  2. Deus Ex Machina

    Grazie @Black per la risposta! No, potrei anche eliminarlo, però l'idea non mi dispiaceva. Il cavaliere in questione se l'è sempre cavata da sé, ma nella circostanza specifica si trova a pensare di non riuscire a superare la situazione: l'allucinazione servirebbe a dargli una spinta in più.
  3. Deus Ex Machina

    Ciao a tutti! Ho cercato discussioni che trattassero nello specifico di questo argomento, ma non ne ho trovate. Qualora mi fosse sfuggita, chiedo venia allo staff. Dunque, riguardo il fenomeno del Deus Ex Machina, secondo voi può funzionare il crearne uno all'interno della narrazione, per poi far scoprire al lettore che l'evento è del tutto frutto dell'immaginario del personaggio in difficoltà? Insomma, se per esempio (banale) la situazione fosse: tal cavaliere sta per morire divorato dal drago e si immagina di essere salvato dall'amico. Il lettore non sa che l'episodio è frutto dell'immaginazione del cavaliere, finché non è lo stesso cavaliere a rendersi conto di avere le visioni, che lui in verità è solo e ci sta rimettendo le penne. A questo punto, la rivelazione dell'illusione del Deus Ex Machina fa scattare il cavaliere e gli fa uccidere il drago con le sue sole forze. Pareri?
  4. Le parole innominabili

    Ne ho trovata un'altra, che si annovera alle assurdità dei miei vecchi scritti: "le guance annerite dalla fuliggine, graveolenti per i fumi di zolfo"
  5. Proporre il proprio libro a un editore e relativa risposta

    Ciao @Lorella Tagliabue, mi associo anche io a quanto detto da @L'antipatico In più posso dirti che per l'ultima raccomandata con ricevuta di ritorno, con cui ho avuto a che fare, la famosa ricevuta è tornata dopo quasi tre mesi, ma con data di ricezione del destinatario dopo due-tre giorni dall'invio. Per cui arrivato sarà arrivato, e la ricevuta di ritorno porbabilmente prima di arrivare a casa tua si farà un viaggetto in Giappone; riguardo la risposta dell'editrice non saprei che dire nemmeno io...
  6. Lunghezza Capitoli

    Ti ringrazio
  7. Lunghezza Capitoli

    ... io ne ho scritto uno che conta la bellezza di quattro parole... sei se contiamo le due del titolo
  8. Nulla Die

    Mi hanno già risposto. Tempo record e gentilissimi. Mi hanno inviato il documento in una versione sbagliata, perciò hanno provveduto ad allegare alla risposta quello corretto. No, il piano è provvisorio, pertanto nel termine "provvisorio" stesso è inclusa la risposta alla domanda... In più, hanno risposto a tutte le altre questioni che gli avevo posto e si sono detti disponibili a concordare con me tutte le eventuali formule di marketing (copertina del libro compresa), in quanto io addetta del settore. Le premesse sono più che positive per le mie aspettative!
  9. L'angosciante autopromozione

    Secondo me entrambe messe assieme: da una parte, avere completa libertà espressiva e ricevere in modo diretto il giudizio del pubblico, senza una selezione, può aiutare l'autore a farsi conoscere e a imparare, soprattutto dai propri errori (che senza filtro preventivo è quasi certo che ci siano). In secondo luogo, invece, ritengo un'ottima promozione personale il poter pubblicare sotto filtro di una redazione: il prestigio può essere maggiore, quindi fa curriculum e, si spera, il giornale sarà pubblicizzato e smerciato dai promotori della testata, per cui la pubblicità per l'autore è indiretta ma utile.
  10. Nulla Die

    Chiesto. Appena avrò risposta vi farò sapere... con la speranza di non essere stata troppo pignola
  11. Nulla Die

    Ho ricevuto richiesta del manoscritto completo da parte dell'editore, con il Piano Editoriale da compilare. Avrei un paio di dubbi al riguardo, per cui se c'è qualcuno che ha pubblicato con loro e può illuminarmi, gliene sarei grata: nel documento, in fondo, risulta spuntata la casella: Allegati > Contratto di edizione in doppia firma, ma a me non è ancora stato proposto nessun contratto, né benché meno l'ho firmato, quindi perché la casella è già spuntata di default? Secondo quesito, sempre per chi ha esperienze di pubblicazione con Nulla Die: il piano compilato determina un'impossibilità di trattare un eventuale futuro contratto di edizione proposto? Grazie in anticipo a chi può rispondere!
  12. Longanesi

    Resto perplessa: sul sito di Longanesi è riportato: Cambiano modus operandi a seconda del caso?
  13. Le parole innominabili

    @Yaxara ma scannare vuol dire uccidere!
  14. Le parole innominabili

    Sarà che sono retrograda, ma questa non l'ho capita: urge traduzione Aggiungo: "taggare", la trovo piuttosto orrenda.
  15. Segnalazioni problemi tecnici

    @ElleryQ sì, è un problema mio della mia rete, che per qualche strano motivo non mi fa passare la chat sul computer, ma sul telefono sì... mi sono collegata in caffetteria e funziona
×