Vai al contenuto

piccolip

Scrittore
  • Numero contenuti

    4
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1 Neutrale

Su piccolip

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. piccolip

    Betelgeuse Editore

    Aggiornamento. Ho accettato il contratto, *Editato dallo Staff* Quando avevo fatto le mie verifiche (febbraio 2018) risultavano distribuiti e alla fine ho accettato soprattutto per quel motivo, poi, ad agosto ho scoperto che la distribuzione ce l'avevano fino all'anno scorso. Questo si è tradotto con difficoltà di ricezione da parte dei librai e conseguentemente nella promozione del libro, con tempi morti per avere qualche copia eccetera. Nel complesso di sta rivelando un'esperienza abbastanza negativa.
  2. piccolip

    Betelgeuse Editore

    A me hanno fatto la proposta di contratto che prevede l'acquisto di 25 copie. Sono contrario alla EAP e non credo comunque che tale impegno richiesto all'autore, sia assimilabile alla suddetta categoria. Per me 25 copie a prezzo scontato sono una parte di quelle che comunque dovrò acquistare se intendo fare qualche presentazione per promuovere la mia opera, ho già visto come funziona con il mio libro precedentemente pubblicato. L'editore, d'altro canto, copre solo una parte di spese vive che comunque non basta a togliergli l'appetito e la voglia di darsi da fare per ottenere il suo effettivo guadagno. Prenotazioni preventive di copie per "sfornarlo", a me non le ha chieste.
  3. piccolip

    Divina Follia

    Nemmeno io la conosco e cercando info mi sono imbattuto in questa discussione. Ho trovato la DF come promotrice di un concorso (e poiché anche quelli non sono sempre molto seri, prima di parteciparvi approfondisco) dove il vincitore si vedrà pubblicato dalla suddetta casa editrice. Mantengo la mia neutralità sulle impressioni personali, rimandando tuttavia alle deduzioni logiche di quanto precedentemente esposto. Ringrazio per la delucidazione. Piccolip
  4. piccolip

    Il gioco

    Riesco ancora ad essere curioso, a volte ciò mi meraviglia e mi stupisce. Sarà che anagraficamente non sono propriamente un giovanotto, ma è l'unico appiglio che mi rimane per trovare qualche stimolo entusiasmante. È l'entusiasmo infatti, la molla che ti permette di superare le difficoltà (alla mia età anche fisiche) e prendere tutto come un gioco e come tale continuo fino a che mi diverte. Se vi dico che negli ultimi cinque anni, lavorando di notte (lavoro vero, non aprire saracinesche, intendiamoci) alternando un secondo lavoro per arrotondare, seguendo la famiglia (ho ancora tre figli in casa), ho scritto 4 libri (di cui uno già pubblicato), capite cosa vuol dire non sentire la stanchezza quando ci si diverte!
×