Vai al contenuto

Scrittoreincrisi

Scrittore
  • Numero contenuti

    44
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

20 Piacevole

Su Scrittoreincrisi

  • Rank
    Sognatore

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Interessi
    Scrittura
  1. Fazi Editore

    Per carità, anch'io ho inviato, senza ricevere uno straccio di risposta. Per quello che ho capito, se non sei del giro che conta, è ben difficile farsi considerare dai grandi editori. Certo, uno su mille lo cooptano anche tra noi plebei. ma di regola ci snobbano totalmente. "Loro so' loro, e noi non siamo un c."
  2. Fazi Editore

    Sul serio pensate che Fazi si fili qualcuno di noi comuni mortali?
  3. Delos Digital

    Quanto vende, mediamente, una pubblicazione di questo editore? Chi sono i suoi lettori?
  4. Il seme bianco

    Consiglierei a tutti di leggere (o rileggere) il pendolo di Foucault. Anche lì ci sono due case editrici che lavorano in parallelo.
  5. Il seme bianco

    Se inteso a sua tutela, comprendo il richiamo per la forma usata da @claudioboriani. Ma, nella sostanza, non ha torto.
  6. Bertoni Editore

    Dopo quanto vi hanno risposto, anche negativamente?
  7. Il seme bianco

    Già il nome non era proprio il massimo...
  8. Do It Human

    Penso un po' tutti.
  9. Do It Human

    Altre risposte?
  10. Do It Human

    Grazie!
  11. Do It Human

    Grazie. Quando avevi inviato?
  12. Do It Human

    Risposte?
  13. Bertoni Editore

    Novità? Edita o non edita?
  14. Il seme bianco

    Perché non chiediamo un chiarimento agli editori?
  15. Dark Zone

    Ciao, niente di personale. La pretesa non è esagerata, semplicemente si cumula alle centinaia di pretese che ho avuto modo di osservare da quando mi sono buttato in questo mondo. Invia il primo del mese a mezzanotte, manda dieci pagine, usa il formato Word 1997, usa il times new roman, manda il cartaceo, partecipa al torneo ecc. Non è per questa piccola e giustificata esigenza che hai espresso, ma per l'atteggiamento burocratico e padronale della gran parte degli editori italiani che ho deciso di lasciar perdere. Non sei tu, sono io.
×