Vai al contenuto

Piuma volante

Scrittore
  • Numero contenuti

    21
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Piuma volante

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Piuma volante

    Il valore delle neuroscienze

    Michele è un Avvocato che deve difendere assieme al padre Michelangelo, Peter, un Fisico (marito di Eleonora e padre di Elettra) accusato di tentato omicidio premeditato. L'accusa ha basato le proprie motivazioni su due eventi. Il primo vede Peter intromettersi nel lavoro di un chimico (Luciano), vittima dell'esperimento fallito. Il secondo si basa sul fatto che il Fisico aveva indosso una tuta ignifuga che gli ha permesso di uscire illeso dall'esplosione, dovuta allo stesso esperimento non riuscito. Mentre Peter deve cercare di sopravvivere in carcere, Michele deve affrontare la propria paura per il padre. Yrou, un Maestro giapponese diventato amico del giovane Avvocato, spiegherà a quest'ultimo la “teoria della quarta ragnatela”, secondo la quale esistono quattro tipi di gabbie: la gabbia della mente, quella di cui è protagonista Michelangelo, ossessionato dal denaro e dalla fama, la gabbia del corpo che colpisce una bambina (Sofia) malata di SLA, la gabbia dello spirito che corrisponde con la vita in prigione di Peter e la gabbia dell'anima, ossia la paura per qualcosa o qualcuno. Michele parlando con la madre (Anna) e la sorella (Marica) scoprirà la vera natura di Michelangelo, un uomo corrotto ed immorale (che si dimostrerà tale anche a causa di un processo a carico di un famoso regista, Stefano); convinto che la sua professione debba essere svolta con correttezza e professionalità, Michele decide di lasciare lo studio legale del padre ed iniziare una nuova vita lavorativa. Nel frattempo Peter, incoraggiato da due albanesi (Alba e Sìnan) con i quali instaura un rapporto di amicizia fra le mura della galera e con il sacrificio di una guardia carceraria (Orlando), decide di raccontare la propria verità: il giorno dell'esperimento indossava la tuta ignifuga a causa della sua fobia per il fuoco, nata in sèguito all'epilogo drammatico verificatosi fra lui e Graziano (il padre violento della moglie Eleonora), che ha dato fuoco ai suoi vestiti procurandogli dolorose vesciche e profonde cicatrici. Finora Peter non ne aveva mai parlato per paura di ritorsioni da parte dello stesso Graziano. Inoltre Michele, con l'aiuto dell'Avvocato Stefania (futura fidanzata), scoprirà le Neuroscienze ed una sentenza che mette in relazione le lesioni del lobo frontale (o temporale) con il cambiamento della personalità di un individuo ipotizzando, in tal senso, una parziale o totale imputabilità del reo. Questa scoperta permette al giovane Avvocato di trovare rapporti innovativi tra il diritto e la psicologia rafforzando e smontando, così, in sede processuale la tesi secondo cui un esperto di astrofisica non può contribuire al lavoro di un chimico. Sulla stessa linea difensiva, nel tentativo di trovare “inconciliabili unioni”, un violino costruito con la tela di ragno permetterà di dimostrare che i limiti apparenti sono solo un impedimento verso nuove scoperte. Le stesse Neuroscienze permetteranno a Michele di scagionare anche Hamari, un ragazzo africano accusato di furto ed amico di Sofia, la bambina malata di SLA. Quando finalmente Peter è libero, l'uomo decide di iniziare la stesura di un saggio per cercare legami tra la fisica e il diritto con l'aiuto di Maren, il figlio aspirante scrittore dei suoi due amici albanesi, vittima di pregiudizi per la propria nazionalità straniera. Questa scelta nasce in Peter, poiché in carcere l'uomo aveva trovato un libro scritto da uno psichiatra, di nome Edoardo, intitolato “L'Uomo al servizio dell'Universo”; un saggio dove la natura umana viene accostata ad alcuni meccanismi che regolano il cosmo. Un manuale che costituisce una porta verso l'infinito allo stesso modo della Musica che, in alcune occasioni, potrà dare coraggio ad Eleonora (una violinista), Peter e Michele.
  2. Paolo Vezzani condivide, purtroppo, con altre persone il dramma del tumore, un male che lo ha privato prima del bacino e poi della gamba destra. Paolo, nonostante tutto, ha saputo reagire come pochi sono stati in grado di fare. Con il supporto del Dott. Claudio Costa e del reparto di ortopedia ad indirizzo oncologico dell’istituto ortopedico Rizzoli, si è procurato una carrozzina con ruota servoassistita e ha percorso su strada la tratta Bologna-Monaco. Da allora non si è più fermato, continua ad allenarsi per compiere altri viaggi sempre affiancato da medici e amici. Con questo libro, Paolo vuole lanciare un messaggio di speranza: la vita quando ti toglie qualcosa è sempre pronta a restituirti ciò che ti ha sottratto attraverso il coraggio e la voglia di vivere.
  3. Piuma volante

    Un fiore nasce ovunque

    Heléna, una bambina siriana, vive la guerra con la speranza di poter trovare vita in ogni cosa usando l’immaginazione che suo padre Magnus le ha tramandato. Quando la nonna Ester, una donna che ha lavorato la terra fino alla fine dei suoi giorni, e suo padre sempre propenso a congetturare strane filosofie rivoluzionarie, muoiono, la bambina inizia un viaggio senza meta lasciando la madre Margherita con il fratello Eric che ha un particolare vizio: mangiare fiori. La cura per questa cattiva abitudine consiste nel raccontare favole al fratello. Così Heléna approfittando delle proprie esperienze durante il viaggio, dei luoghi che vede e delle persone che conosce, scrive nel proprio quaderno una serie di racconti fantastici. Il primo che completa parla di un bambino (Matthias) che deve far fronte a strani fenomeni che imperversano sulla città dove vive, coinvolgendo soprattutto gli alberi del parco. Questi ultimi iniziano a cambiare la loro forma, tramite la comparsa di nuove fronde intrecciate su se stesse ed aguzze spine lungo i rami. La motivazione di questa trasmutazione si nasconde dietro il gesto scellerato di un gruppo scapestrato di bambini, i quali apprendono il vizio del fumo e per celare tale scelta alle rispettive famiglie decidono di nascondere i mozziconi delle sigarette sotto terra, nei pressi delle radici degli alberi presenti nel parco. Matthias comprende la gravità della situazione quando nota che tali alberi non producono più ossigeno, ma soltanto sostanze tossiche. A conferma di questa teoria, compare uno spiritello che comunica con Matthias nei sogni. Tale entità gli rivela la propria vera identità, annunciandogli un imminente e grave evento che sconvolgerà la città. Nel frattempo, uno scienziato (Igor detto “lo strambo”) sta creando una nuova invenzione per conquistare la tanto ambita gloria eterna. Peccato che questo esperimento avrà un esito disastroso, causando l’esplosione del suo laboratorio. I frammenti della sua invenzione, una macchina tutta d’oro, volano in aria e si incastrano in cima ad ogni albero del parco. Gli abitanti della città tentato, allora, di raggiungere il pezzetto d’oro, ma la nuova forma contorta degli alberi malati impedisce loro di raggiungere la meta. Solo Matthias avrà modo di ottenere quel frammento prezioso, concessogli dalla naturale grazia della sua Sequoia, custodita con amore dalla famiglia del bambino. Con questo racconto, ed un altro narrato da Sam, il nuovo amico di Heléna, entrambi dimostreranno che la guerra può anche non intaccare l’anima di una persona che rimane, così, sterilizzata da idee belliche o violente. Quando la ragazza tornerà, scoprirà di aver accumulato tante esperienze che proprio tra le braccia dell’amore di casa potranno prendere vita sotto forma di racconti per il fratello Eric.
  4. SINOSSI “IL SISTEMA AFFIDI ITALIANO. CRITICITÀ DI UN MONDO DA RIVEDERE” Questo libro affronta il tema delicato e quanto mai controverso degli affidi giudiziari, che si verificano ogni volta che un minore viene allontanato dai genitori per essere affidato ai Servizi Sociali. Gli Assistenti Sociali intervengono ogni volta che reputano che i genitori non siano sufficientemente adeguati nell’espletare la loro capacità accuditiva. Nello specifico, il saggio delinea l’argomento da più punti di vista: inizia con un paio di racconti che pongono al centro dell’attenzione la figura paterna e materna. Successivamente riporta tre casi di chimerismo, dove le “chimere” non sono altro che persone che convivono con due differenti DNA. Il terzo e quarto capitolo riportano due casi di cronaca vissuti da un punto di vista processuale, e per questo sono narrati seguendo tutto il loro iter giudiziario. In ultimo, il quinto capitolo a cura del Dott. Paolo Cioni pone l’accento sulla figura dello psichiatra che in ambito di affidi svolge un ruolo fondamentale: verificare e garantire la salute mentale del bambino e dei suoi genitori. Lo scopo del libro è di far luce su questo ambito giudiziario, mettendo in evidenza falle e aspetti da poter migliorare tramite una revisione del sistema attuale.
  5. Entro 60 giorni dalla consegna dell'ultima bozza!
  6. Sintesi del punto 10: l'editore si impegna a pubblicare entro sessanta giorni a meno che non intervengano problemi e che sia concordata fra le parti un nuovo termine
  7. Per completezza, posso riportare qui il punto 10 del mio contratto che disciplina la pubblicazione del libro? L'espressione utilizzata è molto generica: dice tutto e non dice niente
  8. Grazie a tutti! Comunque, per quanto strano sia, il contratto che ho firmato è una bozza, nel senso che il definitivo che ti inviano a casa con le due copie omaggio, a fine pubblicazione, è uguale ma con l'indicazione esatta del titolo. Insomma, una procedura che crea confusione!
  9. Ho un dubbio atroce. Dalla firma del contratto editoriale, c'è un tempo massimo previsto dalla legge entro il quale il libro deve essere pubblicato. A me sta capitando questo: contratto (bozza) firmato a giugno 2018. Editing finito a luglio 2019. A ottobre 2020 non so quando il libro uscirà. Attendo ancora l'impaginazione... io mi devo regolare con altre uscite e una data ho bisogno di saperla!
  10. Piuma volante

    Rossini editore

    Una mia amica mi ha detto che le hanno chiesto un acquisto minimo di 30 copie da usare per la prima presentazione del libro. Nel contratto era l'opzione minima, quella con "nessun acquisto di copie" non c'era.
  11. Piuma volante

    Diarkos

    Meglio usare il form presente sul sito
  12. Piuma volante

    Diarkos

    La Diarkos è stata fondata a marzo 2019, circa. Io ho firmato il contratto con loro a fine aprile. La qualità dei libri è ottima, circa il lavoro dell'editor magari ci sono piccoli refusi (unico neo), però sono all'inizio della loro attività quindi li perdoniamo. Nel catalogo ho visto nomi importanti della musica e dello sport. Non sono certa che vogliano fare catalogo, per me puntano sempre a un'accurata selezione. In fondo me lo dissero anche a me: noi vogliamo titoli e temi di un certo livello culturale :)))) Gassani, se controlli, ha pubblicato in precedenza un libro con Imprimatur e ora con loro. Credo che Diarkos sia voluta ripartire dagli autori di questa precedente CE, autori già noti e affermati. Io sono stata accettata perché in primis avevo scritto alla Rusconi, ottima casa editrice, e la stessa mi ha poi reindirizzato a Diarkos. È piaciuto molto il tema della biografia.
  13. Piuma volante

    Diarkos

    Io ho pubblicato una biografia con loro sul tema disabilità. La Diarkos fa parte del gruppo Rusconi. Confermo che sono distribuiti da Mondadori Libri. In pratica la Diarkos è nata sulle ceneri della Imprimatur. Sono estremamente professionali. Ho firmato un contratto di 20 anni (contratti che ora non si vedono quasi più). In prima tiratura stampano 500 copie. Fanno un editing estremamente accurato. La correzione di bozze avviene in collaborazione con l'editor. In fase di promozione si viene seguiti da una bravissima ragazza dello staff, che cura la pagina in oggetto sul sito, con inserimento immediato di foto e articoli. Il mio libro è presente in moltissime librerie, anche in alcune vetrine ho notato (la Mondadori può). Nelle presentazioni dei libri ti affiancano in ogni fase, sono sempre reperibili al cellulare e ti procurano le copie in conto vendita senza problemi. La Diarkos è una casa editrice d'eccellenza come le persone che vi sono dietro. Ovviamente sono selettivi perché non fanno né narrativa né poesia. Hanno un catalogo specifico. Ovviamente sono presenti in ogni fiera (Roma, Torino ecc.) nello stand Rusconi. Spero di essere stata di aiuto. Ah sì, dire che siano free mi sembra scontato. Loro sono assolutamente contrari all'EAP. Sulla pagina Wikipedia della Rusconi trovate il nome Diarkos nell'elenco delle CE di questo gruppo editoriale. https://it.m.wikipedia.org/wiki/Rusconi_Libri
  14. Piuma volante

    Eracle Edizioni

    Questa casa editrice non è distribuita da Messaggerie (nel loro sito c'è scritto chiaramente: distribuzione di Libro Co.). Circa i soldi richiesti, tocca vedere se poi ti inviano il rendiconto. A me hanno mandato una mail contenente soltanto un numero pari alle copie, secondo loro, vendute (ovviamente non riscontrabile). *Editato dallo Staff* Sconsiglio di pubblicare con loro, io per fortuna ora sono nelle mani di una CE distribuita da Mondadori. Eracle non fa nemmeno editing o correzione di bozze, a meno che non paghi...
  15. Piuma volante

    Absolutely Free Edizioni

    A me su fb hanno detto di mandare loro una mail a questo indirizzo: info@edizionislam.info Attendiamo.
×