Vai al contenuto

Cappello di Meringa

Scrittore
  • Numero contenuti

    95
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

118 Popolare

4 Seguaci

Su Cappello di Meringa

  • Rank
    Un dolce aggiunge bontà alla giornata

Contatti & Social

  • Sito personale
    https://www.youcanprint.it//autori/23188/cappello-di-meringa.html

Visite recenti

4.821 visite nel profilo
  1. Cappello di Meringa

    Consigli di lettura

    Tra i libri che ho letto nei mesi scorsi, alcuni li ho trovati molto interessanti. Li riporto qui come consigli di lettura. Il regno delle donne di R. Coler - un diario di viaggio in Cina alla scoperta della piccola etnia dei Mosuo (una società matriarcale). Il libro è breve, è scritto a caratteri grandi e con uno stile semplice e scorrevole. Mi ha fatto conoscere una realtà di cui non sapevo nulla. Grazie amico mio (titolo originale Endal) di A. e S. Parton - racconta l'incredibile storia vera del cane che faceva la spesa al supermercato, prelevava col bancomat, faceva il bucato in lavatrice e tanto altro. Purtroppo è una storia drammatica perché insieme alle abilità del cane si racconta la vita del suo padrone, un giovane militare rimasto gravemente invalido dopo un incidente (il cane infatti lo sostituisce in tutte le attività quotidiane). Siate diversi di J. E. Robison - è un saggio sull'Asperger, una forma particolare di autismo, definita "ad alta prestazione". L'autore stesso ha questa "condizione" e ciò rende il testo speciale perché permette di avere una visione dall'interno e capire il pensiero di queste persone molto meglio rispetto a un manuale di psicologia o al resoconto di un familiare. A me ha colpito tantissimo, non solo sono riuscita a comprendere il perché di certi comportamenti degli autistici, ma ho anche cambiato il mio modo di considerare la mentalità "normale". Nel testo non ci sono termini tecnici, per questo è di facile lettura e adatto a tutti.
  2. Mi dispiace che è stata eliminata "La cucina dello scrittore" - anche le altre sottosezioni dell'Agorà e la barra dei blog.

     

    Erano funzioni utilissime per recuperare contenuti con facilità e per averne una panoramica.

     

    1. Niko

      Niko

      Ciao, cara.

      Mi dispiace per il tuo rammarico, ma è stata una decisione naturale visto l'afflusso degli utenti in quelle sezioni, prossimo allo zero.

      La cucina dello scrittore erano poco utilizzata (i contenuti sono comunque stati spostati in Agorà), mentre per le feste del forum è possibile comunque inserire gli auguri in Agorà, non vedo la necessità di avere una lista di biglietti di auguri uno dopo l'altro :P 

       

      Per i blog, cosa ti manca in particolare? Gli utenti attivi in quella sezione erano due o tre (tu non eri tra questi, se non mi sbaglio), e dai post nei Blog non seguiva alcuno scambio. Forse ti stai confondendo con la sezione "Blog tour" che è ancora attiva? 

    2. Cappello di Meringa

      Cappello di Meringa

      @Niko, grazie per avermi risposto e per esserti interessato.

       

      La "Cucina dello scrittore" era poco frequentata, ma non dava fastidio a nessuno.

       

      I blogger interni attivi fanno un buon servizio alla comunità, pubblicando recensioni e riflessioni e condividendo e commentando opere di letterati e poeti.

       

      Quota

      Per i blog, cosa ti manca in particolare?

      Come posso fare per leggere i blog del WD?

      Prima, grazie alla barra dedicata, potevo avere una visione immediata e complessiva di tutti i post, mentre adesso l'unico modo che mi rimane è consultare i singoli profili.

      Ma io non mi ricordo i nickname degli autori, quindi non posso più accedere ai loro contenuti.

      Gli username possono anche cambiare di continuo e senza preavviso.

      Proposta alternativa:

      - valorizzare i blog interni ad es. dedicando loro un piccolo spazio in homepage. Mi piacerebbe infatti che fossero premiati con una maggior visibilità; inoltre credo che la possibilità per gli utenti di aprire un blog sia un'ottima iniziativa del WD (rara tra i siti internet) e un qualcosa di cui la piattaforma e lo staff dovrebbe vantarsi pubblicizzandola in prima pagina.

       

      Quota

      La cucina dello scrittore [...] i contenuti sono comunque stati spostati in Agorà

      Le ricette erano già in Agorà, solo che prima erano in una sottosezione a parte in modo da essere facilmente consultabili dagli interessati e contemporaneamente da non creare disturbo agli altri.

      Ora una persona che vuole preparare un dolce deve spulciare tra il centinaio di pagine dell'Agorà e, se ha tempo e pazienza, tra un augurio di compleanno e una discussione  sule copertine dei libri, forse trova una torta. In ogni caso sarà molto difficile per l'utente avere sottomano tutte le ricette di pasticceria inserite negli anni per poter scegliere quella che più gli ispira.

      In generale non vedo nessun vantaggio ad aver reso l'Agorà una miscellanea completamente disorganizzata.

       Proposta alternativa:

      - catalogare i contenuti dell'Agorà  così come si fa nelle altre sezioni in modo da renderli più facilmente consultabili e da dare un aspetto ordinato a tutto il forum (es. di sottosezioni: giochi, musica, cucina, cinema, feste del forum).

       

       

       

  3. Cappello di Meringa

    Proposte di Gruppi di lettura e Iscrizioni

    Ciao, per motivi miei personali mi tolgo dal gruppo di lettura per Tra noi e la libertà. Dato che avviso con sufficiente anticipo sulla data di avvio della discussione, non dovrebbero esserci problemi al riguardo. Ci tengo a precisare che il titolo proposto da @luca c. mi ha da subito ispirato (lo leggerò), parlare dei libri che leggo lo considero un bellissimo passatempo e mi dispiace rifiutare l'invito a un gruppo di lettura (grazie!). Allo stato attuale però non mi prendo l'impegno. P.S. A @luca c. ho risposto in privato.
  4. Cappello di Meringa

    Che sta succedendo all'editoria?

    Per me se si vuole capire come migliorare il rapporto tra le persone e i libri (= incentivare la lettura) bisogna considerare il punto di vista dei lettori occasionali o, ancora meglio, di chi non legge proprio. Io ho conosciuto solo una persona che mi ha detto di non aver mai letto un libro in vita sua e questo è stato lo scambio di battute che ho avuto: - Perché non leggi i libri? - Perché non mi interessano le storie inventate. Secondo me bisogna chiedere ai non-lettori perché non amano i libri e poi partire da lì per pensare a come migliorare il sistema (a vantaggio di tutte le parti in causa). Ad esempio, nel mio piccolo, io posso mostrare a una certa persona che esistono anche i saggi, le autobiografie, i romanzi storici...
  5. Cappello di Meringa

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Po'etico: componimento in versi in cui si dà poca importanza alla morale KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  6. Cappello di Meringa

    Stampa digitale / stampa tradizionale e Print On Demand

    Ciao, YCP invece permette la scelta tra molti formati, materiali, copertine, rilegature e la qualità mi pare davvero buona. Il prezzo di copertina però per me è un po' alto (perlomeno io lo avrei preferito minore). Comunque il POD non è una prerogativa del self-publishing, anche qualche editore usa questo sistema per la versione cartacea delle sue pubblicazioni. Ad esempio mi vengono in mente @Genesis Publishing e @PubGold che sono presenti su questo forum.
  7. Cappello di Meringa

    Stampa digitale / stampa tradizionale e Print On Demand

    Buondì! Vorrei parlare con voi delle modalità con cui vengono stampati i libri: vorrei approfondire le mie conoscenze e sentire cosa ne pensano sia gli addetti ai lavori (tipografi, piattaforme-self, editori) che i fruitori finali (i librai e i lettori). Per vendere i miei quaderni di ricette io usufruisco del servizio POD (Print On Demand) di @Youcanprint.it che, come altre piattaforme per il self-publishing, usa la stampa digitale al posto di quella tradizionale. Da quello che ho capito la stampa digitale permette di produrre il cartaceo sul momento (in tempi molto brevi, attualmente YCP impiega circa 3 giorni) e anche 1 sola copia alla volta, evitando in questo modo la gestione del magazzino, le eccedenze e uno spreco di carta. Vorrei capire il funzionamento di questa modalità di stampa. Sono molto curiosa al riguardo, mi chiedo ad esempio come sia economicamente sostenibile per un'azienda tipografica stampare su richiesta al momento stesso dell'ordine e produrre un'unica copia dell'opera alla volta (suppongo che sia necessario reimpostare tutti i parametri del macchinario a ogni cambio di libro dato che ogni volume ha un diverso tipo di formato, rilegatura ecc.) Come funziona a livello pratico? Quali sono le differenze con la stampa tradizionale e quali i vantaggi e gli svantaggi rispetto a essa? Qualcuno di voi ha esperienza in merito? Cosa ne pensate? Grazie in anticipo a chi parteciperà alla discussione.
  8. Cappello di Meringa

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Catena di ottone = ne-ne-ne-ne-ne-ne-ne-ne KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  9. Cappello di Meringa

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Hacconciatura = acconciatura con lacca KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  10. Cappello di Meringa

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Lampone = enorme bagliore emanato da particolari scariche elettriche che si formano nell'atmosfera durante un temporale. La sua caratteristica è che ha una tonalità rossastra e si accompagna a un diffuso profumo di frutti di bosco KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  11. Cappello di Meringa

    Auguri Eudes

    @Eudes auguri!
  12. Cappello di Meringa

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    WXJYHKlogia = corso di studi della facoltà di Lettere e Filosofia in cui si insegna agli aspiranti utenti del WD l'arte dell'inventare parole che iniziano con le più difficili lettere del "gioco del vocabolario fantastico". KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  13. Cappello di Meringa

    A spasso con Bob, James Bowen

    @Valentina Capaldi @camparino @Mirtillasmile @luca c. @Niko @Sasa866 @L.K.Brass @swetty @Emy @Eudes (e anche tu @Ermi che ti sei premurato di aggiornarci sulla disponibilità del seguito) ci tengo a ringraziarvi tutti per aver aderito e/o per aver partecipato a questo gruppo di lettura. Grazie mille anche perché avete dato fiducia alla mia idea di trasformare la discussione in una chiacchierata libera, senza animatore. Per questo ringrazio in modo speciale Niko ed Emy per avermi concesso questa novità al regolamento e Mirtillasmile, luca c., Valentina Capaldi e camparino per aver accettato il cambio in corso d'opera. Sono contenta d'aver condiviso quest'esperienza con voi.
  14. Cappello di Meringa

    Scheda personaggi

    Avete presente quei dvd venduti in edizione speciale, quella con 2 dischi? Non penso che qualcuno abbia mai giudicato un film meno buono solo perché la confezione in cui è venduto contiene anche interviste, scene eliminate e giochi a tema né che qualcuno abbia pensato che a un bel film non possano essere abbinati degli inserti opzionali. L'opera principale e i contenuti extra sono cose diverse: questo vale per la cinematografia e anche per i libri. Che si tratti di una mappa, dell'elenco cronologico degli eventi, di un inserto con foto originali, della scheda dei personaggi è sempre e solo un di più che lo scrittore mette a disposizione di chi legge. Dovrebbe essere scontato che il romanzo sia buono di suo, altrimenti i problemi sono altri e ben più gravi. Sono d'accordo che nella maggior parte dei romanzi la scheda dei personaggi è superflua, ma questo non vuol dire che sia inutile: - le descrizioni non riguardano solo i capelli, la statura, il peso e cose così. Ci sono altre caratteristiche, sia fisiche che non, che sono molto utili, talvolta indispensabili per comprendere il comportamento di un personaggio e quelle è bene tenerle sempre a mente (è sordo all'orecchio destro e quindi nella storia non coglie bene le conversazioni sussurrate da quel lato, ha problemi cardiaci e non riesce a correre come gli altri, ha una vista di 12 decimi e riconosce le persone anche da molto distante ecc.). Anche la professione, il percorso formativo, il luogo di residenza, i legami familiari, a seconda del contesto possono risultare importanti; - ci sono lettori attenti e con una memoria ferrea, ma anche lettori distratti o con poche capacità mnemoniche e lettori saltuari che fanno passare 1 mese tra un capitolo e l'altro: dato che l'autore non può stare ogni due pagine a ribadire un concetto, una stessa caratteristica, voler dare un promemoria non mi sembra sbagliato. Riguardo al mio post precedente, cioè alle storie con varie decine di persone - tutte con un ruolo attivo, lo trovo quasi necessario, soprattutto in un giallo dove ogni dettaglio può essere utile per provare a risolvere il crimine. - c'è poi il caso dei libri storici o biografici in cui le descrizioni fisiche sono spesso superflue ai fini della comprensione degli avvenimenti (e quindi l'autore può limitarsi ad accennarle), ma possono essere interessanti per aumentare la cultura del lettore. Se io leggo della vita e delle opere di Garibaldi posso aver piacere a conoscerne anche l'aspetto nonostante ciò non sia rilevante per capirne le idee e le imprese (mi fa piacere essere in grado di riconoscerlo in un'immagine). Se alla fine del libro trovassi una scheda con dettagli di questo genere e qualche foto d'epoca o un ritratto li considererei una gentilezza dell'autore e gliene sarei grata. Io non guardo i contenuti-extra dei dvd, ma molti lo fanno perciò non consiglio alle case cinematografiche di evitarne l'inserimento, mi limito a non aprirli. E' vero, ognuno di noi ha le sue esperienze, necessità e opinioni, ma in questo caso non si tratta di avere un'idea diversa sull'utilità di un certo contenuto (che ci sta), ma di creare un dialogo tra chi scrive e chi legge, tra l'autore e il suo pubblico. Insomma per me sarebbe bello che gli scrittori prendessero in considerazione le esigenze dei lettori, almeno in quei rari casi in cui, come in questo forum, è possibile avere un confronto costruttivo tra le parti (a volte le richieste sono assurde o tecnicamente impossibili, però secondo me vale sempre la pena ascoltarle e soppesarle). Se @Nik3004 vuole inserire una scheda-personaggi nel libro io non ci vedo nulla di male, la peggior cosa che secondo me può succedere è che nessuno la leggerà.
  15. Cappello di Meringa

    battaglia di lancia e spada

    Ciao @Esterina, mi sono accorta di aver fatto dei pasticci con il copia-incolla. Per i dettagli delle modifiche fai riferimento al testo qui sotto: Buona domenica
×