Vai al contenuto

Giuseppe Milisenda

Scrittore
  • Numero contenuti

    169
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

102 Popolare

1 Seguace

Su Giuseppe Milisenda

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

865 visite nel profilo
  1. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    In questi giorni saranno al Lucca Comics, dove hanno un loro stand. Troverete alcuni autori che firmano le copie vendute al pubblico.
  2. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Da oggi sino al 30 settembre saranno presenti alla manifestazione culturale Firenze Libro Aperto 2018, se qualcuno avesse desiderio di valutare personalmente il loro lavoro.
  3. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Ovviamente il mio era solo un consiglio, poi ognuno è libero di valutare e scegliere come meglio ritiene. Siccome qualcuno aveva potuto lasciare intendere che non era opportuno inviare i propri inediti alla Dark Zone, ho ritenuto, sulla base di elementi che sono alla luce del giorno, di consigliare agli utenti di continuare a provare a far parte di questa realtà. Peraltro è un consiglio che va a mio discapito perchè meno inediti arrivano alla Dark Zone più possibilità avrò io di vedermi accettati anche i miei futuri lavori. Confermo di esser stato io a chiedere un confronto con un altro editore in passato per esser stato scartato da questi a priori senza che il mio romanzo venisse aperto solo per il fatto che era stato già pubblicato (mi ero sentito un pò come un appartenente a una minoranza etnica) Comunque al di là delle valutazioni oggettive o personali volevo fornirvi altri elementi utili per esprimere un giudizio. A me la risposta arrivò dopo circa 6 -7 mesi. Nella relativa scheda forniscono già indicazioni su quelle che saranno le modifiche a loro avviso da apportare il linea generale. A me ad esempio hanno proposto di modificarne tra l'altro il titolo. Vi fanno quindi accedere ad un gruppo chiuso in cui vengono fornite informazioni di varia natura, quali ad esempio vari blog cui i loro autori sono soliti partecipare per pubblicizzare il proprio libro (vi lasciano comunque ampia autonomia, si tratta solo di utili indicazioni) e il calendario di lavorazione di quei romanzi che sono stati selezionati in quel periodo (la pubblicazione può essere prevista anche a distanza di 9 - 10 mesi). Nello stesso gruppo vi forniscono il calendario delle manifestazioni cui la Dark Zone partecipa con un proprio stand, raccogliendo le adesioni per ogni singolo evento. Il loro calendario è davvero molto interessante (io vi consiglio di fare un salto sulla loro pagine FB). Lavorano molto sull'affiatamento tra i vari autori e i componenti dello staff, creando un clima molto familiare. Uno dei punti di forza sono i loro grafici e disegnatori. Ci sono alcune copertine che sembrano opere d'arte (fate un salto sul sito). Il mio libro uscirà se tutto va bene a Maggio, quindi non ho ancora iniziato il lavoro con l'editor e non sono al momento in grado di fornirvi informazioni a riguardo. Altro aspetto estremamente positivo su cui vi invito a soffermarvi è che accettando editi. Ritengo sia la dimostrazione che si tratta di una CE che non ha paura di nulla, che non si ferma davanti a calcoli sui possibili introiti economici, ma che quando ritiene di avere tra le mani un'opera su cui vale la pena investire non si fa condizionare dal numero di libri già venduti dall'autore. Spero di vedervi alla Fiera del Libro di Torino (se riesco ad uscire in tempo utile) o alle manifestazioni successive allo stand della Dark Zone. Se passate vi lascierò un piccolo gadget per i vostri figli.
  4. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Probabilmente sono stato frainteso. Io non ho detto che è una bella realtà perchè ha scelto me o perchè la direttrice si sta comportando bene con me. E' una bella realtà perchè lo è oggettivamente. Per constatarlo basta andare sulla pagina facebook o alle decine di manifestazioni cui partecipano. Non è facile trovare una piccola/media Ce che si prodiga così tanto per diffondere e pubblicizzare i propri autori (e di conseguenza ovviamente anche la CE stessa). Chi rinuncia a entrare nel mondo della Dark Zone commette un grave errore perchè rinuncia a far parte di una bellissima realtà editoriale, che viaggia sulle ali dell'entusiasmo di persone capaci, competenti e ambiziose. E' superficiale chi denigra questa Ce sulla base di una scheda di rifiuto e non va oltre, perchè è oltremodo evidente che sia una delle più belle CE emergenti che vi siano in giro. Se diffidate della mia parola vi invito a farvi un giro su internet o a chiedere chi fosse presente al NarniComics qualche giorno fa o ad andare a Firenze a fine mese per la manifestazione "Firenze Lbro Aperto 2018" e così via...
  5. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    La DarkZone è oggettivamente una bellissima realtà. La presenza a ogni evento letterario e tematico (Torino, Firenze, Lucca, Napoli, Roma,...) è la testimonianza dell'impegno con cui tutto lo Staff è proteso a raggiungere l'obiettivo di attestare questa CE nell'olimpo dell'editoria italiana. La sua rapida ascesa ha ovviamente attirato l'attenzione di ogni aspirante scrittore e questo ha inevitabilmente aumentato la mole di lavoro di chi è preposto all'analisi dei testi. In questo contesto una risposta un pò più sommaria rispetto alla norma può anche capitare, ma anche se ciò fosse accaduto non si può mettere in dubbio la professionalità di chi lavora in questa CE. L'attenzione che viene dedicata a noi autori è eccezionale. Io vi consiglio di continuare a provare, perchè se riuscirete a superare le loro selezioni avrete modo di toccare con mano la competenza, la capacità e la caparbietà con cui lavorano. Io sono orgoglioso di essere stato scelto da loro e sono felice di potermi migliorare grazie a questa esperienza di vita.
  6. Giuseppe Milisenda

    Il Trampolino

    Io però so di persone che si sono trovate relativamente bene. Il fatto che non intervengano su questo Forum non può essere pregiudizievole. Io prima avevo espresso un parere positivo, nonostante le perplessità avanzate da molti. Ora mi affido a un punto interrogativo in attesa di nuove testimonianze. E' una di quelle case editrici che comunque nel bene o nel male suscita curiosità. Con me si sono comportati in modo educato e professionale, però poi non ho avuto modo di approfondire il rapporto. Immmagino che anche la Mondadori avrà delle controversie con qualcuno... ai posteri... Io ho avuto un'esperienza tragica con la casa editrice A. (che non è il Trampolino, ma il cui nome inizia per "A") che ha pubblicato il mio primo libro (ora ritirato dal commercio su mia richiesta e in attesa di pubblicazione con altra CE), ma questo non vuol dire che altri si possano essere trovati bene (anche se ne dubito, non essendo l'unico). A me piacerebbe avere un confronto pubblico con il responsabile della CE con cui mi sono trovato malissimo (quello con la A.): avere la possibilità di pubblicare le e-mail, le ricevute, le testimonianze,... ma non perchè possiate credere a me, ma per dare la possibilità a chi legge di valutare oggettivamente, perchè so che il mio punto di vista può essere personale. La bellezza di questo forum è quella che offre la possiblità di raccogliere esperienze e che in molti casi offre soprattutto un confronto tra le parti. Tornando al Trampolino, mi dispiace che non ci siano al momento altre testimonianze esplicite.
  7. Giuseppe Milisenda

    Il Trampolino

    A questo punto mi scuso con tutti gli utenti per averne parlato bene. A me erano queste le informazioni che giungevano, di una realtà ben organizzata e strutturata. Farò presente alle mie fonti quanto ho invece appreso oggi. Non ho avuto esperienza diretta, perchè alla fine ho preferito affidare il mio lavoro ad altre case editrici. Auguro a @Bastet di riuscire a trovare giustizia. Io provengo da un'esperienza terribile e a quanto pare ho rischiato di cadere nuovamente in errore, ma alla fine ho invece trovato lungo la strada una delle più belle realtà editoriali italiane. La pessima esperienza vissuta in passato mi è servita tantissimo per crescere e migliorarmi e ora mi aspetta un futuro come autore tra gli stand dei più importanti eventi del nostro Paese. Auguro a tutti gli utenti di trovare la loro strada e di non incappare in editori poco seri. Mi scuso nuovamente se ho indotto in errore qualcuno
  8. Giuseppe Milisenda

    Ferrari Editore

    non vedo l'ora di vederlo... auguri
  9. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Purtroppo ci siamo passati tutti. Quando la redazione topipittori mi rispose che il mio romanzo era interessante ma non rientrava nella loro linea editoriale (immagino che sia una frase standard) penso di esser rimasto inconsapevolmente con il broncio per 15 minuti . Il mio grado di disappunto inoltre è proporzionale alla stima che ripongo nelle case editrici che mi rispondono. A prescindere dal fatto che ho inizato il mio percorso con loro, penso sia oggettivamente una bella realtà. L'impegno della Dz nel promuovere i loro scrittori è sotto gli occhi di tutti. Noi scrittori abbiamo poi la tendenza a difendere il nostro operato perchè sappiamo quanta fatica ci è costato. Anche il fatto che il testo di Ezbereth sia stato revisionato da fior fiori di professionisti lascia il tempo che trova. Io ho fatto da primo editor (sicuramente Niko mi riprenderà correggendomi con il termine tecnico più appropriato) per un testo storico che sta avendo un grande successo tra gli appassionati del genere e sta vendendo anche all'estero, eppure i miei romanzi vengono corretti. Sicuramente Ezbereth troverà spazio in un'altra realtà editoriale. Ciò di cui sono assolutamente sicuro è che la signora Pace ha tirato sù una delle case editrici emergenti più interessanti, cui collaborano ragazzi che ci mettono il cuore.
  10. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Anche un utente che entra in un forum scrive un messaggio denigratorio e poi scompare può lasciare perplessi. A prescindere da tutto se venissimo giudicati sulla base di come scriviamo in un Forum o in una chat o in un sms, saremmo tutti condannati all'inferno. So che ci sono molti fautori del perfezionismo lessicale, ma sono secoli che ormai la forza delle idee ha spazzato via la purezza dello stile, in tutte le forme artistiche e pseudo tali. A parte qualche rara eccezione i contenuti sono ritenuti ovunque più importanti dell'esteriorità. @Ezbereth Penso sia normale che un'editrice dedichi le proprie attenzioni alle idee e a rendere fruibili i suoi servizi, più che a collocare la virgola nel posto più idoneo in una frase. Come accaduto (più o meno) a te, a me è capitato di ricevere prima un premio dfi letteratura assegnatomi da una giuria di docenti e giornalisti e poi sentirmi dire che secondo alcuni editori non era scritto bene. E' naturale che noi aspiranti scrittori siamo soggetti al gusto di chi ci giudica. Ogni forma di espressione umana è opinabile, persino la matematica. Sono molto scettico sull'ipotesi che possa esistere la perfezione linguistica. Personalmente penso inoltre che la ricerca della perfezione nel descrivere un Mondo che di natura è imperfetto è una contraddizione, ma questo è un altro discorso che qui sarebbe fuorviante (a aprirebbe scenari apocalittici), perchè questi post sono dedicati a fornire agli utenti elementi per valutare la Dark Zone. Tornando quindi alla Dark Zone, e proprio per fornire agli utenti degli stumenti di valutazione, mi è stato comunicato che hanno iniziato a lavorare sulla cover del mio romanzo (quindi tempi di lavoro piuttosto brevi dalla data in cui ho sottoscritto con loro il contratto). Vi invito a farvi un giro nella loro pagina fecebook per apprezzare ciò che fa chi lavora in questa casa editrice e la passione della signora Pace. Anch'io come loro non amo stare dietro una scrivania. Qualche giorno fa mi è capitato di perdere un cellulare in una campagna abbandonata, graffiarmi tra i rovi, impolverarmi da capo a piedi per inseguire ciò che volevo raggiungere. Viviamo nella diversità, che è la vera ricchezza di questo pianeta, ma siamo inevitabilmente attratti da ciò che è simile a noi. Io spero di aver trovato la mia casa e auguro di cuore a @Ezbereth di trovare la sua.
  11. Giuseppe Milisenda

    Ferrari Editore

    Ho firmato oggi con loro per il mio inedito. Il mio secondo libro sarà edito da Ferrari. Se tutto procede bene potrei essere al Salone di Torino nel 2019 per firmare le copie dei miei due libri con due diverse case editrici. Spero che un anno di tempo sia sufficiente. Ho preferito alla fine legarmi ad una casa editrice della mia regione, per avere un legame più forte con il territorio. Non è stata una scelta facile, perchè ho avuto la fortuna di ricevere proposte interessanti. Penso di aver fatto la scelta migliore. Mi piace l'entusiasmo con cui mi hanno contattato e la loro ambizione.
  12. Giuseppe Milisenda

    Turni e posti di blocco polizia/carabinieri

    In realtà il discorso è piuttosto articolato. Semplificando, la differenza tra posti di blocco e posti di controllo ti è già stata indicata. E' molto raro che tu possa imbatterti in un posto di blocco. Solitamente vengono attivati nel caso di gravi reati, per delimitare un perimetro da cui il malvivente non possa fuggire. Semplificando, diciamo che vengono coordinati dal reponsabile della Sala/centrale operativa, secondo degli studi fatti a piori che prevedono quali siano le vie di fuga da bloccare. Ad esempio se viene fatta una rapina in un ufficio postale, l'operatore della centrale sa già che deve disporre le pattuglie a disposizione sul territorio secondo uno schema già preordinato. I posti di blocco si protraggono sino a cessata emergenza. Ti ripeto però che si tratta di una spiegazione piuttosto semplificata. Vi sono posti di blocco che vengono attivati anche in altre situazioni. I posti di controllo invece sono quelli di routine. Si predilige una durata breve, per evitare che il diffondersi della notizia della presenza di personale in un determinato luogo renda inutile il servizio. Da contratto il servizio dura 6 ore. In caso di necessità ovviamente il servizio vene prolungato nel tempo. In caso di omicidi può capitare anche di lavorare oltre le 24 ore. Non esistono orari standard (0-6, 6-12...) per i servizi esterni delle pattuglie ( almeno questa è la regola, può capitare anche di fare 1-7, o 2-8, ....), altrimenti i malviventi saprebbero quando colpire. Poi dipende dal tipo di reparto a cui ti riferisci. Nell'arma dei carabinieri ad esempio ci sono le pattuglie delle Radiomobili che hanno orari piuttosto fissi che coprono l'intero arco della giornata, mentre per le Stazioni sono più flessibili ma solitamente sono limitate ad un solo servizio giornaliero. Anche queste ultime informazioni andrebbero però inquadrate nel loro contesto. Vi sono aree metropolitane dove la presenza di personale è più massiccia e aree rurali dove vi sono meno militari.
  13. Giuseppe Milisenda

    Xsmalls

    Il mio romanzo è stato momentaneamente ritirato dal mercato. A seguito di controversie insanabili con la casa editrice Aletheia sono riuscito ad ottenere la risoluzione consensuale del contratto. Ho provveduto a cedere i diritti a una importante casa editrice che partecipa al salone Internazionale del Libro di Torino e ad altre analoghe manifestazioni. Probabilmente verrà modificato il titolo del romanzo prima della sua nuova pubblicazione nel 2019. A presto. Ringrazio tutti per il sostegno ricevuto. Giuseppe
  14. Giuseppe Milisenda

    GDS Edizioni

    A me è recentemente pervenuta una proposta assolutamente FREE. Non mi hanno chiesto alcun contributo e le loro condizioni sono piuttosto interessanti.
  15. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    A giugno mi forniranno una scaletta della programmazione per iniziare il lavoro sul mio romanzo. Oggi avevo una conferenza in una scuola e ho annunciato il contratto con la Dark Zone. Vedere i ragazzi che ti chiedono informazioni sui protagonisti, applaudono sinceri e ti chiedono l'autografo è quanto di più bello vi sia in questa passione che noi utenti del forum di WD condividiamo. Se potessi passerei le giornate a tenere conferenze come quella di oggi. Spero di poter tornare presto con il nuovo libro tra loro.
×