Vai al contenuto

Giuseppe Milisenda

Scrittore
  • Numero contenuti

    173
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

113 Popolare

1 Seguace

Su Giuseppe Milisenda

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

  • Sito personale
    www.micropolis.flazio.com

Visite recenti

1.163 visite nel profilo
  1. Giuseppe Milisenda

    Salone del Libro di Torino [2019]

    Io ci sarò. Solo a pensarci mi vengono i brividi. Spero di incontravi tutti. Sarò allo stand Dark Zone, Pad 2 G112-H113, il 9 e 10 maggio (mattina 08.30-14.30)
  2. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Con immenso piacere aggorno questo post. Il 9 e il 10 Maggio 2019 ci sarà al Salone del Libro di Torino 2019 presso lo Stand Dark Zone, padiglione 2 stand G112-H113, il lancio ufficiale del mio romanzo. Inutile dirvi che solo a pensarci mi vengono i brividi. Spero di incontrarvi personalmente. Grazie alla Dark Zone su molti blog troverete l'immagine della cover e alcune informazioni sul contenuto del romanzo. Anche alcune recensioni iniziano a elogiare la mia opera. Leggendo alcuni passi degli altri autori della casa editrice in realtà mi sento come uno studente fra letterati navigati. Le righe di sopra vi faranno capire che la Dark Zone non solo cura l'editing del romanzo e la realizzazione della cover, ma affianca gli scrittori anche nel lancio. Tutti i compagni di viaggio mi stanno sostenendo in questa avventura con i migliori consigli. Abbiamo un gruppo messanger su cui condividiamo le nostre esperienze. Insomma mi stanno prendendo per mano. Ovviamente ci sto mettendo del mio, ma posso assicurarvi che mi sono sentito accolto come uno di famiglia. Auguro a ciascuno di voi di trovare una casa editrice come la Dark Zone. Ci vediamo al SalTo!
  3. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    In questo momento il mio romanzo è sotto i ferri per il lancio previsto in occasione del Salone del Libro di Torino che si terrà tra poco più di un mese. Penso quindi di essere la persona giusta che meglio può fornire indicazioni a quegli aspiranti scrittori che volessero cercare la giusta casa editrice. La realizzazione delle copertine è affidata ad artisti del settore che hanno una notevole esperienza e i cui lavoro sono delle vere e proprie opere d'arte. Il mio romanzo per la parte grafica è stato affidato alle cure di Livia De Simone. Girovagando sulla rete potrete ammirare le sue realizzazioni. Un costante scambio di informazioni e opinioni sta facendo progredire la realizzazione della cover. Per quanto riguarda la correzione invece il mio romanzo è sotto la lente d'ingrandimento di Stefano Mancini. Anche in questo caso un continuo scambio di indicazioni sta portando a eliminare qualche difetto e imprecisione. Ogni singola parola o espressione viene da lui minuziosamente controllata. In taluni casi fornisce indicazioni categoriche sulle modifiche da apportare in altre occasioni fornisce suggrimenti o si apre al confronto con la massima disponbilità. L'ambiente generale della Dark Zone è molto accogliente, affiatato e professionale. Sono tutti impegnati nel fornire supporto all'autore e pubblicizzare le sue opere. La partecipazione alle manifestazioni del sottore è costante.
  4. Giuseppe Milisenda

    Uniti per la legalità [20/02/19]

    Sono stato contattato ieri telefonicamente e ho ricevuto il preavviso che la Giuria ha assegnato un premio speciale al mio racconto breve inedito. Sono contento soprattutto per il fine che si prefigge la menifestazione. Spero di contribuire nel mio piccolo
  5. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    La DarkZone è oggettivamente una bellissima realtà. La presenza a ogni evento letterario e tematico (Torino, Firenze, Lucca, Napoli, Roma,...) è la testimonianza dell'impegno con cui tutto lo Staff è proteso a raggiungere l'obiettivo di attestare questa CE nell'olimpo dell'editoria italiana. La sua rapida ascesa ha ovviamente attirato l'attenzione di ogni aspirante scrittore e questo ha inevitabilmente aumentato la mole di lavoro di chi è preposto all'analisi dei testi. In questo contesto una risposta un pò più sommaria rispetto alla norma può anche capitare, ma anche se ciò fosse accaduto non si può mettere in dubbio la professionalità di chi lavora in questa CE. L'attenzione che viene dedicata a noi autori è eccezionale. Io vi consiglio di continuare a provare, perchè se riuscirete a superare le loro selezioni avrete modo di toccare con mano la competenza, la capacità e la caparbietà con cui lavorano. Io sono orgoglioso di essere stato scelto da loro e sono felice di potermi migliorare grazie a questa esperienza di vita.
  6. Giuseppe Milisenda

    Il Trampolino

    Io però so di persone che si sono trovate relativamente bene. Il fatto che non intervengano su questo Forum non può essere pregiudizievole. Io prima avevo espresso un parere positivo, nonostante le perplessità avanzate da molti. Ora mi affido a un punto interrogativo in attesa di nuove testimonianze. E' una di quelle case editrici che comunque nel bene o nel male suscita curiosità. Con me si sono comportati in modo educato e professionale, però poi non ho avuto modo di approfondire il rapporto. Immmagino che anche la Mondadori avrà delle controversie con qualcuno... ai posteri... Io ho avuto un'esperienza tragica con la casa editrice A. (che non è il Trampolino, ma il cui nome inizia per "A") che ha pubblicato il mio primo libro (ora ritirato dal commercio su mia richiesta e in attesa di pubblicazione con altra CE), ma questo non vuol dire che altri si possano essere trovati bene (anche se ne dubito, non essendo l'unico). A me piacerebbe avere un confronto pubblico con il responsabile della CE con cui mi sono trovato malissimo (quello con la A.): avere la possibilità di pubblicare le e-mail, le ricevute, le testimonianze,... ma non perchè possiate credere a me, ma per dare la possibilità a chi legge di valutare oggettivamente, perchè so che il mio punto di vista può essere personale. La bellezza di questo forum è quella che offre la possiblità di raccogliere esperienze e che in molti casi offre soprattutto un confronto tra le parti. Tornando al Trampolino, mi dispiace che non ci siano al momento altre testimonianze esplicite.
  7. Giuseppe Milisenda

    Il Trampolino

    A questo punto mi scuso con tutti gli utenti per averne parlato bene. A me erano queste le informazioni che giungevano, di una realtà ben organizzata e strutturata. Farò presente alle mie fonti quanto ho invece appreso oggi. Non ho avuto esperienza diretta, perchè alla fine ho preferito affidare il mio lavoro ad altre case editrici. Auguro a @Bastet di riuscire a trovare giustizia. Io provengo da un'esperienza terribile e a quanto pare ho rischiato di cadere nuovamente in errore, ma alla fine ho invece trovato lungo la strada una delle più belle realtà editoriali italiane. La pessima esperienza vissuta in passato mi è servita tantissimo per crescere e migliorarmi e ora mi aspetta un futuro come autore tra gli stand dei più importanti eventi del nostro Paese. Auguro a tutti gli utenti di trovare la loro strada e di non incappare in editori poco seri. Mi scuso nuovamente se ho indotto in errore qualcuno
  8. Giuseppe Milisenda

    Ferrari Editore

    non vedo l'ora di vederlo... auguri
  9. Giuseppe Milisenda

    Ferrari Editore

    Ho firmato oggi con loro per il mio inedito. Il mio secondo libro sarà edito da Ferrari. Se tutto procede bene potrei essere al Salone di Torino nel 2019 per firmare le copie dei miei due libri con due diverse case editrici. Spero che un anno di tempo sia sufficiente. Ho preferito alla fine legarmi ad una casa editrice della mia regione, per avere un legame più forte con il territorio. Non è stata una scelta facile, perchè ho avuto la fortuna di ricevere proposte interessanti. Penso di aver fatto la scelta migliore. Mi piace l'entusiasmo con cui mi hanno contattato e la loro ambizione.
  10. Giuseppe Milisenda

    Turni e posti di blocco polizia/carabinieri

    In realtà il discorso è piuttosto articolato. Semplificando, la differenza tra posti di blocco e posti di controllo ti è già stata indicata. E' molto raro che tu possa imbatterti in un posto di blocco. Solitamente vengono attivati nel caso di gravi reati, per delimitare un perimetro da cui il malvivente non possa fuggire. Semplificando, diciamo che vengono coordinati dal reponsabile della Sala/centrale operativa, secondo degli studi fatti a piori che prevedono quali siano le vie di fuga da bloccare. Ad esempio se viene fatta una rapina in un ufficio postale, l'operatore della centrale sa già che deve disporre le pattuglie a disposizione sul territorio secondo uno schema già preordinato. I posti di blocco si protraggono sino a cessata emergenza. Ti ripeto però che si tratta di una spiegazione piuttosto semplificata. Vi sono posti di blocco che vengono attivati anche in altre situazioni. I posti di controllo invece sono quelli di routine. Si predilige una durata breve, per evitare che il diffondersi della notizia della presenza di personale in un determinato luogo renda inutile il servizio. Da contratto il servizio dura 6 ore. In caso di necessità ovviamente il servizio vene prolungato nel tempo. In caso di omicidi può capitare anche di lavorare oltre le 24 ore. Non esistono orari standard (0-6, 6-12...) per i servizi esterni delle pattuglie ( almeno questa è la regola, può capitare anche di fare 1-7, o 2-8, ....), altrimenti i malviventi saprebbero quando colpire. Poi dipende dal tipo di reparto a cui ti riferisci. Nell'arma dei carabinieri ad esempio ci sono le pattuglie delle Radiomobili che hanno orari piuttosto fissi che coprono l'intero arco della giornata, mentre per le Stazioni sono più flessibili ma solitamente sono limitate ad un solo servizio giornaliero. Anche queste ultime informazioni andrebbero però inquadrate nel loro contesto. Vi sono aree metropolitane dove la presenza di personale è più massiccia e aree rurali dove vi sono meno militari.
  11. Giuseppe Milisenda

    Xsmalls

    Il mio romanzo è stato momentaneamente ritirato dal mercato. A seguito di controversie insanabili con la casa editrice Aletheia sono riuscito ad ottenere la risoluzione consensuale del contratto. Ho provveduto a cedere i diritti a una importante casa editrice che partecipa al salone Internazionale del Libro di Torino e ad altre analoghe manifestazioni. Probabilmente verrà modificato il titolo del romanzo prima della sua nuova pubblicazione nel 2019. A presto. Ringrazio tutti per il sostegno ricevuto. Giuseppe
  12. Giuseppe Milisenda

    GDS Edizioni

    A me è recentemente pervenuta una proposta assolutamente FREE. Non mi hanno chiesto alcun contributo e le loro condizioni sono piuttosto interessanti.
  13. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    A giugno mi forniranno una scaletta della programmazione per iniziare il lavoro sul mio romanzo. Oggi avevo una conferenza in una scuola e ho annunciato il contratto con la Dark Zone. Vedere i ragazzi che ti chiedono informazioni sui protagonisti, applaudono sinceri e ti chiedono l'autografo è quanto di più bello vi sia in questa passione che noi utenti del forum di WD condividiamo. Se potessi passerei le giornate a tenere conferenze come quella di oggi. Spero di poter tornare presto con il nuovo libro tra loro.
  14. Giuseppe Milisenda

    Capponi Editore

    Le mia esperienza mi porta a dare un giudizio negativo. Dopo aver espresso parere favorevole al mio inedito , mi hanno fornito un orario a cui chiamare, ma nessuno mi ha risposto. Può capitare a chiuque un inconveniente, ho pensato... ma poi ho inviato un'email per richiedere un nuovo appuntamento e non ho ricevuto risposta. Non ho più insistito e ho riposto la Capponi nel cassetto delle CE da dimenticare. Può darsi ci sia stato un equivoco.
  15. Giuseppe Milisenda

    Dark Zone

    Ed eccomi qui finalmente! Scusate il ritardo, ma ero impegnato a buttare giù qualche scartoffia burocratica con la mia vecchia casa editrice. Già, perchè oggi ho firmato con la Dark Zone il contratto per la cessione dei diritti non del mio inedito, ma del mio primo romanzo. Ho atteso tanto, ho rifiutato molte proposte, ma quando è arrivata l'e-mail della signora Pace non potevo dire ancora di no. E' la casa editrice che aspettavo e sono orgoglioso di poter lavorare con professionisti come loro. Per chi è in cerca di informazioni posso assicurare che il contratto è assolutamente free, preciso e dettagliato. La durata è di 5 (cinque) anni e ci sono importanti sconti per l'acquisto di copie da parte dell'autore senza alcun obbligo. Non vi svelo ulteriori dettagli nella speranza che un giorno anche voi potrete ricevere la stessa e-mail. Non vedo l'ora di iniziare. Mi hanno chiesto di apportare alcune modifiche e di cambiare il titolo del romanzo. Un pò mi dispiace, ma sono in buone mani e mi fido ciecamente del loro parere. Potrò lavorare con professionisti preparati, che lavorano con entusiasmo e che credono nel loro lavoro. A dire il vero sono stato anche ripreso dalla signora Pace: " le copie che ho venduto sinora sono solo il punto di partenza"... e mi piace la sua grinta. Voglio riprendermi il posto che merito e penso che con loro potrò portare in alto il mio romanzo. Ringrazio la Dark Zone per questa opportunità e per non essersi fermata la dove altre case editrici hanno esitato. Ho sempre pensato che una casa editrice seria e capace non si ferma davanti al preconcetto che un libro già edito non può vendere ancora. Ho conquistato un premio internazione di letteratura, il parere favorevole di importanti organizzazioni (UNICEF, WWF,...), articoli stampa e continuano e arrivarmi richieste da parte delle scuole. Sapevo che prima o poi sarebbe arrivata la casa editrice giusta, e che, contrariamente a quanto ho scritto nel mio post precedente, questo non è il lieto fine della storia, ma solo l'inizio. Voglio ringraziare i moderatori di questo forum e tutti gli utenti (anche quelli con cui mi sono scontrato) che mi hanno dato la forza di continuare a credere in questo mondo a me sconosciuto. Quando ho scoperto che la mia vecchia casa editrice "remava contro" la diffusione del mio libro ero stato preso dallo sconforto, avevo pensato di abbandonare l'idea di scrivere ancora. Grazie a voi ho ripreso fiducia e ho scoperto che nell'editoria ci sono persone speciali, capaci ancora di sognare e credere che le parole dei libri possano cambiare il Mondo. Se oggi ho firmato questo contratto è anche merito vostro. Grazie.
×