Vai al contenuto

Jhonjey

Scrittore
  • Numero contenuti

    125
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di Jhonjey

  1. Jhonjey

    Guanda

    Inviato il cartaceo l'11 Settembre 2017.... Diciamo quegli 8 mesetti scarsi durante i quali ho pubblicato e sono riuscito anche vendere (al momento) una duecentina di copie... G.
  2. Jhonjey

    Guanda

    Posso smentire... Arrivata risposta addirittura cartacea, ovvero con una elegante lettera e con una firma addirittura a penna a nome de La Segreteria Letteraria. Anche a me dicono che il libro non è collocabile nelle loro collane e mi invita a partecipare a IoScrittore... Però la risposta tramite lettera non me l'aspettavo... G.
  3. Jhonjey

    La Madre

    Beh... facciamoci un pò di sana pubblicità... visto che il libro sembra essere "leggibile"... https://www.lfaeditorenapoli.it/classifica-mensile-volumi-lfa/ :-) Speriamo di continuare così. G.
  4. Jhonjey

    [Editor] Marcello Nucciarelli

    Io non ho avuto modo di conoscere Marcello come editor, ma l'ho subito individuato come un punto fermo dove, un esordiente come me, ha trovato molte risposte. Ma anche se ho avuto solo modo di sfiorarlo, Marcello mi ha lasciato subito l'impressione di una persona simpatica, affabile, paziente, lungimirante, colta, disponibile, probabilmente non una rarità tra le tante ottime persone che frequentano il WD, ma sicuramente una gradevolissima eccezione al di fuori di queste mura protettive, dove è molto più facile trovare lupi pronti a sbranarti, piuttosto che colonne dove appoggiarti. Anche noi siamo lontani, ma non lontanissimi, geograficamente parlando, e pertanto anche io confido in un prossimo incontro di persona...
  5. Jhonjey

    La Madre

    Grazie nemesis74 Un commento finalmente un pò più corposo di tutti i "Fantastico! Si legge in 4 giorni! A quando il prossimo...?" che ho ricevuto finora e che mi permette di sottolineare: In effetti sono rimasto piuttosto scioccato, quando ho presentato il romanzo alle varie case editrici e sono stato bocciato, da alcune di queste, senza possibilità di appello, solo perchè la mia storia era ambientata fuori dall'italia. Mah... questo strano mondo dell'editoria moderna... E sono altresì contento che sono riuscito a trasformare la mia maniacalità per la precisione in qualcosa che abbia reso la lettura comunque scorrevole e assolutamente non pedissequa. In effetti, insieme al mio editor, su questo aspetto (ma anche su molti altri) abbiamo veramente lavorato sodo. Per quanto riguarda invece questo aspetto: non è stato poi così difficile: basta guardarti intorno e vedere che il detto "Il mondo è donna..." è assolutamente vero. Grazie ancora per il commento, che mi servirà da sicuro stimolo per le mie future fatiche. Gianni
  6. Jhonjey

    Damster

    Confermo... anche a me arrivata la stessa mail... con la precisazione che loro fanno il cartaceo solo per la collana di gialli e noir... beh, ma il mio libro era un thriller e un noir, per cui non ho ben capito cosa volessero dire... Quando poi ho visto la cifra necesaria per l'autopubblicazione allora ho lasciato perdere... A parte il fatto che nel frattempo ho già pubblicato con altri.
  7. Jhonjey

    Come scrivere la scena di un bacio?

    La soluzione l'hai trovata da sola... Gianni
  8. Jhonjey

    L'umano dietro la luce

    Ottima! Considerando che diventerà la mia seconda casa, già pregusto la grande ispirazione che potrò trarne per i miei thriller noir... Piuttosto, caro comitato: avete finalmente deciso il giorno in cui ci si potrà sfogare con la tastiera sul WD come se non ci fosse un domani (o non ci fosse un @Niko)? Ovviamente scherzo... da parte mia e credo a nome di tutto il gruppo un grazie di cuore per la dedizione che mostrate nel tenere in piedi questa grande famiglia. Gianni
  9. Jhonjey

    Il segreto di Groningen - Marcello Nucciarelli

    Ragazzi, non guardate troppo la foto... il libro (ve lo ganrantisco io) è molto più bello! Gianni
  10. Jhonjey

    Il primo figlio

    Racconto carinissimo (non posso usare le maiuscole sennò mi uccidono)! E sfido chiunque di noi a dire di non aver fatto, almeno una volta, le coccole al nostro piccolo adorato libricino... Caro @nemesis74 non mi metto qui a proporti eventuali mie correzioni, ma piuttosto ti ringrazio per avermi fatto rivivere momenti vissuti poi non tanto tempo fa. Grazie Gianni
  11. Jhonjey

    Concorso sì, concorso no?

    Caro\a @Dale se vuoi il mio parere eviterei di partecipare a questo concorso. Già è un problema affidarsi alle piccole CE, ma se andiamo a finire su una piccola CE a pagamento allora non se ne esce di certo bene... In Italia ce ne sono tantissimi di concorsi letterari, basta perderci un po' di tempo e vedrai che ne troverai altri, comunque di prestigio, e che non ti legano necessariamente ad un pubblicazione con qualche CE... IMHO G.
  12. Jhonjey

    Quanto tempo di vita costa ad un editore inviare un email?

    Io l'ho fatto... e nessuna CE mi ha ringraziato per averle evitato perdita di tempo... Gianni
  13. Jhonjey

    Dialoghi in lingua straniera

    @Luna anche questo è un ottimo suggerimento... Quindi: - impoverire i dialoghi da parte dello "straniero"... - autocorreggersi Provvederò. Grazie infinite Gianni
  14. Jhonjey

    Dialoghi in lingua straniera

    Grazie @ElleryQ , prezioso come sempre. A questo non avevo pensato... Gianni
  15. Jhonjey

    Dialoghi in lingua straniera

    La cosa mi interessa.... Sto scrivendo un romanzo in cui una ragazza, nata e vissuta in America, torna dal padre in Italia. La ragazza ha 18 anni e negli ultimi 3 in America ha fatto lezioni di italiano con una sua vicina (la faccio breve ma giusto per inquadrare la situazione). Con il padre aveva sempre tenuto i rapporti telefonandogli e scrivendogli (sopratutto negli ultimi tempi sempre in italiano). Come gestisco i dialoghi tra padre (italiano) e figlia? Il padre parla italiano e fin qui ci siamo, e anche la figlia la vorrei far parlare in italiano, ma secondo voi devo "storpiare" il suo italiano per far capire che ovviamente non ha una proprietà di linguaggio fluente? Considerate che questo aspetto non è assolutamente rilevante ai fini della storia. Oppure pensavo di mettere qualche parola in inglese giusto per far capire le sue ovvie difficoltà, esempio: «Guarda, papà, è stata una sorpresa anche per me: ieri mamma mi ha detto di fare la valigia e di preparami per un lungo viaggio, poi mi ha accompagnato all’aeroporto, mi ha messo su un aero diretto a Roma e tutta… excited… mi ha detto: “Questo è il mio regalo. Salutami tuo padre. L’Italia it’s wonderful, in questo periodo…”» Voi che ne dite...? Suggerimenti? Grazie Gianni
  16. Questa è una innegabile legge di mercato, caro Nemesis74... con l'aggiunta che quando l'offerta aumenta, creiamo domanda e la qualità dei servizi offerti cala... G.
  17. Jhonjey

    Lo stile, ovverosia che cosa resterà di questi anni duemila?

    Io spesso e volentieri... G.
  18. Jhonjey

    L'angosciante autopromozione

    Grazie @Ezbereth Consiglio molto utile, anche se girando un po' sul WEB ho visto che i prezzi più o meno sono quelli... Io a dire il vero un po' ci capisco di computer per cui in due settimane mi sono messo sotto e mi sono anche fatto il booktrailer (oltre la locandina)... Anzi, amici del blog, se qualcuno va sul mio sito e mi da un parere ne sarei molto grato (la faticaccia è stata tanto, speriamo ch il risultato finale ne sia valsa la pena). Comunque grazie ancora per il suggerimento... Gianni
  19. Jhonjey

    Dieci anni di Writer's Dream!

    Uno strumento indispensabile per capirci qualcosa in questo terribile mondo dell'editoria moderna... Un grazie a @Niko (uno dei miei bacchettatori preferiti, quando sbaglio qualcosa) e un abbraccio ENORME ("@Jhonjey! Non si scrive in maiuscolo! Come te lo devo dire...?" - direbbe appunto il buon @Niko) a tutti i componenti dello staff! Grazie Giovanni Staibano PS x @Niko: se non ricordo male il mese del decimo anniversario vengono condonate tutte le violazioni alle regole... vero?!?
  20. Jhonjey

    Il segreto di Groningen - Marcello Nucciarelli

    Sì Marcello... il libro mi è piaciuto e credo che difficilmente possa succedere l'incontrario... Buon per Alcheringa che con te ha fatto davvero un "acquisto" di primordine! Continua così e non fermarti mai... Gianni
  21. Jhonjey

    Il segreto di Groningen - Marcello Nucciarelli

    Se vi accingete a leggere "Il segreto di Groningen" preparatevi ad una sinfonia, ad un'abile orchestrazione composta da molteplici movimenti, ognuno di proporzioni ampie e molto articolate, costruite seguendo i più rigorosi canoni della scrittura creativa. Il mio consiglio è di prendetevi il vostro tempo, di organizzare il vostro divano migliore e di immaginare le fiamme dell'immancabile caminetto accesso sullo sfondo dipingere, con i tipici riflessi color oro brunito del fuoco poco distante, le vie delle principali città olandesi, Amsterdam, Rotterdam, Groningen. Immaginate le mura di quegli antichi e nobili centri mitteleuropei colorate dello stesso punto di rosso che vi regala la copertina del libro, indiscutibilmente centrata e sinistramente evocativa. Rimanendo sull'immagine che caratterizza il volume, i soldati in marcia che escono fuori da un tomo che sembra quasi sfogliarsi da solo, accennano ad uno dei movimenti più importanti di tutta l'opera: è il movimento centrale, i cui echi ci accompagneranno a partire da una cadenza lenta fino ad arrivare ad un minuetto, con un ritmo tenuto costantemente e sapientemente vivo da un metronomo invisibile. Ci sembrerà quasi come fossimo un collega dell'indiscussa protagonista del romanzo, l'ispettrice capo Gretije de Witt, di Amsterdam, un personaggio affascinante, di cui, vi avverto, sarà impossibile non innamorarsene. Al lettore sembrerà quasi di lavorare fianco a fianco ai componenti della squadra della dinamica, sensuale, insicura, forte, decisa, romantica, acuta ispettrice, e la realisticità della narrazione vi farà sentire davvero impegnati a sfogliare una infinità di incartamenti, a vagliare tantissime ipotesi, a creare e a smontare congetture, tentando di anticipare (senza riuscirci) la trama assolutamente originale. Ma attenti: non abbassate mai la guardia, perché, non dimentichiamolo, c'è una scia di sangue da seguire e dall'altra parte ci stanno aspettando uomini senza scrupoli, capaci di commettere i più efferati crimini per raggiungere i loro discutibili scopi. Deliziosa l'introduzione del racconto, che parla di una "italica romagnolità" che crediamo molto cara all'autore, quel Marcello Nucciarelli che immaginiamo anche innamorato del gioco degli scacchi e di chissà quante altre cose abilmente sparpagliate nel romanzo (ovviamente l'Olanda, ma ci potrebbero stare anche l'arte, la storia, i rompicapo...), un insieme di ingredienti miscelati sapientemente, con gradualità, mai eccessivi, ognuno a fare da sfondo ai vari personaggi che si intrecciano senza sosta, ognuno con la sua perfetta caratterizzazione, ognuno dipinto con una minuzia e una dovizia di particolari che, sebbene abbondante, non crea mai ombra a tutta l'indagine. Potremmo dire anzi che la rinforza. Lo stile fluente, dosato, mai ripetitivo, insieme ad una indubbia "tridimensionalità" che traspare dalle pagine che ci regala Marcello, ci fanno vivere una storia che inizia piano, lentamente, ma che, come l'acqua portata dall'alta marea, ad ogni ondata si fa sempre più vicina al lettore, fino a catturarlo a tal punto da rendere le ultime pagine del racconto come ipnotiche. Oserei dire: una vera e propria “ciliegina”.
  22. Jhonjey

    LFA Publisher

    @Kikki molte piccole (ma agguerrite) CE per far quadrare i conti non possono permettersi il lusso di un editor, per cui cercano testi presumibilmente già ben scritti e a loro giudizio interessanti. Quindi, il tuo libro, probabilmente fa parte di questa categoria... Però se tu ritieni che il tuo lavoro necessiti ancora di limature, non demordere, rendilo liscio e lucido come piace a te e poi procedi con la pubblicazione... G.
  23. Jhonjey

    Longanesi

    Non so quante regole del forum ho violato per questo post ma non sono riuscito a trattenermi... Scusa Niko! G.
  24. Jhonjey

    L'angosciante autopromozione

    Mi autocito... 8) BookTrailer... La mia casa editrice li ha prodotti per alcuni suoi libri, e sono tentato anche io... nel qual caso farei fare solo qualcosa che unisce immagini, musica e alcune frasi del mio libro, senza voce parlante... Voi cosa ne pensate in merito? G.
  25. Jhonjey

    L'angosciante autopromozione

    Bungiorno a tutti. Provo a dare anche il mio contributo, dato che sto per pubblicare anche io il mio primo libro. Innanzitutto una correzione: qualcuno ha detto che scrivere il libro è la parte più facile di tutto il processo: non scherziamo. Probabilmente sarà la più appassionante, come è giusto che sia, visto che uno scrittore si nutre della sua passione per lo scrivere, ma scrivere un libro è tutt'altro che facile. Come dice John Grisham: "Tutto avrei pensato fuorchè scrivere uno libro fosse più pesante che stendere l'asfalto sulle strade del Texas a 50 gradi sotto al sole!" Fatta questa debita puntualizzazione (dò per scontato che questo è quantomeno il mio punto di vista, oltre quello del "collega" John...) vorrei provare a riassumere cosa si può fare per l'autopromozione (Spartaco ci insegna che, ci piaccia o no, ormai i tempi la rendono necessaria, per ottenere qualche soddisfazione sul numero di copie vendute): 1) parenti e amici. Credo si parta tutti da qui. 2) chiedere a parenti e amici se ci possono indicare qualche "libreria amica". 3) contattare queste librerie amiche per...? Chiedere di ospitare qualche copia del proprio libro? Organizzare incontri...? E se l'editore non fa il conto vendita (come nel mio caso), come convincere la libreria a provare a vendere qualche copia del proprio libro? Ecco... qui ben vengano tutti i suggerimenti possibili... 4) crearsi un proprio sito. Questo lo reputo indispensabile, soprattutto se si vuole iniziare una "carriera" di scrittore. Un pò meno se si è uno scrittore da one-book-shot... 5) Concorsi. Vale la pena partecipare? A quali? Io mi sono già iscritto al concorso internazionale di Como e mi iscriverò a quello di Sarzana. Ho dovuto annullare quello a Romanzi in Cerca di autore dato che dovrei passare a breve da inedito a edito 6) inviare copie di valutazione ai tanti siti che si occupano di recensioni. Mi sembra che su questa cosa non tutti sono d'accordo. Come mai? 7) Avere una propria pagina facebook (io non la ho e piegarmi a FB sarà un pò un sacrificio, ma vabbè, farò anche questo...) 8) ...altro...? G.
×