Vai al contenuto

Ezbereth

Lettore
  • Numero contenuti

    422
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

152 Strepitoso

3 Seguaci

Su Ezbereth

  • Rank
    Imbrattaparole molesta.
  • Compleanno 3 agosto

Contatti & Social

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Toscana

Visite recenti

735 visite nel profilo
  1. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Il cacao nel latte

    Buonasera a entrambi! Il racconto mi è piaciuto per metà, la prima molto, evocativa, profonda; la seconda è inespressa, mi ha lasciato la sensazione che volevate dire qualcosa che però non si coglie. Forse dovreste scegliere meglio gli episodi da raccontare per mettere in luce il trauma infantile, forse avete scelto il passaggio sbagliato, ne avrei postato (fra i tanti che avete detto di aver tagliato) qualcuno più avanti nel tempo, sui dieci undici anni, perché a tre anni non si capisce se lo zio e la mamma fanno sesso, non si capisce neppure cosa sia il sesso e non si ha la malizia di comprendere il bene e il male, se il male non provoca dolore. Quindi dovreste rivederla in questi termini, oppure lasciar perdere il trauma infantile e proseguire nel tono che avete usato per la prima metà del racconto, in fondo non è necessario che spiegate perché ha ucciso, potreste soffermarvi solo sul presente. Mi piacerebbe leggere il brano rivisto. Buon proseguimento, Ez
  2. Ragazzi, sapete che vi adoro vero? Ecco un po' meno adoro Il Piccolo Principe. Sappiate che non l'ho mai letto (ho mollato dopo le prime dieci pagine, era troppo per me. Quindi, spero apprezziate il fatto che ho letto il vostro racconto per ben due volte. Ora, è ben scritto, e vi hanno già fatto le pulci. Purtroppo mi riusciva già difficile il Piccolo Principe, quando poi ci si è aggiunta la Principessa, ho sperato che accadesse qualcosa di tragico, invece no. Quindi spero di apprezzarvi di più nel prossimo racconto, per quanto riguarda questa fiaba, ben scritta, niente da dire. Alla prossima, Ez
  3. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Тихая ночь - Cicha noc

    Triste triste triste triste. Non ho affatto penato per l'alternanza del punto di vista. La morte contemporanea (che a una prima lettura non avevo compreso), è un po' azzardata, ma chi dice che non sia possibile? Alla fine come vi hanno già detto si percepisce l'angoscia e la mancanza di speranza di chi racconta. Le pulci ve le hanno già fatte, quindi ... Con una buona revisione è un bel pezzo, brave. A rileggervi, Ez
  4. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Natalofobia

    Ragazze, non mi dilungherò in lodi e sbrodi, andrò dritta al punto: posso avere l' indirizzo di Mark? Scherzi a parte, bello... Mi è piaciuto, anzi di più! Brave❣️
  5. Ezbereth

    [Natale 2018-1] La neve riprende a cadere

    Buongiorno ragazzi, Ho letto il racconto senza farmi domande, fino in fondo, poi l'ho riletto per incastrare i pezzi. In effetti l'unica domanda che vi avrei fatta è la stessa di Macleo. Se ci pensate tutti i passi, tranne quello possono essere contemporanei quindi quel punto ti spiazza. Bella storia. Ho sempre associato la neve alla gioia ma, come ha già detto qualcuno, dopo questo contest... Buon proseguimento!
  6. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Storia di Natale

    Grazie Emy, Per quanto riguarda il PDV, apprezzo il tuo parere, tuttavia penso che la struttura della storia vada bene così, proprio non ci andrebbe di rinunciare al motore spernacchiante di Tim. Si parla di due generazioni lontane fra loro, ed è naturale che si senta la differenza, volevamo che fosse: è il racconto di come due vite così diverse vivono la stessa festività, una con gioia e gli occhi aperti sul futuro, l'altro smarrito nell'amarezza del passato. Sulla questione nomi, ci pensiamo di, perché volevo ricreare nel lettore l'effetto di confusione del vecchio, ma se ciò deve essere un problema... Grazie per essere passata, e buona gara anche a te.
  7. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Storia di Natale

    scusa i refusi, vado a fare penitenza! @Bango Skank
  8. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Storia di Natale

    Ciao ! Replico : 1) Luogo: cavolo hai ragione! =_= E' sfuggito a entrambi. 2) Nomi e nomi, confusione e lucidità del nonn: In realtà l'effetto di confusione e straniamento era voluto, proprio per far "provare" la confusione del nonno anche a chi legge, è stata una scelta consapevole (mia, me ne assumo la responsabilità perché ne avevamo parlato con Pulsar.) Per quanto riguarda la confusione del nonno nei nomi e fati recenti e la sua lucidità nei ricordi indietro nel tempo è cosa molto comune negli anziani, i miei tre nonni erano tutti così(anche questa è una mia scelta consapevole, ne avevamo parlato con Pulsar). 3) per il Nintendo, avevamo spostato la data dal 73 al 78 proprio per usare il Nintendo, comunque non è indispensabile al racconto, potrebbe essere anche la TV e basta, quindi... Grazie mille, revisioneremo la parte della confusione. Sono felice (e sicura di poter parlare anche per conto di Pulsar, al momento senza linea,) che ti sia piaciuto. Un abbraccio sssserpentoso!
  9. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Qua la mano

    Grandi! Sono rimasta spiazzata e alla fine è stato proprio divertente. Qua la mano!
  10. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Miracolo di Natale

    Ragazzi, sia ben chiaro, è solo il mio parere e sono l'ultima degli ultimi. Bacio!
  11. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Miracolo di Natale

    Una storia amara e vera, mi ci sono ritrovata per alcune cose. E ho ritrovato alcuni odori della mia infanzia: Nella stanza entra lo stesso odore del mio vecchio refettorio scolastico: un misto di disinfettante, bollito e pastina in brodo. Ci sono solo due passi di tutto il racconto che mi hanno fatto uscire dalla narrazione, quando scrivete: Siamo in impaziente attesa di notizie che non arrivano. Per carità, si può scrivere benissimo, però sono tornata a leggere due volte per capire se avevo compreso il senso(limite mio eh). L'altro passo è quando la sorella ricorda il Natale passato tutti insieme nella baita: La stanza era fredda, ma la brace ardeva ancora nel camino a rischiarare la penombra: un’atmosfera magica! Mi sembra più una frase da descrizione poetica o da incipit che un ricordo condiviso inserito in un discorso. Anche qui però è solo il mio personale parere. Grazie per aver condiviso. Molto reale. Alla prossima.
  12. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Come un sasso nello stagno

    Ciao! Allora visto che il racconto lo hai scritto solo tu @Poeta Zaza , metto da parte @Intro dopo averlo salutato. Ti dico con grande onestà, che spero apprezzerai, il mio pensiero: Il racconto mi piace e moltissimo. Non ci conosciamo(intendo sul WD) ma chi mi ha già letto sa che dico il vero. Nella costruzione della storia, a posteriori e dopo due letture, inserirei la parte della famiglia per ultimo, riducendola rispetto al racconto del treno. La cosa che mi ha lasciato un attimo perplessa è l'aver trovato tutti insieme una persona vittima della crisi, una prostituta transgender, e un barbone, tutti seduti nello stesso vagone e tutti disposti ad aprirsi e a raccontare le proprie storie. Poi ho letto che è un fatto realmente accaduto e non volevo dirti più nulla. In realtà te lo dirò lo stesso perché a prescindere da questo racconto è una lezione che ho imparato a mie spese. La realtà a volte supera la fantasia. E fin qui nulla da dire. Tuttavia, quando accade e ci si ritrova a scrivere di questa realtà eccezionale, può capitare che suoni come un paradosso, un po' eccessiva in questo caso, più per il contesto che per altro(il trovare nello stesso vagone tre personaggi ai limiti della società e, in più, disposti a conversare dei propri guai. A me, per esempio, è capitato di dover modificare un fatto reale, nel mio romanzo, perché per quanto accaduto, in un romanzo sembrava un po' inverosimile e poteva limare la credibilità della storia. Questo è un aneddoto che potrebbe servirti in futuro, oppure no, comunque ho pensato di condividerlo con te. Per concludere riprendo le parole di Emy: un racconto d'impatto, che fa riflettere, senza risultare patetico. Grazie, bella storia.
  13. Ezbereth

    [Natale 2018-1] Vetri opachi

    Dimenticavo... trovo il titolo perfetto!
×