Vai al contenuto

espedientieditoriali

Operatore Editoriale
  • Numero contenuti

    22
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

10 Piacevole

Su espedientieditoriali

  • Rank
    Sognatore

Contatti & Social

  • Sito personale
    https://espedientieditoriali.wordpress.com/

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo

Visite recenti

220 visite nel profilo
  1. Espedienti editoriali

    Il link giusto all’articolo è questo: Pubblicazioni a prova di futuro – ePub3 a layout fisso Scusate
  2. Espedienti editoriali

    Il mondo dell’editoria digitale sembra finalmente iniziando a entrare in un periodo di fermento. Un paio di scosse in questo inizio anno 2018 sembrano star riportando il lume della sperimentazione ai grandi dell’editoria – ovviamente all’estero. Ecco un nuovo articolo con allegato un enhanced eBook a layout fisso. Pubblicazioni a prova di futuro – ePub3 a layout fisso
  3. Progettare un libro stampato: design tipografico

    Puoi esportare eBook sia in formato ePub2 che ePub3 a layout fluido e fisso, ma prima della pubblicazione o distribuzione consiglio di passarlo sotto l‘occhio vigile del validatore e del tuo su più device di lettura. Purtroppo inDesign non è molto affidabile quando si tratta di esportazione in formato ePub. Comunque, per la produzione di PDF per la stampa, io lo consiglio caldamente. Sì, è a pagamento, ma spesso le tipografie se non va bene il pdf (soprattutto in caso di libri con immagini) ti possono richiedere il file aperto per correggere loro stessi i colori delle immagini. Correzioni utilissime! Poi effettivamente per libri di solo testo, forse pagare la licenza di indesign diventa un po’ uno spreco; dipende sempre per cosa serve. Devono aver usato una colla scadente! Io mi trovo bene con la stampa in digitale e la rilegatura in brossura. Economica, veloce e soprattutto non devo stare troppo attento al numero di pagine. Certo, non la consiglio sempre. Comunque, bisogna anche scegliere bene la tipografia a cui si affida il lavoro di stampa e rilegatura. Chiedere il modello di stampante, la carta e farsi spedire una stampa di prova per testare il prodotto.
  4. Espedienti editoriali

    Grazie all’ePub3 è possibile creare eBook che permettono di trovare soluzioni a molti problemi che possono emergere durante la cura di un libro. In questo eBook, per esempio, è contenuto del codice javascript che permette di visualizzare sullo schermo il testo nella lingua del dispositivo sul quale si sta leggendo. È così possibile creare un solo file con più traduzioni al suo interno senza che il lettore debba interrompere la lettura saltando le parti in lingua straniera. Prove di layout #4 – multilingue
  5. Espedienti editoriali

    Le avete già lette le linee guida pubblicate da Amazon qualche settimana fa per la corretta creazione di eBook? Le novità di Amazon Kindle Publishing Guidelines (2018)
  6. Kindle Direct Publishing

    ciao @Luca.Ardia Meglio non dare a KDP un file PDF, è sempre meglio utilizzare un formato ePub, un Html oppure anche un doc (meglio forse un rtf). Ti consiglio comunque di scaricare Kindle Preview + Kindlegen. In questo modo puoi aprire direttamente il tuo file con Kindle Preview (accetta ePub e html) il quale te lo converte direttamente in formato mobi. Puoi così vedere l’anteprima del tuo eBook da computer (fidati poco della preview del programma, meglio se poi lo apri con la app di kindle). Puoi così caricarlo direttamente su KDP. Attento alla formattazione del testo! Più sarai preciso in word meno sorprese avrai nel file finale.
  7. Espedienti editoriali

    Ecco un mio articolo con dei consigli che potrebbero essere utili per chi utilizza Sigil: Sigil e un plugin per ogni cosa
  8. Fotografie e grafica su ebook e POD

    Ciao @mrfantonel sarebbe meglio non partire dall'eBook per creare un libro fotografico cartaceo; a meno che il tuo eBook non pesi davvero tanto a causa delle fotografie, in questo caso non va bene l'eBook. Per avere una buona resa di immagini stampate, le foto devono essere di almeno 300 dpi (lo puoi vedere nelle info immagini). Esiste una formula matematica per calcolare la resa delle immagini a seconda della grandezza scelta (se hai indesign te la calcola direttamente lui). Io consiglio sempre di partire dal cartaceo e poi fare l'eBook, se si vogliono fare entrambi. Le immagini se vengono alleggerite perdono di qualità ed è impossibile poi tornare indietro; ovvero se le stampi potrebbero risultare davvero di pessima qualità. Le illustrazioni lasciale in formato svg o ai, comunque in formato vettoriale. Amazon pubblica anche libri a colori, ma non troverai molte scelte né sulla carta né sul formato. Può andare bene per un libro standard, ma se vuoi qualcosa di più raffinato ed esteticamente accattivante, per non dire personale, meglio usare altri servizi. Poi ovviamente dipende dal tuo progetto. Sicuramente è molto preciso (e dettagliato quando pubblichi), e ti permette anche di avere delle prove di stampa in breve tempo per verificare la resa (ovviamente ha un piccolo costo, ma te la consiglio vivamente). Se hai altri dettagli del progetto o altre domande, cercherò di essere d'aiuto quanto posso.
  9. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike Assolutamente!
  10. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike Generalizzando, il modus operandi del momento è di produrre tanti libri per venderne pochi. Una produzione così serrata, soprattutto per le piccole case editrici, non permette di "studiare" nuovi metodi di lavoro. Inoltre esiste il grande ostacolo di amazon. Le piccole e medie case editrici devono essere su amazon, si tratta comunque della più grande piattaforma di distribuzione e vendita del mondo, e al contempo amazon non sembra troppo intenzionato ad aprirsi al mercato degli eBook davvero digitali. Questo provoca un effetto a catena che fa rallentare da un lato l'innovazione nel campo dell'editoria digitale, e dall'altro fa aumentare il "menefreghismo" nello sviluppo di eBook nati in digitale e "ben fatti". Penso che sia anche per questo motivo che ancora oggi eBook = libro più economico. Per quanto invece riguarda le grandi case editrici non saprei. Alcune portano avanti progetti stupendi, ma sono case editrici che comunque nascono all'estero. In Italia non so cos'altro aggiungere se non questa storiella: sono stato a una conferenza in cui si parlava di progetti innovativi nel campo dell'editoria digitale (per l'educazione). Terminata, mi fermo a parlare un po' con i relatori e nel gruppo prende la parola un ragazzo che si presenta come editor digitale di una nota e grande casa editrice italiana. Incuriosito, mi metto a parlare anche con lui, e scopro che gli eBook che fa sono in PDF. Fine della storia triste.
  11. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike Ridiamo per non piangere!
  12. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike Molte non capiscono proprio di cosa stia parlando. Per loro fare un eBook significa convertire un file in word o in InDesign e stop.
  13. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike è una questione che sto affrontando durante molti colloqui! Ma non ti dico quante CE capiscono il problema.
  14. [Impaginatore-Creazione Epub] JPK Dike

    @JPK Dike, mi inserisco nel discorso. Creare un file, partendo da zero, in formato .mobi è pressoché impossibile poiché i formati sono proprietari quindi chiusi. Ciò che si può fare è decidere di creare eBook Kindle a partire da file HTML, XHTML e EPUB, con l'ausilio degli strumenti Kindle Publisher. Questi strumenti sono ufficialmente supportati da Amazon per convertire i file nei formati compatibili con Kindle. I file Kindle creati con questi strumenti garantiscono la compatibilità con gli attuali e futuri dispositivi e applicazioni Kindle. I file creati con software di terze parti potrebbero non funzionare correttamente sugli attuali e futuri dispositivi e applicazioni Kindle (es. Calibre, che sconsiglio vivamente) Aggiungo poi di diffidare delle anteprime di Kindle Preview; per essere sicuri sulla corretta visualizzazione meglio avere un eReader Kindle e scaricare l'app di visualizzazione per Android e Apple. Riassumendo. Per avere un eBook Kindle io consiglio di partire dall'ePub (creato con Sigil) e convertirlo con KindleGen. Poi setacciare eventuali errori di formattazione con le anteprime (possibilmente direttamente dagli eReader/app di lettura). La conversione da ePub a mobi è la stessa sia da KindleGen che da KDP; cambia solo in termini di tempo e praticità. @An, come mai vuoi creare un eBook in azw3?
  15. [Impaginatore eBook - Editor] Alessandro Bonalume

    Nome: Alessandro Bonalume Professione: Impaginatore specializzato in eBook a layout fluido e fisso – Editor Sito: https://espedientieditoriali.wordpress.com/creare-un-ebook/ Social: https://it.linkedin.com/in/alessandrobonalume Buongiorno a tutt*, mi chiamo Alessandro Bonalume e ho una laurea triennale in lettere moderne e una laurea magistrale in informatica umanistica percorso editoria elettronica. Ho lavorato presso una casa editrice per la quale mi sono occupato non solo della realizzazione di libri cartacei (utilizzando InDesign) e digitali, ma anche di correzione bozze ed editing. Ad oggi collaboro con case editrici che si occupano di pubblicazioni e progetti digitali. Principalmente sviluppo eBook in formato .ePub3 e .mobi validi e pubblicabili. Per la maggior parte dei miei lavori utilizzo il programma Sigil creando eBook in formato .ePub3 (fluido e fisso). Lavorando direttamente sul codice è possibile realizzare eBook personali e, soprattutto nel caso di enhanced eBook, di inserire script per l’interattività. La creazione diretta di un file in formato .ePub, senza passare dalla conversione, permette di avere un prodotto senza sorprese e pubblicabile. Inoltre, può essere un’ottima partenza per la conversione in formato .mobi per Amazon. Per dubbi o perplessità non esitate a contattarmi.
×