Vai al contenuto

cheguevara

Scrittore
  • Numero contenuti

    599
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    2

cheguevara ha vinto il 12 gennaio

cheguevara ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

724 Magnifico

4 Seguaci

Su cheguevara

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Interessi
    oltre a leggere e scrivere libri, sto in famiglia, coltivo un piccolo orto e mi occupo del mio cane

Visite recenti

941 visite nel profilo
  1. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Aggiungerei agricoltori e allevatori, cioè quelli che danno da mangiare a tutta la baracca. I prodotti stanno marcendo nei campi perché nessuno vuole andare a raccoglierli: dove arriveranno in un futuro prossimo i prezzi di frutta e verdura?
  2. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Infatti. La battuta d'arresto inferta dal virus al Dio PIL potrebbe anche segnare l'inizio di una progressiva e controllata "decrescita felice" (lo slogan politico non c'entra).
  3. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Credo che sia proprio meglio cercare di cambiare: accoppiarsi come conigli servirebbe solo ad aumentare esponenzialmente il numero degli umani che, rispetto a ciò che il pianeta può dare e sopportare, sono indiscutibilmente troppi. Il "crescete e moltiplicatevi", predicato dalle religioni monoteiste, appare oggi quanto mai anacronistico.
  4. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Io credo che le misure prese dal governo in merito alla scuola, come in altri campi, anche se imperfette (ma chi lo è, perfetto?), siano l'unica cosa possibile, compatibilmente con la situazione. Credo che la scuola sia importante, ma che ancora di più lo sia l'atteggiamento mentale con cui i giovani affronteranno la vita e, detto tra parentesi, non mi pare che questa generazione di giovani stia facendo peggio delle nostre generazioni passate, della mia in particolare. La scena su cui il mondo sta recitando l'abbiamo approntata noi, e sarebbe il caso di iniziare a fare un po' di sana autocritica, sperando che il futuro possa vedere un'umanità meno consumista e più solidale, con se stessa e con l'ambiente che la ospita.
  5. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Caro Diosei, vedo che non ti sei ancora presentato, probabilmente perché, nel tuo intimo, sai di essere impresentabile. Credo che tu abbia scambiato questo forum per un social dove qualsiasi becero a corto di argomenti si rifugia nell'insulto. A meno che tu non sia già presente nel WD con altro nome e hai cercato un modo per sfogare rabbia repressa, senza esporti neanche con un nickname noto ai partecipanti abituali. Il mio giudizio su di te non lo esprimo per evitare un richiamo dallo Staff. Ti compiango e ti auguro tanta fortuna.
  6. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Grazie. Intanto ho capito te, e non posso esternare il mio pensiero perché irriferibile.
  7. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Il passato è passato e non può tornare. Anche se ai laudatores temporis acti come me potrebbe far piacere. Sui preti, comunque vestiti, un agnostico convinto come me non può essere d'accordo: tanto di cappello, purché stiano nelle chiese ad assistere i loro fedeli, o si prodighino in opere assistenziali consone ai dettami evangelici. Per troppi secoli si sono comportati come i mercanti che il loro Dio scacciava dal Tempio...
  8. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Forse non è chiaro che ci stanno già declassando. E credo che sia meglio giocare tra le prime della serie B, che essere cacciati dalla serie A per bancarotta societaria.
  9. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Gli accadimenti politici delle ultime ore danno da pensare: la Francia adotta il passo del gambero sulla questione Eurobond, mentre la Germania e gli stati più o meno sovranisti del Nord sono apertamente contrari. L'emissione di Eurobond sarebbe l'unico modo possibile di tamponare l'enorme crisi economica del dopo Coronavirus, ma non è aria, in un'Europa che, al momento, non trova nulla da ridire sui pieni poteri ad Orban, che dovrebbero costituire causa incontestabile dell'espulsione dell'Ungheria. Aiuti, sia pure modesti, arrivano all'Italia dagli USA e dall'Albania, mentre la Cina ci sta sostenendo in modo massiccio. Scommetto che, tra breve, arriverà anche Putin. L'Europa sta coscientemente percorrendo la via dello smembramento. Mi chiedo quanto tempo manchi all'uscita di Italia, Spagna, Grecia e Portogallo da una UE che non offre altro che una discutibile politica monetaria fondata sull'Euro. Credo che una modalità di difesa attuabile potrebbe essere la creazione di una mini-UE costituita dai predetti Stati mediterranei, una federazione che, a differenza della UE, preveda leggi comuni, anche sotto il profilo fiscale, e forze armate anch'esse comuni, oltre all'emissione di una nuova moneta. Credo anche che una soluzione del genere potrebbe contare sull'appoggio di USA, Cina e Russia, che, in un modo o nell'altro, hanno fino ad oggi ostacolato l'attestarsi della UE nel mercato globale. So che si tratta di una visione utopistica, ma cos'altro resta, a parte attendere passivamente l'inevitabile default?
  10. cheguevara

    Consigli su case editrici

    Credo che, più che in Agorà, il tuo post andrebbe collocato in Varie ed Eventuali. Detto questo, ti consiglio di scorrere la sezione riservata alle case editrici dove, con un po' di pazienza e di tempo, potrai trovare gli elementi che serviranno a selezionare una rosa di editori da contattare. Visto che la tua opera non è ancora conclusa, non c'è da avere fretta, anche perché, in questo settore, i tempi sono sempre lunghi, quando non lunghissimi. Inoltre l'emergenza Coronavirus sta facendo slittare la pubblicazione di opere già contrattualizzate da mesi. Auguri.
  11. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Ho appena ascoltato in tv in edizione straordinaria il messaggio e conseguente conferenza stampa del Presidente del consiglio e del Ministro delle finanze. I provvedimenti straordinari ad effetto immediato illustrati dimostrano ancora una volta che gli italiani, quando vogliono, sanno superare ostacoli immensi, sanno essere solidali. Penso che questo governo, nato per caso in una situazione di massima instabilità, pressato dagli eventi, si stia dimostrando, al di là delle previsioni, all'altezza della situazione. Altrettanto non è possibile dire di un'Europa dilaniata dai sovranismi. Mi spiace dirlo, ma penso che quando gli stati del Nord avranno gli stessi nostri problemi e avranno versato il loro tributo di morti, i loro orientamenti egoisti e beceri cambieranno direzione. L'alternativa è lo sfascio.
  12. cheguevara

    Coronavirus, Covid19 o come diavolo si chiama quel coso

    Vero. Però va anche considerata l'eventualità che la perdita di reddito possa innescare, neanche tanto alle lunghe, situazioni estreme (sollevazioni di piazza, assalto a negozi, banche e supermercati, ecc.). A prescindere dalle vetrine che alcuni nostri politici insistono nel voler fare a tutti i costi.
  13. cheguevara

    MBTI e Scrittura

    ISTJ. Mi riconosco abbastanza nel risultato del test. Quando ero molto più giovane, un test sempre effettuato su basi Junghiane mi aveva caratterizzato quale "manager di sviluppo", quale effettivamente ero. Poi, non sempre tutto può corrispondere al 100%. Comunque, topic interessantissimo.
  14. cheguevara

    Nomina nuda tenemus: nomi e storie

    Ho scelto il mio nickname per una serie di motivi, tutti interconnessi: come molti, ho amato la figura del Che per la sua coerente dedizione a una causa persa; ho sempre avuto una propensione donchisciottesca a battermi contro i mulini a vento; nella mia vita, al momento abbastanza lunga, qualche mulino a vento l'ho abbattuto; sulla mia appartenenza politica penso non esistano dubbi.
  15. cheguevara

    L'editoria ai tempi del Coronavirus

    La piccola editoria di sicuro di mezzi ne ha pochi, ma dispone, quella seria, di professionalità e passione, che un peso nella capacità di resistenza senz'altro ce l'hanno. Però, come ci è stato dato constatare, esistono una pletora di piccole CE che di serio hanno poco o niente, sorte con capitale zero e zero professionalità, che hanno lucrato sulla pubblicazione print on demand di centinaia di titoli ogni anno, in massima parte fetecchie non selezionate, né editate, da far acquistare a parenti e amici dell'autore. Questa gente, spero, non rischierà di perdere quanto incassato proseguendo in un'attività non più redditizia e abbandonerà la scena. Spero, appunto.
×