Vai al contenuto

emmegi13

Scrittore
  • Numero contenuti

    27
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

2 Neutrale

1 Seguace

Su emmegi13

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

363 visite nel profilo
  1. emmegi13

    Richieste abilitazione Narrativa over 18

    Ho 24 anni... Potrei essere abilitata? Grazie
  2. emmegi13

    Allegro funebre

    Ciao... mi è piaciuto molto il tuo racconto. Il titolo è azzeccatissimo, non è un funerale dove tutti piangono e si disperano. E' un funerale chiassoso, allegro e quasi tragico e proprio nella sua tragicità io vi leggo ironia, quell'ironia cruda e diretta che porta a ridere forte ma anche a riflettere, a capire gli errori che abbiamo commesso e, certe volte, anche a ridere fino alle lacrime. Senza sapere se si piange di felicità o di gioia. Già la descrizione iniziale del fatto che ci siano state due cerimonie la dice lunga: una è stata perfetta, pubblica e impeccabile, l'altra invece ha fatto cadere "la maschera" e tutti ha rilevato la vera natura, tra il clacson impazzito e il cane asmatico. I personaggi, pur nell'ambientazione familiare e quotidiana, brillano per la loro spontaneità: dalla nonna un po' pazza e simpatica, che esce nuda dal bagno, picchia il nipote e dice cose sconce, alla sorella maggiore Emma delusa da tutti e da tutto, ma soprattutto da sua madre su cui, forse per il troppo amore mai espresso, riversa tutto il suo rancore (ma alla fine l'odio non è altro che la faccia dell'amore?" Se non si ama, non si può odiare e, secondo me, lei se la prende con la madre proprio perché la ama. Il fratello Daniele, l'aspirante scrittore,che cerca di tenere insieme i pezzi di una famiglia alla deriva ma che in realtà lo fa solo per il proprio tornaconto: non vuole stare solo! E poi ci sono la sorella minore Filo e la madre: Filo ha quindici anni, non è ancora amareggiata dalla vita come la sorella, sa scherzare ma quando capisce che la situazione è sfuggita loro di mano ricorre all'arma segreta degli adolescenti: il cellulare! La madre, poi, è un personaggio complesso e importante per tutto il racconto: è la classica casalinga tutta casa e chiesa, devota al marito defunto (che non sembra all'apparenza proprio uno stinco di santo ahahah!!) e contenta nella sua triste ma sicura mediocrità. Non vuole che nessuno della sua famiglia sia meno che perfetto, educato e rispettoso... Non importa quante pezze dovrà mettere, quante volte dovrà richiamare i figli, soprattutto Emma, all'ordine. Si scandalizza per il linguaggio scurrile dei figli, per gli atteggiamenti strani e incontrollabili della nonna, a mio parere soprattutto all'ultimo vorrebbe scappare e urlare ma non lo fa perché andrebbe contro tutti i suoi principi. La scena finale, il vero e proprio climax di tutta la storia, è il collante che riesce a unire di nuovo tutti: la madre e moglie perfetta, la figlia indisciplinata che vorrebbe farle aprire gli occhi e il figlio un po' perso e solo. Nonostante tutto alla fine potranno godersi il Natale! Ho trovato il tuo stile irriverente ed elegante, corretto e a tratti toccante. Non ho notato errori grammaticali né refusi. E' stato un piacere leggerti, a presto :-)
  3. emmegi13

    Richieste cancellazioni Racconti, Poesie o Storie

    @queffe grazie mille :-)
  4. emmegi13

    Richieste cancellazioni Racconti, Poesie o Storie

    Chiedo la cancellazione del mio racconto Grazie
  5. emmegi13

    Ti odio

    Rimosso su richiesta dell'autore.
  6. emmegi13

    Nascondino

    Ciao mi ha fatto molto piacere leggere la tua storia. Trovo adatto il titolo, leggendo pensavo che lei stesse giocando a nascondino con sua nipote ma poi alla fine si capisce che non è con la nipotina che sta giocando, non è a sua nipote che si nasconde: è alla malattia. Malattia però come ti hanno già detto non è ben chiara e i dettagli della storia in generale sono così pochi e quasi enigmatici che forse un po' troppe domande rimangono senza risposta. Apprezzo le tue frasi dell'inizio, brevi e concise, profonde e piene di senso, sembra di leggere quasi una poesia. Poi man mano che la storia si sviluppa anche le frasi diventano più lunghe e le descrizioni diventano più chiare. Ho trovato molto originale la tua storia e ricca di potenzialità. Il tuo personaggio principale è interessante, carica di vitalità e con un'anima sensibile, invalida ma non disposta a rinunciare a tutti piccoli piaceri della vita, che sia una spiaggia paradisiaca o lo stringere tra le braccia il corpicino della nipote. Sei riuscita a descrivere la donna in maniera chiara e, nonostante la malattia sia una parte importante di lei, non la determina. La storia infatti non è sulla malattia ma sul suo sfuggire da essa, nel nascondersi da essa per non farsi prendere (proprio come nel gioco del nascondino), ed è un messaggio chiaro. Lo stile è marcato e conciso all'inizio, con le frasi secche e brevi, e più discorsivo e scorrevole via via che si continua a leggere. Non ho trovato particolari errori, forse solo la parola: ben tornata che avrei scritto "bentornata" tutto attaccato. È una bella storia, descritta con eleganza e un tocco di poesia.
  7. emmegi13

    Sono un medico

    @Macleo grazie mille per recensione e per le correzioni, considerate da me sempre importantissime. Opterò per specificare che il padre sta riducendo una ferita e cercherò di esplicitare meglio il fatto che questa è la prima volta che il protagonista vede dare dei punti. Per il problema degli spazi tra le virgole e le parole provvederò subito! Anche io non ho moltissima stima dei medici e soprattutto di quelli che sono stati in qualche modo costretti a diventarlo. Il padre è il personaggio cattivo di questa storia, lui che cambia il destino del protagonista a suon di minacce. Mi fa molto piacere che la storia ti sia piaciuta e grazie ancora per avere letto la storia.
  8. emmegi13

    Sono un medico

    @dizigrino grazie mille per aver letto il mio racconto..... Lo sai che non mi ero accorta che le ripetizioni di miei, mio, mia erano multipli di tre. ne farò fuori qualcuno assieme a qualche "tutti/tutte". Un grazie grandissimo (un superlativo per un vero amante dei superlativi) per avermi dedicato il tuo tempo e avermi dato dei consigli.
  9. emmegi13

    Sono un medico

    @Floriana grazie mille per aver letto il mio racconto e avermi dato dei consigli :-) Effettivamente rileggendo mi sono accorta anche io che si sono un po' troppi possessivi e vedrò di aggiustare tutte le altre imperfezioni che mi hai segnalato. Alla fine vado a capo per rendere un po' più forte il pensiero/frase :-) ma mi dispiace che , in realtà, risulti dispersivo Grazie per i complimenti e al prossimo racconto
  10. emmegi13

    Ciao a tutti

    @Federico72 grazie mille del benvenuto e grazie del suggerimento Ho già iniziato a prendere confidenza con l'Officina e ho pubblicato un piccolo racconto. Mi piace confrontarmi e le recensioni (positive e negative) sono importantissime e aiutano sempre a crescere
  11. emmegi13

    Racconti brevi in "5 punti": L'Attesa

    Anche se in poche righe riesci a delineare bene la trama. Leggendo si sente una musicalità quasi tipica delle poesie e anche questo mi è piaciuto. Io aggiungerei un "che": tutti meno che lei E' originale perché il lettore riesca a immaginarsi tutta una storia, che non viene detta, ma che si ritrova tra le righe. La tua storia è scorrevole e non ci sono, secondo me, errori grammaticale. Mi piace e vorrei tanto sapere dove è finito Filippo :-) .....hai proprio creato della suspense :-) Alla prossima lettura
  12. emmegi13

    Le contraddizioni

    Scrivi bene,il testo è scorrevole, non vedo errori e le frasi sono davvero perfette.....però secondo me manca qualcosa. Non vorrei sembrare offensiva ma non sento la rabbia o la frustrazione che dovrebbe provare un ragazzo per essere stato messo da parte dalla ragazza che desidera, non sento il fuoco o il dolore che gli causa. Leggo solo la descrizione, comunque impeccabile, di un ragazzo adolescente. Spero di essere stata d'aiuto e alla prossima lettura
  13. emmegi13

    Sono un medico

    @Sinoe Grazie mille per le correzione e gli aiuti.....di molte cose io neanche mi rendo conto (tipo che avevo scritto 2 volte di seguito giovani e pieni di sogni ).....corro subito a correggere. Grazie e alla prossima
  14. emmegi13

    Sono un medico

    @Ciuffettina scusa per gli errori nel commento ma ero troppo emozionata e ti ho risposto direttamente dal telefonino, un bacio
  15. emmegi13

    Sono un medico

    @Ciuffettina grazie mille per l'aiuto e per le correzioni... e grazie per i complimenti,mi fa molto piacere che ti piaccia quello che scrivo (il mio sogni è diventare una scrittrice) e sapere che a qualcuno, che non sia solo e unicamente mia madre, piaccia leggere che scrivo per me è davvero importante
×