Vai al contenuto

galgano

Utente
  • Numero contenuti

    209
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    1

galgano ha vinto il 3 ottobre 2015

galgano ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

32 Piacevole

1 Seguace

Su galgano

  • Rank
    Sognatore

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. galgano

    Editoria: due o tre cosette che nessuno dice mai.

    Per NON rientrare in cotanta infernale casistica.
  2. galgano

    Editoria: due o tre cosette che nessuno dice mai.

    Guarda, è un problema che mi sono posto anch'io. Ovvero, pur comprendendo le (disastrose) dinamiche del mondo editoriale, un autore che possibilità ha? Voglio dire, forse la cosa migliore è "fregarsene"? Pubblico e spero di diventare il nuovo Dan Brown? (In quanto a vendite). Oppure, conoscendo certe magagne posso, come dici tu, elaborare una strategia migliore in quanto autore? Ok, ma cosa nello specifico? Quale strategia? In fondo, cinicamente parlando, se questi signori sono tutti nella m... a un autore cosa interessa? Sbaglio? O ancora se, mediamente, per ogni nuovo titolo c'è un invenduto del 70 per cento, che diamine può fare uno scrittore per rientrare in cotanta infernale casistica?
  3. Ciao a tutti. Vi segnalo questo video del buon Antonio Tombolini che, come da titolo, parla di questioni inerenti l'editoria mooooolto interessanti. Si tratta di un video realizzato durante un workshop con, credo, Google hangout, quindi la qualità lascia a desiderare. Ed è anche corposo (2 h). Vi consiglio però di guardarlo tutto perché... ve l'ho già detto che è moooolto interessante?
  4. galgano

    Problema con dialoghi diretti.

    Io mi preoccuperei di altro. "Davvero, non voleva pensare alle conseguenze se l'avessero scoperta". Dovremmo arrivarci noi, non dirlo tu. Tutta una serie di situazioni prima per cui, arrivati a questo punto pensiamo: "Azz... se ora la scoprono sono c... guai" "Te l'ho già detto, hanno inasprito i controlli". Se glielo ha già detto... suona come pretesto (pure bello grosso) per dirlo a NOI. Con buona pace della sospensione dell'incredulità. "Sbuffò una sottile nuvola di fumo dal finestrino, per nulla infastidito da quelle procedure". E' un atteggiamento mentale di lui, ma la scena è costruita dal punto di vista di lei. Quindi, o Mary ha la facoltà di leggere le menti altrui, oppure serve una cosa tipo: "Sbuffò una sottile nuvola di fumo dal finestrino quasi che quella situazione non lo riguardasse (infastidisse)". "Sbuffò una sottile nuvola di fumo dal finestrino, per nulla infastidito da quelle procedure. O almeno così pareva. (Quantomeno così sembrava - perlomeno a lei così pareva ecc ecc ecc).
  5. galgano

    Leggere per scrivere: short stories

    Maupassant. Molti dei suoi racconti sono "sceneggiature" perfette per eventuali corti. Incredibile.
  6. galgano

    4 chiacchiere irate sull'horror

    Non definirei King o la Rice autori di "nicchia". Ma temo ci sia ben poco tu possa fare. Non c'è riuscito Lamberto Bava a farsi pubblicare da una big. Ora, non conosco la qualità dell'opera, ma un nome come il suo potrebbe incuriosire quantomeno un agente importante. E invece nisba. Non lo so, mi sto sempre più convincendo che l'auto pubblicazione sia una grande possibilità. Ma oltre al talento, occorre anche fortuna. Comunque, se ti può consolare, sono pochissimi quelli che riescono a campare solo di libri. Anche autori che pubblicano con le grandi.
  7. galgano

    Basta esplosioni nelle battaglie spaziali !

    Hai ragione, Galgano... Sarebbe davvero fantascienza, ma sai com'è... siamo pur sempre in un forum di sognatori! P.S. Sei poi riuscito a riprenderti la spada che avevi infilato nella roccia? Macché! La spada è rimasta là, come chiunque può constatare. E pensare che non era nemmeno una spada laser
  8. galgano

    L'Arte delle Idee.. e della Moneta

    L'idea? Sai quanti no ha ricevuto la Rowling? Le acque di una tranquilla cittadina balneare vengono improvvisamente infestate da uno squalo gigante che si pappa quanti più bagnanti possibile. Va fermato. La trovi una "genialiata" o una cosa banalissima? Molto (moltissimo) dipende da come le cose si sviluppano. Poi certe storie (per come sono state trattate) riescono a colpire in un profondità per meccanismi che ogni addetto markenting vorrebbe capire ma che, alla fine, nessuno ha ancora capito. Quindi, per ora, accontentiamoci di chiamarla fortuna. Ci vuole anche quella.
  9. galgano

    Basta esplosioni nelle battaglie spaziali !

    Se qualcuno acquista i diritti di un libro, per farci un film DI FANTASCIENZA, in ITALIA, devi andare a piedi a Lourdes, soggiornare nella grotta per un mese (in ginocchio e, va da sé, osservando digiuni e penitenze). Dopo ciò, consiglierei anche una capatina a Fatima (o Medjugorje, fate voi). Altro che litigare con lo sceneggiatore e il regista. Questa si che è fantascienza. Non puoi imporre (e nemmeno pretendere) un bel niente, nemmeno se vendi i diritti di una storia lui-ama-lei-ma-lei-vuol-restare-solo-amica tutta ambientata entro quattro mura. Poi sì, nello spazio non ci sono rumori, anche se la Lucasfil (ora Disney) ha messo sotto copyright, tra gli altri, i suoni dei caccia stellari con relative cannonate di raggi laser, perché qui sulla terra le cose girano in un altro modo.
  10. galgano

    Pirateria Ebook

    Vado in controtendenza. Valerio Evangelisti, in un'intervista, disse che i testi piratati dei suoi libri gli fanno solo piacere. Questo perché (parole sue) la cosa lo fa conoscere di più e di conguenza vendere. Voglio dire, la pirateria riguarda autori affermati. Chi si mette a piratare esordienti o autori ancora poco noti? Inoltre, visto la possibilità di restituire un ebook entro 14 giorni (con conseguente rimborso) trovo assurdo che la gente si metta a cercare a destra e manca un pdf che magari sul lettore si legge male. Non dico che non ci siano, per carità, ma non sono certo lettori "forti". O almeno credo.
  11. galgano

    Editoria: c'è speranza, il caso Schettino

    Avanti ragazzi, siamo in Italia. Stupirsi se Schettino pubblica? E quando allora fu invitato alla Sapienza a tenere una conferenza sulla "gestione del panico" ? (o qualcosa di simile) Vi è calato il mento? Anche a me quando sentii la notizia al tg regionale.
  12. galgano

    Brutta frase, ma dov'è l'errore?

    Non è sbagliata, è solo farraginosa. Scorre maluccio. Pur volendo intervenire, xy si chiedeva come. E ciò lasciava grave la situazione. Si può fare di meglio (anche se bisognerebbe conoscere il contesto e il resto dello scritto) ma almeno, senza "che" e frasi al negativo, scorre meglio, più fluida.
  13. galgano

    Dubbio fantozziano

    Ok, con questa spiegazione del contesto è più chiaro, però mi rimane sempre quel dubbio di "studiò". Ben venga che sia incuriosito, ma un conto è "uno sguardo incuriosito", un conto "lo studiò con aria incuriosita". Perché "studiare" qualcuno può sì intendersi come "osservare attentamente", ma può anche causare fraintendimenti in quanto, "studio qualcuno" per capirne le reali intenzioni. Mi aspetto insomma che lo stia "studiando" per cercare di capire se può fidarsi, se lo sta prendendo in giro, se sotto quelle parole così schiette non si celi magari altro ecc. Userei insomma un termine meno "ambiguo": guardò, osservò e simili. Sì, adoro l'editing
  14. galgano

    Dubbio fantozziano

    Eccellente il consiglio di Wyjkz31. Quel "con aria incuriosita" messo laggiù, oltre a spezzare troppo il ritmo, potrebbe dare adito a fraintendimenti. Chi legge potrebbe insomma attribuire l'aria incuriosita all'interlocutore più vecchio e smaliziato. Solo un ulteriore appunto se posso permettermi: perché lo studiava con aria incuriosita?
  15. galgano

    Io sono la guerra

    Perdonami ma vedo questo posto solo adesso Forse ti aspettavi qualche commento in più, visto che hai pubblicato con Rizzoli. Comunque complimenti davvero. Una domanda: ma il libro si trova in ebook?
×