Vai al contenuto

perseveranza

Scrittore
  • Numero contenuti

    148
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

169 Strepitoso

3 Seguaci

Su perseveranza

  • Rank
    Sognatore
  • Compleanno 9 giugno

Contatti & Social

  • Sito personale
    http://vivacemente.org

Informazioni Profilo

  • Genere
    Donna
  • Provenienza
    Torino
  • Interessi
    scrittura, didattica per l'infanzia, grafica, design, tango argentino

Visite recenti

1.386 visite nel profilo
  1. Secondo me, quando è morta la vecchia signora (che peraltro andava solo al giovedì pomeriggio) non è stata più sostituita. E quindi le cose sono ancora peggiorate. Ormai è notorio che nelle case editrici nessuno faccia scouting.
  2. perseveranza

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Ricordo nottetempo esaminai prudentemente lepidotteri hawaiani. Annaspavo masticando vermi insipidi. Blatte unte, zanzare ostili gironzolavano umiliandomi. Sospirai estromettendo D'Alema quintuplicato, antropomorfo:terrificante! Inconsciamente fagocitai ogni cavalletta, ruminando nell'eremo pensai: "Leccornia!". Hanno avuto modelli voraci, buoni, ultraterreni: zoticoni ostici, giuro! Uno scellerato estremista dietro Quasimodo armeggiò trionfante  RNEPLHAMIVBUZOGUSEDQATIFOC
  3. perseveranza

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    Dittosauro: animale vissuto durante il Triassico superiore nel super-continente Gondwana, che corrisponde oggi all'America Meridionale. Era carnivoro, aveva dimensioni gigantesche e con i suoi simili mostrava mostrava attitudini da dittatore, tiranno e despota. KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  4. perseveranza

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Secolari effigi dei "Quaderni antichi" tappezzavano il foyer olezzante. Riverberi nefasti e putridi lasciano Hanoi allontanando mosconi verdi inquieti RNEPLHAMVIBUZOGUSEDQATIFO
  5. perseveranza

    Cose soprendenti che si scoprono entrando in libreria

    La cosa più sorprendente per uno scrittore sognatore è trovarsi in libreria a chiacchierare con l'amico libraio quando entra uno sconosciuto che sta cercando proprio il tuo libro!
  6. perseveranza

    I titoli più belli dei libri

    Uomini senza donne di Haruki Murakami Gli amori difficili di Italo Calvino Non avevo capito niente di Diego De Silva Mi piace molto anche Delitto e castigo, ma se fosse stato tradotto fedelmente sarebbe stato: Il delitto e la pena, che è certamente meno suggestivo.
  7. perseveranza

    Strani trattini lunghi

    È trascorso più di un mese dalla mia richiesta di spiegazioni inoltrata a La nave di Teseo, ma non ho avuto nessuna risposta, quindi non so ancora di preciso che cosa significhino questi strani trattini lunghi, dopo i quali si va sempre a capo. Compaiono sia nel discorso diretto che nella parte narrata del libro "La guardarobiera di Patrick McGrath. Oggi navigando sulla rete ho trovato questo a proposito dell'illustre poetessa: "Il linguaggio della Dickinson è semplice e lo stile caratterizzato da digressioni enfatiche e uso poco convenzionale delle maiuscole, delle lineette telegrafiche, le rime asimmetriche, le voci multiple e le elaborate metafore è diventato un segno di riconoscimento della sua opera poetica." Se qualcuno di voi mi sa dire di più su queste lineette telegrafiche, ben venga a illuminarmi. Grazie!
  8. perseveranza

    Cosa state leggendo?

    Sto leggendo "Uomini senza donne" una raccolta di racconti di Haruki Murakami. Per ora ho letto solo un racconto. Ho letto l'ultimo che è quello che dà il titolo alla raccolta. Pur amando molto questo autore, devo dire che per ora non sono tanto entusiasta. Questo racconto è scritto benissimo, parte con un incipit da grande maestro, però secondo me si arena un po' nel mezzo e alla fine lascia quel senso di incompiuto... volti l'ultima pagina, ci trovi soltanto tre righe e resti sospeso...
  9. perseveranza

    Il gioco del Vocabolario Fantastico

    CaterSpillar: mezzo pesante usato come strumento per spillare tangenti per appalti di lavori stradali. KGUCJROXEZPBDQALIHVTMWFNSY
  10. perseveranza

    Il gioco del Testo Alfabetico

    Zafferani, – osservò guardingo un satrapo erudito – dovrebbero quietare animosi turbamenti. Imperturbabili fenici offrivano resti, nonostante evidenti provvigioni legali. Hittiti ardimentosi minavano valichi importanti, benché ussari zoroastriani governassero Ungheria senza entusiasmo. – Ditemi, quindi andarono trionfanti in foreste o radure? – No, essi praticamente lasciarono Hamurrabi maleodorante; volevano incensarlo, benché urlasse. Zefiro, orripilato, guardava uomini sdraiarsi estasiati RNEPLHAMVIBUZOGUSEDQATIFO
  11. perseveranza

    Due righe di presentazione

    Benvenuto nel forum, Francesco. Certamente potrai trovare tanti utili spunti e ti siamo grati per quanto vorrai condividere, così può diventare un'esperienza arricchente per tutti! Buona scrittura e buon anno
  12. perseveranza

    Strani trattini lunghi

    grazie @nanoFatato della tua attenzione e del tuo parere. In effetti anche qualcun altro mi aveva detto così, salvo ricredersi vedendo che c'è anche nella parte narrata. Comunque oggi ho provato a scrivere alla redazione de La nave di Teseo, in merito alla questione. Vediamo quanto tempo impiegano a rispondere e che cosa rispondono.
  13. perseveranza

    Strani trattini lunghi

    Grazie @swetty hai ragione, io mi mi stavo chiedendo dove inserire il mio quesito. Prima avevo pensato di inserire questo quesito in "trattini e virgolette nei dialoghi" ma in effetti non sarebbe stata la collocazione giusta. Grazie di aver aperto questa nuova discussione.
  14. perseveranza

    Strani trattini lunghi

    Sto leggendo "La guardarobiera" ultimo romanzo dello scrittore Patrick McGrath, celebre autore di Follia, anche se per me il suo capolavoro è Il Morbo di Haggard. Mi piace questo autore per i suoi approfondimenti psicologici sulla personalità umana. Non a caso è figlio di uno psichiatra che era direttore di un ospedale psichiatrico. I suoi libri più belli in Italia li ha pubblicati Adelphi. Il suo penultimo libro, L'estranea, era uscito con Bompiani; non era tra i migliori ma mi era piaciuto. Invece con La Guardarobiera non riesco a procedere nella lettura. È stato pubblicato da La nave di Teseo. Non so se sia a causa della traduzione non eccelsa, in ogni caso c'è qualcosa che inceppa la lettura e questo romanzo mi obbliga spesso a tornare indietro per poi riporlo sul comodino. E quando lo riprendo, come prima, non scorre. Inoltre c'è una cosa che mi sta facendo arrovellare il cervello e non riesco a venirne a capo, quindi chiedo il vostro aiuto. Spesso a fine paragrafo compare un segno che non conosco e non so attribuirgli significato. È un trattino molto lungo e sottile. Non un semplice trattino lungo, è esattamente il doppio di un trattino lungo. Inoltre al contrario degli altri trattini che si distaccano con uno spazio dall'ultima lettera, questo è appiccicato all'ultima lettera. La prima volta che l'ho trovato ho pensato a un refuso, poi invece l'ho trovato talmente tante volte che non è possibile sia un refuso. Lo trovo più o meno ogni due pagine e non so perché ma cade quasi sempre in una pagina dispari. Può essere all'interno di un discorso diretto e in tal caso è seguito dalle virgolette alte che chiudono il discorso. Ma lo si trova anche nella parte narrata. Non intende sostituire i tre puntini di sospensione che peraltro vengono usati senza troppa parsimonia. Non riesco ad attribuire un significato a questo simbolo e anche questo fatto rallenta la lettura di un romanzo che comunque di per sé non mi pare un gran capolavoro. E dire che noi, appassionati di MacGrath, lo aspettavamo da quattro anni! La Nave di Teseo avrebbe dovuto mettere questo simbolo in legenda se proprio voleva usarlo. Ho già chiesto ad amici lettori ma nessuno mi ha saputo dare spiegazioni. Spero nel vostro aiuto. Grazie e buon anno!
  15. perseveranza

    Auguri Marcello!

    Anche se in ritardo auguri a Marcello con infinita stima e simpatia, e grazie per tutti i tuoi fantastici contributi e per la passione che ci metti.
×