Vai al contenuto

Joyopi

Sostenitore
  • Numero contenuti

    4.135
  • Iscritto

  • Ultima visita

Su Joyopi

  • Rank
    Perenne ritardatario...
  • Compleanno 30/09/1987

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Napoli

Visite recenti

9.891 visite nel profilo
  1. Joyopi

    Do la mia autorizzazione

    Idem, autorizzo tutti a fare di tutto dei miei commenti o interventi nelle discussioni (fate di me ciò che volete insomma).
  2. Joyopi

    Diventa Sostenitore

    Ma come mai? È successo qualcosa? scusate, non ho resistito.
  3. Joyopi

    [N20-1] Gelino Ganega e la sete nel mondo

    Sinceramente avrei evitato di metterci dentro la mafia in un racconto del genere. Però è solo un parere personale, nulla di che. A parte questo, molto molto carino il tuo racconto (in senso buono). Una favoletta in stile toscano (mi hai fatto pensare a Pieraccioni in più di un momento) godibile, freschissima e con una morale molto apprezzata. Adorabile Gelino! Complimenti.
  4. Joyopi

    [N20-1] Siccità

    Sei un soverchio. Mi hai addirittura corretto il titolo della traccia. Sei sempre degno del nome che porti, l'imperatore del WD! Racconto magnifico che con uno stile di gran classe trasporta nell'ambientazione affascinante del Portogallo (anche io ricordo un altro tuo bel testo ambientato da quelle parti), dove non ti aspetti di trovarci una Harley. I personaggi sono vividissimi, Simao molto simpatico e Maria sensualissima. Persino i comprimari genitori di lui sono ben caratterizzati nonostante le pochissime parole a loro dedicate. Il finale è la piega surreale arrivano inaspettati. Insomma, la nostra traccia non poteva finire in mani più giuste. Pienamente soddisfatto (e ci mancava).
  5. Io passo già a riscuotere, @Edu. Mi devi 6 commenti.
  6. 1 a 5 Marcello? Sei impazzito? È praticamente regalata! Accetto.
  7. Se ci sarò ancora... (un commento anche sulla mia dipartita, va!) Visto che sto in vena di scommesse mettimi due commenti sulla vittoria di tappa di @Marcello, che se siamo fuori almeno la nostra traccia ci dia soddisfazione e salga sul gradino più alto del podio.
  8. Lo spero anch'io... Scadenza a mezzogiorno, ma roba da matti.
  9. Joyopi

    [N20-1 - F.C.] N.E.

    Purtroppo no, @Kuno è cattivone. Grazie @Ghigo, tutto merito di @Plata e della sua penna eccellente.
  10. Bravo @Edu. Apro le danze: Scommetto 3 commenti che il nostro racconto fuori concorso riceverà almeno 3 commenti del tipo "bello, se fosse stato in concorso lo avrei pure votato". La modestia, prima di tutto.
  11. Joyopi

    Una poltrona per uno

    L'incipit mi piace. In poche righe, senza troppi fronzoli, mi presenti il protagonista, mi dici che è un cavaliere delle Crociate (quindi mi fai entrare nel contesto spaziale e temporale), mi crei lo stato mentale del dramma (peste, miseria) e mi presenti l'antagonista Morte e il conflitto con il cavaliere (simboleggiato dalla partita a scacchi). Affascinante. Tuttavia eliminerei la parte evidenziata perché superflua (già ho capito che nella partita la posta in palio è la vita del protagonista), e ripenserei il nome del cavaliere che mi pare troppo anglofono e fuori contesto. Molto apprezzata anche la descrizione delle prime mosse della partita; pur non essendo il sottoscritto un esperto di scacchi, qualche termine più tecnico e l'abbondanza di dettagli non mi ha affatto disturbato, anzi, mi ha trasmesso la sensazione di star leggendo un testo curato da uno che conosce la materia di cui parla. È sempre un bene. Questo passaggio, a voler andare oltre la semplice azione degli scacchi, mi fa capire qualcosa di più su Block. La mossa è il simbolo dell'audacia del cavaliere che sfida la morte come tante altre volte lo ha fatto sul campo di battaglia, con la ferocia e l'imprudenza che la sopravvivenza in guerra rende indispensabile. Colpo di scena. Piaciuto. Complimenti per come rendi credibile il dialogo. Le battute nello stile filosofeggiante tipico dell'epoca sono perfettamente ricostruite, e anche il loro contenuto è interessante. La Morte tenta di usare il silenzio di Dio come arma per piegare l'indomita forza di volontà di Block, per indurlo a smettere di lottare. Se la partita è finita in parità nessuno ha perso ma nessuno ha vinto. Qui sono rimasto così: Devo essere sincero, @danfit. Il finale non mi è piaciuto per nulla. Fino a quel punto il tuo racconto mi aveva piacevolmente colpito, sia per la buonissima tecnica di scrittura che per l'idea di fondo (la sfida alla morte, non originalissima, ma sempre affascinante), nonché per il riuscito salendo di tensione. Insomma, arrivo sul finale carico di aspettative e tu che fai? Mi spegni tutto in una battutina satirica più adatta a un meme sui social... Peccato. Ovviamente capisco che il tuo intento era proprio quello di "perculare" il lettore, quindi accetto lo scherzetto. Però mi dispiace perché avrei gradito un finale coerente con l'ottimo racconto che lo precede. A rileggerti!
  12. Chi dice che eri solo un giocatore di pallone non ha capito niente, e così non capirà nemmeno le lacrime che  strozzano le gole di tanti napoletani e argentini. Ma non è colpa loro. Il genio e l'umanità le capisci solo se le vedi da vicino. Io non ne ho avuto il privilegio, ma piango lo stesso come i tanti che come me ti hanno solo respirato nell'aria della città, un'aria di ricordi nostalgici di chi c'era e di aneddoti raccontati mille volte senza stancare mai. Questa città ha tanti difetti, proprio come te. Fa e ha fatto tanti errori, proprio come te. Ma come Napoli paga sempre il proprio conto, tu hai sempre pagato il tuo, personalmente, senza mai scaricare sugli altri il peso di una sregolatezza che si accompagna all'estro più puro e appartiene solo ai grandi. 

    Per sempre simbolo di popolo, e di un popolo. Per sempre amico di chi, con la forza baldanzosa del proprio talento, combatte quella arrogante del mero potere. Ciao Diego. 

  13. Joyopi

    Blackout poetry 1 - Off topic

    Non ho idea di che cosa stiamo parlando ma... ci sto!
×