Vai al contenuto

Joyopi

Sostenitore
  • Numero contenuti

    4.127
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni vinti

    17

Joyopi ha vinto il 14 aprile 2017

Joyopi ha inserito il contenuto più apprezzato di quel giorno!

Reputazione Forum

2.315 Più unico che raro

Su Joyopi

  • Rank
    Perenne ritardatario...
  • Compleanno 30/09/1987

Informazioni Profilo

  • Genere
    Uomo
  • Provenienza
    Napoli

Visite recenti

7.298 visite nel profilo
  1. Joyopi

    Cosa state leggendo?

    Il signore delle mosche. Gran bel libro, direi.
  2. Io ho usato un racconto che avevo già scritto (tra l'altro è presente proprio qui sul WD), anche se con il tema non ci va proprio proprio a pennello. Ho tagliato e adattato un po' l'incipit per entrare nei mille caratteri e per preparare l'inserimento del tema nel caso (improbabile) mi chiedano il resto.
  3. Inviato anch'io, proprio sul gong! In bocca al lupo a tutti i partecipanti, mi auguro che tra i vincitori possa esserci qualcuno della squadra WD!
  4. Joyopi

    Mezzogiorno d'Inchiostro n. 125 Off Topic

    Belle tracce! Confinato a bordo piscina con i trenta e passa gradi che ci sono qui in Marocco, quasi quasi ci provo con un bel racconto breve!
  5. Ho appena letto questo topic. Che faccio, mi unisco? Partecipo? Mi sembra di non avere nessun racconto già pronto con un tema simile, ma se riesco a pensare a qualcosa di buono ci provo almeno con l'incipit e poi si vede. Grazie per la segnalazione!
  6. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Grazie ancora a tutti voi, mi avete fornito parecchie idee interessanti. Mettendo insieme i vostri suggerimenti e l'idea alla base della mia storia (cambiando leggermente qualche presupposto) sono giunto a tre ipotesi: 1) Quella che riprende più o meno in toto l'idea di @Miss Ribston. Con una spruzzata di @Adelaide J. Pellitteri . La montagna in verticale, il "mare di nuvole" a separarle che d'un tratto si dissolve e rende visibile il sopra e il sotto. Qui avrei solo un problema: nel proseguo della storia avrei bisogno che in qualche modo la via di accesso all'altro mondo possa essere chiusa nuovamente, e in questo caso ho qualche difficoltà a pensare al come. 2) La montagna in orizzontale, o meglio un'enorme catena montuosa, invalicabile fino a quando... vi si apre un varco, un tunnel, una vallata, un qualcosa del genere, senza un perché o un per come. Un po' alla The dome, la cupola scende giù e basta e il lettore lo accetta. E allora, dopo un periodo di giustificato straniamento, una civiltà decide di passare dall'altra parte. In questo caso non sarebbe impossibile richiudere il varco, più in là... 3) Forse la mia preferita. Un fiume a separarli, un fiume considerato sacro da parte degli uni e infestato da mostri o da malattie da parte degli altri (ho messo insieme i suggerimenti di @Talia e @mercy ). Il sovrano dei primi potrebbe essersi appena convertito a una nuova religione, e così per tagliare via ogni credibilità della precedente decide di violare il fiume sacro. Anche per quest'ultima ipotesi avrei qualche difficoltà nel chiudere l'accesso a un certo punto della storia, ma nemmeno tantissimo (potrebbe bastare un esercito a guardia delle sponde). Che ve ne pare? @massimopud, @Lauram, @libero_s, @SeeEmilyPlay, @Kikki, @Poeta Zaza, oltre agli altri già citati sopra. Grazie ancora!
  7. Joyopi

    Cosa state "ascoltando" (audiolibri)?

    Ciao ragazzi. Al momento non ho nulla da fare e non ho trovato modo migliore per passare il tempo che aprire questo topic. Si tratta di un fac-simile di questo topic, ma dedicato agli audiolibri, troppo spesso ignorati da noi lettori/scrittori ma che, se fatti bene, sono in grado di regalare le stesse emozioni della lettura. Senza fare pubblicità ai vari autori di audiolibri (ce ne sono molti su YouTube davvero bravissimi, non so se posso nominarli ma nel dubbio lo evito), sono curioso di sapere quanti di voi li ascoltino e di che generi. Io personalmente sto ascoltando un canale quasi del tutto specializzato in opere di King: ho ascoltato "La nebbia", la raccolta di racconti "Scheletri" e adesso sto seguendo "It".
  8. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Questa è molto buona. In realtà la motivazione ce l'avrei già. Il contatto dovrebbe nascere dal desiderio da parte del sovrano di una delle due civiltà di fare qualcosa che lo consegni alla Storia, quindi esplorare l'ignoto. Altroché se sei in tempo, questa mi piace moltissimo. Scrissi un racconto qualche tempo fa su una premessa simile (mai pubblicato, era per un MI al quale poi non partecipai) ma lo avevo completamente dimenticato! Potrebbe essere la soluzione.
  9. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Quanta soverchia sapienza... non male, Massimo. In realtà io avrei bisogno del fatto che il contatto avvenga non a causa di una circostanza casuale o esterna, ma per la volontà da parte di una delle due civiltà di raggiungere l'altra. Ma è un punto che potrei modificare nel caso non trovassi nulla di convincente. Grazie anche a te, se ti viene altro in mente sei sempre il benvenuto!
  10. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

  11. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Ancora grazie a tutti, mi state dando spunti molto interessanti. Allora... Sarei propenso ad escludere i primi suggerimenti che mi hai dato non perché non siano validi, ma perché nella mia storia voglio che i due popoli non si siano mai conosciuti prima. È essenziale per me che siano totalmente estranei l'uno all'altro. Il tema stesso della storia è riconducibile all'incontro tra due mondi completamente sconosciuti e differenti. La diffidenza, l'odio, il disprezzo dovrebbero venire dopo, nello svolgimento della narrazione. Questi sono più coerenti con la mia intenzione. Grazie per il suggerimento di lettura, me lo segno. interessante. Mi viene in mente The Mist di King! Qualche evento climatico... è abbastanza originale, credo. Ci rifletto un po'. Giuste le difficoltà tecnologiche, ecco perché ho scartato il ponte. Il perché invece ci sta (credo di non averlo detto nel primo post, ma avevo pensato che per qualche motivo le due civiltà sapessero dell'esistenza di un "oltre"; ad esempio nel caso del mare a separarle c'è la terra che si veda in lontananza in giornate particolarmente terse). È proprio la curiosità verso questo ignoto che porta al contatto. Giusto, è per questo che sono dubbioso . Però c'è qualcosa che mi piace in questa idea se si potesse ripulire dai problemi di praticabilità, non lo so... Non è male, ma è un altro romanzo mi sa... Se lo scrivi fammi un fischio! Comunque sì, nella mia storia è fondamentale l'incontro. Anche questa è un'altra storia, cara poetessa! Anche valida, a dir la verità!
  12. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Una visione "particolare"... Non male. Io avevo in mente qualcosa di più propriamente fisico, ma il tuo suggerimento non è affatto da scartare, ci rifletto... grazie!
  13. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    @mercy Ciao. Sì, hai ragione, non ho specificato una cosa importante. L'ambientazione e il genere sono fantasy, nel senso che si tratta di un mondo di fantasia in cui non si è raggiunto ancora un certo grado di tecnologia moderna (ma il grado differisce tra le due civiltà). Non voglio includere però magie o elementi sovrannaturali.
  14. Joyopi

    Cosa separa due "mondi"?

    Ciao, carissimi. Come spesso accade sono qui alla ricerca di un saggio consiglio: sto lavorando su una storia che ha come premessa l'esistenza di due paesi di fantasia, l'uno ignoto all'altro, due "mondi" completamente separati tra loro, che ad un tratto vengono in contatto. Senza entrare nei dettagli della storia, ho bisogno di un parere sulla natura dell'ostacolo che faccia in modo che i due popoli fossero stati isolati fino al momento in cui esso venga rimosso o raggirato (e sul come). Per capirci, l'idea originaria era quella di due isole, separate quindi dal mare. In quel caso la creazione di un lungo ponte da parte di una delle due civiltà (a cui la navigazione è sconosciuta) rappresentava la rimozione dell'ostacolo e il punto di contatto. Problemi logistici (e sinceramente anche di scarsa originalità) mi hanno portato a scartare questa ipotesi iniziale. La seconda ipotesi che mi è venuta in mente sarebbe quella di una lunghissima e altissima catena montuosa, in cui venga scavato un tunnel che funga da primo collegamento tra i due popoli. Vi sembra migliore? Ve ne viene qualcun'altra in mente? Grazie in anticipo!
  15. Joyopi

    Cosa state leggendo?

    Me lo segno, sembra davvero molto molto interessante. Come sempre leggo a intervalli due o più libri, a seconda delle circostanze (e dall'umore) che mi portano a passare dal cartaceo all'ebook e viceversa. Quasi finito Ubik, ho iniziato L'isola del dottor Moreau di Wells e ripreso Shogun.
×